Ufficio Affissioni


 

Canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria e canone aree mercatali

La legge 160 del 27 dicembre 2019 stabilisce che a decorrere dal 1 gennaio 2021 il “Canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria” sostituisce la tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche, il canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche (COSAP), l’imposta comunale sulla pubblicità e il diritto sulle pubbliche affissioni, il canone per l’installazione dei mezzi pubblicitari e il canone previsto dal codice della strada. Il canone patrimoniale unico è comprensivo di qualunque canone ricognitorio o concessorio previsto da norme di Legge e dai regolamenti comunali e provinciali, fatti salvi quelli connessi a prestazioni di servizi.

Dal 1 gennaio 2021 trova anche applicazione il nuovo “Canone aree mercatali”,  comprensivo del canone occupazione  spazi pubblici e, per le occupazioni temporanee, del prelievo correlato ai rifiuti.

Il comune di Acqui Terme ha approvato, con deliberazione del Consiglio Comunale n. 45 del 29/12/2020, il Regolamento per l’applicazione del canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria e  il canone aree mercatali  per l’applicazione del canone di concessione per l’occupazione delle aree e degli spazi appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile, destinati a mercati realizzati anche in strutture attrezzate.

La documentazione è  reperibile ai seguenti link:

La riscossione dei Canoni introdotti dalla Legge n. 160/2019 è  gestita direttamente dall’Ufficio Affissioni, sito in Piazza Maggiolino Ferraris  n. 1 – piano primo (EX Kaimano), che si occupa di :

  • programmare le pubbliche affissioni ( acquisizione richieste – calcolo e riscossione diritti pubbliche affissioni – programmazione agenda affissioni )
  • calcolo e riscossione del nuovo Canone di occupazione del suolo pubblico e di esposizione pubblicitaria e del Canone mercatale.

In attesa della piena operatività del sistema di pagamento tramite PAGO PA, possono essere effettuati i versamenti attraverso:

  • conto corrente postale sul quale versare l’ex imposta comunale di pubblicità e i diritti di affissione :
    • 23080112 ( iban:IT34B0760110400000023080112 ) intestato al Comune di Acqui Terme – Servizio Tesoreria
  • conto corrente postale sul quale versare l’ex canone occupazione spazi ed aree pubbliche :
    • 23080153 ( iban:IT50P0760110400000023080153 ) intestato al Comune di Acqui Terme – Servizio Tesoreria

Gli Uffici ricevono previo appuntamento telefonico al n. 0144770306 o mail affissioni@comuneacqui.com

 

ESENZIONI PER L’ANNO 2021 – Misure connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19

L’art. 9-ter D.L. 28/10/2020, n. 137 dispone che sono esenti dal pagamento del Canone, fino al 31 marzo 2021:

  •     le imprese di pubblico esercizio di cui all’art. 5 legge 25/08/1991, n. 287 (già esonerate dal 1° maggio 2020 al 31 dicembre 2020)
  •     i titolari di concessioni o di autorizzazioni concernenti l’utilizzazione temporanea di suolo pubblico per l’esercizio del commercio su aree pubbliche di cui al d. lgs. 31/03/1998, n. 114 (già esonerati dal 1° marzo 2020 al 15 ottobre 2020)

ANNI PRECEDENTI

TARIFFE

REGOLAMENTO

regolamenti canone cosap pubblicità affissioni

MODULISTICA

 

Assessore
Dott. Mighetti Paolo Domenico