Scadenza Contenuto
Aperto
Non definito

Avviso integrazione tassa di soggiorno

L’AMMINISTRAZIONE  COMUNALE

PREMESSO che con Deliberazione C.C. n° 19 del 27 marzo 2019, alla luce di quanto disposto dall’art. 5 della Legge Regione Piemonte n° 13 del 3 agosto 2017, è stata estesa ai proprietari, agli usufruttuari o chiunque abbia disponibilità di unità abitative per locazione turistica, nonché ai soggetti che esercitano attività di intermediazione mobiliare e ai soggetti che gestiscono portali telematici, mettendo in contatto persone in cerca di un immobile con persone che dispongono di unità immobiliari da locare, qualora incassino i canoni di locazione o i corrispettivi, sono responsabili del pagamento dell’imposta di soggiorno e quindi soggetti a tutti gli obblighi e responsabilità inerenti a detta qualifica, nonché agli ulteriori adempimenti previsti dalla legge e dal Regolamento Comunale;

INFORMA

Che tutti i soggetti che rientrano nella fattispecie sopra riportata dovranno produrre istanza al SUAP tramite la piattaforma www.impresainungiorno.gov.it entro il 27/05/2019, per poter in sinergia con l’Ufficio Turismo provvedere agli adempimenti finalizzati al suddetto obbligo tributario.

Resta inteso che l’Ufficio Commercio e l’Ufficio Turismo sono a disposizione per fornire le delucidazioni ed il supporto utile per detti scopi, fermo restando che l’imposta dovrà essere corrisposta a decorrere dal 01.06.2019.


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Esiti bandi di gare d’appalto
14 Luglio 2017

BANDO PER LA CONCESSIONE DI AREA PUBBLICA PER L’INSTALLAZIONE DI UN CHIOSCO DESTINATO ALLA SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE

Giusta determinazione n°67 del 20/06/2017 il termine per la presentazione delle offerte, viene differito al prossimo

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Esito gara chiosco piazza Alliende

05 Luglio 2017 COMUNE DI ACQUI TERME: PROCEDURA NEGOZIATA PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO,ART. 36 D.LGS 18 APRILE 2016 N. 50, PER IL PERIODO 2017-2021.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Determina 73
PDF Verbale 1
PDF Verbale 2
PDF Verbale 3
PDF Verbale 4
PDF Verbale 5
PDF Verbale 6

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Esito gra Broker

18 Ottobre 2016

GRADUATORIA ALLOGGI ATAC

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Graduatoria definitiva sintetica rielaborata
PDF Domande escluse
PDF GRADUATORIA DEFINITIVA AGGIORNATA

04 Dicembre 2015

Determinazione esito di gara con procedura aperta per affidamento in concessione servizio tesoreria comunale.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Esito di gara

25 Novembre 2015

AFFIDAMENTO DEL CONTRATTO DI DISPONIBILITA’ DI CUI ALL’ART. 160 TER D. LGS. N. 163/2006 PER LA REALIZZAZIONE E LA MESSA A DISPOSIZIONE DELLE OPERE CONCERNENTI IL NUOVO POLO SCOLASTICO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO COSTITUITO DA DUE LOTTI DENOMINATI EDIFICIO “A” ED EDIFICIO “B” (ISTITUTO COMPRENSIVO 1 E ISTITUTO COMPRENSIVO 2 ) DEL COMUNE DI ACQUI TERME. CIG 6173877C76 E CIG 636248156A.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Esito di gara

26 Ottobre 2015

REALIZZAZIONE E MESSA A DISPOSIZIONE DELLE OPERE CONCERNENTI IL NUOVO POLO SCOLASTICO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO COSTITUITO DA DUE LOTTI DENOMINATI EDIFICIO “A” ED EDIFICIO “B” (ISTITUTO COMPRENSIVO 1 E ISTITUTO COMPRENSIVO 2 ) DEL COMUNE DI ACQUI TERME. CIG 636248156A.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Verbale n. 1
PDF Verbale n. 2
PDF Esito di gara

17 Settembre 2015

Affidamento intervento rifacimento della pavimentazione stradale completa rivisitazione della segnaletica orizzontale e verticale con modifiche della viabilità interna e piantumazione di nuove alberature di piazza Don Dolermo CUP B17H14000640006 E CIG 6303736781

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Verbale PTI

17 Settembre 2015

INTERVENTO DI MIGLIORAMENTO DELLA SICUREZZA STRADALE NELL’AREA URBANA TRA C.SO DIVISIONE ACQUI E VIA CARLO MARX. ROTATORIA URBANA COMPATTA CON CORONA SORMONTABILE. 4 E 5 PROGRAMMA DEL PIANO NAZIONALE SICUREZZA STRADALE REGIONE PIEMONTE. CUP B11B14000010005 E CIG62005263EC.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Verbale Rotonda

13 Maggio 2015

Affidamento della procedura negoziata relativa ai lavori di urbanizzazione per

viabilità compresi i marciapiedi di Via Buonarroti – Via della Fasciana. – CIG 5951546B1E –

CUP:B17H14000650004.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Esito di gara

13 Maggio 2015

Affidamento della procedura negoziata relativa all’intervento di realizzazione e

rifacimento dei marciapiedi comunali. CUP B17H14001330004 E CIG 6004613B64.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Esito di gara

13 Maggio 2015

Affidamento della procedura negoziata relativa all’intervento di messa in sicurezza e manutenzione straordinaria mediante completa sostituzione dei serramenti esterni e corpi illuminanti interni nell’ambito del piano nazionale di edilizia scolastica.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Esito di gara

13 Maggio 2015

Procedura comparativa pubblica per il conferimento incarico professionale esterno per attività di controllo e conformità interventi attinenti il risparmio energetico messi in atto dall’amministrazione comunale anche tramite concessionarie.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Esito di gara

28 Ottobre 2014

Esito di gara procedura negoziata per la manutenzione straordinaria della rete stradale comunale suddivisa in tre blocchi/lotti delle vie cittadine.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Esito di gara

19 Marzo 2014

Servizio controllo e revisione estintori ed idranti uffici e servizi comunali anno 2014.
Affidamento a Global Safety srl di Pozzolo Formigaro (AL)
(cig z7e0e4a797)

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Determinazione n. 24 del 13/03/2014

04 Marzo 2014

AFFIDAMENTO SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DEI SISTEMI DI VIDEOSORVEGLIANZA COMUNALI

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Avviso Aggiudicazione Videosorveglianza

03 Marzo 2014

GESTIONE, MANUTENZIONE E ASSISTENZA SISTEMISTICA DELL’INFRASTRUTTURA ICT E DELLE POSTAZIONI DI LAVORO

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Avviso Aggiudicazione ICT

09 Agosto 2013

affidamento in concessione della gestione del servizio di ristorazione scolastica
periodo 2013- 2018 – codice cig: 5184281C02

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Cliccare qui per visionare i documenti

14 Maggio 2013

Procedura negoziata cottimo fiduciario relativo alla manutenzione fabbro – ferraio – Biennio 2013/2014 – Codice cig: X1208D0D7

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Esito di gara

14 Maggio 2013

Procedura negoziata relativa alla manutenzione ordinaria del patrimonio stradale comunale – Biennio 2013/2014 – Codice cig: 50303686FD

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Esito di gara

14 Maggio 2013

Cottimo fiduciario – Trattativa diretta relativo alla manutenzione spurgo caditoie e tombini stradali e scarichi comunali – Biennio 2013/2014 – Codice cig: XE5082D0D8

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Esito di gara

18 Aprile 2013

Procedura negoziata relativa alla manutenzione ordinaria del patrimonio edile biennio 2013/2014. Codice cig: 5014413881

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Esito di gara

18 Aprile 2013

Procedura negoziata relativa alla manutenzione ordinaria lavori da falegname biennio 2013/2014.
Codice cig: x3a082d0d6

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Esito di gara

18 Aprile 2013

Procedura negoziata relativa alla manutenzione ordinaria del parimonio idrico biennio 2013/2014.
Codice CIG: 5014896717

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Esito di gara

19 Febbraio 2013

Servizio di recupero stragiudiziale dei crediti derivanti dal mancato pagamento dei tributi comunali, cod. CIG ZBA07A08CE

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Esito di gara

18 Maggio 2012

Procedura negoziata con esclusione di offerte in aumento per l’affidamento dei lavori realizzazione 2 lotto stralcio di urbanizzazione PIP di Reg. Barbato di cui alla delibera Giunta Comunale N. 51 del 29/03/2012.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Esito di gara

25 Ottobre 2011

Lavori di messa in sicurezza Rio Ravanasco nell’ambito dell’Atto integrativo dell’accordo di programma della Valle Bormida stipulato fra Ministero dell’Ambiente e Regione Piemonte

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Esito di gara

25 Ottobre 2011

Sistemazione idrogeologica frana Montestregone nell’ambito dell’atto integrativo dell’accordo di programma della Valle Bormida stipulato fra il Ministero dell’Ambiente e la Regione Piemonte

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Esito di gara

25 Ottobre 2011

Lavori di messa in sicurezza Rio Medrio nell’ambito dell’Atto integrativo dell’accordo di programma della Valle Bormida stipulato fra il Ministero dell’Ambiente e la Regione Piemonte

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Esito di gara

22 Settembre 2011

Realizzazione di n. 120 loculi al 1° piano del vano scala e del montecarichi parte nuova – 3° lotto esecutivo cimitero urbano

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Verbale

22 Settembre 2011

Contratto di locazione finanziaria immobiliare in costruendo ex art. 160BIS D. LGS. N. 163/2006 per la realizzazione su area comunale del nuovo polo scolastico: costruzione scuola secondaria di primo grado

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Esito di gara

17 Gennaio 2011

BANDO DI GARA PER L’AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE NEL TERRITORIO COMUNALE DI ACQUI TERME

Detto Bando  stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Comunità Europea in data 26/10/2010 e nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana del 29/10/2010, oltre che sul sito dell’Osservatorio Regione Piemonte e Ministero delle Infrastruttura – Servizio Contratti Pubblici.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Esito di gara

15 Giugno 2010

PROCEDURA NEGOZIATA PER LAVORI DI REALIZZAZIONE DELLA NUOVA AULA PRESSO LA SCUOLA MATERNA DI SAN DEFENDENTE

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Verbale

18 Maggio 2010

PROCEDURA NEGOZIATA PER LA REALIZZAZIONE DEL PARCO CANILE

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Verbale

18 Maggio 2010

PROCEDURA NEGOZIATA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO PUNTO SICURO: tecnologia e partecipazione per la sicurezza di tutti

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Verbale

18 Maggio 2010

TORNATA DI GARE PER L’AFFIDAMENTO DELLA PROCEDURA NEGOZIATA PER LA REALIZZAZIONE PIANO STRAORDINARIO DI RECUPERO DEL MANTO STRADALE

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Verbale

18 Maggio 2010

PROCEDURA NEGOZIATA PER LA MANUTENZIONE DELLA PISTA CICLABILE DENOMINATA TERME E NATURA BIENNIO 2010/2011.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Verbale

17 Dicembre 2009

PROCEDURA NEGOZIATA PER LA MESSA IN SICUREZZA E COMPLETO RIFACIMENTO PONTE CARLO ALBERTO LOTTO A.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Verbale

05 Giugno 2009

PROCEDURA NEGOZIATA DI AFFIDAMENTO PIANO STRAORDINARIO DI ASFALTATURE DELLE VIE CITTADINE SUDDIVISO IN N.3 BLOCCHI

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Verbale

28 Aprile 2009

Procedura negoziata di asfaltature strade del concentrico e di accesso alla città

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Esito verbale

26 Gennaio 2009

AFFIDAMENTO DI INCARICO PROFESSIONALE PER LA REDAZIONE PROGETTO PRELIMINARE E DEFINITIVO DELLA VARIANTE STRUTTURALE NON GENERALE AL PIANO REGOLATORE COMUNALE AI SENSI DELLA L.R.N.56/77 E SMI PUBBLICATI IL 27/11/2008.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF VERBALE nr. 1
PDF VERBALE nr. 2

01 Settembre 2008

Procedura aperta per l’affidamento contratto aperto di manutenzione patrimonio a verde triennio 2008/2010 2 LOTTO.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Esito di Gara
PDF Verbale nr.1
PDF Verbale nr.2

22 Agosto 2008

Procedura aperta per l’affidamento contratto aperto di manutenzione patrimonio a verde triennio 2008/2010 1 LOTTO.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Esito di Gara
PDF Verbale nr.1
PDF Verbale nr.2

27 Giugno 2008

Procedura aperta per l’appalto dei lavori di realizzazione opere specialistiche: impianti fluidomeccanici centro congressi in zona Bagni

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Esito di Gara

27 Giugno 2008

Procedura aperta per l’appalto dei lavori di realizzazione opere specialistiche: impianti elettrici centro congressi in zona Bagni

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Verbale di Gara

27 Giugno 2008

Verbale operazioni di gara procedura negoziata, per l’affidamento della manutenzione ordinaria INTERVENTI DI SPURGO SCARICHI, CADITOIE,GRIGLIE E PONTINE STRADALI per il triennio 2008/2010

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Verbale di Gara

27 Giugno 2008

Verbale operazioni di gara procedura negoziata, per l’affidamento della manutenzione ordinaria PULIZIA FOSSI E BANCHINE STRADALI per il triennio 2008/2010

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Verbale di Gara

27 Giugno 2008

Verbale operazioni di gara procedura negoziata, per l’affidamento della manutenzione ordinaria del PATRIMONIO inerente la TINTEGGIATURA per il triennio 2008/2010

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Verbale di Gara

27 Giugno 2008

Verbale operazioni di gara procedura negoziata, per l’affidamento della manutenzione ordinaria del PATRIMONIO STRADALE per il triennio 2008/2010.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Verbale di Gara

27 Giugno 2008

Verbale operazioni di gara procedura negoziata, per l’affidamento della manutenzione ordinaria LAVORI DI FABBRO-FERRAIO per il triennio 2008/2010

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Verbale di Gara

27 Giugno 2008

Verbale operazioni di gara procedura negoziata, per l’affidamento della manutenzione ordinaria degli IMPIANTI IDRICI / TERMO-IDRAULICI per il triennio 2008/2010

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Verbale di Gara

27 Giugno 2008

Verbale operazioni di gara procedura negoziata, per l’affidamento della manutenzione ordinaria LAVORI DI FALEGNAMERIA per il triennio 2008/2010

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Verbale di Gara

27 Giugno 2008

Verbale operazioni di gara procedura negoziata, per l’affidamento della manutenzione ordinaria del PATRIMONIO EDILE per il triennio 2008/2010

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Verbale di Gara

27 Giugno 2008

Verbale operazioni di gara procedura negoziata, per l’affidamento della manutenzione ordinaria degli IMPIANTI ELETTRICI E PUBBLICA ILLUMINAZIONE per il triennio 2008/2010

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
PDF Verbale di Gara


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Capitolati speciali
05 Agosto 2008

Capitolato speciale per la fornitura di affettati (prosciutto cotto, crudo, bresaola, fesa di tacchino a fette)

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
 CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI AFFETTATI (PROSCIUTTO COTTO, CRUDO, BRESAOLA, FESA DI TACCHINO A FETTE)

05 Agosto 2008

Capitolato speciale per la fornitura di alimenti integrativi.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
 CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI ALIMENTI INTEGRATIVI.

05 Agosto 2008

Capitolato speciale per la fornitura di alimenti per celiaci.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
 CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI ALIMENTI PER CELIACI.

05 Agosto 2008

Capitolato speciale per la fornitura del budino

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
 CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DEL BUDINO

05 Agosto 2008

Capitolato speciale per la fornitura del burro

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
 CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DEL BURRO

05 Agosto 2008

Capitolato speciale per la fornitura della carne fresca

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
 CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DELLA CARNE FRESCA

05 Agosto 2008

Capitolato speciale per la fornitura di frutta e verdura

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
 CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI FRUTTA E VERDURA

05 Agosto 2008

Capitolato speciale per la fornitura di formaggi

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
 CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI FORMAGGI

05 Agosto 2008

Capitolato speciale per la fornitura di fesa di tacchino

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
 CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI FESA DI TACCHINO

05 Agosto 2008

Capitolato speciale per la fornitura di gnocchi e chicche di patate, pasta ripiena, raviolini per brodo, ravioli di magro e di carne e trofie.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
 CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI GNOCCHI E CHICCHE DI PATATE, PASTA RIPIENA, RAVIOLINI PER BRODO, RAVIOLI DI MAGRO E DI CARNE E TROFIE.

05 Agosto 2008

Capitolato speciale per la fornitura di grissini fette biscottate e biscotti secchi o della prima infanzia

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
 CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI GRISSINI FETTE BISCOTTATE E BISCOTTI SECCHI O DELLA PRIMA INFANZIA

05 Agosto 2008

Capitolato speciale per la fornitura del latte

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
 CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DEL LATTE

05 Agosto 2008

Capitolato speciale per la fornitura di margarina

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
 CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI MARGARINA

05 Agosto 2008

Capitolato speciale per la fornitura dell’olio di arachide commestibile

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
 CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DELL’OLIO DI ARACHIDE COMMESTIBILE

05 Agosto 2008

Capitolato speciale per la fornitura dell’olio di oliva

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
 CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DELL’OLIO DI OLIVA

05 Agosto 2008

Capitolato speciale per la fornitura della pasta alimentare

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
 CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DELLA PASTA ALIMENTARE

05 Agosto 2008

Capitolato speciale per la fornitura del pane

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
 CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DEL PANE

05 Agosto 2008

Capitolato speciale per la fornitura dei prodotti dietoterapeutici per celiaci.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
 CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DEI PRODOTTI DIETOTERAPEUTICI PER CELIACI.

05 Agosto 2008

Capitolato speciale per la fornitura di petti di pollo e cosce, fusi e sovracosce di pollo

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
 CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI PETTI DI POLLO E COSCE, FUSI E SOVRACOSCE DI POLLO

05 Agosto 2008

Capitolato speciale per la fornitura di pomodori pelati

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
 CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI POMODORI PELATI

05 Agosto 2008

Capitolato speciale per la fornitura del riso

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
 CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DEL RISO

05 Agosto 2008

Prodotti di origine animale congelati e surgelati

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
 PRODOTTI DI ORIGINE ANIMALE CONGELATI E SURGELATI

05 Agosto 2008

Capitolato speciale per la fornitura di uova fresche

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
 CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI UOVA FRESCHE

05 Agosto 2008

Capitolato speciale per la fornitura dello yogurt

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
 CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DELLO YOGURT

05 Agosto 2008

Capitolato speciale per la fornitura dello zucchero

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
 CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DELLO ZUCCHERO


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Bandi di concorso
29 Agosto 2019

AVVISO PUBBLICO PER NOMINA NR 1 RAPPRESENTANTE COMUNE DI ACQUI T. NEL C.D.A. DI C.S.R

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso nomina rappresentanti

25 Giugno 2019

AVVISO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER IDONEI IN GRADUATORIE DI CONCORSI PUBBLICI ESPLETATI DA ALTRI ENTI PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO A TEMPO PIENO E INDETERMINATO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO TECNICO CATEGORIA D, DA ASSEGNARE AL SETTORE URBANISTICA

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avvio graduatorie urbanistica
Determinazione 80 – Nomina commissione esaminatrice
Determinazione 79 – Individuazione candidati ammessi
Avviso colloquio di selezione 19/9/19
Comunicazione selezione istruttore direttivo tecnico

29 Maggio 2019

AVVISO DI SELEZIONE INTERNA PER LA PROGRESSIONE VERTICALE DEL PERSONALE DIPENDENTE PER N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO, CATEGORIA D, CON RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO INDETERMINATO E A TEMPO PIENO, DA DESTINARE AL SETTORE RAGIONERIA –
TRIBUTI

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Determina n20
Avviso di selezione
Ammessi alla prova orale – comunicazione del Presidente della Commissione
Comunicazione vincitrice selezione

27 Maggio 2019

AVVISO PUBBLICO DI MOBILITA’ VOLONTARIA
ex art. 30 del Decreto Legislativo 30 marzo 2001, n. 165,
per la copertura a tempo pieno e indeterminato e pieno di 1 (uno)
posto di
– ISTRUTTORE DIRETTIVO CATEGORIA D DA ASSEGNARE AL SETTORE PATRIMONIO
– ISTRUTTORE DIRETTIVO CATEGORIA D DA ASSEGNARE AL SETTORE LAVORI PUBBLICI
– ISTRUTTORE DIRETTIVO CATEGORIA C DA ASSEGNARE AL SETTORE LAVORI PUBBLICI

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso di mobilita settore patrimonio cat D
Determina n19
Avviso di mobilita settore lavori pubblici cat D
Avviso di mobilita settore lavori pubblici cat C
Determina assunzione tempo determinato posto di istruttore tecnico CAT. C Ufficio Lavori Pubblici
Convocazione mobilita
APPROVAZIONE DEI VERBALI DELLA COMMISSIONE – Settore PATRIMONIO
APPROVAZIONE DEI VERBALI DELLA COMMISSIONE– Settore LAVORI PUBBLICI cat C
APPROVAZIONE DEI VERBALI DELLA COMMISSIONE – Settore LAVORI PUBBLICI cat D

13 Maggio 2019

AVVISO PUBBLICO DI MOBILITA’ VOLONTARIA
ex art. 30 del Decreto Legislativo 30 marzo 2001, n. 165,
per la copertura a tempo indeterminato e pieno di 1 (uno) posto di
ISTRUTTORE DIRETTIVO TECNICO CATEGORIA D
DA ASSEGNARE AL SETTORE URBANISTICA

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso e manifestazione di interesse
Determina n13

08 Aprile 2019

RINNOVO NUCLEO DI VALUTAZIONE

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
DELIBERA RINNOVO NUCLEO DI VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE
Schema Domanda
AVVISO PER LA NOMINA DI TRE COMPONENTI DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE

22 Febbraio 2019

Mobilità agente di polizia locale

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Determinazione ammissione selezione
Determinazione commissione giudicatrice

31 Gennaio 2019

Determinazione nr. 3 del 29.01.2019 relativa all’ammissione alla selezione di mobilita’ n.1 posto Dirigente Finanziario, Determinazione nr. 4 del 29.01.2019 relativa alla nomina della Commisisone per selezione mobilità n. 1 po

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Determinazione nr. 4 del 29.01.2019 relativa alla nomina della Commisisone per selezione mobilità n. 1 posto Dirigente Finanziario
Determinazione nr. 3 del 29.01.2019 relativa all’ammissione alla selezione di mobilita’ n.1 posto Dirigente Finanziario

28 Dicembre 2018

Avviso mobilità per la copertura n.1 posto di agente di polizia locale.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Determina 30/2018
Avviso

13 Novembre 2018

AVVISO PUBBLICO DI MOBILITA’ PER N.1 POSTO DI DIRIGENTE DEL SETTORE FINANZIARIO

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
AVVISO PUBBLICO DI MOBILITA’ PER N.1 POSTO DI DIRIGENTE DEL SETTORE
FINANZIARIO

DETERMINA N. 37 DEL 12.11.2018 – APPROVAZIONE AVVISO DI MOBILITA’ N.1 POSTO DI DIRIGENTE FINANZIARIO

12 Ottobre 2018

DETERMINA NR. 100 DEL 12.10.2018
CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI PER L’ASSUNZIONE A PART TIME (18 ORE SETTIMANALI) ED INDETERMINATO DI UN CONSERVATORE MUSEALE.-

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
0-Concorso pubblico
1-Determina n100
3-Determina nr.28 Nomina Commissione giudicatrice
4-Prove d’esame
2-Determina nr. 27 ammissibilita’ delle domande del concorso museale
Determina nr. 1 9-1-19 – Integrazione commissione
Determina sostituzione membro commissione giudicatrice per conservatore museale
Graduatoria ammissione prova orale
Graduatoria finale
Determinazione n. 15 del 28.03.2019 – Approvazione atti concorsuali e graduatoria di merito

25 Settembre 2018

Avviso di Mobilità volontaria per la copertura, a tempo parziale (18 ore settimanali) ed indeterminato, di nr.1 posto di “Conservatore Museale – Cat. D” ai sensi dell’art.30, comma 1, del D.Lgs 165/2001 e s.m.l.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Approvazione avviso di mobilità
Avviso mobilità Conservatore Museale

27 Agosto 2018

AVVISO PUBBLICO per nomina rappresentante Comune Acqui CDA Ottolenghi.pdf

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
AVVISO PUBBLICO per nomina rappresentante Comune di Acqui Terme CDA Ottolenghi
Domanda per bandi

04 Luglio 2018

CENSIMENTO PERMANENTE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI 2018
BANDO DI SELEZIONE PUBBLICA PER TITOLI E COLLOQUIO PER LA FORMAZIONE DI UNA
GRADUATORIA per l’assegnazione di n. 6 INCARICHI DI RILEVATORE

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando
Domanda
Graduatoria finale
Programma

05 Febbraio 2018

Avviso di mobilità per agente di polizia municipale categoria C.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Determina approvazione avviso mobilità agente di polizia municipale
Avviso mobilità agente polizia municipale

29 Gennaio 2018

AVVISO PUBBLICO

PER L’INDIVIDUAZIONE DEL SOGGETTO ATTUATORE BENEFICIARIO DEL CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO A COPERTURA DELLE SPESE EFFETTIVAMENTE SOSTENUTE E DOCUMENTATE, FINALIZZATO ALL’INSERIMENTO IN TIROCINIO DI SOGGETTI IN CONDIZIONE DI SVANTAGGIO OCCUPAZIONALE IN PROGETTI DI PUBBLICA UTILITÀ DI CUI AL BANDO
AZIONI DI POLITICA ATTIVA DEL LAVORO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI DI PUBBLICA UTILITÀ (PPU), IN ATTUAZIONE DELL’ATTO DI PROGRAMMAZIONE APPROVATO CON

D.G.R. N. 24-3940 del 19 settembre 2016


ERRATA CORRIGE

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Schema progetto
DD807 all B
Disposizioni operative
DDA1500000117
Allegato DGR3940
Integrazione PPU Regione Piemonte
Avviso PPU

17 Gennaio 2018

AVVISO DI SELEZIONE PER ASSUNZIONE AI SENSI ART. 110, N. 1 POSTO DIRIGENTE DEL SETTORE TECNICO
DETERMINAZIONE N. 6 DEL 17.01.2018 RELATIVA A RETTIFICA DETERMINA NR. 5 DEL 15.01.2018

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
AVVISO DI SELEZIONE PER ASSUNZIONE AI SENSI ART. 110, N. 1 POSTO DIRIGENTE DEL SETTORE TECNICO
DETERMINAZIONE N. 6 DEL 17.01.2018 RELATIVA A RETTIFICA DETERMINA NR. 5 DEL 15.01.2018
COLLOQUIO SELEZIONE DIRIGENTE SETTORE TECNICO – DETERMINA AMMISSIBILITA’ DOMANDE
Cv Vacca Chiara
Decreto sindacale per conferimento di incarico dirigenziale

10 Agosto 2017

Avviso pubblico per la selezione del personale in staff all’ufficio del Sindaco

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
AVVISO PUBBLICO PER ASSUNZIONE NR. 1 ISTRUTTORE DIRETTIVO CAT. D PORTAVOCE E SUPPORTO SINDACO E GIUNTA COMUNALE
AVVISO PUBBLICO PER ASSUNZIONE NR. 1 ISTRUTTORE DIRETTIVO CAT. D SUPPORTO POLITICO AMMINISTRATIVO – SETTORE TECNICO
Delibera costituzione ufficio staffe del sindaco
Determina esame domande staff del sindaco
Decreto staff del sindaco
Determina assunzione staff del sindaco

01 Agosto 2017

AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE COMPONENTI COMMISSIONE LOCALE PER IL PAESAGGIO

Con determinazione dirigenziale n°125 del 28/08/17 è stata prorogata al 14 settembre 2017 ore 12:00, la scadenza per la presentazione delle candidature.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Domanda
Bando
Provvedimento

16 Gennaio 2017

Avviso pubblicazione bando selezione pubblica, per prova pratica e colloquio,per l’assunzione a tempo determinato,supplenze presso Asilo

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Visualizza determina
Esito selezione – GRADUATORIA

09 Gennaio 2017

Avviso esplorativo per l’acquisizione di manifestazione di interesse finalizzate all’affidamento del servizio di brokeraggio.

19/01/2017: RETTIFICA
Si mette in evidenza che a causa di un refuso all’art. 6 “Requisiti per la partecipazione” lett. b) dell’avviso pubblico della sopra indicata manifestazione di interesse è stato richiesta l’iscrizione al registro degli intermediari assicurativi e riassicurativi, di cui all’art. 109 comma 2 lett. b) del D.Lgs. 209/2005 “da almeno 5 anni, considerato anche il precedente periodo di iscrizione all’Albo Nazionale degli Agenti di Assicurazioni e all’Albo Nazionale dei Mediatori di Assicurazione e Riassicurazione”.
Pertanto, alla luce di quanto sopra esposto si riporta di seguito la nuova formulazione opportunamente corretta dell’art. 6 punto b):
“Essere inseriti al registro degli intermediari assicurativi e riassicurativi, di cui all’art. 109 comma 2 lett. b) del D.Lgs. 209/2005”.
Si precisa, altresì, che il termine perentorio entro il quale le manifestazioni di interesse dovranno essere presentate all’Ufficio Protocollo del Comune, con le modalità previste nell’avviso pubblico, viene fissato alle ore 12,00 del giorno 27/01/2017.
Restano salve tutte le altre condizioni riportate nell’avviso pubblico.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Determina n1 del 9/1/2017

24 Ottobre 2016

Bandi di mobilità

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
ISTRUTTORE AMM. per SERVIZI CULTURALI – Cat. C
ISTRUTTORE AMM. per SERVIZI ANAGRAFE, ELETTORALE e STATO CIVILE – Cat. C
ISTRUTTORE AMM. CONTABILE per SERVIZI FINANZIARI – Cat. C
FACS SIMILE DOMANDA MOBILITA’ VOLONTARIA
OPERAIO QUALIFICATO con mansioni aiuto elettricista per Uff. TECNICO – Cat. B
GRADUATORIE MOBILITA’
DETERMINA NR. 12 DEL 16.01.2017

05 Ottobre 2016

BANDI POSIZIONI ORGANIZZATIVE

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Settore ragioneria
Settore economato
Settore segretariato generale
Settore affari generali
Settore lavori pubblici

28 Settembre 2016

Regolamento per la mobilità esterna del personale a tempo indeterminato

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Regolamento
Domanda

03 Giugno 2016

Bando per apertura cantieri di lavoro 2016

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Domanda
Bando

11 Marzo 2016

AVVISO PUBBLICO PER NOMINA DI N. 1 COMPONENTE ESTERNO ALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DELLO STAFF DEL SINDACO (ART. 90 D.LGS 267/2000).

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso
Fac simile domanda

29 Febbraio 2016

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALLA PROCEDURA AD EVIDENZA PUBBLICA

PER LA NOMINA di N. 3 COMPONENTI ESTERNI ALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DEL

NUCLEO DI VALUTAZIONE AI SENSI DELL’ART. 147 DEL D. LGS. n.267/2000.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando Nucleo di Valutazione
Allegato domanda

17 Febbraio 2016

BANDO DI MOBILITA’ – GRADUATORIA CANDIDATE

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Graduatorie bando mobilità volontaria

27 Novembre 2015

Bando di mobilità volontaria per la copertura, a tempo pieno 36 ore settimanali ed indeterminato, di n. 1 posto di “Agente di polizia municipale” – Categoria C – ai sensi dell’art 30, comma 1, del D.Lgs. 165/2001 e s.m.i.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando di mobilità volontaria

16 Novembre 2015

Bando di mobilita’ volontaria per la copertura a tempo pieno 36 ore settimanali ed indeterminato di n.1 posto di “istruttore amministrativo contabile servizi finanziari” – Categoria C –

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando di mobilità volontaria

14 Settembre 2015

Bando sostegno locazione

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando
Modulo domanda

04 Giugno 2015

AVVISO PUBBLICO ESPLORATIVO
PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL’AFFIDAMENTO DI LAVORI PUBBLICI
TRAMITE PROCEDURA NEGOZIATA ART. 122 COMMA 7, E ART. 57, COMMA 6 DEL
D.LGS. N. 163/06 E S.M.I
PTI DELL’APPENNINO E DELL’ALTO MONFERRATO. INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE URBANA PUNTO 16.1.8. ACCORDO TERRITORIALE INTEGRATO LE ENERGIE, LE ACQUE, LA NATURA ATTUAZIONE DEL PAR FSC 2007/2013 RIFACIMENTO DELLA PAVIMENTAZIONE STRADALE COMPLETA RIVISITAZIONE DELLA SEGNALETICA ORIZZONTALE E VERTICALE CON MODIFICHE DELLA VIABILITA INTERNA E PIANTUMAZIONE DI NUOVE ALBERATURE DI PIAZZA DON DOLERMO
CUP B17H14000640006.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
AVVISO PTI
CAPITOLATO APPALTO
COMPUTO METRICO ONERI SICUREZZA
COMPUTO METRICO
CRONOPROGRAMMA
DETERMINA 92
ELENCO PREZZI UNITARI
PIANO MANUTENZIONE
PRESCRIZIONE TECNICA SOPRINTENDENZA
QUADRO ECONOMICO
RELAZIONE
TAV1
TAV2
TAV3

07 Marzo 2015

AVVISO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DI UN ELENCO DI SOGGETTI PROFESSIONALI ESTERNI E DI UN ELENCO DI GIOVANI PROFESSIONISTI FINALIZZATI ALL’AFFIDAMENTO DI INCARICHI DI IMPORTO STIMATO INFERIORE AD  100.000,00 (ONERI PREVIDENZIALI ED IVA ESCLUSA)

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso Professionisti
Modifica requisiti art.7a
Domanda di partecipazione

03 Dicembre 2014

Bando per apertura cantiere di lavoro per l’impiego temporaneo di N. 4 disoccupati – edizione 2014

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando
Domanda di partecipazione

27 Novembre 2014

Bando sostegno locazione

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando
Modulo domanda
Indicazioni operative

01 Ottobre 2014

Avviso pubblico per l’individuazione del soggetto attuatore beneficiario del contributo a fondo perduto a copertura delle spese effettivamente sostenute e documentate, finalizzato all’inserimento lavorativo di soggetti in condizione di svantaggio occupazionale in progetti di pubblica utilità di cui al bando azioni di politica attiva del lavoro per la realizzazione di Progetti di Pubblica Utilità (PPU) in attuazione dell’atto di programmazione approvato con d.g.r. n. 19-6044 del 02 luglio 2013

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso Pubblico
Scheda progetto
Schema progetto
Bando
Domanda soggetto attuatore ATI
Domanda soggetto attuatore ATI da costituire
Domanda soggetto attuatore singolo

20 Giugno 2014

Avviso pubblico per la ricerca di n. 5 persone per lo svolgimento, presso il comune di acqui terme, di lavoro occasionale di tipo accessorio, retribuito tramite buoni lavoro (vouchers). Art. 70 del d.lgs. N. 276/2003 e s.m.i. nel periodo luglio-agosto 2014

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando
Domanda di partecipazione

31 Maggio 2014

Designazione dei componenti di spettanza del Comune nel Consiglio di Amministrazione dell’Asilo Nido Infantile Moiso

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando

04 Aprile 2014

Avviso Pubblico per PPU – AZIONI DI POLITICA ATTIVA DEL LAVORO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI DI PUBBLICA UTILITA (PPU) –
I progetti devono avere una durata complessiva compresa tra un minimo di tre mesi ed un massimo di 6 mesi.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando
Riferimenti normativi
Avviso pubblico
Domanda soggetto attuatore ATI
Domanda soggetto attuatore ATI da costituire
Domanda soggetto attuatore SINGOLO
Proposta di progetto
Allegato 1
Allegato 2

11 Marzo 2014

Designazione di un componente all’interno del Consiglio di
Amministrazione della Società Terme di Acqui S.p.A.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando

03 Febbraio 2014

Bando per l’attribuzione di contributi per il pagamento del canone di affitto dell’alloggio condotto in locazione.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando
Modulo di domanda contributo locazione

14 Maggio 2013

BANDO DI CONCORSO PER L’ASSEGNAZIONE DI NUOVI POSTEGGI IN AREA MERCATALE.
La domanda dovrà essere inviata mediante la dicitura richiesta. Data inizio 16.05.2013 – Data scadenza 17.06.2013

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando
Piantina Maggiorino Ferraris
Piantina Corso Italia
Piantina Orto San Pietro
Piantina Piazza Addolorata

31 Dicembre 2012

Bando per apertura cantiere di lavoro per l’impiego temporaneo di n. 5 disoccupati
Edizione 2013 (art. 32 l.r. 22/12/2008 n. 34, d.g.r. 30/07/2012 n. 67-4270,
Deliberazione g.c. n. 187 del 31/10/2012).

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando
Domanda di partecipazione

05 Novembre 2012

Designazione dei componenti della Consulta Comunale per il Decoro Urbano

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando

15 Ottobre 2012

Designazione dei componenti della Consulta Comunale per le Pari Opportunità

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando

18 Settembre 2012

Designazione dei componenti di spettanza del Comune di Acqui Terme nei Consigli di Amministrazione del Ricovero Ottolenghi e dell’Asilo Moiso.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando

05 Giugno 2012

Designazione dei componenti di spettanza del Comune di Acqui Terme nel Consiglio di Amministrazione del Consorzio per la formazione professionale nell’Acquese.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando

09 Maggio 2012

Designazione dei componenti di spettanza del Comune di Acqui Terme nel Consiglio di Amministrazione del Consorzio per la formazione professionale nell’Acquese.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando

04 Aprile 2012

Designazione dei componenti di spettanza del Comune di Acqui Terme nel Collegio Sindacale della Società “Terme di Acqui S.p.A.”

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando

18 Luglio 2011

Designazione dei componenti di spettanza del Comune nel Consiglio di Amministrazione del Consorzio per la formazione professionale nell’Acquese

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando

18 Luglio 2011

Designazione dei componenti di spettanza del Comune del Collegio Sindacale della Società per la gestione del Consorzio per la formazione professionale nell’Acquese

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando

15 Aprile 2010

Designazione di due componenti di spettanza del Comune nel Consiglio
di Amministrazione dell’A.V.IM.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando

15 Aprile 2010

Designazione di un componente di spettanza del Comune nel Consiglio
di Amministrazione dell’Econet srl

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando

01 Aprile 2010

Designazione del componente di spettanza del Comune nel Comitato di Indirizzo Strategico istituito nell’ambito del CSR.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando

31 Marzo 2010

Designazione dei componenti di spettanza del Comune nel Consiglio di Amministrazione dell’Asilo Nido Infantile Moiso.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando

11 Settembre 2009

Nomina di un componente della Consulta Comunale per le Pari Opportunità

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando

04 Settembre 2009

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER LA COPERTURA DEL POSTO DI AGENTE POLIZIA LOCALE  ISTRUTTORE DI VIGILANZA, PRESSO IL SETTORE POLIZIA LOCALE  ATTIVITÀ PRODUTTIVE  GABINETTO DEL SINDACO.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando

04 Maggio 2009

BANDO DI SELEZIONE PUBBLICA PER TITOLI PER ASSUNZIONE DI PERSONALE DI CATEGORIA B ADDETTO AL SEVIZIO DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA E SERVIZI CONNESSI, A TEMPO DETERMINATO, CON RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PIENO O PART TIME, E ORARIO FLESSIBILE DETERMINATO IN BASE ALLE EFFETTIVE ESIGENZE DI SERVIZIO, IN PARTICOLARE CON RIFERIMENTO ALLE ESIGENZE CORRELATE ALLO SVOLGIMENTO DI INIZIATIVE COMUNALI, CON IMPEGNO SERALE E/O FESTIVO

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando

29 Aprile 2009

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER ESAMI, PER L’ASSEGNAZIONE DI N. 2 LICENZE PER L’ESERCIZIO DEL SERVIZIO PUBBLICO NON DI LINEA EFFETTUATO CON AUTOVETTURA

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando

02 Febbraio 2009

AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE
COMMISSIONE COMUNALE PER IL PAESAGGIO

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
AVVISO PUBBLICO

29 Maggio 2007

Bando di concorso pubblico per titoli ed esami per la copertura del posto vacante di cuoco/a altamente specializzato/a categoria b3.

Il materiale di riferimento si trova nella pubblicazione del 12 Agosto

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando

30 Marzo 2007

Bando di concorso pubblico per esami per la copertura del posto vacante di istruttore amministrativo  categoria c 1.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando

12 Marzo 2007

Bando di concorso pubblico, per titoli ed esami, per l’assegnazione di n. 2 licenze per l’esercizio del servizio pubblico non di linea effettuato a mezzo taxi con autovettura.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando

05 Marzo 2007

Bando di concorso pubblico per esami per la copertura del posto vacante di dirigente polizia locale-comandante capo gabinetto del sindaco, presso il settore polizia locale  attivit produttive  gabinetto del sindaco.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando

05 Marzo 2007

Bando di concorso pubblico per esami per la copertura del posto vacante di istruttore direttivo tecnico part time  categoria d 1.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Ufficio Relazioni con il Pubblico

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Ufficio Cultura

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Ufficio Turismo

Articoli per categoria


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Ufficio Agricoltura

Articoli per categoria


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Ufficio Sport

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Ufficio Tecnico

Articoli per categoria


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Ufficio Elettorale

Articoli per categoria


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Ufficio Ecologia e Trasporti

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

VARIAZIONE ORARI ECONET

Si comunica che a partire da Lunedì 9 settembre 2019 il Centro di Raccolta di Acqui Terme osserverà i seguenti orari.

Lunedì : 8.00-12.00
Martedì : 8.00-12.00
Mercoledì : 14.00-17.30
Giovedì : 14.00-17.30
Venerdì : 8.00-12.00
Sabato : 8.00-12.00

Portale econet


Documentazione relativa:
Scaduto
2019/11/21
# bandi di concorsi economato
AVVISO PUBBLICO PER NOMINA NR 1 RAPPRESENTANTE COMUNE DI ACQUI T. NEL C.D.A. DI C.S.R

Documentazione Relativa:

Avviso nomina rappresentanti


Documentazione relativa:
Scaduto
2019/10/14
# avvisi d'asta economato
PROCEDURA DI ALIENAZIONE DELLE QUOTE SOCIETARIE DETENUTE DAL COMUNE DI ACQUI TERME NELLA SOCIETA’ PER AZIONI TERME DI ACQUI INDIZIONE DI NUOVA ASTA PUBBLICA

Documentazion Relativa:
PDF Determina
PDF Allegati


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Avvisi d’asta
23 Settembre 2019

BANDO DI ALIENAZIONE A MEZZO DI ASTA PUBBLICADI IMMOBILE DI PROPRIETÀ COMUNALE

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando scuola alberghiera
Determina 90

16 Settembre 2019

PROCEDURA DI ALIENAZIONE DELLE QUOTE SOCIETARIE DETENUTE DAL COMUNE DI ACQUI TERME NEL CONSORZIO
PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE NELLACQUESE S.C.A.R.L. DETERMINA A CONTRATTARE E APPROVAZIONE

DEL BANDO DI ASTA PUBBLICA

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Allegati determina 85
Determina 85

16 Settembre 2019

PROCEDURA DI ALIENAZIONE DELLE QUOTE SOCIETARIE DETENUTE DAL COMUNE DI ACQUI TERME NELLA SOCIETA
PER AZIONI TERME DI ACQUI DETERMINA A CONTRATTARE E APPROVAZIONE DEL BANDO DI ASTAPUBBLICA

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Allegati determina 86
Determina 86

16 Settembre 2019

PROCEDURA DI ALIENAZIONE DELLE QUOTE SOCIETARIE DETENUTE DAL COMUNE DI ACQUI TERME NELLENOTECA REGIONALE ACQUI TERME E VINO S.C.A.R.L. DETERMINA A CONTRATTARE E APPROVAZIONE DEL BANDO DI ASTA PUBBLICA

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Allegato determina 84
Determina 84

30 Novembre 2018

BANDO DI GARA PER LA CESSIONE DI QUOTE SOCIETARIE DEL COMUNE DI ACQUI TERME DETENUTE NEL CONSORZIO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE NELL’ACQUESE S.C.R.L. DICHIARATE ALIENABILI AI SENSI E PER GLI EFFETTI DEL COMBINATO DISPOSTO ARTT. 7 E 10 D.LGS 175/2016 E S.M.I.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Allegato A
Allegato B
Allegato C

30 Novembre 2018

AVVISO ESPLORATIVO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL’ACQUISTO DI IMMOBILE LASTRICO EX GARIBALDI

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando
Allegato

13 Novembre 2018

BANDO DI GARA PER LA CESSIONE DI QUOTE SOCIETARIE DEL COMUNE DI ACQUI TERME DETENUTE NELL’ENOTECA REGIONALE
ACQUI “TERME E VINO” S.C.R.L. DICHIARATE ALIENABILI AI SENSI E PER GLI EFFETTI DEL COMBINATO DISPOSTO ARTT. 7 E 10 D.LGS
175/2016 E S.M.I.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Allegato A – Bando di gara
Allegato B – Istanza partecipazione
Allegato C – Offerta economica

26 Settembre 2018

AVVISO D’ASTA PUBBLICA DI ALIENAZIONE DI IMMOBILE DI PROPRIETÀ
Il Comune di Acqui Terme intende alienare, a mezzo di asta pubblica, l’unità immobiliare ad uso parcheggio e relativi accessori sita al piano quinto (6° f.t.) edificio condominiale via Trucco,1

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Allegato A
Avviso d’asta
Allegato B
Relazione tecnica estimativa

13 Giugno 2018

Giusta Deliberazione di Giunta Comunale n. 156/2018 è intenzione dell’Amministrazione Comunale procedere all’alienazione del quadriciclo Targato AL 122344 già in dotazione all’Ufficio Tecnico Comunale, attualmente ricoverata presso i magazzini comunali – Via M. Ferraris, 1 – Acqui Terme.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Alienazione quadriciclo

12 Febbraio 2018

Alienazione Panda Van MI OK 4617

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Alienazione Panda Van MI OK 4617

03 Gennaio 2018

Alienazione locale piano terra immobile sito in Condominio Gianna – Via Moriondo 54

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Allegato A
Avviso asta pubblica
Allegato B

09 Dicembre 2016

Alienazione Cargo Renault AL 526117

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Cargo Renault – AL 526117

10 Ottobre 2016

AVVISO D’ASTA PUBBLICA PER ALIENAZIONE DI IMMOBILI
La A.V.IM S.r.l. in liquidazione

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Allegato A
Bando d’asta AVIM v4 definitivo
Allegato B

28 Gennaio 2016

Alienazione mezzo FIAT IVECO.
Vendita a base dell’offerta più vantaggiosa.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso asta pubblica

02 Novembre 2015

AVVISO D’ASTA PUBBLICA DI ALIENAZIONE DI IMMOBILI DI PROPRIETÀ COMUNALE

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso asta pubblica

20 Ottobre 2015

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE D’USO
LOCALI DI SERVIZIO ALL’UTENZA PRESSO IL MOVICENTRO DI ACQUI TERME.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando Movicentro
Testo determina

10 Settembre 2015

Alienazione del Fiorino Pick-Up targato AL 760595 (già adibito a trasporto pasti mensa) attualmente ricoverato presso i magazzini comunali – Via M. Ferraris, 1 – Acqui Terme.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Pick-Up AL

23 Ottobre 2014

Alienazione a mezzo di asta pubblica degli immobili di proprietà comunale indicati nell’avviso d’asta allegato.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso d’Asta

24 Settembre 2014

Alienazione a mezzo di asta pubblica degli immobili di proprietà comunale indicati nell’avviso d’asta allegato.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso d’Asta

17 Gennaio 2014

Alienazione a mezzo di asta pubblica degli immobili di proprietà comunale indicati nell’avviso d’asta allegato.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso dAsta

20 Novembre 2013

Alienazione a mezzo di asta pubblica degli immobili di proprietà comunale indicati nell’avviso d’asta allegato.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso d’asta
Allegato A – Allegato B

03 Maggio 2013

Il giorno 27 maggio 2013 (lunedì) alle ore 12,00 nella sala del Consiglio Comunale di questo Comune si terrà un’asta pubblica per la vendita di immobili. ERRATA CORRIGE: SI PRECISA CHE PER EVIDENTE ERRORE MATERIALE IL PREZZO BASE D’ASTA DELL’IMMOBILE DESCRITTO NEL LOTTO 2 SITO IN VIA MANZONI SNC COMPRENDENTE IL FABBRICATO DI PROPRIETA’ COMUNALE CENSITO AL FG 28 MAPP 141, E’ DI  22.000,00, COSI’ COME GIA’ INDICATO SUI MANIFESTI RECANTI L’AVVISO D’ASTA PUBBLICA DI CUI TRATTASI.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso d’asta

04 Gennaio 2013

Alienazione del vecchio trattore Lamborghini AL 052082 quale bene rottamato.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso d’asta

27 Novembre 2012

Il giorno 14 dicembre (venerdì) alle ore 11,00, nella sala del Consiglio Comunale di questo Comune si terrà un’asta pubblica per la vendita dell’unità immobiliare indicata nel seguente avviso d’asta.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso d’Asta

16 Novembre 2012

Il giorno 04/12/2012 (martedì) alle ore 11,00, nella sala del Consiglio Comunale di questo Comune si terrà un’asta pubblica per la vendita delle unità immobiliari indicate nel seguente avviso d’asta.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso d’Asta

18 Settembre 2012

Il giorno 08/10/2012 (lunedì) alle ore 11,00, nella sala del Consiglio Comunale di questo Comune si terrà un’asta pubblica per la vendita delle unità immobiliari indicate nel seguente avviso d’asta.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso d’Asta

04 Settembre 2012

Il giorno 01/10/2012 (lunedì) alle ore 11,00, nella sala del Consiglio Comunale di questo Comune si terrà un’asta pubblica per la vendita delle unità immobiliari indicati nel seguente avviso d’asta.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso d’Asta

13 Gennaio 2012

Il giorno 06/02/2012 (lunedì) alle ore 11,00, nella sala del Consiglio Comunale di questo Comune si terrà un’asta pubblica per la vendita degli immobili indicati nel seguente avviso d’asta.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso d’Asta

19 Dicembre 2011

Il giorno 10/01/2012 (martedì) alle ore 11,00, nella sala del Consiglio Comunale di questo Comune si terrà un’asta pubblica per la vendita degli immobili indicati nel seguente avviso d’asta.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso d’Asta

07 Dicembre 2011

Il giorno 27/12/2011 (lunedì) alle ore 11,00, nella sala del Consiglio Comunale si terrà un’asta pubblica per la vendita dell’immobile indicato nel seguente avviso d’asta.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso d’Asta

28 Settembre 2011

Il giorno 31/10/2011 (lunedì) alle ore 11,00, nella sala del Consiglio Comunale di questo Comune si terrà un’asta pubblica per la vendita degli immobili indicati nel seguente Avviso d’Asta.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso D’Asta

12 Settembre 2011

Asta pubblica per la vendita dell’ area adibita a parcheggio di Via Malacarne

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso D’Asta

01 Agosto 2011

Il giorno 12/09/2011 ( lunedì ) alle ore 12,00 nella sala del Consiglio Comunale di questo Comune si terrà un’asta pubblica per la vendita della unità immobiliare rappresentata da appartamento al piano primo distinto con l’interno n. 2, con pertinenziale cantina nei sottofondi, facente parte del fabbricato in Acqui Terme, Via Crenna 17 denominato Condominio Valleverde e censito al Catasto Fabbricati al F. 23, Mapp. 622/4 attualmente locato a terzi.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso d’Asta

30 Giugno 2011

Asta pubblica per la vendita delle unità immobiliari ubicate al piano terreno, primo e secondo ( per una piccola porzione) del fabbricato sito in Corso Roma con attuale destinazione ad archivio individuate catastalmente al NCEU Fg 27 Mapp. 73 sub 1-2-3, Mapp. 225 sub 1-6.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso d’asta

03 Giugno 2011

Asta pubblica per la vendita del terreno “ex cascina Pezzetta” in Acqui – Terme, Via Fatebenefratelli facente parte del patrimonio disponibile comunale.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso d’asta

23 Maggio 2011

Asta pubblica per la vendita delle unità immobiliari ubicate al piano terreno, primo e secondo (per una piccola porzione) del fabbricato sito in Corso Roma.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso d’asta

16 Maggio 2011

Alienazione dell’autovettura Marea SW targata CA790WY attualmente ricoverata presso i magazzini comunali.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso d’asta

12 Ottobre 2010

Alienazione dell’autocarro Iveco targato AL527545 dotato di cestello aereo

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso d’Asta

28 Settembre 2010

Asta pubblica per la vendita del terreno ex cascina Pezzetta in Acqui Terme, Via Fatebenefratelli facente parte del patrimonio disponibile comunale.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso d’Asta

21 Maggio 2010

Asta pubblica per la vendita delle unità immobiliari site al piano terreno ed al 1° piano del fabbricato denominato Palazzo Olmi sito in Acqui Terme tra Via Manzoni e Via Scatilazzi individuate catastalmente al Fg. 28 part. 144  sub 41 e sub 44.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso d’Asta

03 Maggio 2010

La A.V.IM. S.r.l., società avente come socio unico il Comune di Acqui Terme, indice un’asta pubblica per la vendita dell’ex sede del Tribunale di Acqui Terme, Portici Saracco. La vendita verrà effettuata per l’intero immobile e, in subordine, qualora non dovessero essere pervenute offerte per l’acquisto dell’intero immobile, anche per lotti, secondo le modalità indicate nel bando di gara.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Estratto Avviso Asta
Avviso d’Asta

23 Dicembre 2009

Asta pubblica per la vendita del terreno ex cascina Pezzetta in Acqui Terme, Via Fatebenefratelli facente parte del patrimonio disponibile comunale

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso d’Asta

08 Ottobre 2009

Vendita del terreno ex cascina Pezzetta in Acqui terme, Via Fatebenefratelli e dei locali Spazio Giovani in Acqui Terme, Via S. Defendente facenti parte del patrimonio disponibile comunale.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso d’Asta

19 Giugno 2009

INDIZIONE ASTA PUBBLICA ALIENAZIONE PORZIONE RESIDUA IMMOBILE EX CASERMA U. ROSATI SITA IN ACQUI TERME, VIA C.
VERRINI.-

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso d’Asta

13 Marzo 2009

AVVISO D’ASTA: il giorno 31 marzo 2009, Martedì, alle ore 12,00 nella sala riunioni di Casa di Riposo Ottolenghi Ipab si terrà un’asta pubblica per la vendita dell’unità immobiliare facente parte del patrimonio disponibile dell’Ente.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso D’Asta
Estratto di Avviso D’Asta

23 Febbraio 2009

La A.V.IM. S.r.l.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso d’Asta
AREA CON DESTINAZIONE RESIDENZIALE EX CASEIFICIO MERLO

20 Febbraio 2009

La A.V.IM. S.r.l.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso d’Asta

22 Novembre 2008

AVVISO D’ASTA – il giorno 12/12/2008 (Venerdì) alle ore 10,00, nella sala del Consiglio Comunale di questo Comune si terrà un’asta pubblica per la vendita dei seguenti immobili siti in Acqui Terme ed ivi in Via Salvadori, 64 (ex Via Romita,43) facenti parte del patrimonio disponibile comunale

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso d’Asta

07 Novembre 2008

MODIFICA ED INTEGRAZIONE AVVISO ASTA PUBBLICA ALIENAZIONE IMMOBILE EX CASEIFICIO MERLO – VIA SALVADORI 64.-

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
MODIFICA ED INTEGRAZIONE AVVISO ASTA PUBBLICA
Avviso d’Asta

14 Ottobre 2008

AVVISO D’ASTA – il giorno 12/11/2008 (mercoledì) alle ore 11,00, nella sala del Consiglio Comunale di questo Comune si terrà un’asta pubblica per la vendita dei seguenti immobili siti in Acqui Terme ed ivi in Via Salvadori, 64 (ex Via Romita,43) facenti parte del patrimonio disponibile comunale

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso d’Asta

27 Agosto 2008

AVVISO D’ASTA – il giorno 30/09/2008 (martedì) alle ore 11,00, nella sala del Consiglio Comunale di questo Comune si terrà un’asta pubblica per la vendita delle unità immobiliari site nel Condominio Palazzo Mariscotti – Via Galeazzo n 52-54 Acqui Terme facenti parte del patrimonio disponibile comunale

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso d’Asta

21 Luglio 2008

AVVISO D’ASTA – Vendita unità immobiliari di proprietà comunale site nel condominio Palazzo Mariscotti, via Galeazzo 52-54 Acqui Terme

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso d’Asta

16 Giugno 2008

AVVISO D’ASTA – Alienazione unità immobiliari di proprietà comunale site nel condominio Palazzo Mariscotti, via Galeazzo 52-54 Acqui Terme

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso d’Asta

06 Maggio 2008

AVVISO D’ASTA – il giorno 29/05/2008 (giovedì) alle ore 10,00, nella sala della Giunta Comunale di questo Comune si terrà un’asta pubblica per la vendita di immobili ubicati in Via Galeazzo n 52-54 Acqui Terme (Palazzo Mariscotti) facenti parte del patrimonio disponibile comunale

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso d’Asta


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

INFORMAZIONI SUGLI IMPIANTI TERMICI

ACCENSIONE INVERNALE

La normativa in vigore riguardante l’utilizzo degli impianti di riscaldamento consente, per la zona termica di Acqui Terme (fascia E), l’accensione per un massimo di 14 ore giornaliere nel periodo dal 15 ottobre al 15 aprile.

ATTIVAZIONE STRAORDINARIA

Al di fuori del periodo sopra indicato, gli impianti termici possono essere attivati anche senza espressa autorizzazione da parte del Comune, quando la situazione climatica ne giustifichi l’esercizio. In questo caso la durata giornaliera dell’accensione non può superare la metà di quella consentita in via ordinaria.

Pur nel rispetto di quanto previsto dalla normativa vigente, al fine di provvedere ad un corretto ed adeguato funzionamento degli impianti termici, si suggerisce di effettuare i lavori di manutenzione indicativamente a partire dalla prima settimana di maggio ed entro la prima settimana di ottobre di ogni anno.


Documentazione relativa:
Scaduto
2019/09/11
321245 concorsi
Bandi di gare d’appalto
10 Ottobre 2019

Avviso esplorativo e consultazione preliminare di mercato per la sollecitazione di manifestazione di interesse finalizzate alla riqualifica e successiva gestione del complesso sportivo di piazza Nazioni Unite (campo da golf)

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Documentazione e allegati

04 Ottobre 2019

AVVISO PUBBLICO ESPLORATIVO – indagine di mercato per la raccolta di manifestazioni di interesse a partecipare alla procedura negoziata relativo all’affidamento in concessione del Servizio di Tesoreria comunale periodo 1/1/2020 – 31/12/2024.

ALLEGATO A – istanza di manifestazione di interesse e dichiarazione sosstitutiva a’ sensi del DPR 445/2000.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso
Allegato A

23 Settembre 2019

Avviso pubblico per la nomina di N.1 rappresentante del comune di Acqui Terme nel consiglio di Amministrazione di ECONET s.r.l.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando econet 2019
Prestampato compilabile

23 Agosto 2019

AVVISO PUBBLICO VOLTA ALLA CONCESSIONE AD ASSOCIAZIONI SENZA
SCOPO DI LUCRO DI LOCALE DI PROPRIETA DEL COMUNE DI ACQUI TERME.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando area chiostro

03 Luglio 2019

BANDO PER L’AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELL’AREA
SOSTA PER AUTOCARAVAN IN VIALE EINAUDI (P.ZA SOCIETAA’ OPERAIA DI
MUTUO SOCCORSO) CHE NECESSITA DI INTERVENTI DI MANUTENZIONE
STRORDINARIA

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando di Gara Area Camper
Esito gara

29 Gennaio 2019

Bando per l’impiego temporaneo e straordinario di n. 4 disoccupati/inoccupati in cantiere di lavoro – Legge Regionale 34/2008 Esercizio 2018

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso pubblico Cantiere di Lavoro
Modulo domanda CdL

17 Ottobre 2018

INDAGINE DI MERCATO PER LA RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA RELATIVA ALL’AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA PERIODO 1/01/2019 – 31/12/2021

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso Pubblico
Allegato A

28 Settembre 2018

Il bando ha per oggetto la selezione di un soggetto, al quale assegnare in concessione il lotto di suolo del Comune di Acqui Terme ubicato in Via Alessandria, s.n.c. censito al Fg 28 Mapp. 461 e porzione del mapp. 333 comprensivo di un chiosco destinato alla somministrazione di alimenti e bevande che necessita di interventi di ristrutturazione e di adeguamento alle normative igienico-sanitarie.

ERRATA CORRIGE

Si precisa che contrariamente a quanto indicato nel bando di gara (trattasi di refuso) la ” Busta grande” contenente la domanda di partecipazione con allegato documento d’identità e le buste contenenti l’offerta tecnica e l’offerta economica dovrà pervenire con le modalità indicate nello stesso bando all’Ufficio Protocollo del Comune entro le ore 12,00 del giorno 05/11/2018.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Domanda partecipazione
Planimetria
Scheda concessione contratto
Bando di gara
Scheda tecnica
Domanda offerta economica
Informazioni

27 Marzo 2018

AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI SPONSOR DISPONIBILI A COLLABORARE ALLA REALIZZAZIONE DI NUOVE AREE SGAMBAMENTO CANI NEL TERRITORIO COMUNALE DI CUI ALLA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 91 DEL 22/02/2018.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Relazione
Avviso sponsor cani
Determina 15, avviso sponsorizzazione

03 Novembre 2017

Servizio di sgombero neve e trattamento antigelo nel Comune di Acqui Terme – TRATTASI DI PROCEDURA NEGOZIATA SVOLTA SUL MEPA IL CUI ELENCO OPERATORI E’ GIA’ STATO INDIVIDUATO

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Patto di integrità
DGUE con istruzioni
Avvio contrattare
Elenco prezzi unitari allegato C
Modulo offerta allegato B
Dichiarazione sostitutiva allegato A
Modulo ATI allegato A1

24 Ottobre 2017

RICHIESTA DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE FINALIZZATA ALL’AFFIDAMENTO DI SERVIZI ASSICURATIVI

Documentazione integrativa

Accompagnatoria Statistica Incendi

Statistica Incendi

Statistica sinistri polizza RCAUTO-CVT a libro matricola

Statistica sinistri polizza FURTO – CVT KASKO – INFORTUNI

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
02 MI-servizi assicurativi periodo 31.12.17-31.12.2020
01 MI-manifestazione interesse affidamento servizi assicurativi 2017-2020
10 LOTTO 4 – Criteri di Valutazione CVT-KASKO
07 LOTTO 3 – CAPITOLATO POLIZZA INFORTUNI
11 LOTTO 5 – CAPITOLATO POLIZZA RCA-CVT
09 LOTTO 4 – CAPITOLATO POLIZZA CVT-KASKO
03 LOTTO 1 – CAPITOLATO POLIZZA INCENDIO
05 LOTTO 2 – CAPITOLATO POLIZZA FURTO
04 LOTTO 1 – Criteri di Valutazione INCENDIO
06 LOTTO 2 – Criteri di Valutazione FURTO
08 LOTTO 3 – Criteri di Valutazione INFORTUNI
12 LOTTO 5 – Criteri di Valutazione RCAUTO-CVT
13 ELENCO VEICOLI
Det 106-2017

02 Agosto 2017

AVVISO

a) il trasporto degli alunni dalla Scuola Secondaria di 1° grado G. Bella alla Palestra ex caserma C. Battisti;

b) il trasporto degli alunni dalla Scuola Secondaria di 1° grado Monteverde alla Palestra ex caserma C. Battisti;

c) il trasporto degli alunni dalla Scuola Primaria G. Fanciulli alla palestra della Scuola Primaria di San Defendente;

d) il trasporto degli alunni delle Scuole Primarie e Secondarie di 1° grado cittadine alla Piscina di Mombarone;

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Determina autorizzazione a contrattare
Manifestazione d’interesse

25 Maggio 2017

BANDO PER LA CONCESSIONE DI AREA PUBBLICA PER L’INSTALLAZIONE DI UN CHIOSCO DESTINATO ALLA SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE

Giusta determinazione n°67 del 20/06/2017 il termine per la presentazione delle offerte, viene differito al prossimo

10 Luglio ore 12:00,

e la data per l’apertura delle buste viene fissata al prossimo

12 Luglio ore 10:00;

restano salde tutte le altre condizioni del bando di gara.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Planimetria
Bando di gara
Domanda di partecipazione
Informazioni
Domanda offerta economica
Schema di concessione – contratto
Scheda tecnica
Proroga termine presentazione

17 Marzo 2017

AFFIDAMENTO SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI E DEI LOCALI AD USO SERVIZI COMUNALI ED UFFICI PUBBLICI, AVENTE DURATA DI ANNI UNO

CIG 7019609C96 – NUMERO GARA 6698057

determinazione di approvazione degli atti è la numero 33 del 17 marzo 2017

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Capitolato Pulizie 2017
Appendice 1
Allegato D
0 – DETERMINA 33
Disciplinare di gara

09 Novembre 2016

OGGETTO: AVVISO PUBBLICO PER L’AGGIORNAMENTO DELL’ ELENCO DI SOGGETTI PROFESSIONALI ESTERNI E DI GIOVANI PROFESSIONISTI FINALIZZATI ALL’AFFIDAMENTO DI INCARICHI DI IMPORTO STIMATO INFERIORE AD € 100.000,00 (ONERI PREVIDENZIALI ED IVA ESCLUSA).

Premesso che il Comune di Acqui Terme ha istituito l’elenco professionisti esterni e di giovani professionisti finalizzato all’affidamento di incarichi di importo stimato inferiore ad € 100.000,00  (Oneri previdenziali ed IVA esclusa), approvato con Determinazione Servizi Tecnici nr. 96/2015, consultabile sul sito istituzionale del Comune alla sezione Amministrazione Trasparente / Opere Pubbliche;

Dato atto che il predetto elenco ha validità illimitata e che verrà aggiornato annualmente dall’Ufficio competente;

Preso atto che in data 18/04/2016 è entrato in vigore il D.Lgs nr. 50/2016;

Tutto ciò premesso e richiamato, si avvisano i professionisti interessati già inseriti nell’Elenco Professionisti 2015 che qualora lo ritenessero opportuno, potranno presentare eventuali variazioni, aggiornamenti ed integrazioni all’elenco suddetto, con le seguenti modalità:

invio variazioni tramite PEC: acqui.terme@cert.ruparpiemonte.it con oggetto “variazioni e/o integrazioni all’elenco soggetti professionali esterni e di giovani professionisti finalizzato all’affidamento di incarichi di importo stimato inferiore ad € 100.000,00”

I professionisti che vorranno iscriversi ex novo dovranno invece far pervenire la domanda, secondo le modalità presenti nel link sottostante, e a tal proposito si precisa di aver aggiornato sia il Bando sia il fac-simile di domanda di iscrizione.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Domanda di partecipazione
Avviso professionisti

11 Ottobre 2016 CONCORSO DI IDEE INERENTE AL TEMA: PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DELLA FONTANA DI PIAZZA GIACOMO MATTEOTTI.

FAQ

Domanda
Per il concorso in oggetto, è possibile avere un rilievo in formato CAD o non è presente?
Si richiede inoltre se possibile avere una delimitazione dell’esatta area oggetto del concorso.

Risposta
siamo spiacenti di comunicarLe che l’Amministrazione non possiede alcun rilievo dell’area oggetto del concorso.
L’area oggetto del concorso da considerare è relativa alla Piazza e non è stata delimitata precisamente per dare la possibilità ad ogni partecipante di esprimersi con maggiore libertà.

 


Domanda
Al concorso possono partecipare anche neo Laureati magistrale in Architettura? oppure possono collaborare insieme ad un professionista come Ingegnere o Architetto?

Risposta
Possono partecipare collaborando insieme ad un professionista in base all’art. 7 del Bando di Concorso.

 

Domanda Sono un architetto abilitato ma non ancora iscritto all’ordine, volevo sapere se posso partecipare a tale bando.

Risposta come da ART. 7: CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE AL CONCORSO comma 1 Il concorso è aperto ai professionisti iscritti negli appositi albi; pertanto l’iscrizione è elemento essenziale per la partecipazione.

 


 

Domanda L’area di progetto da considerare è tutta la piazza o solamente l’area attualmente adibita a fontana?

 

Risposta L’area di progetto può anche essere estesa a tutta la piazza;

 


 

Domanda La fontana è da ripristinare / sostituire oppure può considerarsi un elemento eliminabile?

 

Risposta La fontana può essere elemento da eliminare;

 


 

Domanda considerando tutta la piazza: A livello urbanistico, si può valutare una risistemazione dei parcheggi di via Franco Ghione?

 

Risposta Non è prevista la risistemazione dei parcheggi di Via Ghione

 


 

Domanda Gli elaborati possono essere indifferentemente in orizzontale / verticale?

 

Risposta Gli elaborati possono essere indifferentemente in orizzontale o in verticale.

 


 

Domanda Quali sono stati i motivi tecnici della dismissione della attuale fontana?

 

Risposta I motivi principali che hanno portato alla dismissione dell’attuale fontana di Piazza Matteotti sono dovuti al continuo intasamento dei filtri della medesima a causa delle foglie e il deterioramento degli ugelli a causa delle intemperie e di conseguenza la difficoltà nella manutenzione della stessa.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando
Allegati
Documentazione fotografica
Determina

08 Agosto 2016

AVVISO

Indagine di mercato ex art. 216 Co 9 D.LGS n. 50/20016 per affidamento dei servizi:

a) il trasporto degli alunni dalla Scuola Secondaria di 1° grado G. Bella alla Palestra ex caserma C. Battisti;

b)il trasporto degli alunni dalla Scuola Primaria G. Fanciulli alla palestra della Scuola Primaria di San Defendente;

c) il trasporto degli alunni delle Scuole Primarie e Secondarie di 1° grado cittadine alla Piscina di Mombarone;

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Manifestazione d’interesse

15 Giugno 2016

BANDO DI GARA PER LA CONCESSIONE IN USO POSTO VENDITA NR. 8 DI MQ.
13,30 SITO PRESSO L’EMPORIO COMUNALE IN PIAZZA ORTO SAN PIETRO AI
FINI DELL’ESERCIZIO DI ATTIVITÀ DI COMMERCIO AL MINUTO DI FRUTTA
E VERDURA.

ALLEGATO A  Domanda di partecipazione
ALLEGATO B  Offerta economica
ALLEGATO C  Planimetria del posto vendita n.8

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando di gara
Allegato A
Allegato B
Allegato C

28 Ottobre 2015

GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI, DELLA MANUTENZIONE ORDINARIA, DELL’ILLUMINAZIONE VOTIVA (A FAR DATA DALLA SCADENZA DELLA CONCESSIONE IN ESSERE) E PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA E DI NUOVI MANUFATTI CIMITERIALI , CON DIRITTO DI PRELAZIONE A FAVORE DEL PROMOTORE. CODICE GIG: 64465873E2

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Disciplinare integrale gara firmato digitalmente
Disciplinare integrale gara
Determina avvio a contrarre
Bando guce
Studio Fattibilità
Istanze

27 Ottobre 2015

BANDO DI GARA PER AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE MEDIANTE PROCEDURA APERTA DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PER IL PERIODO 1-1-2016 / 31-12-2020

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando di gara
Disciplinare di gara
Determinazione dirigenziale
Schema di convenzione

20 Ottobre 2015

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE D’USO LOCALI DI SERVIZIO ALL’UTENZA PRESSO IL MOVICENTRO DI ACQUI TERME.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando Movicentro
Testo determina

25 Agosto 2015

Tornata di gare, per l’affidamento della procedura negoziata relativa alla manutenzione straordinaria del manto stradale comunale suddivisa in due Blocchi/lotti delle vie cittadine.
CUP: B17H15000430004
Blocco 1: CIG 63628863A2 e Blocco 2: CIG 6362967679

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Determinazione
Istanza
Foglio condizioni
Computo blocco 1
Computo blocco 2

20 Agosto 2015

PROCEDURA NEGOZIATA AI SENSI DELL’ART.57 COMMA 2 LETTERA A) D. LGS N.163/2006 PER L’AFFIDAMENTO DEL CONTRATTO DI DISPONIBILITA’ DI CUI ALL’ART. 160 TER CODICE APPALTI PER LA REALIZZAZIONE E LA MESSA A DISPOSIZIONE DELLE OPERE CONCERNENTI IL NUOVO POLO SCOLASTICO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO COSTITUITO DA DUE LOTTI DENOMINATI EDIFICIO “A” ED EDIFICIO “B” (ISTITUTO COMPRENSIVO 1 E ISTITUTO COMPRENSIVO 2 ) DEL COMUNE DI ACQUI TERME. CIG 636248156A

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Determina
Capitolato prestazionale
Manuale protocollo ITACA 2009 residenziale
Matrice rischi
Protocollo ITACA rp 2009 edifici scolastici
Schema di contratto integrato
Allegato 1.2d
Allegato 1 e 2
Allegato 1b e 1c
Allegato 3 , 3.1, 3.2
Allegato 4

27 Luglio 2015

Affidamento procedura negoziata di cottimo fiduciario relativa all’intervento di rifacimento pavimentazione sportiva palestra comunale scolastica “Mombarone”

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Analisi prezzi computo Mombarone esecutivo r1
Computo metrico estimativo r1
Elenco prezzi unitari r1
Stima dei costi per la sicurezza r1
Stima incidenza manodopera r1
Tav A 01
Tav A 02
Tav A 03
Capitolato speciale
Verbale di aggiudicazione provvisoria

26 Giugno 2015

DISCIPLINARE DI GARA PER L’AFFIDAMENTO DELLA COPERTURA ASSICURATIVA RCT/O DEL COMUNE DI ACQUI TERME

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Capitolato Gara
Disciplinare Gara
Scheda Offerta Amministrativa
Scheda Offerta Amministrativa A
Scheda Offerta Economica
Scheda Offerta Tecnica
Statistiche Sinistri

28 Aprile 2015

RICHIESTA DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE IN ORDINE A POSSIBILI FORME DI GESTIONE VOLTE ALLA VALORIZZAZIONE E RIVITALIZZAZIONE DEL COMPLESSO IMMOBILIARE ADIBITO A CENTRO CONGRESSI DI ZONA BAGNI.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Manifestazione interesse
CALENDARIO EVENTI CENTRO CONGRESSI
Legenda
DICHIARAZIONE 1
DICHIARAZIONE 2
ALLEGATO ART 2

03 Aprile 2015

PROCEDURA NEGOZIATA RELATIVA ALL’INTERVENTO DI MIGLIORAMENTO DELLA SICUREZZA STRADALE NELL’AREA URBANA TRA C.SO DIVISIONE ACQUI E VIA CARLO MARX. ROTATORIA URBANA COMPATTA CON CORONA SORMONTABILE. 4 E 5 PROGRAMMA DEL PIANO NAZIONALE SICUREZZA STRADALE REGIONE PIEMONTE.
CUP B11B14000010005 E CIG 62005263EC.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Determina 47
ISTANZA
Relazione Generale
Relazione Tecnico-Specialista
5A_Planimetria 1_250_Testalino
Planimetria 250 A3
Inquadramento territoriale A3
Rilievo plano-altimetri
Libretto delle Misure
Sottoservizi_ Tavola d’insieme
Planimetria 1_500 A3
Sezione A3
Piano di manutenzione
Piano di Sicurezza
Piano di Sicurezza_ALLEGATI_Cronoprogramma
Piano delle Interferenze
Computo Metrico Esecutivo
Elenco Prezzi Unitari
Quadro Economico
Capitolato Speciale d’Appalto

13 Marzo 2015

PROCEDURA AD EVIDENZA PUBBLICA AI SENSI DELL’ART. 160-TER DEL D. LGS. N. 163/2006 FINALIZZATA ALLA REALIZZAZIONE DI UNA OPERAZIONE DI PUBLIC PRIVATE PARTNERSCHIP PER LA PROGETTAZIONE, IL FINANZIAMENTO, LA REALIZZAZIONE E LA MESSA A DISPOSIZIONE DELLE OPERE PER ANNI TRENTA CONCERNENTI LA REALIZZAZIONE DEL NUOVO POLO SCOLASTICO PER LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO COSTITUITO DA DUE LOTTI DENOMINATI EDIFICIO A ED EDIFICIO B (ISTITUTO COMPRENSIVO 1 E ISTITUTO COMPRENSIVO 2) DEL COMUNE DI ACQUI TERME. CIG: 6173877C76

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
1_CAPITOLATO PRESTAZIONALE.pdf
1a_PIANTA INDICATIVA EDIFICIO SCOLASTICO Allegato al Capitolato Prestazionale 5.3.pdf
2_RELAZIONE SCR ESPLICATIVA PEF E MATRICE RISCHI.PDF
2a_PIANO ECONOMICO FINANZIARIO da stampare per i sigg. concorrenti.pdf
2b_CASH FLOW da stampare per i sigg. concorrenti.pdf
2c_MATRICE RISCHI da stampare per i sigg. concorrenti.pdf
3_SCHEMA DI CONTRATTO.pdf
4_Protocollo ITACA R.P. 2009 Edifici Scolastici.pdf
4a_Manuale Protocollo ITACA R.P. 2009 Residenziale.pdf
5_ENOTICES_BANDO CEE_20150312.pdf
6_BANDO DISCIPLINARE.pdf
Allegato 1 e 2 Istanza Principale e Dichiarazione.doc
Allegato 1b e 1c per progettisti ecc.doc
Allegato 1.2d moduli avallimento impresa ausiliata e impresa ausiliaria.doc
Allegato 3 Dichiarazione subappalto 3.1 dichiarazione impegno RTI e 3.2 dichiarazione Consorzi.doc
Allegato 4 Offerta Economica.doc

11 Febbraio 2015

Realizzazione nuovo archivio reperti archeologici nell’ambito del restauro e risanamento conservativo del castello dei Paleologi adibito a civico museo. CUP B12C14000020004 e CIG 61205505A3.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Istanza reperti
determinazione13 avvio a contrattare
COMPUTO METRICO
RELAZIONE TECNICA
COMPUTO SICUREZZA
CAPITOLATO FINALE
CRONOPROGRAMMA
ELENCO PREZZI
QUADRO ECONOMICO02
TAVOLE E FOTO

18 Dicembre 2014

PROCEDURA APERTA PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE AREE DI SOSTA A PAGAMENTO PERIODO DAL 1/02/2015 AL 31/01/2017
CODICE IDENTIFICATIVO GARA CIG: 6057860038

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando
Capitolato d’oneri
Disciplinare
ERRATA CORRIGE

03 Dicembre 2014

AVVISO DI PROCEDURA COMPARATIVA PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO INCARICO PROFESSIONALE ESTERNO PER ATTIVITÀ DI CONTROLLO E CONFORMITA INTERVENTI ATTINENTI IL RISPARMIO ENERGETICO MESSI IN ATTO DALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE ANCHE TRAMITE CONCESSIONARIE

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso di procedura comparativa
descrizione prestazioni

28 Novembre 2014

PROCEDURA NEGOZIATA RELATIVA ALL’INTERVENTO DI MESSA IN SICUREZZA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA MEDIANTE COMPLETA SOSTITUZIONE DEI SERRAMENTI ESTERNI E CORPI ILLUMINANTI INTERNI NELL AMBITO DEL PIANO NAZIONALE DI EDILIZIA SCOLASTICA. CUP B11H13000750001 E CIG 602996655B.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Capitolato tecnico
COMPUTO ED ELENCO PREZZI
CRONOPROGRAMMA
Determina N. 143
Istanza
PIANO MANUTENZIONE
PIANO SICUREZZA
QUADRO ECONOMICO
RELAZIONE TECNICA E FOTO
TAVOLA

17 Novembre 2014

PROCEDURA NEGOZIATA PER L’INTERVENTO DI REALIZZAZIONE E RIFACIMENTO DEI MARCIAPIEDI COMUNALI. CUP B17H14001330004 E CIG 6004613B64

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Calcolo incidenza
Capitolato speciale
computo metrico estimativo
Determina 132
Documentazione fotografica
ISTANZA
Piano di sicurezza e coordinamento
Quadro economico di spesa
Relazione generale
Tav 01 progetto esecutivo
Tav 02 progetto esecutivo
ERRATA CORRIGE

10 Ottobre 2014

Procedura negoziata per lavori urbanizzazione per viabilità ed illuminazione pubblica, compresi i marciapiedi, di via Buonarroti e via della Fasciana.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Allegati alla lettera di invito
Capitolato tecnico
Relazione tecnica esecutiva
Computo metrico e quadro economico
Cronoprogramma
Elenco prezzi unitari
Determina a contrattare

02 Ottobre 2014

Procedura negoziata con esclusione di offerte in aumento, per la manutenzione straordinaria della rete stradale comunale suddivisa in tre blocchi/lotti delle vie cittadine. CUP B17H14001330004 Blocco/lotto 1 CIG.59420720F0, Blocco/lotto 2 CIG.5942089EF3, Blocco /lotto 3 CIG.594211546B

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Determina a contrattare
Allegati alla lettera di invito
Foglio Patti e Condizioni
Computo Blocco 1
Computo Blocco 2
Computo Blocco 3

27 Agosto 2014

Avviso per manifestazione di interesse a partecipare alla procedura negoziata per l’affidamento del servizio di recupero stragiudiziale dei crediti derivanti dal mancato pagamento dei tributi comunali non ancora esecutati dall’ente.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Capitolato
Disciplinare
Manifestazione Interesse
Allegato A
Allegato B
Allegato C
Allegato D

20 Giugno 2014

Appalto per l’affidamento della gestione parziale del servizio sociale professionale, del servizio di educativa territoriale e del servizio di assistenza domiciliare.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando
Disciplinare di gara
Capitolato speciale
Allegato A – Istanza Ammissione
Allegato B – Offerta tecnica
Allegato C – Offerta economica

30 Maggio 2014

Procedura negoziata ex art. 57 comma 2, lett a), per l’affidamento dei Servizi Assicurativi del Comune di Acqui Terme

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Capitolato RCTO
Capitolato Tutela Legale
Allegato A
Allegato B
Lettera invito
RCT Faro
RCTO Milano
Scheda Offerta Economica Polizza RCT RCO
Scheda Offerta Economica tutela giudiziaria
Sinistri Comune Acqui tutela legale
Statistica analitica RCTO
Statistiche sinistri riepilogo

27 Maggio 2014

PROCEDURA APERTA PER LA CESSIONE DI QUOTE SOCIETARIE DEL COMUNE DI ACQUI TERME DETENUTE NEL CONSORZIO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE NELL’ACQUESE S.C.R.L.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando
Allegato 1 Soggetti privati
Allegato 1 Enti pubblici
Allegato 1.1
Allegato 1.2
Allegato 2
Allegato 3
Allegato 4
Visura camerale
Valutazione canone affitto
Perizia di valutazione
Statuto anno 2003
Integrazione statuto anno 2005
Integrazione statuto anno 2007
Bilancio al 31-08-2011
Bilancio al 31-08-2012
Bilancio al 31-08-2013
Determinazione n. 47 del 26/05/2014 Settore ECONOMATO E PATRIMONIO

21 Marzo 2014

Bando di gara per l’assegnazione di contratto di affitto del ramo d’azienda del complesso alberghiero-termale di Terme di Acqui S.p.A.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando di gara
Capitolato Speciale
Contratto di affitto di ramo di azienda
allegato X
Allegato Y
FAQ – Domande e risposte

19 Marzo 2014

Affidamento dei servizi assicurativi.
24/04/2014: RETTIFICA – In riferimento al disciplinare di gara di cui alla sopra citata procedura aperta si tiene a precisare che il contributo AVCP relativo al lotto 1 Polizza Responsabilità Civile Terzi e Prestatori d’Opera è pari ad  35,00 ed il contributo AVCP relativo al lotto 6 Polizza Incendio ed Eventi complementari è pari ad  20,00.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Disciplinare di Gara
Capitolato Gara Lotto 1
Capitolato Gara Lotto 2
Capitolato Gara Lotto 3
Capitolato Gara Lotto 4
Capitolato Gara Lotto 5
Capitolato Gara Lotto 6
Capitolato Gara Lotto 7
Capitolato Gara Lotto 8
Elenco Veicoli 2014
Scheda Offerta Amministrativa allegato A
Scheda Offerta Amministrativa allegato B
Scheda Offerta Economica lotto 1
Scheda Offerta Economica lotto 2
Scheda Offerta Economica lotto 3
Scheda Offerta Economica lotto 4
Scheda Offerta Economica lotto 5
Scheda Offerta Economica lotto 6
Scheda Offerta Economica lotto 7
Scheda Offerta Economica lotto 8
Scheda Offerta Tecnica
Statistica Analitica RCTO
Statistiche Sinistri 01_RCTO
Statistiche Sinistri 02_RCTO
Statistiche Sinistri 03_incendio e rischi complementari
Statistiche Sinistri 04_RC AUTO
Statistiche Sinistri 05_TUTELA GIURIDICA
Statistiche Sinistri riepilogo

18 Ottobre 2013

BANDO PER LA CONCESSIONE DI AREA PUBBLICA PER L’INSTALLAZIONE DI UN CHIOSCO DESTINATO ALLA SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Informazioni
01 bando di gara per concessione chiosco.pdf
Schema di concessione – contratto
Scheda tecnica
Domanda di partecipazione
Modulo di offerta economica
Planimetria ubicazione area per chiosco

19 Giugno 2013

AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA PERIODO 2013- 2018

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Cliccare qui per visionare i documenti

17 Giugno 2013

Bando di Gara per l’affitto del Ramo di Azienda di Centri Termali.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando di gara
Allegato A
Allegato B
Allegato C
Allegato D

13 Dicembre 2012

Concessione, per la durata di anni 10, della gestione del servizio sportivo erogato all’interno dell’area di proprietà comunale sita in Parco Nazioni Unite ed adibita a golf, con annessi ristorante, bar, piscina e locali facenti parte del compendio immobiliare.

04/01/2012: precisazioni condizione bando di gara d’appalto

In riferimento al disciplinare della gara informale per la concessione della gestione del servizio sportivo all’interno dell’area di proprietà comunale sita in Parco Nazioni Unite adibita a golf con annessi ristorante, bar, piscina e tutti i locali facenti parte del compendio immobiliare pubblicato sul sito in data 13/12/2012, si precisa che, per errore materiale, l’articolo 6 prevede che al soggetto concessionario competono gli oneri relativi alla manutenzione straordinaria del centro sportivo.
Tale indicazione non deve essere considerata, in quanto vige la disposizione prevista dall’articolo 6 dello schema di contratto di concessione della gestione del servizio Sportivo ( erogato all’interno dell’area di proprieta’ Comunale sita in Parco Nazioni Unite adibita a golf con annessi bar, ristorante, piscina e tutti i locali facenti Parte del compendio immobiliare ) pubblicato sul sito in pari data, per cui il concessionario provvede alla manutenzione sia ordinaria, sia straordinaria dei campi destinati al gioco del golf ed alle strutture ed impianti del centro sportivo affidate in gestione.
Si precisa, inoltre, che ai sensi dell’art. 7 del disciplinare di gara il soggetto che partecipa alla gara deve dichiarare, a pena di esclusione, di aver preso visione ed approvato lo schema di contratto di concessione sopra citato, approvato con deliberazione di Giunta Comunale in data 11/12/2012, N. 212.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando di gara
Contratto

09 Novembre 2012

Bando di gara per la concessione in uso posto vendita nr. 8 di mq. 13,30 sito presso l’emporio comunale in piazza orto san pietro ai fini dell’esercizio di attivita di commercio al minuto di generi alimentari.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando

22 Luglio 2011

Concessione in permuta dei locali dell ex stabilimento Kaimano

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando di gara

02 Maggio 2011
Disciplinare di gara per l’affidamento dell’attivita’ di recupero extragiudiziale dei crediti insoluti di competenza del Comune di Acqui Terme

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Disciplinare di gara
Determinazione n. 14 del 02/05/2011

01 Aprile 2011

PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DEL CONTRATTO DI LOCAZIONE FINANZIARIA IMMOBILIARE IN COSTRUENDO PER LA REALIZZAZIONE SU AREA COMUNALE DEL NUOVO POLO SCOLASTICO COSTRUZIONE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO.

CIG 16572917CA E CUP B19H11000520007

Precisazione:

A pag. 44 del disciplinare i Sigg. concorrenti non devono tenere conto del seguente refuso:

6) Il soggetto costruttore ( e dunque ciascuna delle imprese componenti eventuali aggregazioni di costruttori) dovrà produrre almeno due dichiarazioni in originale di altrettanti istituti bancari o intermediari autorizzati, ai sensi del D. Lgs. n. 385/1993, da cui risulti che ha sempre fatto fronte ai propri impegni con regolarità e puntualità

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando di gara
Disciplinare bando di gara
ALLEGATO A – Documentazione amministrativa
ALLEGATO A – Dati finanziari per leasing
ALLEGATO B – Elaborati architettonici. Relazioni
ALLEGATO B – Elaborati architettonici. Elaborati grafici
ALLEGATO B – Elaborati strutturali. Relazioni
ALLEGATO B – Elaborati strutturali. Elaborati grafici
ALLEGATO B – Progetto impianti
Quesiti e risposte
Quesiti e risposte del 19/04/2011
Quesiti e risposte del 22/04/2011
COMUNICAZIONE: RICHIESTE DI PROROGA DEI TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE
Quesiti e risposte del 09/05/2011
Quesiti e risposte del 04/05/2011
Precisazione: compilazione DURC
Tav 3 – Esecutivo Pianta Interr-dwg
Tav 4 – Esecutivo Pianta terra-dwg
Tav 5 – Esecutivo Pianta Primo-dwg
Tav 6 – Esecutivo Pianta secondo-dwg
Tav 7 – Esecutivo Pianta coperture-dwg
Quesiti e risposte del 13/05/2011

14 Marzo 2011

Designazione dei componenti di spettanza del Comune nel Consiglio di Amministrazione della Società Terme di Acqui S.p.A.;

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando con requisiti

14 Marzo 2011

Designazione dei componenti di spettanza del Comune nel Consiglio di Amministrazione della Societò SRT – Società per il Recupero ed il Trattamento dei Rifiuti S.p.A.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando con requisiti

14 Marzo 2011

L’Amministrazione Comunale con Deliberazione di Giunta Comunale n. 34 del 24/02/2011 ha deciso di affidare in concessione il servizio socio-culturale-turistico presso i locali sede dell ex stabilimento Kaimano.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando di gara

15 Febbraio 2011

Bando di Gara dei Giochi Gonfiabili.

Scadenza del Bando sarà il 21.03.2011 alle ore 12.00.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando di Gara per pubblicazione sito internet giochi gonfiabili.pdf
Affissione bando su sito internet.pdf
Piantina del sito di Via Goito per bando Giochi Gonfiabili.pdf

03 Gennaio 2011
L’Amministrazione Comunale con Deliberazione di Giunta Comunale n. 184 del 22/10/2010 ha deciso di affidare in concessione il servizio socio-culturale-turistico presso i locali sede dell ex stabilimento Kaimano.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando di gara

26 Ottobre 2010

BANDO DI GARA PER L’AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE NEL TERRITORIO COMUNALE DI ACQUI TERME

Detto Bando è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Comunità Europea in data 26/10/2010 e nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana del 29/10/2010, oltre che sul sito dell’Osservatorio Regione Piemonte e Ministero delle Infrastruttura – Servizio Contratti Pubblici.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando di gara
Disciplinare Bando di gara
Allegato A
Allegato B
CAPITOLATO TECNICO DI GESTIONE
CAPITOLATO TECNICO ESECUZIONE LAVORI
CONSISTENZA IMPIANTI
CONTRATTO DI SERVIZIO
stralcio relazione opere urbanizzazione pip.pdf
Delib_120-08 RQDGnew 13.03.2009.pdf
Delib_120-08argair.pdf
Delib_120.08 Tariffe Qualità All.A.pdf
Delib_120.08 Tariffe Qualità ComStampa.pdf
Delib_120.08 Tariffe Qualità Titolo.pdf
Delib_120.08 Tariffe Qualità.pdf
Delib_159.08 Tariffe RTDG.pdf
LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL PIANO ECONOMICO_A2.pdf
Planimetrie ReteGAS AcquiTermeSmall 1.pdf
Planimetrie ReteGAS AcquiTermeSmall 2.pdf
Planimetrie ReteGAS AcquiTermeSmall 3.pdf
Planimetrie ReteGAS AcquiTermeSmall 4.pdf
Planimetrie ReteGAS AcquiTermeSmall 5.pdf
Planimetrie ReteGAS AcquiTermeSmall 6.pdf
Planimetrie ReteGAS AcquiTermeSmall 7.pdf
Planimetrie ReteGAS AcquiTermeSmall 8.pdf
Planimetrie ReteGAS AcquiTermeSmall 9.pdf
prezziario gas_A1_2.pdf
REGOLAMENTO SERVIZIO CLIENTI_A1_1.pdf
Remi Cassarogna_B3.pdf
Remi D’Azeglio_B3.pdf
RTDG – Delibera_159-08 Tariffe Distribuzione.pdf
schema contratto trasferimento impianti_A3.pdf
Foto stato di fatto
rettifica art_14.pdf
Quesiti e risposte del 09/11/2010
Quesiti e risposte del 19/11/2010
Quesiti e risposte del 26/11/2010
Quesiti e risposte del 27/11/2010

02 Settembre 2010

RETTIFICA

Procedura aperta pubblicata in data 25 agosto 2010 per l’affidamento del servizio assicurativo relativo alla coperturea del rischio:”Responsabilità Civile verso terzi e prestatori d’opera”. Modifica periodo assicurativo.

Si segnala che per sopravvenute esigenze della Stazione Appaltante il contratto assicurativo oggetto di gara verrà così modificato:

– scadenza: ore 24.00 del 31.12.2013

– prima rata premio: periodo 15.10.2010 – 31.12.2010

A tal proposito si allega nuova scheda di Offerta Economica, precisando che qualora venga presentata offerta utilizzando la scheda precedentemente fornita si terrà come valido, ai fini dell’aggiudicazione, il premio indicato come annuo lordo procedendo successivamente al conteggio della prima rata di premio dal 15.10.2010 al 31.12.2010.

Restano salve tutte le altre condizioni della gara d’appalto.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Scheda offerta

25 Agosto 2010

Procedura aperta, per l’affidamento del servizio assicurativo relativo alla copertura del rischio: Responsabilità Civile verso Terzi e Prestatori d’opera

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando di gara
Disciplinare di gara
Statistica sinistri
Scheda offerta
RCTO definitiva

08 Marzo 2010

PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI
CIMITERIALI DEL COMUNE DI ACQUI TERME

Di seguito si rende noto il verbale della procedura aperta di cui sopra dalla quale si evince che
stata aggiudicata in via provvisoria all’ATI SALA/NICOLA S.r.l.
Seguirà, previa determinazione di aggiudicazione definitiva, comunicazione dell’appalto
aggiudicato come da art. 65 del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m.i.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Verbale

01 Marzo 2010

Affidamento del servizio pubblico di gestione dei servizi cimiteriali (cimitero urbano e cimiteri delle frazioni)

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando con relativo Disciplinare
Capitolato approvato con Deliberazione G.C. n. 270 del 31/12/2009
DUVRI
Precisazione
Apertura buste

22 Febbraio 2010

Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando di gara

18 Dicembre 2008

Erogazione di Energia Elettrica

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando di Gara
Disciplinare di Gara
Estratto Bando di Gara
Informativa Privacy
(Allegato A) – Tabella Siti di Prelievo
(Allegato 1-A) – Domanda di Ammissione
(Allegato 1-B) – Dichiarazione Sostitutiva
(Allegato 1-C) – Elenco Principali Forniture
(Allegato 2-A – prezzo fisso) – Offerta Economica (web)
(Allegato 2-B – ind. ITEC) – Offerta Economica (web)
(Allegato 2-C – ind. PUN) – Offerta Economica (web)
(Allegato 3) – Tracciato Record

10 Dicembre 2008

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER L’AFFIDAMENTO DI INCARICO PROFESSIONALE PER LA REDAZIONE PROGETTO PRELIMINARE E DEFINITIVO DELLA VARIANTE STRUTTURALE NON GENERALE AL PIANO REGOLATORE COMUNALE AI SENSI DELLA L.R.N.56/77 E SMI

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando
Testo DCC 36 2008
DCC 36 2008
Testo DGC 76 2008
DGC 76 2008
Documento programmatico intero

01 Dicembre 2008

Designazione dei componenti di spettanza del Comune nel Consiglio di Amministrazione e nel Collegio Sindacale della Società S.T.E.A.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando

27 Novembre 2008

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER L’AFFIDAMENTO DI INCARICO PROFESSIONALE PER LA REDAZIONE PROGETTO PRELIMINARE E DEFINITIVO DELLA VARIANTE STRUTTURALE NON GENERALE AL PIANO REGOLATORE COMUNALE AI SENSI DELLA L.R.N.56/77 E SMI

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando Progettazione
Testo DCC 36 2008
DCC 36 2008
Testo DGC 76 2008
DGC 76 2008
Documento programmatico intero

17 Ottobre 2008

L’Amministrazione Comunale procede all’alienazione di beni mobili dismessi (apparecchiature informatiche) presso i magazzini comunali.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando di Gara

06 Agosto 2008

DISCIPLINARE DELLA GARA PER LA CONCESSIONE IN LOCAZIONE DELL’IMMOBILE EX UFFICI GIUDIZIARI PORTICI SARACCO ACQUI TERME

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando di Gara

18 Luglio 2008

PROJECT FINANCING: AFFIDAMENTO DEL CONTRATTO DI CONCESSIONE E GESTIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA DI TELERISCALDAMENTO CON ANNESSO POLO TECNOLOGICO PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA TERMICA ED ELETTRICA A SERVIZIO DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETÀ O PERTINENZA DEL COMUNE.

Errata Corrige: Si precisa che è stato riscontrato un refuso materiale a seguito dell’adeguamento del progetto di P.F. e precisamente nella relazione illustrativa relativa al Piano Economico Finanziario. Tale relazione è stata pertanto modificata, corregendone l’errore.

Inoltre sempre per lo stesso motivo viene omesso l’Allegato G inquanto al Capitolo 9 del disciplinare di gara Criterio di aggiudicazione dell’offerta economicamente più vantaggiosa, sono riportati i criteri aggiornati al vigente ordinamento e tecnicamente più attinenti con la quale la Commissione effettuerà le proprie valutazioni.

Nell’Allegato E, pagina 6, l’investimento complessivo iniziale, relativo ai primi 4 anni di costruzione, è pari a 8.938.000, oltre ad I.V.A. nella misura di legge e il restante paragrafo non è da considerarsi.

Ci scusiamo ulteriormente del disguido.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Allegato E
Bando di Gara
Documentazione Tecnica

27 Giugno 2008

Contratto aperto di manutenzione del patrimonio a verde LOTTO 2 mediante interventi per la cura dei giardini ornamentali e ricreativi, da affidarsi mediante procedura di gara aperta.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando
Disciplinare
Elenco Aree Verdi
Individuazione Aree Verdi

24 Giugno 2008

Contratto aperto di manutenzione del patrimonio a verde LOTTO 1 mediante interventi per la cura dei giardini ornamentali e ricreativi, da affidarsi mediante procedura di gara aperta.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando
Disciplinare
Elenco Aree verdi
Individuazione Aree Verdi

20 Giugno 2008

CONCESSIONE IN LOCAZIONE IMMOBILE EX UFFICI GIUDIZIARI PORTICI SARACCO,12 ACQUI TERME

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando in lingua italiana
Bando in lingua inglese
Bando in lingua francese
Planimetria piano interrato e piano terra
Planimetria piano primo
Planimetria piano secondo
Cliccare qui per visualizzare il filmato in formato wmv
Cliccare qui per visualizzare il filmato in formato mp4
QuickTime Alternative scaricabile cliccando qui

21 Aprile 2008

BANDO DI GARA DI PROCEDURA APERTA

REALIZZAZIONE OPERE SPECIALISTICHE: IMPIANTI ELETTRICI CENTRO CONGRESSI IN ZONA BAGNI

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando
analisi prezzi
cronoprogramma impianti elettrici
computo metrico estimativo
capitolato speciale d’appalto impianti elettrici
elenco prezzi
impianto di forza motrice e di distribuzione principale – pianta piano terra
impianto di forza motrice e di distribuzione principale – pianta piano primo
impianto di forza motrice e di distribuzione principale – pianta copertura
impianto d’illuminazione – pianta piano terra
impianto d’illuminazione – pianta piano primo
impianto d’illuminazione – pianta copertura
impianti a correnti deboli – pianta piano terra
impianti a correnti deboli – pianta piano primo
schema a blocchi – distribuzione principale
quadri elettrici
particolari costruttivi
legenda
elenco elaborati

21 Aprile 2008

BANDO DI GARA DI PROCEDURA APERTA

REALIZZAZIONE OPERE SPECIALISTICHE: IMPIANTI FLUIDOMECCANICI CENTRO CONGRESSI IN ZONA BAGNI

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando
capitolato speciale d’appalto impianti fluido-meccanici
cronoprogramma impianti fluido-meccanici
elenco elaborati
schema generale e sistema di regolazione e controllo
impianto climatizzazione – piante centrale termica
impianto climatizzazione – schema canalizzazioni aerauliche
impianto climatizzazione – pianta copertura canalizzazioni aerauliche
impianto climatizzazione – pianta piano primo canalizzazioni aerauliche
impianto climatizzazione – pianta piano terra canalizzazioni aerauliche
impianto climatizzazione – schema ventilconvettori
impianto climatizzazione – pianta piano primo ventilconvettori
impianto climatizzazione – pianta piano terra ventilconvettori
impianto climatizzazione – schema pannelli radianti e radiatori
impianto climatizzazione – pianta piano primo pannelli radianti e radiatori
impianto climatizzazione – pianta piano terra pannelli radianti e radiatori
impianto climatizzazione – planimetria generale impianti solari (termico e fotovoltaico)
impianto climatizzazione – planimetria rete impianto geotermico
impianto climatizzazione – analisi prezzi
impianto climatizzazione – computo metrico estimativo
impianto climatizzazione – elenco prezzi unitari
impianto climatizzazione – piano di manutenzione
impianto climatizzazione – relazione di calcolo impianti fluido-meccanici
impianto climatizzazione – relazione tecnica
impianti di adduzione idrica – schema
impianti di adduzione idrica – pianta piano terra
impianti di adduzione idrica – pianta piano primo
impianti di adduzione idrica – pianta copertura
impianto antincendio – schema
impianto antincendio – pianta piano terra
impianto antincendio – pianta piano primo
rete di scarico acque nere – schema
rete di scarico acque nere – pianta piano terra
rete di scarico acque nere – pianta piano primo
impianto idrosanitario – analisi prezzi
impianto idrosanitario – computo metrico estimativo
impianto idrosanitario – elenco prezzi
impianto idrosanitario – relazione di calcolo rete antincendi
impianto idrosanitario – relazione tecnica e di calcolo
impianto idrosanitario – specifiche tecniche

24 Gennaio 2008

Procedura aperta, ai sensi del D.Lgs.vo 163/2006, per l’affidamento dei servizi assicurativi relativi alla copertura dei rischi di: Responsabilità Civile verso Terzi e Dipendenti, R.C. Patrimoniale, Incendio ed Eventi Complementari, Elettronica, Kasko per Dipendenti in missione o servizio.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando di Gara
Disciplinare gara per l’affidamento dei servizi assicurativi
Polizza di assicurazione kasko dipendenti in missione
Responsabilità civile patrimoniale di amministratori, segretario generale, direttore generale, dirigenti amministrativi e tecnici e di titolari di posizioni organizzative amministrative e tecniche
Polizza di assicurazione responsabilità civile verso terzi e responsabilità civile verso prestatori d’opera
Polizza di assicurazione di incendio e rischi complementari
Polizza di assicurazione elettronica
Statistica Sinistri
Scheda di offerta economica “Assicurazione Elettronica”
# Scheda di offerta economica “Assicurazione Incendio ed Eventi Complementari”
Scheda di offerta economica “Assicurazione kasko veicoli in missione”
Scheda di offerta economica ” Responsabilità Civile Patrimoniale “
Scheda di offerta economica “Assicurazione Responsabilità Civile verso Terzi e prestatori d’opera”
Modulo di giustificazione dell’offerta Economica

14 Dicembre 2007

Bando di Gara per la gestione del servizio sportivo erogato all’interno dell’area di proprietà comunale sita in Parco Nazioni Unite ed adibita a golf, con annessi ristorante, bar, piscina e locali facenti parte del compendio immobiliare.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando
Contratto di Concessione della gestione del servizio sportivo

10 Dicembre 2007

Piano delle aree per insediamenti produttivi di regione Barbato. Bando di assegnazione delle aree.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando

07 Dicembre 2007

Invito a manifestare interesse per l’assunzione di una partecipazione di maggioranza del capitale di NewCo non superiore al 70%

La Regione Piemonte, il Comune di Acqui Terme, la Cassa di Risparmio di Alessandria e la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e Finsystems S.r.l., come oltre riportato, detengono complesivamente n. 1.366.883 azioni di Terme di Acqui S.p.A. del valore nominale di Euro 30.686.523,35, pari al 100% del capitale della Società.

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando
Avviso di Rettifica

27 Settembre 2007

TERME E NATURA: PERCORSO DI VALORIZZAZIONE E FRUIZIONE TURISTICA DELLE RISORSE TERMALI REALIZZAZIONE PISTA CICLABILE E PERCORSO PEDONALE

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando
Prescrizioni Tecniche opere nel verde
Prescrizioni Tecniche opere stradali
Relazione Tecnico Illustrativa
Rilievo Fotografico
Capitolato Speciale Appalto
Computo Metrico
Elenco Prezzi Unitari
Quadro Economico
Planimetria Generale
Sovrapposizione Catastale
Particolari Costruttivi
Particolare 01
Particolare 02
Particolare 03
Particolare 04
Particolare 05
Particolare 06
Particolare 07
Particolare 08
Particolare 09
Particolare 10
Particolare 11
Particolare 12


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Ufficio Messi

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Ufficio Protocollo

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Ufficio Contratti

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Ufficio Anticorruzione e Trasparenza

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

PROVA CONCORSI

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Lorenzo Lucchini – Sindaco

LORENZO LUCCHINI

Con deleghe a Sport, Servizi Demografici, Attuazione del Programma, Personale
Data di nascita: 18/08/1963
Luogo: Halifax (Gran Bretagna)
Data elezione: 25/06/2017 (nomina: 13/07/2017)
Partito: Movimento Cinque Stelle


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Paolo Domenico Mighetti – Vicesindaco
PAOLO DOMENICO MIGHETTI 
Vice Sindaco e Assessore - Servizi Finanziari, Tributi, Affisioni, Cosap e pubblicità, Societò Partecipate, Ced, Servizi informatici, Economato e provveditorato, Gestione e valorizzazione del patrimonio, Manutenzione beni, Recupero crediti, Attività Produttive, SUAP, Agricoltura
Data di nascita: 08/07/1979
Luogo: Acqui Terme
Nomina: 05/08/2019

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Maurizio Giannetto – Assessore
MAURIZIO GIANNETTO 
Assessore - Polizia locale e amministrativa, Ambiente, URP, Protezione Civile, Tutela animali, Trasporti
Data di nascita: 29/06/1948
Luogo: Roma
Data elezione: 25/06/2017 (nomina: 13/07/2017)

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Lorenza Oselin – Assessore
LORENZA OSELIN
Assessore - Turismo e Termalismo, Commercio
Data di nascita: 01/03/1959
Luogo: Verona
Nomina: 13/07/2017

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Alessandra Terzolo – Assessore
ALESSANDRA TERZOLO
Assessore - Politiche sociali, Rapporti con Asca, Ufficio Casa, Pubblica Istruzione, Cultura, Premi letterari, Biblioteca, Museo, Asilo nido
Data di nascita: 17/05/1980
Luogo: Nizza Monferrato
Nomina: 13/07/2017

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Giacomo Sasso – Assessore

GIACOMO SASSO

Assessore - Lavori Pubblici, Urbanistica, Appalti, CUC
Data di nascita: 22/01/1978
Luogo: Genova
Nomina: 13/07/2017


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Ufficio Stato Civile

Documentazione relativa:
Scaduto
2019/11/22
# gare d'appalto economato
AUTORIZZAZIONE A CONTRATTARE PER SERVIZIO TRIENNALE DI APERTURA E GESTIONE DELL’ARCHIVIO COMUNALE

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:

Determina
Avviso indagine di mercato


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Ufficio Polizia Locale

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Modalità di pagamento – Polizia Locale

MODALITÀ DI PAGAMENTO DEGLI ACCERTAMENTI DI VIOLAZIONE AL CODICE DELLA STRADA

PREAVVISO ACCERTAMENTO VIOLAZIONE AL CODICE DELLA STRADA

L’infrazione può essere estinta entro 5 giorni dalla data di accertamento mediante versamento sul c/c postale n° 92096973 servendosi del bollettino allegato al Preavviso di Accertamento oppure con bollettino intestato a COMUNE DI ACQUI TERME – AVVISI DI CONTRAVVENZIONE NON NOTIFICATI, indicando nella causale di versamento:

  1. il numero di protocollo del preavviso d’accertamento.
  2. la data di infrazione
  3. la targa del veicolo.

L’infrazione può essere estinta entro 5 giorni dalla data di accertamento mediante bonifico bancario – codice IBAN COMUNALE (IT 88 U 01030 47941 000001195870) indicando OBBLIGATORIAMENTE nella causale di versamento il codice che si trova nel retro del Preavviso di Accertamento nella parte delle “avvertenze”.

Il mancato pagamento del preavviso d’accertamento entro il termine predetto comporterà la spedizione tramite raccomandata giudiziaria del verbale di contestazione riferito alla violazione, in questo caso oltre all’importo della violazione saranno addebitate le spese di accertamento e di notificazione.

INFORMAZIONI PER IL  PAGAMENTO DELLA VIOLAZIONI AL CODICE DELLA STRADA

Chi riceve un verbale dalla Polizia Locale può rivolgersi, per chiarimenti ed informazioni, al Front Office della Polizia Locale, in Piazza Don Dolermo n.4, dal lunedi al sabato dalle 7:30 alle 12:00.

PAGAMENTO IN MISURA RIDOTTA (dal 6° al 60° giorno dalla notifica del verbale)

Tutte le sanzioni previste dal Codice della Strada variano da un importo minimo ad un importo massimo.

Il Codice della Strada prevede, salvo alcuni casi, la possibilità di estinguere la violazione con il pagamento della sanzione pecuniaria in misura ridotta, a condizione che il pagamento avvenga entro il termine tassativo di 60 giorni dalla contestazione o dalla notifica del verbale (art. 202 C.d.S.)

In caso di mancato pagamento nei termini, ovvero dal 61° giorno, il verbale costituisce titolo esecutivo per l’iscrizione a ruolo della sanzione, nei tempi e modi di legge, per una somma pari alla metà del massimo della sanzione amministrativa edittale (cioè circa il doppio della sanzione indicata nel verbale) oltre alle maggiorazioni e le spese di notifica e procedimento.

Il pagamento effettuato in misura inferiore rispetto a quanto previsto dal codice, non ha valore quale pagamento ai fini dell’estinzione della somma dovuta. In tale caso la somma versata è tenuta in acconto per la completa estinzione del debito e la somma da iscrivere a ruolo è pari alla differenza tra quella dovuta a norma dell’art. 203, comma 3 del codice e l’acconto fornito.

Il proprietario del veicolo ed il trasgressore sono obbligati in solido per il pagamento della somma dovuta (art. 196 C.d.S.) 

PAGAMENTO CON LO SCONTO DEL 30% (entro 5 giorni dalla notifica del verbale)

A seguito delle modifiche al Codice della Strada introdotte dal cosiddetto “Decreto del Fare” è possibile beneficiare di una riduzione del 30% sull’importo delle sanzioni pecuniarie derivanti da violazioni al codice della strada (da calcolare sull’importo della sanzione e non anche sulle spese di notifica e procedimento che vanno pagate per intero). 

Per poter usufruire dello sconto è necessario che il pagamento sia effettuato entro 5 giorni dalla notifica del verbale di contestazione.

CALCOLO DEI 5 GIORNI

  1. Per i verbali notificati a domicilio il calcolo inizia dal giorno successivo a quello della notifica. Nel computo dei giorni vanno compresi i festivi, il sabato e la domenica. Solo se il giorno di scadenza è festivo la scadenza è prorogata al primo giorno seguente non festivo. (Circolare Ministero Interno prot. n. 300/A/6399/13/101/20/21/1 del 19/08/2012).
  2. In caso di notifica del verbale tramite il servizio postale, con emissione della comunicazione di avvenuto deposito (CAD) per assenza del destinatario e delle altre persone abilitate a ricevere l’atto, il termine decorre trascorsi 10 giorni dalla data di spedizione della CAD, sempreché l’interessato non ritiri l’atto presso l’ufficio postale prima del termine di 10 giorni dalla compiuta giacenza. (Circolare Ministero Interno prot. n. 300/A/6399/13/101/20/21/1 del 19/08/2012).
  3. In caso di notificazione tramite messo/notificatore con la procedura di cui all’art. 140 del c.p.c. (deposito presso la casa comunale) i 5 giorni decorrono trascorsi i 10 giorni dalla data di spedizione della raccomandata di avviso (attenzione fa fede la data riportata sulla lettera) o dalla data di ritiro del plico se anteriore. (Circolare Ministero Interno prot. n. 300/A/6399/13/101/20/21/1 del 19/08/2012).
  4. Se il pagamento è eseguito tramite bonifico bancario l’interessato dovrà verificare che l’accredito effettivo sul conto corrente del destinatario (Comune) abbia valuta entro il 7° giorno dalla data di notificazione ( Circolare Ministero Interno prot. n. 300/A/2734/15/127/34 del 15/04/2016) 

ATTENZIONE il pagamento dell’importo scontato oltre il termine di 5 giorni non ha valore ai fini dell’estinzione dell’obbligazione. In tale caso la somma da iscrive a ruolo è pari alla differenza tra la metà del massimo edittale (circa il doppio del verbale) e la somma versata.

PAGAMENTO IN MISURA MAGGIORE AL DOVUTO

Nel caso in cui fosse stata pagata erroneamente pagata più volte la stessa contravvenzione, il proprietario del veicolo può fare richiesta di rimborso della somma versata in eccesso, allegando documentazione attestante i versamenti.


MODALITA’ PER IL RICORSO AL VERBALE DI CONTESTAZIONE DI VIOLAZIONE DEL CODICE DELLA STRADA

Ricorso al Prefetto (art. 203 C.d.S.) – Qualora non sia stato effettuato il pagamento in misura ridotta, il trasgressore o I’obbligato in solido possono proporre entro il termine di sessanta giorni dalla data di contestazione o di notifica, ricorso al Prefetto di Alessandria, con atto da presentarsi o da inviarsi a mezzo di raccomandata con ricevuta di ritorno a questo Comando di Polizia Municipale. Al ricorso possono essere allegati tutti i documenti ritenuti idonei e può essere inoltre richiesta l’audizione personale alla medesima autorità. Il ricorso può essere presentato direttamente il Prefetto mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento.

Provvedimenti del Prefetto (art. 204 C.d.S.) – Il Prefetto emette ordinanza motivata con la quale ingiunge il pagamento di una somma determinata, nel limite non inferiore al doppio del minimo edittale per ogni singola violazione più eventuali spese. La medesima autorità, qualora non ritenga fondato l’accertamento emette ordinanza motivata di archiviazione degli atti.

Ricorso al Giudice di Pace (art. 204-bis C.d.S.) – Alternativamente alla proposizione del ricorso al Prefetto, il trasgressore, nel termine di 30 giorni e qualora non sia avvenuto il pagamento in misura ridotta, può proporre ricorso presso l’Ufficio del Giudice di Pace di Acqui Terme.

Titolo esecutivo (art. 203 C.d.S.) – Qualora nei termini previsti non sia stato proposto ricorso e, se consentito, non sia avvenuto il pagamento in misura ridotta, il verbale costituisce titolo esecutivo per una somma pari alla metà del massimo della sanzione amministrativa edittale oltre che per spese di procedimento, eventuali maggiorazioni, aggi e diritti di riscossione.


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Regolamento di polizia Urbana

Regolamento di polizia Urbana

Adeguato ai sensi dell’articolo 1, capitolo I, della deliberazione della Giunta Regionale 1 Marzo 2000, N. 42 – 29532, in attuazione della L.R. 12 novembre 1999, N. 28 e decreto legislativo 31 marzo 1998, N. 114

Indice analitico

Disposizioni Generali
Disciplina delle acque e del suolo pubblico
Nettezza dei centri abitati
Decoro dei centri abitati
Quiete pubblica
Norme di sicurezza negli centri abitati
Disposizioni sugli animali
Cortei e manifestazioni
Esercizi commerciali
Sanzioni
Disposizioni transitorie e finali


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Formulario per l’invio di messaggi e segnalazioni

I campi contrassegnati con “*” sono obbligatori.
Vi ringraziamo anticipatamente per la Vostra preziosa collaborazione.


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Mensa

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

SMALTIMENTO RIFIUTI ALLUVIONALI

Misure straordinarie ed urgenti per garantire la gestione dei rifiuti e dei detriti prodotti a seguito degli eventi alluvionali e franosi

Per agevolare lo smaltimento di materiale alluvionale da parte dei privati che hanno subito allagamenti verrà posizionato in zona via Goito un cassone presidiato.
E’ sempre disponibile l’isola di conferimento Econet in Via Polveriera e il conferimento rimarrà gratuito. Si ricorda che, all’atto del deposito, i rifiuti Raee dovranno essere separati dai rifiuti di diversa natura.
Ogni conferimento sarà debitamente registrato per evitare abusi da parte di chi non ne ha diritto. In via del tutto eccezionale, nei prossimi 15 giorni, verrà consentito l’accesso al Centro di Raccolta intercomunale di Strada Polveriera anche ai privati che utilizzano veicoli diversi dalle autovetture, e quindi autocarri di piccole dimensione ed autoveicoli ad uso commerciale.

Per lo smaltimento di materiali terrosi, stiamo predisponendo apposite aree in Regione Barbato e in via Salvadori (ex Ufficio Economato Comunale).

Le Attività Produttive che abbiano subito danni e abbiano necessità di smaltire materiale, sono pregate di mettersi in contatto con Econet per concordare un sopralluogo degli addetti.

Per informazioni: 0144770341

Visualizza l’ordinanza collegata.


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Nido

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Disposizioni Generali

DISPOSIZIONI GENERALI

Articolo 1

Disciplina della polizia Urbana La polizia Urbana è disciplinata dal presente regolamento e dalle altre norme speciali ad essa attinenti la cui efficacia si estende a tutto il territorio comunale.

Essa attende alla tutela dell’integrità del pubblico demanio comunale e a quella di un decoroso svolgimento della vita cittadina, garantendo la libertà dei singoli dal libero arbitrio di altri, contribuendo alla sicurezza dei cittadini e sovrintendendo al buon andamento della comunità, disciplinando l’attività e il comportamento dei cittadini.

Le norme del regolamento di polizia Urbana per gli spazi e luoghi pubblici sono estese agli spazi e luoghi privati soggetti a servitù di pubblico uso ed aperti al pubblico, compresi i portici, i canali ed i fossi fiancheggianti le strade.

Articolo 2

Vigilanza per l’applicazione delle norme di polizia Urbana Il compito di fare osservare le norme e le disposizioni contenute nel presente regolamento è eseguito dalla polizia Municipale.

Gli appartenenti al Corpo, nell’esercizio delle loro funzioni, potranno accedere negli atri, nelle scale, negli stabili, nelle botteghe, nei negozi, negli spacci, nei laboratori, nelle officine, negli stabilimenti e locali annessi, nei locali pubblici in genere ed ovunque si svolga attività sottoposta alla vigilanza comunale.

Il Sindaco può ordinare visite od ispezioni nelle botteghe, luoghi di smercio, magazzini e locali dove esistono commestibili o bevande destinate alla vendita, o strumenti che servono alla pesatura, misura, manipolazione, formazione e cottura; può ordinare, nei limiti stabiliti dalla legge e secondo le prescritte garanzie, sequestri provvisori o definitivi di cose cadenti in contravvenzioni, la distruzione di sostanze insolubili, la soppressione di animali pericolosi, l’esecuzione di opere a carico di privati, la sospensione di lavori in corso, la riparazione di manufatti che contrastino con disposizioni regolamentari o con ordini impartiti dalle Autorità.

Articolo 3

Disposizioni di carattere generale per licenze e concessioni previste dal presente regolamento Le autorizzazioni, concessioni, nulla osta, permessi, licenze, rilasciate in base al presente regolamento, saranno in ogni caso rilasciate per iscritto e accordate:

a) personalmente al titolare;
b) senza pregiudizio dei diritti di terzi;
c) con l’obbligo del concessionario di riparare tutti i danni derivanti dalle opere ed occupazioni permesse e di tenere sollevato il Comune, concedente, da qualsiasi azione intentata da terzi per il fatto della concessione data;
d) con facoltà all’Amministrazione di imporre, in ogni tempo, nuove condizioni che si rendessero necessarie nel pubblico interesse, sospendendo o revocando a suo criterio insindacabile i benefici concessi senza obbligo di corrispondere alcuna indennità e compenso;
e) con facoltà di revoca o sospensione in qualsiasi momento nel caso di abuso. Le domande di concessione o di autorizzazione di cui agli articoli del presente regolamento, dovranno essere redatte in carta legale.


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Disciplina delle acque e del suolo pubblico
  • Art. 4 Definizione e ambito di applicazione
  • Art. 5 Occupazione di suolo pubblico
  • Art. 6 Rinnovo delle concessioni temporanee di aree pubbliche
  • Art. 7 Istanza e versamento del canone per le occupazioni temporanee
  • Art. 8 Istanza e versamento del canone per le occupazioni permanenti
  • Art. 9 Rilascio della concessione/autorizzazione
  • Art. 10 Contenuto del provvedimento di concessione/autorizzazione
  • Art. 11 Sospensione, revoca e decadenza delle autorizzazioni e concessioni
  • Art. 12 Procedura ed effetti del procedimento di revoca
  • Art. 13 Occupazioni abusive
  • Art. 14 Esenzioni
  • Art. 15 Esazione del canone d’occupazione d’aree pubbliche
  • Art. 16 Obblighi per chi effettua lavori o fa depositi sulle aree pubbliche
  • Art. 17 Collocamento di tavoli, sedie e piante ornamentali sull’area pubblica
  • Art. 18 Installazione di tende solari
  • Art. 19 Esposizione di merci e derrate all’esterno dei negozi
  • Art. 20 Requisiti dei carretti per la vendita su aree pubbliche
  • Art. 21 Mercati di gente d’affari – Commercio in forma itinerante
  • Art. 22 Divieto di giochi sul suolo pubblico
  • Art. 23 Collocamento di condutture
  • Art. 24 Strutture per pubblici spettacoli
  • Art. 25 Occupazioni con strutture pubblicitarie
  • Art. 26 Occupazioni di attività per riparazioni veicoli

Articolo 4

Definizione e ambito di applicazione
Ogni volta che nel presente regolamento e nelle norme in genere che disciplinano la polizia Urbana sono usate le espressioni “luogo pubblico” o “suolo pubblico”, si vogliono con esse indicare non soltanto i luoghi ed il suolo di dominio pubblico, ma anche i luoghi ed il suolo di dominio privato soggetti a servitù di uso pubblico, compresi le gallerie ed i portici ed i relativi spazi interpilastri, nonché i canali ed i fossi fiancheggianti le strade.

Articolo 5

Occupazione di suolo pubblico
Salvo quanto previsto dalle disposizioni sulla circolazione stradale e quanto disciplinato dall’apposito regolamento comunale per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche e per l’applicazione del relativo canone ogni occupazione di suolo pubblico a carattere temporaneo deve essere autorizzata dall’Autorità Amministrativa competente.
Sono temporanee le autorizzazioni di occupazione suolo pubblico che hanno la durata massima di un anno; le altre sono considerate concessioni permanenti anche se non comportano costruzione di manufatti od installazione di impianti. Per le occupazioni giornaliere, che hanno durata massima di tre giorni, l’atto di autorizzazione sarà rilasciato previa esibizione della bolletta comprovante il pagamento del canone di concessione, nella quale saranno sempre indicati la qualità dell’occupazione, lo spazio relativo e i dati del concessionario.
L’Autorità Amministrativa competente può rilasciare le concessioni di occupazioni suolo pubblico tenuto conto dell’importanza dei motivi addotti dai richiedenti, nonché delle speciali esigenze di igiene, di viabilità e sicurezza delle località nelle quali si chiede di effettuare l’occupazione del suolo pubblico; in ogni caso i concessionari dovranno pure uniformarsi agli eventuali prescrizioni, anche verbali, dei Funzionari o Agenti di polizia Municipale.
Le concessioni si intendono ad ogni effetto precarie e sempre revocabili. Sono rilasciate personalmente al titolare e non sono cedibili; è ammesso il godimento del bene concesso a mezzo di persona di fiducia o di legale rappresentante, che il Concessionario deve dichiarare anticipatamente all’Autorità Amministrativa, in modo che le generalità di costoro possano essere specificate nella licenza o nella ricevuta della tassa pagata.
È vietata qualsiasi sub-concessione, tuttavia è ammesso il trasferimento da uno ad altro Concessionario, escluso ogni scopo di speculazione, con il consenso dell’Amministrazione Comunale e sempre che per lo stesso bene non vi siano altri aspiranti.
Il subentrante dovrà assolvere tutti gli obblighi derivanti dall’applicazione del regolamento per l’applicazione e la disciplina del COSAP.
Indipendentemente dalla revoca, per l’esercizio delle concessioni per l’occupazione di suolo pubblico l’Autorità Amministrativa può, durante il corso di esse, prescrivere altre modalità o condizioni per motivi di sicurezza, di igiene, di decoro, di estetica o di circolazione. L’inosservanza delle prescrizioni da parte degli interessati, nei termini stabiliti, produce senz’altro la decadenza delle concessioni.

Articolo 6

Rinnovo delle Concessioni temporanee di suolo pubblico
Le autorizzazioni temporanee di occupazione di aree pubbliche decadranno alla data fissata per la loro durata. Potranno soltanto essere rinnovate per giustificati motivi.
A tal fine il concessionario è tenuto a presentare un’istanza motivata al Sindaco prima della data di scadenza della concessione.

Articolo 7

Istanza e versamento del canone per le occupazioni temporanee
Per le occupazioni temporanee di suolo pubblico i soggetti interessati debbono presentare al Comune, apposita istanza al fine di ottenere l’Autorizzazione ad occupare il suolo pubblico. L’istanza deve contenere gli elementi identificativi del futuro Concessionario, le indicazioni dell’area da occupare, oltre alla documentazione tecnica richiesta dall’ufficio.

Qualora le occupazioni non siano connesse ad alcun preventivo atto dell’Amministrazione comunale il pagamento del canone può essere mediante versamento diretto.

Articolo 8

Istanza e versamento del canone per le occupazioni permanenti
Per le occupazioni permanenti di suolo pubblico, la procedura per ottenere la concessione è la stessa prevista per il rilascio delle autorizzazioni temporanee di cui all’articolo precedente. In mancanza di variazioni nelle occupazioni, entro 31 gennaio di ogni anno deve essere effettuato il versamento del canone dovuto per l’intero anno della concessione.

L’obbligo dell’istanza, nei modi e nei termini di cui al precedente articolo, non sussiste per gli anni successivi a quello di prima applicazione del canone, sempreché non si verifichino variazioni nell’occupazione tali da determinare una variazione dell’ammontare del tributo.

Sia per le occupazioni di suolo pubblico temporanee che permanenti, la cessione volontaria dell’occupazione prima del termine stabilito nell’atto autorizzativo o nella ricevuta del canone pagato, non dà diritto a restituzione, anche parziale, del tributo.

Articolo 9

Rilascio della concessione/autorizzazione
Il provvedimento di concessione/autorizzazione è rilasciato dal Dirigente del Settore corrispondente alla particolare tipologia dell’occupazione, previo versamento da parte del richiedente dei seguent i oneri:

a) marca da bollo;
b) deposito cauzionale (eventualmente richiesto a titolo di garanzia per i danni derivanti dalla occupazione di suolo pubblico);
c) pagamento canone per occupazioni spazi ed aree pubbliche.

L’entità della cauzione è stabilito di volta in volta dall’Ufficio Tecnico, tenuto conto della particolarità dell’occupazione interessante il corpo stradale, le aree e le strutture pubbliche. La cauzione, non fruttifera di interessi, resta vincolata al corretto espletamento di tutti gli adempimenti imposti dal provvedimento amministrativo ed è restituita entro il termine di 10 giorni dalla data di verifica, da parte dello stesso ufficio, della regolare esecuzione dell’occupazione e dell’inesistenza di danni.

Articolo 10

Contenuto del provvedimento di concessione/autorizzazione
Il provvedimento di concessione/autorizzazione deve contenere, oltre alla specifica indicazione del destinatario o dei destinatari utilizzatori del suolo o dello spazio pubblico:

a) la misura esatta dell’occupazione, espressa in metri quadrati o lineari, con arrotondamento delle frazioni di metro quadrato o lineare all’unità superiore;
b) la durata dell’occupazione e l’uso specifico cui la stessa è destinata. Per le occupazioni permanenti la durata della concessione non può essere superiore ai 29 anni;
c) gli adempimenti e gli obblighi del concessionario.

Articolo 11

Sospensione, revoca e decadenza delle autorizzazioni e concessioni
Oltre che nei casi previsti in ogni singola parte del presente regolamento, l’Autorità Amministrativa competente può sospendere, revocare o dichiarare decadute le autorizzazioni e concessioni per i seguenti motivi:

Sospensione:

– Per mancato risarcimento dei danni recanti al patrimonio comunale;
– Per morosità del pagamento delle tasse comunali dovute dal titolare delle autorizzazioni e concessioni.

Revoca:

– Per ragioni d’incolumità, decoro od estetica nonché per motivi di pubblico interesse o utilità o quando non sia osservata una sola delle condizioni alle quali fu subordinata il rilascio;

– Per trasformazione del servizio al quale si riferiscono;

– Per perdita, da parte del titolare dei requisiti per il rilascio;

Per gravi e ripetute infrazioni, da parte del titolare o dai suoi rappresentanti o commessi, alle norme dei regolamenti comunali che disciplinano la materia oggetto delle autorizzazioni o concessioni.

Decadenza:

– Per abbandono da parte del titolare dell’attività alla quale l’autorizzazione o concessione si riferisce;

– Per l’esercizio dell’attività per mezzo di persone non autorizzate;

– Per mancato adempimento delle condizioni imposte nell’autorizzazione o atto di concessione, ovvero dalle norme stabilite dalla legge, dal presente regolamento o dal Regolamento per l’applicazione e disciplina del “canone occupazione spazi ed aree pubbliche “(COSAP);

– Allorché l’interessato non sia addivenuto all’adempimento delle formalità relative all’atto di concessione o di autorizzazione nel termine di tre mesi dall’invito, o non abbia curato il versamento delle somme richieste a titolo di cauzione;

– Allorché il concessionario non si sia avvalso, nei sei mesi dalla definizione delle formalità d’ufficio, della concessione accordatagli;

qualora si produca il passaggio, nei modi e nelle forme di legge, del bene concesso dal demanio al patrimonio del Comune, della Provincia, ecc., assumendo così caratteristica tale da non potersi più consentire un atto di concessione da parte dell’Amministrazione Comunale. Per i provvedimenti di decadenza sono applicabili le disposizioni previste dai successivi articoli che disciplinano la revoca. La decadenza opera di pieno diritto al verificarsi delle inosservanze di cui al comma precedente ed è dichiarata dall’Autorità Amministrativa competente.

Articolo 12

Procedura ed effetti del procedimento di revoca
La revoca è disposta dall’Autorità Amministrativa con apposita ordinanza di sgombero e di riduzione in pristino del bene occupato, preceduta, se del caso, da perizia tecnica.

Nel provvedimento di revoca sarà assegnato al Concessionario un congruo termine per l’esecuzione dei lavori di sgombero e di restauro del bene occupato, decorso il quale essi saranno eseguiti d’ufficio, con rivalsa della spesa a carico dell’inadempiente, da prelevare eventualmente dal deposito cauzionale costituito all’atto del rilascio della licenza o stipula dell’atto di concessione.

La revoca per necessità dei pubblici servizi o per la soddisfazione di altri pubblici interessi è insindacabile da parte del Concessionario e, per effetto di esso, lo stesso Concessionario resterà obbligato a ripristinare il bene, trasportando altrove eventuali materiali di rifiuto e provvedendo alla migliore sistemazione e pulizia dei luoghi, evitando danni al Comune e a terzi.

Articolo 13

Occupazioni abusive
Le occupazioni non precedute dal rilascio della prevista autorizzazione o concessione e non accompagnate dal pagamento del relativo canone, sono considerate abusive, fermo restando comunque l’obbligo dell’assolvimento del canone di occupazione.

Sono parimenti considerate abusive tutte le occupazioni in contrasto con le disposizioni stabilite dalla legge, dal presente Regolamento e dal Regolamento del COSAP.

Accertatosi un qualsiasi abuso sui beni pubblici o soggetti a servitù di pubblico passaggio, gli occupanti abusivi saranno diffidati, accordando ad essi un congruo termine, trascorso il quale l’Autorità Amministrativa competente provvederà a notificare il provvedimento di sgombero e di ripristino del bene occupato, senza pregiudizio di ogni altra azione da espletare a salvaguardia dei diritti del Comune e della collettività.

È fatto comunque salvo l’obbligo dell’assolvimento del canone per l’intero anno in cui ha avuto luogo l’occupazione abusiva, nonché eventuale assoggettabilità a sanzioni accessorie.

Articolo 14

Esenzioni
Il canone non è applicabile per le occupazioni con balconi, bow-windows e simili infissi di carattere stabile, nonché le tende solari poste a copertura dei balconi e per tutte le occupazioni inferiori al mezzo metro quadrato o lineare.

Non è altresì applicabile alle seguenti tipologie di occupazioni:

a) le occupazioni effettuate dallo Stato, dalle Regioni, dalle Province, dai Comuni e loro Consorzi, da Enti religiosi per l’esercizio dei culti ammessi nello Stato, dagli Enti pubblici per finalità specifiche di assistenza, previdenza, sanità, educazione, cultura e ricerca scientifica;
b) le tabelle indicative delle stazioni e ferrovie nonché degli orari dei servizi pubblici di trasporto;
c) le tabelle che interessano la circolazione stradale, purché non contengano indicazioni pubblicitarie;
d) le occupazioni occasionali non superiori a 2 ore;
e) le occupazioni con tende a fronte di esercizi pubblici/commerciali;
f) le occupazioni con innesti o allacci a impianti di erogazione di pubblici servizi;
g) le occupazioni in occasione di manifestazioni pubbliche, ricorrenze e festività, non aventi finalità di lucro o comunque patrocinate dal Comune con apposito atto deliberativo;
h) le occupazioni effettuate con accessi a fondi rustici;
i) le occupazioni effettuate con bocche di lupo;
l) le occupazioni con fioriere decorative collocate nelle adiacenze degli esercizi commerciali;
m) le occupazioni poste in essere dai portatori di handicap o quelle realizzate a favore degli stessi da altri soggetti.

Gli aventi diritto all’esenzione dovranno fare espressa menzione del titolo di esenzione vantato nella domanda di concessione o autorizzazione.

Le occupazioni di cui ai commi 1 e 2, lett. d) del presente articolo, finalizzate all’effettuazione di giochi di abilità o di destrezza, poiché riuniscono intorno a sé diversi giocatori e curiosi arrecando ingombro alla circolazione veicolare e pedonale incidendo in tal modo sulla sicurezza di quest’ultima, non rientrano nelle esenzioni.

Articolo 15

Esazione del canone d’occupazione d’aree pubbliche
Il canone dovuto per l’occupazione giornaliera sarà pagato al Concessionario del servizio di riscossione, che rilascerà la quietanza.
Il canone dovuto per le altre occupazioni temporanee sarà versato all’atto del rilascio della concessione ed esposto unitamente alla stessa.

Articolo 16

Obblighi per chi effettua lavori o fa depositi sulle aree pubbliche
Fermi restando gli obblighi previsti dal Codice della Strada (occupazione della sede stradale; opere, depositi e cantieri stradali) chi esegue opere e fa depositi sulle strade o aree pubbliche, dovrà essere munito d’autorizzazione per l’occupazione di suolo pubblico, rilasciata dall’Autorità Amministrativa competente sentito il parere del Comando di polizia Municipale.

In caso di riparazioni o modificazioni del manto stradale, che richiedessero la temporanea rimozione di qualsiasi oggetto occupante il suolo pubblico in forza di autorizzazione comunale si obbliga i concessionari ad eseguire tale rimozione e la rimessa in pristino, a loro spese, con le modifiche rese necessarie dalle nuove condizioni del piano stradale.

Articolo 17

Collocamento di tavoli, sedie e piante ornamentali sull’area pubblica
L’autorizzazione ad occupare davanti ai negozi o ai pubblici esercizi: marciapiedi, banchine, giardini pubblici e tutte le aree soggette a pubblico passaggio con tavoli, sedie, piante ornamentali od altro, può essere concessa soltanto a favore dei gestori dei negozi stessi e durante le ore in cui questi sono aperti.

Nella concessione sarà precisato il periodo della occupazione stessa. I marciapiedi e le banchine possono essere occupate nella misura e con le modalità consentite dal Codice della Strada.

L’Amministrazione comunale può negare o revocare la concessione, qualora le misure minime fossero rispettate, quando vi si oppongano ragioni tecnico estetiche, di viabilità e di sicurezza del traffico o di altri motivi di pubblico interesse.

I tavoli e le sedie da esporre davanti ai pubblici esercizi devono essere solidi, decorosi, uniformi, a colori intonati e sempre puliti.

Articolo 18

Installazione di tende solari
Salvo quanto previsto dal regolamento edilizio comunale, per le tende solari dei piani terreni, la sporgenza, misurata dal vivo del muro al loro limite estremo, dovrà in ogni caso non superare i 2/3 della larghezza massima del marciapiedi ed avere una altezza dallo stesso non inferiore a mt. 2.20

Per quelle dei piani superiori, come pure per altri simili infissi, la sporgenza non dovrà oltrepassare la larghezza del marciapiede.

Per le tende perpendicolari e parallele alla fronte degli stabili e per le tende dei piani terreni da collocarsi dove non esiste il marciapiede, le diverse misure di altezza e di sporgenza saranno determinate, caso per caso, dal competente Ufficio comunale.

Per le tende verticali da collocarsi nel vano dei portoni, delle arcate e nei portici, sarà caso per caso stabilito, dal competente ufficio comunale, se ed a quali condizioni possa essere accordato il relativo permesso.

In tali ultimi luoghi come pure in ogni edificio che abbia interesse d’arte, è vietato collocare tende sporgenti di qualsiasi specie.

Tutte le tende dovranno essere mobili e collocate in modo da non nascondere la pubblica illuminazione, i cartelli indicatori delle vie, i quadri delle affissioni pubbliche od ogni altra cosa destinata alla pubblica visibilità, specialmente se d’interesse artistico.

Le diverse misure dettate nel presente articolo potranno essere ridotte anche al di sotto del limite minimo stabilito, quando ciò sia reso necessario dal pubblico interesse.

Articolo 19

Esposizione di merci e derrate all’esterno dei negozi
Salvo quanto può stabilire il regolamento di igiene ed il Codice della Strada le concessioni di occupazione del suolo pubblico per l’esposizione di merci o derrate etc. all’esterno di negozi, possono essere consentite, sentito il parere del Comando di polizia Municipale, purché non arrechino intralcio al movimento dei pedoni e non siano di intralcio o di pericolo per la circolazione in genere. Per l’esposizione di frutta e verdura è fatto l’obbligo di un minimo di m. 0,70 dal suolo e con una sporgenza massima non superiore a m. 0,50.
Non è ammessa l’occupazione per merci e prodotti gocciolanti e che possano insudiciare i passanti e il suolo pubblico.
Non è ammessa l’occupazione, anche parziale, della carreggiata riservata ai veicoli.

Articolo 20

Requisiti dei carretti per la vendita su aree pubbliche
I veicoli a mano per la vendita su aree pubbliche devono essere solidi, ben verniciati, mantenuti in buone condizioni di solidità, nettezza e decenza. Non possono superare la lunghezza di m. 2,25 e la larghezza di m. 1,20, compreso i mozzi delle ruote, e devono portare l’indicazione del recapito del titolare. Il carico delle merci non deve superare i cm. 75 di altezza dal piano del carretto.

Articolo 21

Mercati di gente d’affari; Commercio in forma itinerante
I mercanti, negozianti, produttori o gente d’affari che si radunano periodicamente sul suolo pubblico per contrattazioni di mercato, non possono riunirsi in località dove arrechino ingombro alla circolazione; non possono invadere le carreggiate stradali riservate al traffico dei veicoli; devono lasciare liberi gli sbocchi delle strade, tutti i passaggi pedonali e gli accessi carrabili esistenti nel luogo e sono altresì tenuti a non intralciare il movimento pedonale. Il tutto fermo restando quanto previsto dal Codice della Strada.

I titolari di licenza per il commercio in forma itinerante su aree pubbliche, i coltivatori diretti, mezzadri o coloni, possono, senza necessità di conseguire l’autorizzazione per l’occupazione di suolo pubblico, esercitare l’attività in forma itinerante, nel rispetto dei seguenti divieti e limiti:

a) è vietato posizionare i veicoli o le strutture di vendita laddove il parcheggio o la sosta non siano consentiti dalle vigenti norme in materia di circolazione stradale;

b) è vietato esercitare nelle vie o piazze nelle quali sono presenti problemi di viabilità, nonché nelle zone cittadine tutelate da specifici motivi di interesse archeologico, storico, artistico e ambientale o di altro rilevante pubblico interesse;

c) non e’ consentito sostare nello stesso punto per più di un’ora nella stessa giornata, trascorsa la quale i veicoli o le strutture di vendita devono essere spostati e posizionati a non meno di 500 metri dal punto precedentemente occupato;

d) a salvaguardia della quiete e per il rispetto dovuto ai luoghi, l’attività non può esercitarsi ad una distanza inferiore a metri 300 dal perimetro di ospedali o altri luoghi di cura, e di cimiteri;

e) a tutela della igienicità dei prodotti posti in vendita ed a salvaguardia della incolumità personale, la sosta non è consentita in aree non opportunamente pavimentate e, comunque, in prossimità di scavi o cantieri o altre fonti di polverosità o di esalazioni dannose. Per gli stessi scopi la sosta non è consentita ad una distanza inferiore a metri 100 dai servizi igienici e a metri 200 dai depositi di rifiuti;

f) il prodotto del lavaggio dei banchi ittici deve essere accuratamente rimosso, onde evitare che seccando al suolo oltre ad emanare odori sgradevoli attiri animali;

g)l’attività non può essere iniziata prima delle ore 8 e conclusa dopo le ore 19;

h) sono interdetti al commercio itinerante i parchi ed i giardini pubblici aperti o recintati, compresi i viali e le strade che li attraversino.

In essi è tuttavia consentita la vendita di caldarroste, sorbetti, gelati e altri simili prodotti, purché effettuata con veicoli di tipo e caratteristiche approvati dai competenti uffici comunali, sempre che il venditore sia in possesso della prescritta licenza commerciale.

Il Sindaco, con propria ordinanza, potrà vietare temporaneamente il commercio itinerante in specifiche zone in occasione di particolari eventi.

Articolo 22

Divieto di giochi sul suolo pubblico
Salvo quanto previsto dal Codice della Strada, sul suolo pubblico adibito a transito sia di veicoli che pedonale, è vietato giocare con oggetti o con animali e compiere qualsiasi esercitazione sportiva quando ciò costituisca pericolo per la pubblica incolumità e intralcio alla circolazione.

È assolutamente vietato, sul suolo pubblico, l’uso di acceleratori di velocità e di trampoli.

È vietato lanciare pietre od altri oggetti comunque atti ad offendere o danneggiare persone o cose, sia a mano che con qualsiasi altro strumento.

Articolo 23

Collocamento di condutture
Il collocamento e la riparazione di condutture dell’energia elettrica, dell’acqua potabile e di gas, l’impianto di linee telefoniche e di cavi in genere, nonché di altre condutture o illuminazioni straordinarie per feste, sagre, ecc., sono concesse a seguito a regolare domanda, in base alle disposizioni legislative ed alle particolari norme dei regolamenti comunali ed alle eventuali disposizioni deliberate dal Consiglio Comunale che saranno indicate nel relativo permesso da accordarsi, dietro parere dell’Ufficio Tecnico comunale, ferma l’osservanza delle prescrizioni in vigore per il canone sull’occupazione di spazi ed aree pubbliche.

Il concessionario potrà essere obbligato a provvedere alle necessarie opere per mantenere in buono stato le installazioni eseguite. Sono a carico del concessionario tutte le opere occorrenti per riparare i guasti cagionati dalla posa, manutenzione e riparazione dei fili e dei sostegni, per ripristinare il suolo, gli intonaci degli edifici, la copertura del tetto e ciò sia all’atto dell’impianto, che in seguito.

I concessionari, nell’esecuzione dei lavori, dovranno attenersi alle istruzioni che, al riguardo, saranno date dall’ufficio tecnico comunale, al quale dovranno, quindi, notificare il luogo ed il giorno in cui si darà principio al lavoro.

Gli stessi dovranno, altresì, concordare con il Comando di polizia Municipale, i tempi e le modalità per l’esecuzione dei lavori ed ottenere l’apposita autorizzazione prevista dalle norme del nuovo Codice della Strada.

L’Amministrazione comunale si riserva di procedere, in ogni tempo alla verifica dello stato di isolamento e di manutenzione di tali linee, condotte, tubazioni e impianti: a tale scopo i concessionari dovranno mettere a disposizione del Comune il personale ed il materiale necessario a loro proprie spese.

Articolo 24

Strutture per pubblici spettacoli
Senza l’autorizzazione dell’Autorità amministrativa, non si potranno collocare palchi, chioschi per pubblici spettacoli, divertimenti popolari o per qualsiasi altro analogo scopo, nemmeno sulle aree di proprietà privata, quando sono esposte alla vista della pubblica via o abbiano diretto accesso dalla strada pubblica.

Le strutture, gli spazi annessi e ogni altra simile costruzione permessa temporaneamente, secondo le disposizioni dei commi precedenti, dovranno essere, a cura dei concessionari, mantenute pulite ed in perfette condizioni igieniche, secondo le prescrizioni generali e quelle che potranno volta per volta essere stabilite dalla civica Amministrazione.

Il suolo pubblico dovrà, inoltre, essere tenuto pulito e libero da ogni ingombro per un raggio di m. 3 dallo spazio occupato.

I concessionari devono rispettare gli orari e le prescrizioni stabiliti dai regolamenti locali o fissati nell’autorizzazione.

Articolo 25

Occupazioni con strutture pubblicitarie
Fermo restando quanto in proposito disposto dal Codice della Strada e quanto prescritto dal Regolamento comunale sulla pubblicità’ e diritti sulle pubbliche affissioni, nessuna struttura a supporto di mezzi pubblicitari di qualsiasi tipo o dimensione può essere collocata, anche temporaneamente, su aree o spazi pubblici o di uso pubblico senza preventiva specifica autorizzazione per l’occupazione.

Non e’ consentita la collocazione delle strutture di cui al comma 1 su aree o spazi verdi, compresi i viali alberati, quando a giudizio del competente ufficio comunale dalla collocazione possano derivare conseguenze negative alla vegetazione orizzontale o verticale e alla gestione del verde pubblico. La collocazione può altresì essere negata quando sia giudicata dai competenti uffici comunali incompatibile con le esigenze di salvaguardia ambientale e paesaggistica.

Quando sia autorizzata l’occupazione del suolo pubblico o di uso pubblico per la collocazione di strutture a supporto di mezzi pubblicitari, la medesima non può porsi in atto se non dopo aver soddisfatto le disposizioni in materia di imposte sulla pubblicità.

Qualora la pubblicità sia effettuata mediante striscioni, per la collocazione dei quali non si renda necessario l’uso di specifiche strutture di supporto, l’autorizzazione per l’occupazione del suolo pubblico o di uso pubblico e’ rilasciata contestualmente alla autorizzazione della pubblicità.

Nell’ambito ed in prossimità dei luoghi e dei beni situati in zone di particolare interesse ambientale e soggetti a tutela ai sensi di legge, non può essere autorizzata la posa in opera di cartelli o di altri mezzi di pubblicità se non previo consenso della Regione.

Articolo 26

Occupazioni per attività di riparazione di veicoli
L’occupazione di suolo pubblico per l’esecuzione di piccole riparazioni da parte di quanti esercitano attività di riparazione di veicoli in locali prospicienti la pubblica via è subordinata a specifica autorizzazione.

Essa può essere rilasciata per uno spazio immediatamente antistante l’officina, di lunghezza non superiore al fronte della medesima e di superficie non superiore a mq. 25.
L’area deve essere opportunamente segnalata ed identificata, a cura e spese del titolare dell’autorizzazione, secondo le prescrizioni indicate nell’autorizzazione stessa.
L’autorizzazione per l’occupazione di suolo pubblico non può essere rilasciata per lo svolgimento dell’attività di carrozziere.
E’ fatto obbligo a chi abbia ottenuto l’autorizzazione per l’occupazione di suolo pubblico per gli scopi di cui al comma 1, di evitare operazioni che possano provocare lo spandimento di sostanze che imbrattino o deteriorino il suolo medesimo e di mantenere lo stesso in condizioni di massima pulizia.
L’autorizzazione di cui al comma 1 e’ valida solo per le ore di apertura dell’esercizio e determina, in tale orario, divieto di parcheggio.


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Nettezza dei centri abitati

Articolo 27

Disposizioni di carattere generale

Ferme restando le vigenti disposizioni di igiene, tutti i luoghi aperti al pubblico, soggetti a servitù di pubblico passaggio od anche luoghi privati in vista al pubblico debbono essere tenuti costantemente puliti, sgombri da qualsiasi materiale ed in stato decoroso. A tale fine è proibito deporvi o lasciarvi cadere, in qualsiasi ora del giorno e della notte, acqua, spazzatura, avanzi di erbaggi e di frutta, materiale di demolizione e di rifiuto, di occupare ed ingombrare in qualsiasi maniera il suolo, segare, spaccare legna e accendere il fuoco. Nell’atrio degli stabili deve essere affisso il nominativo e l’indirizzo dell’amministratore

Articolo

28 Obblighi dei concessionari di occupazione di aree pubbliche

È proibito agli esercenti di caffè, bar, latterie e simili, che occupano suolo pubblico mediante tavoli e sedie o in qualsiasi altro modo, di gettare, anche momentaneamente, o lasciar cadere o non vietare che cada sul suolo pubblico alcun residuo o rifiuto che possa comunque sporcare, imbrattare od insudiciare il suolo stesso. In ogni caso la relativa pulizia del suolo di cui sopra è a carico del concessionario e deve essere effettuata immediatamente.

Articolo 29

Disposizioni per i commercianti su aree pubbliche ed esercenti mestieri girovaghi
È proibito ai venditori su aree pubbliche, ai raccoglitori e incettatori di stracci, carta e simili, di gettare o abbandonare sul suolo pubblico alcun residuo o rifiuto di qualsiasi natura.
Alle persone di cui sopra o ad altri è vietato accendere fuochi allo scopo di recuperare rame o altri metalli. Il prodotto del lavaggio dei banchi ittici deve essere accuratamente rimosso, onde evitare che seccando al suolo oltre ad emanare odori sgradevoli attiri animali.

Articolo 30

Disposizioni riguardanti i negozi e le botteghe

È proibito ai titolari di negozi, di esercizi, di bar e simili esistenti al piano terreno, spargere o accumulare sulle pavimentazioni dei portici, delle vie e delle piazze le immondizie e rifiuti provenienti dalle loro botteghe. Ogni esercente provvede alla pulizia del tratto di marciapiede antistante al suo esercizio e non è consentito immettere le immondizie nelle caditoie e nei chiusini delle strade. I cartoni e gli imballaggi, privati delle parti in plastica e/o polistirolo, debitamente legati e piegati vanno posti a lato dei contenitori dei rifiuti solidi urbani nei giorni e nelle ore stabilite da apposita ordinanza del Sindaco.

Articolo 31

Pulizia dei portici, dei cortili e delle scale

I portici, i cortili, le scale, le tettoie dei magazzini e dei cortili ed ogni altro simile accessorio o pertinenza degli edifici, devono, a cura dei proprietari e degli inquilini, essere mantenuti costantemente puliti. Salvo le occupazioni temporanee o straordinarie per restauri, traslochi e simili, detti cortili, portici, anditi e scale devono essere mantenuti sgombri da ogni materiale che ne impedisca l’uso normale o nuoccia al decoro dell’edificio o sia, in qualsiasi modo, causa di disturbo, fastidio o di impedimento.

Articolo 32

Scarico di rottami e di detriti
È vietato scaricare rottami e detriti di qualsiasi specie se non nei luoghi designati ed indicati con apposito cartello apposto dall’Amministrazione Comunale.
L’operazione deve essere fatta in modo che nulla di quanto si scarica resti sulla strada.

Articolo 33

Trasporto di materiale di facile dispersione

Il trasporto di qualsiasi materiale di facile dispersione, come rena, calcina, carbone, terre e detriti, stramaglie, sostanze in polvere, liquidi e semi-liquidi e simili, deve essere effettuato su veicoli atti al trasporto, in modo da evitarne la dispersione su suolo pubblico. Per sostanze polverose o per materiali di facile dispersione per azione del vento, il carico dovrà essere opportunamente coperto in modo che le stesse non abbiano a sollevarsi nell’aria. È proibito gettare in basso sulla pubblica via o in luoghi adiacenti, sia da ponti di servizio che dall’interno di fabbricati, i materiali di demolizione od altro, salvo speciale permesso scritto dell’Autorità Amministrativa. Ai trasgressori, oltre alla sanzione che sarà loro inflitta, è fatto obbligo di provvedere alla immediata pulizia del suolo pubblico. Se nel caricare o scaricare merci o qualsiasi oggetto per comodo delle case o botteghe poste lungo le pubbliche vie, vengono a cadere materie di qualsiasi specie sul suolo pubblico, queste dovranno essere immediatamente rimosse a cura e sotto la responsabilità di coloro che hanno ricevuto le merci od oggetti per i quali venne ad insudiciarsi il suolo pubblico.

Articolo 34

Sgombero della neve

I proprietari e i conduttori di case hanno l’obbligo solidale di provvedere allo sgombero della neve dai marciapiedi prospicienti i rispettivi fabbricati non appena sia cessato di nevicare e di rompere e coprire con materiale adatto antisdrucciolevole il ghiaccio che vi si formi, evitando di gettare e spandervi sopra acqua che possa congelarsi. È vietato lo scarico sul suolo pubblico della neve dai cortili. Solamente nei casi di assoluta urgenza e necessità verificata ed accertata e sotto prescritte cautele, potrà essere autorizzato il getto della neve dai tetti, dai terrazzi e dai balconi sulle piazze. Gli obblighi di cui sopra incombono altresì in via solidale ai proprietari di negozi, di esercizi, di bar e simili esistenti al piano terreno.

Articolo 35

Produzione di odori, gas, vapori nauseanti o inquinanti

È vietata la produzione e diffusione entro il perimetro urbano di odori, gas, vapori nocivi alla pubblica salute ovvero risultino nauseanti per la comunità. Oltre i provvedimenti previsti dalle leggi penali e dalle norme contro l’inquinamento atmosferico, il Sindaco potrà adottare tutti quei provvedimenti che la situazione contingente potrà richiedere, prescrivendo impianti di depurazione e, in caso di recidiva ed inosservanza, disponendo, su parere del competente ufficio sanitario, la sospensione dell’attività inquisita. È vietato ai conducenti di veicoli a motore di provarne, nelle pubbliche strade o nelle aree private, comprese nella zona urbana, il relativo funzionamento, accelerando eccessivamente o spingendo il motore a tutto gas. Nelle vie dell’abitato l’arresto prolungato dei veicoli a motore deve avvenire a motore spento. Si intende prolungato l’arresto eccedente i 120″, che non sia giustificato da validi motivi. Deve avvenire altresì con motore spento l’arresto dei veicoli fermi ai passaggi a livello. Le disposizioni di cui al comma precedente non si applicano in caso di arresto ai semafori ed in incroci ove il traffico è regolato manualmente dagli Agenti preposti.

Articolo 36

Divieto di lavatura, riparazione e sosta prolungata dei veicoli su aree pubbliche
È proibito in luoghi pubblici o aperti al pubblico, il lavaggio di vetture, carri e simili. Sono altresì vietate in luoghi pubblici o aperti al pubblico le riparazioni dei veicoli e simili, salvo quelle di piccola entità o determinate da forza maggiore o caso fortuito. In caso di prolungata sosta su suolo pubblico di veicoli, qualora questi diventino indecorosi nonché ricettacoli di rifiuti vari, ne potrà essere disposta la rimozione onde consentire il lavaggio del suolo e l’eventuale disinfezione. Le spese sostenute saranno addebitate al proprietario del mezzo.

Articolo 37

Divieto di getto di opuscoli o foglietti

È vietato nelle strade, piazze e spazi pubblici o comunque aperti al pubblico il getto o l’apposizione sui veicoli di opuscoli, foglietti od altri oggetti che possano, comunque alterare la nettezza del suolo o dare disturbo al pubblico, salvo autorizzazione per iscritto dell’Autorità Amministrativa, che, di volta in volta, ne prescrive le modalità, in rapporto ad esigenze di pubblica incolumità, di sicurezza, del traffico e di nettezza urbana.


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Decoro dei centri abitati

Articolo 38

Manutenzione degli edifici

Proprietari dei caseggiati devono mantenere in buono stato di conservazione le porte delle case e dei negozi nonché gli infissi prospicienti l’esterno, gli androni e le scale. In modo particolare dovranno essere curate le inferriate dei giardini e qualsiasi altra recinzione dei medesimi.
Essi hanno, altresì, l’obbligo di provvedere ai restauri dell’intonaco ed alla rinnovazione della tinta dei rispettivi fabbricati ogni volta ne venga riconosciuta la necessità dall’Autorità comunale.
È fatto obbligo a chiunque proceda a verniciatura di porte, finestre o altro, o ad imbiancatura in genere, di apporre visibili segnali ed avvisi per evitare danni ai passanti.
I proprietari sono, inoltre, responsabili della conservazione e pulizia delle targhe dei numeri civici. Uguali obblighi incombono ai proprietari d’insegne.
Per la tinteggiatura e la ripulitura degli edifici si dovranno osservare le norme contenute nel vigente regolamento edilizio e norme di attuazione del PRGI. I proprietari dei fabbricati hanno, inoltre, l’obbligo di provvedere all’estirpamento dell’erba lungo tutto il fronte dello stabile e lungo i relativi muri di cinta per tutta la loro lunghezza e altezza.
È vietato apporre o disegnare sui muri esterni e sulle porte scritti, segni o figure, come pure insudiciare, macchiare, tingere con bombolette spray, colori, vernici o altri materiali, i muri degli edifici e le porte esterne, i monumenti ed i manufatti pubblici, nonché qualsiasi altro arredo urbano esposto a pubblica fede.
Il Sindaco disporrà per la immediata cancellazione a spese del trasgressore. Qualora si ravvisino più gravi estremi si procederà ai sensi della legge penale.

Articolo 39

Collocamento di cartelli ed iscrizioni

Salve le norme dei regolamenti sulla pubblicità e pubbliche affissioni, di quello edilizio e del Codice della Strada, il collocamento dei cartelli e delle iscrizioni di qualunque specie, anche luminose, ed in genere di ogni opera esteriore a carattere permanente o temporaneo, è subordinato all’autorizzazione comunale e potrà essere vietato a tutela della estetica cittadina, della bellezza panoramica e per rispetto all’arte ed alla storicità dei luoghi.
Sulle facciate degli edifici dichiarati di importanza monumentale, anche se di semplice interesse locale, non sarà, di regola, consentita l’apposizione di iscrizioni ed insegne.
Tuttavia potrà concedersi, caso per caso, che l’apposizione sia fatta entro l’ambito delle luci e delle porte, o, comunque, in modo tale che armonizzi col carattere artistico del fabbricato.
Nei luoghi e negli edifici predetti è vietata, altresì, l’affissione di manifesti di avvisi od, in genere, di qualunque mezzo di pubblicità.

Articolo 40

Ornamento esterno ai fabbricati; Tende su facciate di edifici
Gli oggetti di ornamento (come vasi da fiori, gabbie da uccelli, sostegni di tende, ombrelloni da sole, ecc.), posti sulle finestre o balconi, devono essere opportunamente assicurati in modo da evitarne la caduta.
Nell’innaffiare i vasi da fiori posti su finestre o balconi, si deve evitare di procurare stillicidio sul suolo pubblico o sulle abitazioni sottostanti.
È vietato utilizzare i balconi o terrazzi come luogo di deposito di relitti, rifiuti o altri materiali simili.
Fatti salvi i divieti stabiliti da norme nazionali e regionali, in ogni edificio e’ fatto divieto di collocare sulle facciate che prospettano sullo spazio pubblico o, comunque sono visibili da esso, tende con colore e caratteristiche disomogenee tra loro.
La possibilità’ di collocare tende su facciate di cui sopra e la loro tipologia devono essere stabilite dall’assemblea condominiale ovvero, ove essa non sia prevista, dalla maggioranza della proprietà.
La collocazione di tende trasparenti in materiale plastico di qualsivoglia colore sulle facciate di cui sopra non è, comunque, consentita se non rientra in un progetto unitario preventivamente autorizzato dall’ufficio comunale competente.
In occasione della richiesta dell’autorizzazione per la tinteggiatura della facciata in base al piano comunale del colore, deve essere contestualmente indicata la tipologia delle tende, decisa in base al precedente 2° comma.
Il Sindaco con proprie ordinanze può individuare strade o zone di particolare interesse architettonico o ambientale nelle quali e’ vietata la collocazione di tende sulle facciate di cui al 1° comma ovvero essa è subordinata all’autorizzazione dell’Amministrazione Comunale o al rispetto di specifiche prescrizioni.
La collocazione di tende sulle facciate dei negozi e degli esercizi pubblici situati al piano terreno (a livello strada) è oggetto di specifica autorizzazione comunale.

Articolo 41

Lavatura ed esposizione di biancheria e panni

La lavatura della biancheria, e simili non è permessa fuori dei locali e recinti privati. Il Sindaco, con propria ordinanza, può stabilire per determinate vie o zone della città il divieto di sciorinare, distendere ed appendere per qualsiasi motivo biancheria o panni fuori dalle finestre, sui terrazzi e poggioli nelle ore diurne o per l’intera giornata.

Articolo 42

Spolveramento di panni, tappeti e suppellettili
È vietato scuotere, spolverare e battere, dai balconi e dalle finestre delle abitazioni prospicienti pubbliche vie e piazze, panni, tappeti od altri oggetti simili.
Nei cortili ed anditi interni lo sbattere e spolverare sarà consentito dalle ore 8 sino alle ore 10 del mattino dal mese di novembre a febbraio e dalle 7 alle 9 nei restanti mesi.
È rigorosamente vietato sbattere o spazzolare tappeti, panni ed altri oggetti sui pianerottoli e lungo le scale di abitazione.
Le operazioni che sono consentite dal presente articolo dovranno effettuarsi, comunque, in modo da non recare disturbo al vicinato ed al pubblico, né arrecare inconvenienti igienici agli inquilini dei piani sottostanti.

Articolo 43

Rifiuti

È vietato depositare o porre in luoghi pubblici, od aperti al pubblico, pattumiere e recipienti contenenti rifiuti domestici che andranno unicamente inserirti, in idonei sacchi chiusi, negli appositi cassonetti destinati alla raccolta e non nei cestini porta rifiuti.
In considerazione della elevata valenza sociale, economica ed ecologica, le frazioni di rifiuto per le quali è prevista la raccolta differenziata devono essere conferite nei contenitori a tal fine predisposti.

 

Articolo 44

Viali e giardini pubblici Nei viali e giardini pubblici è vietato:

a) introdursi nelle parti riservate ai soli pedoni, con veicoli in genere, compresi i velocipedi, carretti, cavalli od altri animali eccettuati i cani, i quali devono essere sempre tenuti a guinzaglio e con museruola;

b) recare qualsiasi impedimento o deviazione ai corsi dell’acqua e rigagnoli;

c) passare o coricarsi nelle aiuole fiorite od erbose, sdraiarsi o sedersi sconvenientemente sulle panche o sedie;

d) guastare o lordare i sedili, danneggiare le siepi, salire sugli alberi, appendervi o appog- giarvi oggetti, scagliare contro gli stessi pietre, bastoni e simili, danneggiare o staccare rami, piante, fiori, foglie, frutti;

e) collocare sedie, baracche, panche, ceste ed altre cose fisse o mobili o comunque occupare i pubblici luoghi; f) dedicarsi a giochi che possono recare molestia pericolo o danno alle persone o che siano stati espressamente vietati dalla autorità;

g) svolgere competizioni sportive nei viali o giardini pubblici, salvo autorizzazione;

h) utilizzare gli impianti o le attrezzature destinate al gioco dei bambini da parte di chi abbia superato il limite di età stabilito con ordinanza del Sindaco.

Fatti salvi i divieti e le limitazioni previsti dal Codice della Strada, è consentito ai bambini, l’uso dei tricicli, piccole biciclette provviste di rotelline laterali posteriori stabilizzatrici, automobiline a pedale o di altri giocattoli che non arrechino disturbo o danno a persone o cose.
Le norme suddette, in quanto applicabili, valgono anche nel caso di piante, aiuole e simili esistenti nelle vie, piazze ed altre aree pubbliche della città.

Articolo 45

Vasche e fontane

È proibito gettare nelle fontane e vasche pubbliche pietre, detriti e qualsiasi altra materia solida o liquida.
È vietato valersi dell’acqua delle fontanelle pubbliche per uso che non sia strettamente connesso al consumo personale sul posto, né attingerla con tubi od altri espedienti. È vietato bagnarsi, lavarsi o effettuare altre operazioni di pulizia personale nelle vasche o presso le pubbliche fontane, o attingere, con qualunque sistema, acqua dalle pubbliche vasche.

Articolo 46

Atti contrari alla nettezza del pubblico suolo, al decoro ed alla moralità
È vietato sedersi o sdraiarsi sulla carreggiata stradale o delle piazze, sotto i portici, sulle soglie di edifici pubblici, delle chiese e delle abitazioni private. È altresì vietato, in qualsiasi circostanza salire o arrampicarsi sulle inferriate delle finestre, sui monumenti, sulle fontane, sulle colonne, sui pali della pubblica illuminazione, sulle cancellate, sui muri di cinta e simili, camminare sulle spallette dei corsi d’acqua e dei ponti. Sotto i portici, i loggiati, gli androni e le scale degli edifici aperti al pubblico è vietato dormire e compiere atti contrari alla nettezza dei luoghi, al decoro ed alla moralità. È fatto divieto, su tutto il territorio comunale, di svolgere attività dedita all’accattonaggio e a quant’altro sia finalizzato a turbare la corretta vita delle persone con condotte che non tengano conto della libertà e della quiete altrui.

Articolo 47

Terreni confinanti col suolo pubblico
I proprietari dei terreni confinanti col suolo pubblico, nel centro urbano, dovranno recingere solidamente la proprietà privata in modo che nessuno vi si possa liberamente o facilmente introdurre.
La stessa disposizione potrà essere estesa dal Sindaco anche a qualunque altra zona del territorio comunale, quando ciò sia necessario alla sicurezza, al decoro e alla morale o sia necessario nel pubblico interesse.
La recinzione deve realizzarsi, fatte salve le autorizzazioni del caso, con muratura, cancellata o altre difese stabilmente infisse al suolo e di aspetto decoroso.
È comunque assolutamente vietato di effettuare le recinzioni con filo di ferro spinato o con altri materiali che possano costituire pericolo per i passanti. Quando nei fondi o comunque nelle proprietà private, compresi condomini, situati in fregio o in prossimità di strade aperte al pubblico transito veicolare o pedonale, sono presenti alberi i cui rami si protendono sulla sede stradale, i proprietari hanno l’obbligo di provvedere alla costante regolarizzazione di fronde e rami per modo che sia sempre evitata ogni situazione compromissiva della circolazione, tanto dei veicoli quanto dei pedoni.


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Quiete pubblica

Articolo 48

Esercizio dei mestieri, arti ed industrie

Non è consentita l’attivazione di industrie, arti, mestieri rumorosi nei centri abitati. Chi esercita un’arte, mestiere o industria o esegue lavori con l’uso di strumenti meccanici deve comunque evitare disturbo alla pubblica e privata quiete.
Salvo speciale autorizzazione del Sindaco, è vietato esercitare mestieri che siano causa di disturbo o rumore superiore ai 40 db dalle ore 13 alle ore 14 e dalle ore 20 alle ore 7.
Comunque, nella vicinanza di ospedali, di scuole, di istituti di educazione, chiese, uffici pubblici, ecc. è assolutamente vietato l’esercizio di mestieri o attività qualsiasi che rechino disturbo, salvo casi di necessità contingente da autorizzarsi di volta in volta.
Il Sindaco può ordinare maggiori limitazioni, se i rumori od il disturbo possono recare particolare molestia.
I servizi tecnici competenti, su reclamo degli interessati o d’ufficio, accertano la natura dei rumori e promuovono i necessari provvedimenti del Sindaco, perché le industrie e le attività rumorose eliminino i rumori stessi o riducano l’orario di lavoro.
Nei casi di riconosciuta assoluta impossibilità della coesistenza degli esercizi di cui trattasi con il rispetto dovuto alla pubblica quiete, l’Autorità comunale può vietare l’esercizio dell’arte, dell’industria e dei mestieri rumorosi ed ordinare il trasloco degli esercizi o mestieri stessi.
Queste norme limitatrici valgono anche per coloro che esercitano mestieri o altre attività che comportino l’uso di sostanze ritenute nocive.
Fermo restando quanto previsto da norme superiori in materia di livelli delle emissioni sonore e di superamento di tali livelli, senza specifica autorizzazione comunale, non possono esercitarsi, anche temporaneamente o saltuariamente, attività lavorative che siano fonti, anche potenziali, di inquinamento acustico tra le ore 22 e le ore 6.
L’autorizzazione ad esercitare attività lavorative tra le ore 22 e le ore 6 è subordinata a preventivo parere dell’Ufficio Tecnico Comunale e dell’A.S.L. ed e’ comprensiva di tutti gli atti di consenso che le norme superiori prescrivono a tutela dell’inquinamento acustico.
Quando, per la natura delle attività, o per le caratteristiche del luogo o dell’ambiente in cui è esercitata, sia ritenuto necessario dall’Ufficio Tecnico Comunale o dall’A.S.L., il divieto di esercitare può, con provvedimento del Sindaco, essere esteso ad un arco di tempo più ampio di quello indicato nel comma 1.

Articolo 49

Impianto di macchinari

Le domande per il rilascio di concessioni edilizie relative a nuovi impianti ed infrastrutture adibiti ad attività produttive, sportive e ricreative e a postazioni di servizi commerciali polifunzionali, dei provvedimenti comunali che abilitano alla utilizzazione dei medesimi immobili ed infrastrutture, nonché le domande di licenza o di autorizzazione all’esercizio di attività produttive devono contenere una dettagliata documentazione di previsione di impatto acustico.
La domanda di licenza o utilizzazione all’esercizio delle attività di cui al comma precedente del presente articolo, che si prevede possano produrre valori di emissione superiori a quelli determinati ai sensi di legge, deve contenere le indicazioni delle misure previste per ridurre o eliminare le emissioni sonore causate dall’attività e dagli impianti.
La relativa documentazione deve essere inviata all’ufficio competente per l’ambiente del Comune ai fini del rilascio del relativo nullaosta.
Il permesso sarà revocato quando: a) si verifichino incompatibilità con le norme generali stabilite dal presente regolamento; b) non siano state osservate le norme stesse e quelle particolari prescritte caso per caso; c) siano state apportate abusivamente modificazioni nell’impianto.
Gli impianti non devono recare danno o molestia a causa del rumore propagantesi nell’aria o nei muri o in altro qualsiasi modo, né a causa di vibrazioni o scuotimenti o ripercussioni in genere.

Articolo 50

Sorgenti sonore interne agli edifici

Le sorgenti sonore interne agli edifici si distinguono in: – servizi a funzionamento discontinuo, quali gli ascensori, gli scarichi idraulici, i bagni, i servizi igienici e la rubinetteria; – servizi a funzionamento continuo, quali impianti di riscaldamento, condizionamento e aerazione.
La rumorosità prodotta dagli impianti tecnologici non deve superare i 35 dB per i servizi a funzionamento discontinuo e i 25 dB per quelli a funzionamento continuo.
Negli appartamenti di case destinate ad abitazioni civile, potranno essere usati motori per uso domestico come lucidatori, aspirapolvere, ventilatori, macchine da cucire e simili.
I lucidatori, i ventilatori e gli altri apparecchi che, azionati, producano rumori o vibrazioni che si avvertano specie nelle ore notturne, non potranno farsi funzionare prima delle ore 7.30 e dopo le ore 21.00 dal 1° aprile al 30 settembre e prima delle ore 8.00 e dopo le ore 20.00 dal 1° ottobre al 31 marzo.

Articolo 51

Funzionamento di apparecchiature nelle abitazioni

Nelle abitazioni, potranno esser usati apparecchi che producano rumore o vibrazioni di limitata entità e tali da non arrecare disturbo al vicinato.
L’Autorità comunale ha facoltà di prescrivere limitazioni nei casi particolari.
L’uso di strumenti musicali e simili deve essere sempre moderato sì da non recare molestia ai vicini.
È comunque vietato l’uso di strumenti musicali dalle 12 alle 15 e dalle 21 alle 9.
Non sono in ogni caso tollerati dalle ore 22.00 alle ore 06.00, rumori di livello tale da determinare, nell’interno delle abitazioni, sia a finestre aperte che chiuse, letture sugli apparecchi appositi di numerazione di intensità del rumore superiori a 3 dB rispetto ai “rumori di fondo” della zona.
Si intende per “rumori di fondo” la rumorosità dovuta alla normale attività del nucleo abitato ove avviene la misurazione con esclusione degli impianti o macchine da controllare (aspirapolvere, macchine da cucire, etc.)
La stessa tolleranza massima di 3 dB è stabilita anche rispetto al rumore di fondo notturno nelle ore del riposo, dalle 22.00 alle 06.00.

Articolo 52

Rumori nei locali pubblici e privati

Nei locali pubblici e privati è vietato produrre o lasciare produrre rumori o suoni di qualsiasi specie che possano recare, comunque, disturbo ai vicini.
Il livello di pressione sonora nei luoghi di intrattenimento danzante, ivi compresi i circoli privati a ciò abilitati, o di pubblico spettacolo, in ambito chiuso o aperto non deve superare il valore di 103 dB(A)L ¯¯ASmax e 95 dB(A) L¯¯Aeq.
I limiti di cui al comma precedente sono riferiti al tempo di funzionamento dell’impianto elettroacustico di diffusione sonora nel periodo di apertura al pubblico.
Al gestore dei luoghi di cui sopra è fatto obbligo: – del rispetto dei livelli di pressione sonora previsti; – di dotarsi di sistema di registrazione del livello di pressione sonora all’interno dei locali; – dotarsi di sistema di controllo automatico del livello pressione sonora all’interno dei locali.

Articolo 53

Uso di strumenti sonori

È vietato l’uso di sirene o di altri strumenti sonori.
Negli stabilimenti industriali l’uso delle sirene è consentito per la segnalazione dell’orario di inizio e di cessazione del lavoro.
In ogni caso, il Sindaco, tenuto conto delle circostanze, ha facoltà di disciplinare l’uso degli strumenti o macchine che emanino suoni e rumori dalle pubbliche strade e che, per la loro insistenza e tonalità, siano tali da arrecare inconvenienti o disturbi al riposo od al lavoro dei cittadini.
È autorizzata dal Comando di polizia Municipale la pubblicità fonica, soggetta al pagamento di specifica imposta da effettuarsi contestualmente presso la concessionaria, con le seguenti limitazioni: – gli altoparlanti devono, in ogni caso, essere usati a volume moderato e comunque il loro livello sonoro non deve superare i limiti massimi di esposizione al rumore fissati da apposito decreto ministeriale.
(comunque non oltre 80 dB nel raggio massimo di tre metri); – è fatto divieto di trasmissione nelle vicinanze di ospedali o cliniche nonché nelle vie del centro urbano di larghezza inferiore a tre metri; – i veicoli devono mantenere una velocità adeguata alla necessità del traffico e comunque tale da non recare intralcio al normale scorrimento dello stesso; – la pubblicità fonica fuori dai centri abitati è consentita dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.30 alle ore 19.30; nei centri abitati devono essere escluse le trasmissioni nelle cosiddette “ore di punta” e, pertanto, nei giorni feriali esse possono essere consentite tra le ore 9.00 e le ore 12.00 e tra le 16.30 e le 18.00. – nei giorni festivi possono essere diffusi unicamente messaggi di pubblico interesse, disposti dall’autorità di pubblica sicurezza o dal Sindaco, nonché messaggi di candidati a cariche pubbliche, per tutto il tempo della campagna elettorale con previa autorizzazione.
È fatto divieto alla concessionaria pubblica e ai concessionari privati per la radiodiffusione sonora e televisiva di trasmettere sigle e messaggi pubblicitari con potenza sonora superiore a quella ordinaria dei programmi. Per la pubblicità elettorale si applicano le disposizioni previste da apposita normativa.
Chi effettua la pubblicità fonica deve sempre avere al seguito l’autorizzazione e la ricevuta di pagamento dell’imposta.

Articolo 54

Carico, scarico e trasporto merci che causano rumori

Dalle ore 21 alle ore 7, nelle vicinanze delle abitazioni, le operazioni di carico e scarico merci, derrate, ecc., contenute in casse, bidoni, bottiglie, ecc., devono effettuarsi con estrema cautela in modo da non turbare la quiete pubblica.
Il trasporto di lastre, verghe o spranghe metalliche deve essere effettuato in modo da attutirne quanto più possibile il rumore.

Articolo 55

Venditori e suonatori ambulanti

Tutte le persone di cui al presente articolo devono sospendere l’attività nel seguente orario: dalle ore 13 alle ore 15 e dalle ore 20 alle ore 8.
I suonatori ambulanti, anche se regolarmente autorizzati, non possono suonare nei pressi di scuole, chiese, caserme, ospedali, uffici pubblici od in altri luoghi dove possono costituire disturbo per chi lavora, studia od è ammalato.
Non possono soffermarsi nel medesimo posto più di 15 minuti, né successivamente a meno di 500 metri dal posto precedente.
Gli esercenti il mestiere di cantante, suonatore ambulante, saltimbanco, prestigiatore e simile, devono munirsi delle prescritte autorizzazioni e debbono attenersi alle disposizioni che saranno loro impartite, anche verbalmente, dalla polizia Municipale.
Ai venditori, dovunque autorizzati, è vietato reclamizzare la merce ad alta voce e di fare uso di mezzi sonori o di altri sistemi arrecanti molestia.

Articolo 56

Spettacoli e trattenimenti: schiamazzi, grida e canti sulle pubbliche vie

Sono vietate le grida, gli schiamazzi ed i canti nelle vie e piazze, tanto di giorno che di notte.
I titolari delle licenze prescritte dalle leggi di pubblica sicurezza per l’esercizio della attività di pubblico spettacolo o di pubblico trattenimento, i titolari degli esercizi pubblici di somministrazione, i titolari delle licenze di esercizio per spettacoli o trattenimenti pubblici ed i titolari di sale pubbliche per biliardi od altri giochi leciti devono assicurare che i locali nei quali si svolge l’attività siano strutturati in modo tale da non consentire a suoni e rumori di essere uditi all’esterno tra le ore 22 e le ore 8.
Ai soggetti di cui al comma 1 è fatto obbligo di vigilare affinché, all’uscita dai locali, i frequentatori evitino comportamenti dai quali possa derivare pregiudizio alla quiete pubblica e privata.
Le licenze per lo svolgimento di spettacoli o trattenimenti in luoghi aperti devono indicare prescrizioni ed orari volti ad evitare pregiudizio alla quiete pubblica e privata.
I concertini e/o trattenimenti musicali potranno effettuarsi solamente 2 volte alla settimana (a scelta del titolare dell’esercizio) fino alle ore 0,30 nei giorni feriali e fino alle ore 1,00 il venerdì, il sabato e i prefestivi.
I locali non ubicati in condomini di civile abitazione o in edifici turistico-ricettivi sono autorizzati ad effettuare i concertini e/o trattenimenti musicali sino alle ore 1,00 anche durante i giorni feriali.
Durante l’orario di apertura dei pubblici esercizi è consentito il funzionamento degli apparecchi sonori (TV, video, radio, mangianastri, filodiffusione, juke-box, ecc.) sino alle ore 0,30, alla condizione che gli apparecchi funzionino con tonalità moderate, dopo tale ora, fino alla chiusura solo come sottofondo, e comunque tali da non causare disturbi alla quiete pubblica.
L’Autorità competente, per motivate esigenze di interesse pubblico od in presenza di disturbo della quiete pubblica indotto dal pubblico esercizio o dai suoi avventori sia all’intero o al di fuori del medesimo o in caso di reiterata inosservanza degli orari stabiliti con ordinanza sindacale, ha facoltà di ridurre l’orario scelto dall’esercente per un periodo anche indeterminato (e comunque non inferiore ad un anno), fatta salva la fascia oraria di apertura obbligatoria.

Articolo 57

Suono delle campane

Il suono delle campane è proibito dalle 22.00 alle 06.00, fatta eccezione per l’annuncio delle funzioni prescritte dai riti religiosi. Comunque nelle prime ore della giornata e nella serata le campane stesse potranno essere suonate con suono sommesso.

Articolo 58

Sale da ballo, cinema e ritrovi

Le sale da ballo, il cinema e i ritrovi devono essere muniti di autorizzazione del Sindaco ed attivati in modo tale che i suoni non possano essere percepiti all’esterno.
Qualora fossero gestiti all’aperto, il Sindaco, nel concedere l’autorizzazione, accerta che l’attività non rechi disturbo alla quiete pubblica, impartendo e prescrivendo tutte le condizioni del caso.

Articolo 59

Dispositivi acustici antifurto

Fermo restando quanto in proposito prescritto dal Codice della Strada, i proprietari di veicoli sui quali sia stato installato un dispositivo acustico antifurto devono tarare il medesimo affinché il segnale acustico non superi i limiti fissati dalle disposizioni vigenti. Il segnale non deve, comunque, superare la durata complessiva di tre minuti primi, ancorché sia intermittente.
La disposizione del comma precedente vale anche per i dispositivi acustici antifurto installati in abitazioni, uffici, negozi, stabilimenti salvo che per la durata del segnale che non può, in alcun caso, superare i quindici minuti primi.

Articolo 60

Carovane di nomadi

La sosta di carovane di nomadi non è consentita non essendovi aree opportunamente attrezzate, esclusi i casi di calamità. Ai nomadi è vietato transitare con i loro carri e baracconi per le vie del centro della città.
Essi dovranno percorrere le strade periferiche.
Le soste potranno essere consentite, negli spazi che saranno di volta in volta predisposti e igienicamente attrezzati dall’Autorità Comunale, quando servano come abitazione a persone o facciano parte di parchi divertimento autorizzati.


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Norme di sicurezza negli centri abitati

Articolo 61

Sostanze liquide esplosive, infiammabili e combustibili; impianti di g.p.l. per uso domestico. Criteri di sicurezza

Salvo quanto espressamente disposto dalla legislazione e dalle norme speciali in materia, è vietato tenere nell’abitato materiali esplodenti, infiammabili e combustibili per l’esercizio della minuta vendita, nonch?epositi di gas di petrolio liquefatti, senza autorizzazione dell’Autorit?omunale.
Agli effetti del presente articolo sono considerati combustibili, oltre a quelli propriamente detti, quali la legna da ardere, carboni ed oli combustibili, anche il legname in opera, fieno, paglia, carta, cartoni, cotone, canapa, lino, sparto, iuta, fili vegetali in genere, sughero, tessuti, materiale da imballaggio, zolfo, caucci?mme elastiche, plastiche e derivati.
Ai sensi della Circolare numero 78 in data 14/07/1967, div. II, Sez. I/Prev., prot. N. 24656/4106, del Ministero dell’Interno, Direzione generale della protezione civile e dei servizi antincendio, l’installazione di impianti di g.p.l. per uso domestico ?ubordinata al rispetto dei seguenti criteri: a) installazione all’esterno del locale nel quale si trova l’apparecchio di utilizzazione; b) protezione della tubazione fissa metallica, nell’attraversamento delle murature, con guaina metallica aperta verso l’esterno e chiusa ermeticamente verso l’interno.
Tale tubazione deve essere munita di rubinetti di intercettazione del flusso.
La tubazione flessibile di collegamento tra quella fissa e l’apparecchio utilizzatore dovr?ssere realizzata con materiale resistente all’usura e all’azione chimica del g.p.l. Le giunzioni del tubo flessibile, sia alla tubazione fissa che all’apparecchio utilizzatore, devono essere eseguite con accuratezza in modo da evitare particolare usura, fuga di gas e possibilit? di sfilamento del tubo stesso.

Articolo 62

Requisiti dei depositi e dei locali di vendita di combustibili

I depositi ed i luoghi di vendita di combustibili, solidi, liquidi o gassosi devono essere a piano terreno, con ingresso dalla pubblica via o dal cortile.
Di norma, i depositi e magazzini di capienza superiore ai 1000 mc. dovranno essere tenuti fuori dal centro abitato.
Per i depositi e magazzini di minore entit? consentita l’attivazione anche nell’interno dell’abitato se i locali siano provvisti di fitta rete metallica alle finestre e coperti da volta reale, con pareti e soffitta di strutture incombustibile, o resi resistenti al fuoco con efficaci rivestimenti.
Le aperture di comunicazione con i locali di abitazione devono essere opportunamente riparate.

Articolo 63

Detenzione di combustibili in case di abitazione od altri edifici

Nei sotterranei di case di abitazione sarà concessa la sola detenzione di combustibili strettamente necessari per il riscaldamento del fabbricato e per gli usi domestici degli inquilini o per forni di pane, pasticcerie o simili, a condizione che i sotterranei abbiano pareti, soffitti e porte di materiale resistente al fuoco e non siano in diretta comunicazione con scale di disimpegno di locali di abitazione.
Vietato costituire ammassi di materiale da imballaggio di carta straccia e simili.
I combustibili di qualunque genere non dovranno mai essere appoggiati alle pareti nelle quali sono ricavate canne fumarie.
Le finestre ed aperture dei sotterranei verso gli spazi pubblici devono essere munite di serramenti e vetri e di reticolati in ferro a maglia fitta, cos?a impedire il gettito di incentivi infiammabili.
Nei solai sono vietati depositi di combustibili o di qualsiasi altra materia di facile combustione.
Nelle scale, nei corridoi e ballatoi di disimpegno di abitazioni non si possono depositare materiali facilmente combustibili, materiali di imballaggio, casse o altri ingombri che ostacolino il passaggio alle persone.
Come norma di prevenzione antincendio dovranno essere osservate le seguenti prescrizioni: a) le bombole di gas d’uso domestico dovranno essere installate all’esterno dei locali ove trovasi l’apparecchio di utilizzazione e contenute in nicchie non comunicanti con l’interno del locale ed aerate direttamente verso l’esterno; b) le tubazioni fisse in metallo, nell’attraversamento delle murature, dovranno essere protette con guaina metallica aperta verso l’esterno o chiusa ermeticamente verso l’interno; c) le tubazioni dovranno essere munite di rubinetti di intercettazione del flusso ed aver giunto flessibile di collegamento tra quella fissa e l’apparecchio utilizzatore realizzati con materiale resistente all’usura e all’azione del gas di produzione chimica.
Le aggiunzioni del tubo flessibile, sia alla tubazione sia all’apparecchio utilizzatore, dovranno essere eseguite con accuratezza in modo da evitare fuga di gas e possibilità?i sfilamento del tubo stesso; d) per evitare la fuoriuscita del gas o di petroli liquefatti, in caso di spegnimento della fiamma, dovranno essere applicati adatti dispositivi di sicurezza che ne interrompono il flusso.

Articolo 64

Uso di fiamma libera – Accensione falò

Assolutamente vietato: a) l’uso di fiamme libere per la ricerca di fughe di gas anche se in luoghi aperti; b) riscaldare la cera naturale e artificiale, specialmente se in miscela con acquaragia, sopra fiamma libera o focolare; tale riscaldamento dovrà essere fatto a bagnomaria con acqua calda; c) fornire di alcol, petroli e benzine le lampade e i fornelli, mentre sono accesi od in vicinanze di fiamme libere.
Su tutto il territorio comunale chiunque proceda all’accensione di fuochi deve usare le necessarie cautele, utilizzando spazi vuoti previamente ripuliti da ogni materiale infiammabile, formando opportuni ripari per impedire dispersioni delle braci o di scintille e curando la completa estinzione del fuoco prima di abbandonare il sito.
Dal 1° novembre al 30 aprile comunque vietata in tutti i terreni boscati o cespugliati, ed entro i 100 metri da essi, l’accensione di fuochi o l’esecuzione di operazioni che possano creare possibilità di incendio.
Nei campi e nei boschi  è vietato dare fuoco alle stoppie prima del 15 agosto e ad una distanza inferiore ai 100 metri da case, edifici, siepi, piantagioni, mucchi di paglia, di fieno e simili, o da depositi di materiali infiammabili o combustibili.
Anche quando è stato acceso il fuoco nel tempo e nei modi previsti, devono essere adottate tutte le cautele necessarie alla difesa della proprietà altrui, e chi ha acceso il fuoco deve assistervi con l’aiuto di quante altre persone siano necessarie.
Analogamente vietato dare fuoco alle stoppie od accendere comunque fuochi nelle vicinanze di linee ferroviarie senza adottare le cautele necessarie alla difesa della sede ferroviaria e delle sue pertinenze.
Chi scopre un incendio è tenuto a darne immediato avviso all’autorità In caso di incendio nessuno può fiutarsi di prestare quei servizi e soccorsi di cui fosse richiesto dalle competenti autorità Torna all’Indice Articolo 65 Accensione di polveri, liquidi infiammabili e fuochi artificiali.
Nell’ambito dell’abitato nessuno può senza speciale autorizzazione, accendere polveri o liquidi infiammabili, fuochi artificiali, simili o fare spari in qualsiasi modo o con qualunque arma. Oppure proibito gettare in qualsiasi luogo di pubblico passaggio, fiammiferi od altri oggetti accesi.

Articolo 66

Strumenti da taglio

È vietato attraversare luoghi abitati con falci, scuri, coltelli od altri strumenti da taglio o di ferri acuminati non opportunamente smontati, o protetti alle estremità con opportuni ripari, allo scopo di impedire il pericolo di danno ai passanti.
È in ogni caso vietato esporre fuori dalle vetrine falci e strumenti taglienti.

Articolo 67

Trasporto di acque gasate e di seltz

I veicoli per il trasporto di sifoni con acqua di seltz o simili, devono essere coperti con robusta e sufficiente ampia rete metallica o con copertone avente gli stessi requisiti ad evitare qualsiasi pregiudizio alla pubblica incolumit?per il caso di accidentali esplosioni dei recipienti trasportati.

Articolo 68

Manutenzione dei tetti, dei cornicioni e dei canali di gronda negli edifici
I tetti, i cornicioni, i fumaioli, le balconate, i terrazzi e simili dovranno essere mantenuti in buono stato e convenientemente assicurati in modo da evitare qualsiasi caduta di tegole, lastre, pietre o altro materiale.
O fatto obbligo ai proprietari di edifici di impedire gocciolamento di acqua o neve dai tetti o dai canali di gronda su suolo pubblico.
In caso di non ottemperanza ad eventuali prescrizioni, dettate dall’Ufficio Tecnico comunale per la manutenzione, i lavori potranno essere eseguiti d’ufficio con rivalsa delle spese.

Articolo 69

Manutenzione di aree di pubblico transito

Qualunque guasto o rottura, che si verifichi sul pavimento o griglie o telai dei portici o marciapiedi di proprietà riservata soggetta a pubblico passaggio, deve essere prontamente riparato a cura e spese del proprietario il quale deve, comunque, segnalare il guasto all’Autorità comunale.
Uguale obbligo ?atto agli utenti di griglie, telai, botole e simili esistenti sul luogo pubblico.

Articolo 70

Segnalazione e riparazione di opere in costruzione
Chiunque esegue lavori o deposita materiali sulle aree destinate alla circolazione o alla sosta di veicoli e di pedoni, deve adottare gli accorgimenti necessari per la sicurezza e la fluidità della circolazione e mantenerli in perfetta efficienza sia di giorno che di notte.
Deve provvedere a rendere visibile, sia di giorno che di notte, il personale suddetto ai lavori esposto al traffico dei veicoli.
I ponteggi di servizio dei cantieri edili dovranno essere costruiti solidamente ed a doppia impalcatura; il ponte di lavoro sarà cinto in modo da impedire che possa cadere materiale qualsiasi.
Amministrativa che stabilirà di volta in volta, le cautele necessarie.

Articolo 71

Ripari ai pozzi, cisterne e simili

I pozzi, le cisterne e simili devono avere le bocche e le sponde munite di parapetto con sportello ordinariamente chiuso ed altri ripari atti e capaci di impedire che vi cadano persone, animali, oggetti e materiali qualsiasi.

Articolo 72

Illuminazione dei portici, delle scale e degli anditi

I portici, le scale, gli anditi dei caseggiati e di qualsiasi edificio privato e tutte le località private di libero accesso al pubblico, nessuna eccettuata, dovranno essere, nelle ore notturne, convenientemente illuminati.
Ove non siano illuminati dovranno essere chiusi per la notte.


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Disposizioni sugli animali

Articolo 73

Disposizioni riguardanti gli animali nei centri abitati 

Vietato tosare, ferrare, strigliare, lavare animali sul suolo pubblico o aperto al pubblico passaggio.
Per lo smaltimento delle carcasse animali si procederà nel seguente modo: – quando si tratti di animali di piccola taglia o di affezione si seguirà quanto previsto dai regolamenti comunali; – quando si tratti di animali di grossa taglia conferendoli alle imprese specializzate.
Il tutto dovrà avvenire comunque sotto la supervisione dei veterinari della competente A.S.L. Fatto salvo quanto previsto dalle norme vigenti fatto divieto di abbandonare su suolo pubblico alimenti ed i relativi contenitori destinati all’alimentazione delle colonie feline.
Su suolo pubblico o aperto al pubblico sempre e comunque vietato alimentare i volatili e abbandonare alimenti ed i relativi contenitori all’uopo destinati.
Vietato il foraggiamento degli animali in luoghi pubblici, aperti al pubblico o, comunque, di pubblico transito, fatta eccezione per le zone destinate a fiere per gli animali.
Salvo quanto disposto dalla legge sanitaria e dal regolamento locale d’igiene, oltre che dal Codice della Strada, vietato lasciar vagare entro l’abitato qualsiasi specie di animale da cortile e da stalla, come pure tenere nei luoghi pubblici od aperti al pubblico nelle terrazze, nei poggioli e cortili, gli animali di cui sopra con o senza gabbione.
Eventuali deroghe potranno essere autorizzate dal Sindaco che ne stabilirà limiti e le condizioni, limitatamente alle frazioni e borghi prevalentemente rurali.
Il transito di gruppi di animali potrà essere effettuato sotto adeguata custodia e previa autorizzazione del Sindaco, che indicherà le strade da percorrere e le modalità a adottare.
Fatto obbligo altresì conduttori dei cani di evitare che essi sporchino il suolo pubblico e di provvedere, altrimenti, a rimuovere gli escrementi con idonea attrezzatura e depositarli nei pubblici raccoglitori dei rifiuti solidi o se presenti negli appositi raccoglitori .
Agli stessi conduttori fatto obbligo di mostrare, su richiesta degli Agenti preposti ai controlli, idonea attrezzatura di cui al comma precedente, che dovrà sempre essere portata in luoghi pubblici ogni qualvolta si condurranno animali domestici, ed il tatuaggio dell’animale.
Il Sindaco può comunque vietare, nonostante l’osservanza di tutte le precedenti prescrizioni, la conduzione di animali domestici in determinate zone o luoghi della città

Articolo 74

Trattamento degli animali

Allo scopo di garantire il benessere degli animali:

– Vietato causare loro dolore o sofferenza;
– Sono vietati spettacoli, gare e rappresentazioni pubbliche o private che comportano loro maltrattamenti o sevizie; – Vietato abbandonare gli animali da affezione.
– Vietato detenere animali che non si possono adattare alla cattività
– Vietato detenere animali da affezione in numero o condizioni tali da causare problemi di natura igienica o sanitaria, ovvero da recare pregiudizio al benessere degli animali stessi.
– Vietato condurre cani nelle chiese, cimiteri, teatri, arene e luoghi destinati a funzioni religiose o a pubblici spettacoli.

I cani vaganti non tatuati catturati, se non considerati pericolosi dall’autorità sanitaria, non possono essere soppressi e devono essere immediatamente tatuati; se non reclamati entro il termine di 60 gg. possono essere ceduti a privati o ad associazioni protezionistiche, previo trattamento profilattico contro la rabbia, l’echinococcosi e altre malattie trasmissibili.

I cani vaganti catturati, regolarmente tatuati, sono restituiti al proprietario o al detentore.
Anche i cani custoditi nei cortili delle abitazioni devono essere muniti di tatuaggio per ovvie ragioni di controllo da parte delle autorità comunali.

Articolo 75

Bestie macellate e trasporto carni

Salvo quanto prescritto dalle leggi e da regolamenti in materia igienico-sanitaria e veterinaria vietato esporre fuori dalle botteghe bestie macellate, interiora ed altre parti di animale.
Il trasporto delle carni macellate deve essere eseguito a mezzo di carri o recipienti coperti, autorizzati dal competente Ufficio veterinario ed in modo da evitare alla vista del pubblico oggetti, attrezzi o vestiti macchiati di sangue.

Articolo 76

Detenzione di cani o altri animali nelle abitazioni

Vietata, nei centri abitati del Comune, la detenzione in abitazioni, stabilimenti, negozi, magazzini, cortili e giardini, di cani o di altri animali che disturbino, specialmente di notte, con insistenti e prolungati latrati, con guaiti o altrimenti, la pubblica quiete.
I cani da guardia, dovranno essere tenuti in modo da non aggredire o mordere chicchessia.
Nel caso sopraddetto, gli Agenti di polizia Municipale, oltre ad accertare la trasgressione a carico del proprietario o del detentore, lo diffideranno ad attenersi in futuro alle disposizioni di cui sopra e, se del caso, a ricercare ogni possibile rimedio atto ad evitare che l’animale rechi disturbo.
Ove la diffida non venga osservata l’animale potrà essere sequestrato ed affidato alle strutture di accoglienza canina.

Articolo 77

Animali pericolosi – Cani
Tutti gli animali che costituiscono pericolo per l’incolumità dei cittadini non potranno essere introdotti in città e non trasportati su idonei veicoli e con ogni precauzione atta ad impedirne la fuga ed ogni pericolo di danno alle persone e seguendo l’itinerario più breve per raggiungere i luoghi di destinazione.
I cani, di qualunque razza o taglia, non possono circolare od essere introdotti in luoghi aperti al pubblico senza essere muniti di museruola a paniere e del prescritto tatuaggio.
I cani di alta taglia in genere, specie i bulldog, i danesi, i lupi ed altri di razza mastina devono, inoltre, essere tenuti a guinzaglio.
Dovranno, altresì essere tenuti al guinzaglio con museruola e non potranno mai essere abbandonati quei cani che abbiano l’indole di incutere spavento o dare molestia alle persone o notoriamente aggressivi.
I cani circolanti senza le opportune cautele, di cui al comma precedente, saranno affidati alle apposite strutture di accoglienza, in sequestro per 10 giorni, trascorsi i quali senza che siano reclamati dal proprietario potranno essere eliminati, se considerati pericolosi, secondo le istruzioni del veterinario dell’A.S.L. competente.
Sono a carico dell’eventuale proprietario reclamante tutte le spese del mantenimento oltre il pagamento della sanzione pecuniaria.
Gli animali feroci come tigri, leoni ecc., dovranno essere trasportati in solide gabbie chiuse da ogni lato, in modo da evitare che possano offendere i passanti anche soltanto con le zampe e gli artigli.
Tale precauzioni sono necessarie anche se si tratta di animali addomesticati.


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Cortei e manifestazioni

Articolo 78

Stemma del Comune

È vietato usare lo stemma del Comune e la denominazione di uffici e servizi comunali, senza autorizzazione.


Articolo 79

Cortei funebri

Fatto salvo quanto già previsto nel regolamento servizi trasporti funebri i cortei dovranno rispettare le eventuali particolari disposizioni dell’Autorità, i divieti imposti, la segnaletica stradale, sino a raggiungere il luogo dove il corteo deve essere sciolto.


Articolo 80

Processioni – Manifestazioni

Le processioni o altre manifestazioni religiose che prevedono cortei di persone o di autoveicoli, dovranno seguire gli itinerari preventivamente concordati con il Comando di polizia Municipale e comunque non in contrasto con la segnaletica vigente nel Comune.
Chiunque promuova manifestazioni per le quali sia necessaria l’occupazione, con strutture ed impianti, di aree o spazi pubblici o di uso pubblico, è tenuto a presentare al Sindaco richiesta di autorizzazione, da sottoporre all’insindacabile giudizio dei competenti uffici comunali, con allegata la documentazione relativa a:

– modalità di occupazione;
– strutture che si intende utilizzare;
– impianti elettrici;
– modalità di smaltimento dei rifiuti.
L’accoglimento delle richieste di autorizzazione per manifestazioni che riguardino parchi e giardini pubblici, isole pedonali e aree di particolare interesse ambientale è subordinato al parere favorevole del competente ufficio comunale.
In presenza di una pluralità di richieste riferite, per lo stesso periodo, allo stesso luogo, l’Amministrazione valuterà l’assegnazione in base, oltre che all’ordine cronologico di presentazione delle domande, anche all’esigenza di assicurare un criterio di rotazione che consenta la più ampia fruibilità del territorio.
L’istanza e la documentazione allegata devono essere presentate almeno trenta giorni prima della data prevista per l’inizio dei lavori di allestimento.
Durante lo svolgimento della manifestazione autorizzata, il rappresentante dei promotori deve essere sempre presente o comunque facilmente reperibile e deve costantemente vigilare affinché siano rigorosamente rispettate le prescrizioni impartite nel caso specifico a tutela dell’igiene e della sicurezza pubblica, con particolare riferimento ai limiti posti per evitare l’inquinamento acustico.
Tutte le manifestazioni devono essere attrezzate con idonei servizi igienici di uso pubblico gratuito, gestiti dal concessionario del suolo.


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Esercizi commerciali

Articolo 81

Classificazione degli esercizi commerciali

L’attività commerciale si fonda sul principio della libertà di iniziativa economica privata, ai sensi dell’articolo 41 della Costituzione ed è esercitata nel rispetto dei principi contenuti nella legge 10/10/1990, n. 287, recante norme per la tutela della concorrenza e del mercato.
Si richiama la classificazione degli esercizi commerciali così come prevista dall’articolo 4 del D. Lgs. 114/98 e confermata dalla L.R. 28/99 e recepita nella normativa di adeguamento del Piano Regolatore Generale sopra richiamata, per una più agevole e coordinata lettura.
Si rimanda, per quanto non riportato, ai testi normativi citati:
esercizi di vicinato: esercizi commerciali aventi superficie di vendita non superiore a 250 mq.; medie strutture di vendita: esercizi commerciali aventi superficie di vendita superiore a 250 mq. e fino a 2.500 mq.; grandi strutture di vendita: esercizi commerciali aventi superficie di vendita superiore a 2.500 mq.; centro commerciale: struttura fisico-funzionale concepita e organizzata unitariamente, a specifica destinazione ad uso commerciale, costituita da almeno due esercizi commerciali al dettaglio, fatta salva la deroga di cui all’articolo 7, comma 2, della D.C.R. n. 563 – 13414.
Nel centro commerciale sono ammesse solo le tipologie distributive consentite nella tabella di compatibilità territoriale di sviluppo, così come prevista all’articolo 17 delle disposizioni regionali, considerando la stessa zona di insediamento commerciale.

Articolo 82

Requisiti per l’esercizio del commercio
Il commercio al dettaglio disciplinato dal D. Lgs. 114/98 è articolato in due settori: alimentare e non alimentare.
Per l’esercizio dell’attività di commercio di prodotti alimentari è richiesto il possesso dei requisiti morali e professionali di cui all’articolo 5 del D. Lgs. 114/98.
Per il commercio di prodotti non alimentari, è richiesto il possesso dei soli requisiti morali di cui allo stesso articolo La perdita dei requisiti suddetti nel corso di svolgimento dell’attività comporta la revoca dell’autorizzazione e la chiusura dell’esercizio di vicinato.
Ai fini delle necessarie verifiche di accertamento del rispetto del comma precedente, si precisa quanto segue:
Requisiti morali:
nelle imprese individuali, i requisiti morali devono essere posseduti dal titolare; nelle società in nome collettivo da tutti i soci; nelle società in accomandita semplice dai soci accomandatari; nelle società di capitali, cooperative, enti e associazioni, dal legale rappresentante e nelle società estere da chi le rappresenta in Italia; la condanna per i reati indicati all’art. 5 del D. Lgs. 114/98, emessa con la annotazione di “non menzione”, è ostativa, a tutti gli effetti, ai fini dell’esercizio dell’attività commerciale; l’attestazione dell’esito positivo dell’affidamento in prova al servizio sociale documentato nei modi di legge è equiparabile alla riabilitazione; l’applicazione della pena su richiesta dell’imputato (patteggiamento) per i reati indicati dall’art. 5 del D. Lgs. 114/98, è comunque ostativa all’esercizio dell’attività commerciale.
Qualora il soggetto interessato che ha patteggiato la pena non commetta un delitto ovvero una contravvenzione della stessa specie di quelle oggetto del patteggiamento, rispettivamente entro cinque anni in caso di delitto, o di due anni in caso di contravvenzione, il reato è da considerare estinto, e, pertanto, non è necessario chiedere ed ottenere la riabilitazione.
Ai fini dell’esercizio dell’attività commerciale, l’effetto estintivo non si produce se la persona, nei cui confronti è stata applicata la pena, pecuniaria o detentiva, si sottrae volontariamente alla sua esecuzione; l’accertamento dei requisiti morali per l’esercizio del commercio viene fatto d’ufficio dal Comune, richiedendo il certificato generale al Casellario Giudiziale della Procura della Repubblica; una persona, già dichiarata fallita, per poter gestire un’attività commerciale, ha necessità di ottenere sempre la riabilitazione civile o la revoca della dichiarazione del fallimento.

Requisiti professionali:
può esercitare l’attività di commercio di generi alimentari:

a) chi abbia frequentato con esito positivo gli appositi corsi istituiti o riconosciuti dalla Regione;

b) chi abbia frequentato con esito positivo gli appositi corsi riconosciuti da altre regioni ex D. Lgs. 114/98;

c) chi sia stato iscritto dal R.E.C. nell’ultimo quinquennio per i gruppi merceologici riferiti al commercio di generi alimentari;

d) chi, pur non avendo ottenuto l’iscrizione al R.E.C., avesse comunque superato con esito favorevole le prove di idoneità già previste per l’iscrizione al R.E.C.;

e) chi abbia acquisito il requisito della cosiddetta “pratica commerciale”; per l’accertamento di questo requisiti si terrà conto delle seguenti indicazioni:
i due anni di esercizio della pratica commerciale previsti per il riconoscimento del requisito, possono anche essere stati maturati con attività non continuativa, es. attività stagionale, ecc., purché opportunamente documentata.

La pratica commerciale può inoltre essere ritenuta valida anche se acquisita presso imprese che esercitano attività stagionale, a condizione che si dimostri che si è operato per periodi di tempo pari complessivamente a 24 mesi o 730 giorni; sono da ritenere compresi coloro che hanno svolto un’attività di vendita come conseguenza di un’attività produttiva; possono pertanto essere ricompresi gli industriali, gli artigiani, i produttori agricoli; non sono da ritenere comprese le attività di servizio né l’attività di vendita svolta nell’ambito della attività della somministrazione (art. 5, comma 4, L. 287/91); si ritiene che abbiano esercitato in proprio non solo i titolari di ditta individuale, ma anche coloro che sono stati soci legali rappresentanti di una delle società previste dal codice civile.
Il regolare esercizio dell’attività verrà accertato acquisendo la visura dal Registro delle Imprese presso la C.C.I.A.A. e verificando l’effettivo esercizio dell’attività attraverso la regolare iscrizione all’INPS o all’INAIL; fornisce requisito professionale anche la dipendenza qualificata di addetto alla vendita o all’amministrazione presso ditte industriali – artigiane, ecc. Sarà verificato che il medesimo sia “qualificato”, secondo quanto prevede il relativo contratto collettivo di lavoro di categoria; non possono considerarsi qualificati gli apprendisti e coloro che hanno maturato l’esperienza professionale con un contratto di formazione – lavoro.
L’interessato può autocertificare questi requisiti, ma d’ufficio verrà comunque acquisita fotocopia del libretto di lavoro o di alcune buste paga per gli eventuali controlli; costituisce infine requisito la pratica in qualità di familiare coadiutore, acquisita presso le tipologie di imprese prima indicate.
Questo tipo di pratica è verificata attraverso l’iscrizione agli appositi elenchi; si considera in possesso del requisito professionale anche l’agente o rappresentante di commercio nel settore alimentare: in questo caso, oltre alle risultanze del Registro delle Imprese, sarà verificata la regolare iscrizione del medesimo al Ruolo Agenti presso la C.C.I.A.A.
Non sono ritenuti idonei, ai fini dell’accertamento dei requisiti, i titoli di studio.

Articolo 83

Pubblicità dei prezzi

Per tutti i prodotti esposti, per la vendita al dettaglio, nei luoghi indicati dall’articolo 14, comma 1, del D. Lgs. 114/98, deve essere indicato il prezzo di vendita al pubblico.
La pubblicizzazione del prezzo può avvenire con l’uso del mezzo ritenuto più idoneo dall’esercente interessato, a condizione, peraltro, che il sistema utilizzato permetta all’utente di leggere sempre, in maniera chiara ed inequivocabile, l’effettivo prezzo di vendita al pubblico della merce esposta.

Articolo 84

Consumo di prodotti alimentari nei negozi di vicinato
Negli esercizi di vicinato abilitati alla vendita di prodotti appartenenti al settore alimentare è consentito il consumo diretto ed immediato sul posto dei prodotti di gastronomia a condizione che non venga effettuato un apposito servizio di somministrazione e non vengano collocate nel locale di vendita attrezzature finalizzate a permettere o favorire la consumazione sul posto dei prodotti.
Si fa servizio di somministrazione se vengono predisposte liste o “menù”, dei prodotti offerti, con relativi prezzi, se vengono raccolte o registrate le ordinazioni e fatto servizio ai tavoli con portate di alimenti e/o bevande.
Per attrezzature finalizzate alla somministrazione si intende un qualsiasi elemento di arredo che sia appositamente collocato nel punto di vendita per consentire o favorire la consumazione dei prodotti sul posto come tavoli, sedie, banchi, panche, scaffe murali e simili.
Non sono tali eventuali piani di appoggio sistemati nell’esercizio per consentire di collocarvi i contenitori di alimenti e bevande, dopo l’uso.

Articolo 85

Ispezioni

Gli organi di vigilanza del Comune, muniti di tessera di riconoscimento, hanno facoltà di accedere agli esercizi commerciali per effettuare i necessari controlli.
Agli eventuali provvedimenti di sospensione o chiusura dell’attività a seguito del riscontro di infrazioni delle normative di settore, si accompagna l’irrogazione delle sanzioni pecuniarie previste dalla legge oltre alla denuncia penale per eventuali dichiarazioni false o mendaci.

Articolo 86

Sanzioni e revoche

Fatte salve le sanzioni previste dal D. Lgs. 114/98, l’inosservanza delle disposizioni convenute nel presente atto è punita con una sanzione amministrativa graduata da un minimo di 150.000 ad un massimo di 900.000 lire, di cui agli articoli dal 106 al 110 del T.U.L.C.P. 383/34 non abrogati dalla legge 142/90, con la procedura di cui alla legge 689/81 e s.m.i. In caso di particolare gravità o recidiva, si applica quanto previsto dall’articolo 22, comma 2, del D. Lgs. 114/98.
Organo competente a comunicare la sospensione dell’attività di vendita è il responsabile del procedimento.

Articolo 87

Revoca delle autorizzazioni commerciali e delle autorizzazioni/concessioni edilizi

Le autorizzazioni per l’esercizio di attività commerciale in sede fissa sono revocate qualora non sia rispettate:

a) le norme contenute nella presente disciplina;

b) le norme contenute nei regolamenti di igiene e di sanità;

c) le indicazioni normative e cartografiche del P.R.G.C., fatte salve le condizioni specifiche disciplinate nei precedenti articoli;

d) ogni altra prescrizione pertinente le autorizzazioni contenuta in dispositivi legislativi sovraordinati.

La revoca dell’autorizzazione per l’esercizio delle attività commerciali, nel rispetto del contenuto dell’articolo 6 della L.R. 28/99, comporta la chiusura dell’esercizio. La revoca o la decadenza dell’autorizzazione commerciale determinano l’annullamento o la modifica dell’autorizzazione urbanistica regionale come previsto nella L.R. 56/77 e s.m.i.
Successivamente, in conformità a quanto previsto dalla L.R. 56/77 e s.m.i., si dovrà procedere agli eventuali provvedimenti di annullamento delle autorizzazioni/concessioni edilizie.
Le indicazioni del presente articolo si applicano per tutte le tipologie di esercizi commerciali, così come indicati nell’articolo 3 del presente atto. Per tutto quanto non espresso nel presente atto si fa riferimento al D. Lgs. 114/98, alla Legge Regione Piemonte 28/99 e alle successive disposizioni regionali adottate dal Consiglio e dalla Giunta.


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Sanzioni

Articolo 88

Accertamento delle violazioni e sanzioni
Le trasgressioni alle norme del presente regolamento sono accertate dagli ufficiali ed Agenti di polizia Municipale nonché dagli Ufficiali ed Agenti di polizia Giudiziaria.
Quando le violazioni non costituiscono reato, esse saranno punite con sanzione amministrativa pecuniaria e, per le violazioni al presente regolamento, è ammesso il pagamento in misura ridotta, all’atto della contestazione, da parte del trasgressore o di altro obbligato, nelle mani dell’Agente accertatore, limitatamente a quelle violazioni per le quali l’Amministrazione comunale ha ammesso tale forma di pagamento e ne ha fissata la misura.
L’oblazione in via breve non è ammessa quando il fatto illecito abbia recato danno a terzi o al Comune. Le violazioni di cui all’art. 14, comma 4, sono raddoppiate.
Nell’allegato a) al presente regolamento sono elencati gli articoli ammessi all’oblazione via breve, con i relativi importi.

Articolo 89

Provvedimenti del Sindaco

Nel caso in cui non sia ammessa l’oblazione ovvero qualora si ravvisi una particolare gravità nel fatto, l’Agente accertatore deve presentare il Verbale corredato da un dettagliato rapporto al Sindaco, quale autorità amministrativa, nella cui competenza rientra la materia alla quale si riferisce la violazione per i successivi provvedimenti di competenza.

Articolo 90

Rimessa in pristino ed esecuzioni d’ufficio

Oltre al pagamento della sanzione prevista, il Sindaco può ordinare la rimessa in pristino e disporre, quando ricorrono gli estremi, l’esecuzione d’Ufficio a spese degli interessati.

Articolo 91

Sequestro e custodia di cose

I funzionari e gli Agenti all’atto dell’accertamento dell’infrazione, potranno procedere al sequestro cautelare delle cose che servirono o furono destinate a commettere l’infrazione e debbono procedere al sequestro cautelare delle cose che ne sono il prodotto, sempre che le cose stesse appartengano a persona obbligata per l’infrazione.
Nell’effettuare il sequestro, si dovranno osservare i modi ed i limiti previsti dal codice di procedura penale per il sequestro di polizia Giudiziaria.
Le cose sequestrate saranno conservate nella depositeria comunale o presso altro depositario. Il relativo verbale va trasmesso sollecitamente all’autorità competente.

Articolo 92

Sospensione delle concessioni o delle autorizzazioni
Indipendentemente dalle sanzioni previste dalla legge e dal presente regolamento, al trasgressore, in possesso di una concessione o autorizzazione del Comune, sarà inflitta la sospensione della concessione o della autorizzazione nei casi seguenti:

a) per recidiva nella inosservanza delle disposizioni del presente regolamento attinenti alla disciplina dell’attività specifica del concessionario;

b) per la mancata esecuzione delle opere di rimozioni, riparazioni o ripristino, conseguenti al fatto infrazionale;

c) per morosità del pagamento dei tributi e diritti comunali dovuti dal titolare in dipendenza della concessione.

La sospensione si potrà protrarre fino a quando il trasgressore non abbia adempiuto agli obblighi per la cui inosservanza la sospensione stessa viene inflitta e, comunque, per un periodo massimo di giorni trenta.


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Disposizioni transitorie e finali

Articolo 93

Abrogazioni di disposizioni

Con l’entrata in vigore del presente regolamento è abrogato il regolamento di polizia Urbana adottato con deliberazione podestarile 19/8/1940 XVIII – approvato dalla G.P.A. con decisione n° 24068-1868 del 09/9/1940 XVIII e le sue successive modificazioni, ed ogni altra norma comunale in contrasto a quanto stabilito dal presente regolamento.


Articolo 94

Entrata in vigore

Il presente regolamento entra in vigore ad avvenuta esecutività dell’atto deliberativo di approvazione del medesimo ed abroga tutti i regolamenti, le ordinanze, le consuetudini riguardanti le materie disciplinate dal regolamento medesimo o in contrasto con lo stesso.


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Imu 2019

Manifesto TASI 2019
Manifesto IMU 2019
http://www.riscotel.it/calcoloiuc2019/?comune=A052


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Incontro per emergenza maltempo

Ammonterà a circa 45 milioni di euro la cifra delle somme urgenze per i danni subiti a causa dell’ultima ondata di maltempo che ha colpito le zone del Basso Piemonte. Ponti, strade e infrastrutture di tutto il Basso Piemonte compromesse, fango e detriti da rimuovere: questo il quadro parziale presentato venerdì 29 novembre dal sindaco di Acqui Terme, Lorenzo Lucchini, durante l’incontro con le autorità del territorio per fare un quadro delle criticità. Un evento di proporzioni così gravi e uniche per il numero e l’intensità delle frane, che non si ricorda, secondo i dati provinciali, in un arco temporale di 500 anni.

Tra le criticità più importanti per il territorio rimangono le strade provinciali 30, 334 e 456, che collegano l’acquese a Genova e Savona.

Diretta streaming dell’incontro


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Informazioni sulle criticità del territorio

La violenta ondata di maltempo che la città di Acqui Terme ha affrontato e sta affrontando in questi giorni, è di proporzioni enormi. È perciò necessario dare un’informazione capillare. Proprio per questo abbiamo aperto questa sezione, dove i cittadini possono trovare tutte le informazioni inerenti alle frane e una mappa con i punti critici della città.

AGGIORNAMENTO 2.12.2019 elenco frane alluvione novembre 2019

Visualizza la mappa interattiva


Documentazione relativa:
Scaduto
2019/12/16
---- bandi di concorsi personale
AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE PER L’ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

AI SENSI DELL’ART. 110, COMMA 1, DEL D. LGS. 267/2000, DI 1 DIRIGENTE DEL SETTORE TECNICO DELL’ENTE

L’allegato presenta la modulistica da presentare e tutte le informazioni associate.


Documentazione relativa:
ALLEGATI AMMESSI
Scaduto
2019/12/31
gare d'appalto tecnico
AVVISO ESPLORATIVO E CONSULTAZIONE PRELIMINARE DI MERCATO

Per la sollecitazione di manifestazione di interesse finalizzate alla riqualifica e successiva gestione del complesso sportivo di piazza Nazioni Unite (campo da golf)

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Documentazione e allegati


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Ufficio Commercio

Articoli per categoria


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Rilascio tesserino Hobbista
Mercatini degli hobbisti. Nuova disciplina regionale. Invio determinazione dirigenziale relativa alla trasmissione dei dati da parte dei Comuni alla Regione Piemonte e alla consultazione della banca dati dei venditori occasionali.
Con la presente si trasmette la Determinazione Dirigenziale n. 267 del 21/06/2018 con la quale sono state fornite, da ultimo, indicazioni per la trasmissione dei dati da parte dei Comuni alla Regione Piemonte e per la consultazione della banca dati dei venditori occasionali, in attuazione della nuova disciplina regionale ai sensi del Capo V bis (Vendite occasionali su area pubblica) della L.R. 28/1999 s.m.i. e della D.G.R. 11 maggio 2018, n. 12-6830 “Art. 11 quinquies, comma 3 della L.R. 28/1999 s.m.i. . Criteri per lo svolgimento dell’attività di vendita occasionale nei mercatini aventi quale specializzazione il collezionismo, l’usato, l’antiquariato e l’oggettistica varia.”.

Il modello stampabile è presente anche nella sezione modulistica


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Mercatino degli Sgaièntò – ANTIQUARIATO

A partire dal mese di ottobre 2018 tutti i partecipanti hobbisti del mercatino dell’antiquariato dovranno essere muniti di tesserino

  1. La domanda “Manifestazione d’interesse” di partecipazione dovrà pervenire pena nullità, dal giorno 1 al giorno 7 del mese di partecipazione ai seguenti indirizzi:
  2. Il pagamento della Tassa di Occupazione Spazi Aree Pubbliche di € 17.00 dovrà essere versata anticipatamente sul conto corrente bancario indicato nella pagina dei pagamenti. Copia della ricevuta dovrà essere allegata e trasmessa insieme all’istanza di partecipazione.

  3. l’orario di arrivo è dalle 06.30 entro le ore 08.00

  4. la strada dovrà essere lasciata libera entro le ore 19.30

  5. la riapertura della strada avverrà da personale autorizzato alle ore 20.00

  6. non si potrà lasciare il mercato, se non in caso di gravi indisposizioni o problemi, prima delle ore 17.00

  7. La merce dovrà essere disposta su plance, tavoli, ecc e non dovrà essere gettata a terra su teli, coperte ecc.

  8. All’atto del posizionamento dovrà essere presentato l’elenco della merce ed il tesserino che sarà timbrato dal collega della polizia locale

NOTA BENE: I nominativi di tutti gli espositori verranno trasmesse alla Regione Piemonte .

MODELLI:

– Richiesta di autorizzazione di Tipologia A e concessione di posteggio su area pubblica per il “Mercatino degli Sgaièntò” (mercatino dell’antiquariato, delle cose vecchie ed usate, del collezionismo e dell’artigianato artistico legato alle tradizioni culturali nazionali)
– Richiesta di concessione TEMPORANEA di posteggio su area pubblica per il “Mercatino degli Sgaièntò” (mercatino dell’antiquariato, delle cose vecchie ed usate, del collezionismo e dell’artigianato artistico legato alle tradizioni culturali nazionali)
NOTE REGIONALI:
Esercizio vendita occasionale lettera Regione Piemonte – Visualizza allegato
Nota informativa Regione Piemonte vedica occasionale – Visualizza allegato
OBBLIGATORIO ESPORRE LA PROPRIA MERCE SU BANCHI, PLANCE, TAVOLI. NULLA DOVRA’ ESSERE MESSO A TERRA AD ECCEZIONE DI MOBILI BICICLETTE MOTORINI USATI.
La merce dovrà essere rigorosamente esposta su banchi di appoggio ad eccezione di mobili, biciclette, motorini come da DGC 288/2014.

Documentazione relativa:
Scaduto
2019/10/25
avvisi d'asta economato
BANDO DI ALIENAZIONE A MEZZO DI ASTA PUBBLICA DI IMMOBILE DI PROPRIETÀ COMUNALE

Si rende noto di voler alienare, a mezzo di asta pubblica, l’edificio sito in Via Principato di Seborga, 6, della superficie di mq 2400 circa individuato catastalmente al N.C.E.U. Fg 15 Part 543.
Prezzo a base d’asta € 1.200.000,00, come da perizia di stima prot. 13274 del 3/8/2019; L’immobile sopra indicato è puntualmente descritto ed individuato catastalmente nella citata perizia di stima e nella documentazione depositata presso l’Ufficio Economato – Via M. Ferraris, 1, Acqui Terme a disposizione degli interessati


Documentazione relativa:
BANDO SCUOLA ALBERGHIERA DETERMINA N.90
Aperto
Non definito

Acqui Musei

La riscoperta di tracce consistenti e preziose riconducibili all’antica città romana si può far risalire al sec. XVI, ma soltanto nel 1970 fu allestita una prima esposizione di reperti presso il Castello allo scopo di accogliere il patrimonio archeologico che veniva alla luce in seguito agli interventi edilizi pubblici e privati nell’ambito urbano e sul territorio.

Il Civico Museo Archeologico di Acqui Terme ha sede nel Castello dei Paleologi, l’antica struttura fortificata posta nel punto più alto dell’abitato. L’esposizione museale si articola in tre sezioni (dedicate rispettivamente all’età preistorica e protostorica, all’epoca romana e al periodo tardo-antico e medievale), con un percorso di visita che comprende in tutto sei sale. Vi trova spazio un considerevole numero di reperti di grande interesse storico e archeologico, che offrono, nel loro insieme, una significativa testimonianza della ininterrotta presenza umana nel territorio acquese, fornendo una visione complessiva del popolamento della città, dalla più remota antichità al fiorire della città romana di Aquae Statiellae, e fino alle soglie dell’età moderna.

Il museo, contornato dal delizioso giardino botanico “”Birdgarden” che si sviluppa all’interno delle corti del castello, nel 2001 è stato completamente rinnovato nei criteri espositivi per iniziativa del Comune di Acqui Terme con contributi della Regione Piemonte, sotto la direzione scientifica della Soprintendenza Archeologica del Piemonte, e costituisce un primo lotto del progetto complessivo di recupero del castello.

TARIFFE D’INGRESSO

INTERO (da 18 a 65 anni) – 4.00 Euro
RIDOTTO (da 6 a 18 anni, oltre 65 anni) – 2.00 Euro
RIDOTTO COMITIVE (almeno 20 persone paganti) – 2.00 Euro
SCOLARESCHE – 1.00 Euro
GRATUITO: disabili e bambini sino a 6 anni di età

ORARIO

Orario Estivo (1 Maggio-30 Settembre): dal Mercoledì alla Domenica, ore 10-13 e 16-20
Orario Invernale (1 Ottobre-30 Aprile): dal Mercoledì al Sabato, ore 9.30-13.30 / 15.30-17.30
Domenica ore 11-13.30 / 15.30-17.30

CONTATTI

Via Morelli, 2

15011 Acqui Terme – AL
Tel: 0144 57555
Email: info@acquimusei.it
Sito: http://www.acquimusei.it/


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Ufficio Segreteria Sindaco

 

 


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Ufficio Pubblica Istruzione

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Ufficio Anagrafe

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Ufficio Archivio

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Ufficio Urbanistica

Articoli per categoria


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Ufficio Tributi

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Ufficio Centro Elaborazione Dati

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Ufficio Organi Collegiali e Delibere

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Ufficio Economato

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Ufficio Affissioni

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Ufficio Ragioneria

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Ufficio Politiche Sociali e Abitative

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Danni eventi alluvionali MESE DI OTTOBRE 2019 – PRIVATI

Si informano i cittadini che abbiano subito danni alle strutture ed infrastrutture private a seguito degli eventi alluvionali verificatisi sul territorio comunale dal 19 al 22 ottobre 2019 (Ordinanza Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento Protezione Civile n. 615/2019) che possono presentare richiesta di contributo utilizzando il seguente Modello B1.
I modelli, una volta compilati e sottoscritti, dovranno essere restituiti, corredati delle necessaria documentazione, entro la data del 18 DICEMBRE 2019 al Comune di Acqui Terme – Ufficio Protocollo piano terreno o trasmessi via pec all’indirizzo: acqui.terme@cert.ruparpiemonte.it.
Si precisa che la presente ricognizione riguarda esclusivamente i danni subiti in conseguenza dell’evento alluvionale del 19-22 ottobre 2019. Per quanto concerne eventuali danni conseguenti all’evento alluvionale verificatosi nel mese di novembre 2019, saranno resi noti i relativi moduli non appena disponibili ed i termini di presentazione.
Ai fini dell’inserimento nella ricognizione dei danni, il Modello B1 deve essere presentato anche da coloro che abbiano in precedenza già presentato al Comune segnalazioni o richieste.
Si informa che la presentazione dei modelli è finalizzata alla ricognizione dei fabbisogni e non costituisce riconoscimento automatico di eventuali contributi a carico della finanza pubblica per il ristoro dei danni subiti.

Modello B1 ricognizione

OCDPC n 615 del 16 novembre 2019


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Danni eventi alluvionali MESE DI OTTOBRE 2019 – ATTIVITA’ ECONOMICHE

Si informano le imprese che abbiano subito danni alle attività economiche e produttive a seguito degli eventi alluvionali verificatisi sul territorio comunale dal 19 al 22 ottobre 2019 (Ordinanza Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento Protezione Civile n. 615/2019) che possono presentare richiesta di contributo utilizzando il seguente Modello C1.

I modelli, una volta compilati e sottoscritti, dovranno essere restituiti, corredati delle necessaria documentazione, entro la data del 18 DICEMBRE 2019 al Comune di Acqui Terme – Ufficio Protocollo piano terreno o trasmessi via pec all’indirizzo: acqui.terme@cert.ruparpiemonte.it.

Si precisa che la presente ricognizione riguarda esclusivamente i danni subiti in conseguenza dell’evento alluvionale del 19-22 ottobre 2019. Per quanto concerne eventuali danni conseguenti all’evento alluvionale verificatosi nel mese di novembre 2019, saranno resi noti i relativi moduli non appena disponibili ed i termini di presentazione.

Ai fini dell’inserimento nella ricognizione dei danni, il Modello C1 deve essere presentato anche da coloro che abbiano in precedenza già presentato al Comune segnalazioni o richieste.

Si informa che la presentazione dei modelli è finalizzata alla ricognizione dei fabbisogni e non costituisce riconoscimento automatico di eventuali contributi a carico della finanza pubblica per il ristoro dei danni subiti.

modulo c1

OCDPC n 615 del 16 novembre 2019


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Danni eventi alluvionali MESE DI OTTOBRE 2019 – IMPRESE AGRICOLE

Si informano le imprese agricole che abbiano subito danni a seguito degli eventi alluvionali verificatisi sul territorio comunale dal 19 al 22 ottobre 2019 (Ordinanza Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento Protezione Civile n. 615/2019) che possono presentare richiesta di contributo utilizzando il seguente Modello C1_Agricoltura.

I modelli, una volta compilati e sottoscritti, dovranno essere restituiti, corredati delle necessaria documentazione, entro la data del 18 DICEMBRE 2019 al Comune di Acqui Terme – Ufficio Protocollo al piano terreno o trasmessi via pec all’indirizzo: acqui.terme@cert.ruparpiemonte.it.

Si precisa che la presente ricognizione riguarda esclusivamente i danni subiti in conseguenza dell’evento alluvionale del 19-22 ottobre 2019. Per quanto concerne eventuali danni conseguenti all’evento alluvionale verificatosi nel mese di novembre 2019, saranno resi noti i relativi moduli non appena disponibili ed i termini di presentazione.

Ai fini dell’inserimento nella ricognizione dei danni, il Modello C1_Agricoltura deve essere presentato anche da coloro che abbiano in precedenza già presentato al Comune segnalazioni o richieste.

Si informa che la presentazione dei modelli è finalizzata alla ricognizione dei fabbisogni e non costituisce riconoscimento automatico di eventuali contributi a carico della finanza pubblica per il ristoro dei danni subiti.

Modulo C1_Agricoltura


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Danni alluvione Ottobre 2019

Si precisa che la presente ricognizione riguarda esclusivamente i danni subiti in conseguenza dell’evento alluvionale del 19-22 ottobre 2019

Danni eventi alluvionali MESE DI OTTOBRE 2019 PRIVATI

Danni eventi alluvionali MESE DI OTTOBRE 2019 ATTIVITA’ ECONOMICHE

Danni eventi alluvionali MESE DI OTTOBRE 2019 IMPRESE AGRICOLE


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Imposta di soggiorno
Dal 1 maggio 2013 il Comune di Acqui Terme ha istituito l’imposta di soggiorno con deliberazione del Consiglio Comunale n. 10 del 25/03/2013.

Documentazione correlata:

 


IMPOSTA DI SOGGIORNO PORTALE GESTORI


 

Avviso integrazione tassa di soggiorno – LOCAZIONI BREVI

L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE PREMESSO che con Deliberazione C.C. n° 19 del 27 marzo 2019, alla luce di quanto disposto dall’art. 5 della Legge Regione Piemonte n° 13 del 3 agosto 2017, è stata estesa ai proprietari, agli usufruttuari o chiunque abbia disponibilità di unità abitative per locazione turistica, nonché ai soggetti che esercitano attività di intermediazione mobiliare e ai soggetti che gestiscono portali telematici, mettendo in contatto persone in cerca di un immobile con persone che dispongono di unità immobiliari da locare, qualora incassino i canoni di locazione o i corrispettivi, sono  responsabili del pagamento dell’imposta di soggiorno e quindi soggetti a tutti gli obblighi e responsabilità inerenti a detta qualifica, nonché agli ulteriori adempimenti previsti dalla legge e dal Regolamento Comunale;

informa che tutti i soggetti che rientrano nella fattispecie sopra riportata dovranno produrre istanza al SUAP tramite la piattaforma www.impresainungiorno.gov.it entro il 27/05/2019, per poter in sinergia con l’Ufficio Turismo provvedere agli adempimenti finalizzati al suddetto obbligo tributario.

Resta inteso che l’Ufficio Commercio e l’Ufficio Turismo sono a disposizione per fornire le delucidazioni ed il supporto utile per detti scopi, fermo restando che l’imposta dovrà essere corrisposta a decorrere dal 01.06.2019.

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Avviso per consultazione e aggiornamento PTPC

Nell’ambito delle iniziative e delle attività condotte in materia di trasparenza e degli interventi per la prevenzione e il contrasto della corruzione, l’Amministrazione comunale dovrà approvare il Piano Triennale per la Trasparenza e la Prevenzione della Corruzione (PTPC) 2020-2022.

Il Piano Nazionale Anticorruzione (PNA), approvato dall’Autorità Nazionale Anticorruzione, prevede che le amministrazioni, al fine di disegnare un’efficace strategia anticorruzione, realizzino forme di consultazione con il coinvolgimento dei cittadini e delle organizzazioni portatrici di interessi collettivi in occasione dell’aggiornamento del proprio Piano.

Il presente avviso è rivolto ai cittadini, a tutte le associazioni o altre forme di organizzazioni portatrici di interessi collettivi, alle organizzazioni di categoria e organizzazioni sindacali operanti nell’ambito del Comune di Acqui Terme, al fine di consentire loro di formulare osservazioni finalizzate a una migliore individuazione delle misure per prevenire la corruzione, di cui il Comune di Acqui Terme terrà conto in sede di stesura del nuovo Piano Triennale Anticorruzione.

Nell’intento di favorire il più ampio coinvolgimento, i suddetti portatori d’interesse sono invitati a presentare contributi. Tutti i soggetti interessati possono dunque trasmettere, entro e non oltre il giorno 07 gennaio 2020, il proprio contributo propositivo al seguente indirizzo di PEC: acqui.terme@cert.ruparpiemonte.it; via e-mail: segretario@comuneacqui.it o elisabetta.pavan@comuneacqui.it; raccomandata A/R: Comune di Acqui Terme, Piazza Levi 12, 15011 Acqui Terme; oppure possono consegnarlo a mano presso l’Ufficio Protocollo Generale – Piazza Levi 12 – Acqui Terme

Visualizza il documento in formato PDF – Aggironamento PTPC 2019


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Modulistica evento alluvionale novembre 2019

Il Comune di Acqui Terme invita tutti i cittadini, le attività e le attività del comparto agricolo che hanno subito danni a causa degli eventi alluvionali verificatisi sul territorio comunale nel mese di novembre 2019 a presentare la propria segnalazione, utilizzando l’apposita modulistica presente in allegato

Danni al patrimonio edilizio privato.

Le segnalazioni dei danni devono essere comunicate, a cura del privato, al Comune in corrispondenza del quale si è verificato il danno mediante il Modulo B1”Ricognizione dei danni subiti e domanda di contributo per l’immediato sostegno alla popolazione”, predisposto dal Dipartimento di Protezione Civile (allegato alla presente).Si segnala che il modulo rappresenta sia una scheda di ricognizione danni che una domanda per attivare le prime misure di immediato sostegno al tessuto sociale nei confronti dei nuclei familiari la cui abitazione principale, abituale e continuativa risulti compromessa, nel limite massimo di € 5.000,00. Tali fondi verranno stanziati in una successiva fase dal Consiglio dei Ministri, a ricognizione avvenuta.
La ricognizione dovrà essere condotta per tutte le abitazioni anche per quelle diverse dalla principale in modo da avere subito un quadro completo dei danni. Pertanto per le domande di contributo dei danni alle abitazioni principali andrà apposta la marca da bollo come previsto dalla modulistica. Per le abitazioni non principali, trattandosi di una ricognizione, non è al momento necessario apporre alcuna marca da bollo. Si consiglia di descrivere nel modulo B1 tutti i danni verificatisi, quantificandoli. Nel momento in cui saranno stanziati i fondi, verranno definiti i criteri e si stabilirà quali danni ammettere a contributo.

Danni alle attività economiche e produttive.

Le segnalazioni dei danni devono essere comunicate, a cura dell’impresa, al Comune in corrispondenza del quale si è verificato il danno mediante il Modulo C1 predisposto dal Dipartimento di Protezione
Civile (allegato alla presente). Si segnala che il Modulo rappresenta sia una scheda di ricognizione danni subiti che una domanda di contributo per l’immediata ripresa delle attività economiche e
produttive sulla base di apposita relazione tecnica contenente la descrizione delle spese a tal fine necessarie, nel limite di € 20.000,00 quale limite massimo di contributo assegnabile ad ogni singola
attività economica e produttiva. I fondi verranno stanziati in una successiva fase dal Consiglio dei Ministri, a ricognizione avvenuta.

Sempre a seguito della suddetta ricognizione, il Commissario delegato provvederà a riconoscere i contributi ai beneficiari secondo criteri e modalità attuative fissate con propri provvedimenti.
Per le aziende del comparto agricolo è stato predisposto uno specifico Modulo C1_Agricoltura. Solo per il comparto agricolo, si precisa che gli uffici competenti della Direzione Agricoltura sono
impegnati nella ricognizione dei territori e nella quantificazione dei danni determinati dagli eventi in argomento sia nell’ambito della procedura legata al Fondo di Solidarietà in Agricoltura ai sensi del Dlgs 102/2004 (procedura specifica per il mondo agricolo già attivata per entrambi gli eventi) sia nell’ambito della procedura della Protezione civile ai sensi del Dlgs 1/2018 “Codice della protezione civile” di cui alla presente comunicazione. Tali procedure sono entrambe attive.

I modelli reperibili in allegato, una volta compilati e sottoscritti, corredati dalla necessaria documentazione, possono essere trasmessi:

– via PEC all’indirizzo:  acqui.terme@cert.ruparpiemonte.it
– a mano al Protocollo Generale del Comune di Acqui Terme (piano terra)
– via posta inviando il modulo a Comune di Acqui Terme Piazza Levi, 12 15011 Acqui Terme

Termine di scadenza presentazione: 20/01/2020

 

OCDPC 622 del 17 dicembre 2019 (Maltempo novembre 2019 estensione)

Modello B1 ricognizione

Modulo C1

Modulo C1_Agricoltura


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Numero 1

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Numero 2

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Nuovi ecocalendari per la raccolta dei rifiuti

Dal 1° gennaio 2020 entra in vigore il nuovo calendario per la raccolta differenziata dei rifiuti delle utenze domestiche.

I nuovi calendari di raccolta sono disponibili anche sul sito di Econet alla sezione http://www.econetsrl.eu e sono consultabili sull’App Municipium – sezione rifiuti.

Per maggiori informazioni consulta il sito di Econet

Contatti Eco CallCenter: Telefono: 0143.833.522 dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00

Si può contattare la segreteria telefonica dell’Eco CallCenter anche dal lunedì al venerdì dalle ore 14.30 alle 17.00 lasciando i propri dati (nome, cognome, numero di telefono, motivo della chiamata, ecc).


Scarica il volantini in formato PDF


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Ufficio Recupero Crediti

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

COORDINATE BANCARIE DEL NUOVO CONTO CORRENTE DI TESORERIA

SI COMUNICA CHE DAL 1 GENNAIO 2020 IL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE E’ STATO AFFIDATO ALLA BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA SPA – (FILIALE DI ACQUI TERME- CORSO BAGNI NR. 34/36)

LE COORDINATE BANCARIE DEL NUOVO CC DI TESORERIA SONO LE SEGUENTI:

IBAN. IT 88 U 01030 47941 000001195870


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Numero 3

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Consigli per tutelare gli animali dai botti di Capodanno

Lo sguardo di un cane, fisso sullo spettatore, è al centro della nuova campagna di sensibilizzazione contro i botti di Capodanno. Lo slogan chiaro e leggibile “Sei sicuro che sia divertente?” è il messaggio lampante che il Comune di Acqui Terme ha lanciato per ricordare ai cittadini che tutti gli animali, compresi quelli che vivono insieme a noi, soffrono e si spaventano per i petardi che esplodono anche a distanza non ravvicinata. Il Capodanno deve essere un momento di entusiasmo e di vivacità, che può essere vissuto in tranquillità senza diventare un incubo per i nostri animali.


Si ricorda che, in occasione dei festeggiamenti di Capodanno e dell’Epifania, su tutto il territorio comunale vi è divieto assoluto di accensione e lancio di fuochi d’artificio, sparo di petardi, scoppio di mortaretti, razzi e altri artifici tecnici dal 29 dicembre 2019 al 7 gennaio 2020, tranne che dalle ore 23.00 del 31 dicembre 2019 alle ore 01.00 del 1° gennaio 2020. L’inosservanza delle disposizioni comporta il pagamento di una sanzione amministrativa da euro 25,00 a euro 500,00 ai sensi dell’art. 7 bis del D.lgs 267/2000.


Ecco alcuni consigli su come tutelare gli animali dai petardi e dai fuochi d’artificio.
Vi ricordiamo che è importante rivolgersi al proprio veterinario, che saprà indicare le soluzioni più adeguate da adottare per affrontare questi problemi in caso di paura o panico del vostro animale.

Proteggere cani e gatti:

  • Assicurarsi che abbiano sempre un luogo di facile accesso dove ripararsi e trovar rifugio;

  • Assicurarsi che siano in un ambiente protetto e sicuro da cui non possano allontanarsi;

  • Portare a passeggio il cane durante le ore diurne sempre al guinzaglio: ricordarsi infatti che un cane spaventato può cercare di scappare ed allontanarsi da voi;

  • Tenere i gatti e i cani in casa nelle ore serali, quando i botti potrebbero essere più facilmente utilizzati;

  • All’imbrunire, chiudere bene le imposte delle finestre, accostare le tende e coprire e attutire il rumore dei botti con della musica;

  • Non punire mai i vostri animali quando sono spaventati: un tale comportamento potrebbe peggiorare il loro stato d’animo;

  • Dotate il vostro animale di microchip (obbligatorio per i cani e facoltativo per i gatti). Permette di rintracciare più facilmente il vostro animale nel caso dovesse scappare.


Per i cani:

  • Programmare in tempo le misure atte ad aiutare i cani ad affrontare il rumore dei botti chiedendo consiglio al vostro veterinario;

  • Predisporre un “rifugio” sicuro per il cane individuando una zona tranquilla della casa;

  • Abituare il proprio cane ad associare questo luogo ad uno spazio tranquillo, facendogli trovare, ad esempio, i propri giochi preferiti. Questa abitudine insegnerà al cane che quell’area è un luogo sicuro e piacevole dove potersi rifugiare nel caso in cui si dovesse sentire in pericolo;

  • È importante che il cane possa accedere al proprio “rifugio”, anche in vostra assenza.

Cosa fare durante i fuochi d’artificio o i botti:

  • Chiudere tutte le finestre in modo da oscurare al meglio le stanze, così da eliminare qualsiasi problema causato dai bagliori improvvisi;

  • Non lasciare il cane da solo;

  • Dedicare più attenzione al vostro animale: giocate provando a coinvolgerlo, ma senza forzarlo;

  • Ignorare i rumori dei botti e i bagliori causati dai fuochi, dimostrando la vostra tranquillità al cane.

Per i gatti

  • Assicurarsi che il gatto abbia almeno un luogo dove andare a ripararsi;

  • Fare attenzione che il gatto non esca da casa.

Per gli altri animali:

  • Se il tuo animale vive all’esterno, coprire con una coperta, la gabbia o la voliera, così da proteggerlo dai bagliori dei fuochi e dai rumori forti. Lasciare una piccola fessura per far circolare l’aria;

  • Mettere a disposizione luoghi protetti dove il vostro animale possa ripararsi.


Documentazione relativa:
Scaduto
2020/01/31
avvisi pubblici cultura
BANDO PER L’EROGAZIONE DI UN CONTRIBUTO PER L’ORGANIZZAZIONE DI UN FESTIVAL SULL’EDUCAZIONE E SULL’ECONOMIA DELL’ALIMENTAZIONE DA REALIZZARE SUL TERRITORIO DEL COMUNE DI ACQUI TERME

Ai sensi dell’art. 12 della Legge n. 241 del 1990

SCADENZA PRESENTAZIONE CANDIDATURE ORE 12:00 DEL 31 GENNAIO 2020

Il Comune di Acqui Terme, nell’ottica dei principi di trasparenza, pubblicità, parità di trattamento, corretta concorrenza e ottimizzazione delle risorse finanziarie e nel perseguire la finalità statutaria di fornire a turisti e residenti una articolata offerta di eventi e manifestazioni, avvicinando settori di pubblico sempre nuovi e ampi, con lo scopo di valorizzare il territorio, le sue peculiarità e i suoi asse culturali, paesaggistici e enogastronomici, intende promuovere la realizzazione di un Festival sull’educazione e sull’economia dell’alimentazione, intervenendo con un contributo massimo di 40.000,00 (quarantamila//00). Il Festival dovrà offrire al pubblico la possibilità di approfondire il tema dell’alimentazione sotto vari aspetti, proponendo eventi di vario genere, a discrezione del proponente. La rassegna proposta potrà trovare finanziamento dalle adesioni dei partecipanti e da supporti di sponsor.

L’evento dovrà essere realizzato nell’anno 2020.


Documentazione relativa:
ALLEGATO A ALLEGATO B BANDO GC 345
Aperto
Non definito

Avvisi Pubblici

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Numero 4

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Ufficio Legale

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Rimozione di materiale legnoso lungo l’alveo di corsi d’acqua pubblici

COMUNE DI ACQUI TERME UFFICIO ECOLOGIA

EVENTI METEOROLOGICI DEI GIORNI DAL 19 AL 22 OTTOBRE E DAL 21 AL 23 NOVEMBRE 2019

Autorizzazione idraulica e demaniale per la rimozione di materiale legnoso depositato o pericolante lungo l’alveo di corsi d’acqua pubblici.

I gravi eventi alluvionali che hanno colpito la Provincia di Alessandria nei mesi di ottobre e novembre 2019 hanno provocato ingenti danni agli alvei e alle sponde fluviali; per questo motivo, AIPO e Regione Piemonte, ciascuno per le tratte di propria competenza, autorizzano l’esecuzione, da parte di privati, di interventi di rimozione del materiale legnoso divelto, fluitato o pericolante lungo i corsi d’acqua demaniali e in quelli iscritti nell’elenco delle acque pubbliche.
Gli interventi devono riguardare esclusivamente la raccolta di piante abbattute dalla piena presenti in alveo e nelle aree perifluviali ed il taglio delle piante morte, instabili o inclinate presenti nell’alveo e sulle sponde.
NON possono essere tagliate piante arbustive che, al contrario delle specie arboree, hanno la funzione di stabilizzazione delle sponde e NON possono essere rimosse le ceppaie che sostengono le ripe.
L’eventuale impiego di mezzi meccanici deve essere limitato esclusivamente alle operazioni di trasporto del materiale legnoso fuori dall’alveo.
Il Fiume Bormida è di competenza AIPO; pertanto chi fosse interessato alla rimozione del materiale legnoso in riva al Bormida deve preventivamente comunicarlo al Comune – Ufficio Ecologia e contestualmente richiedere l’autorizzazione ad AIPO; i restanti corsi d’acqua minori (Rii Medrio, Ravanasco, Faetta, Usignolo) sono di competenza regionale e chi fosse interessato deve rivolgersi al Comune – Ufficio Ecologia.
In entrambi i casi, prima dell’esecuzione dell’attività, il Comune dovrà segnalare alla Regione, ai Carabinieri – Forestale e all’AIPO il nominativo dell’operatore, sia esso una ditta o un rivato, la data di inizio rimozione e la posizione di partenza per i controlli d’istituto.

Autorizzazione alla rimozione di materiale legnoso dall’alveo corsi d’acqua

 


Documentazione relativa:
Scaduto
2020/02/06
avvisi pubblici cultura
PREMIO PIEMONTE LETTERATURA

Concorso Nazionale per Poesie; Narrativa breve e Filastrocche
XXVII Edizione – Scadenza 06/02/2020

Centro Studi Cultura e Società, Patrocinio di Regione Piemonte, Consiglio Regionale, Città Metropolitana e Comune di Torino: Circoscrizioni 1 e 3


  • ARTICOLO 1 – FINALITA’. Il Centro Studi Cultura e Società promuove la XXVII Edizione del concorso letterario nazionale Premio Piemonte Letteratura. Il concorso persegue gli obiettivi di promuovere e valorizzare la poesia e la narrativa di qualità e di rafforzare il senso di appartenenza al proprio territorio, pur nella pluralità delle espressioni culturali.
  • ARTICOLO 2 – TERMINE DI SCADENZA. Le opere vanno inviate al Centro Studi Cultura e Società, attenendosi alle modalità definite nei successivi articoli, entro il 6 febbraio 2020. In ogni caso fa fede la data del timbro postale per le spedizioni effettuate con posta ordinaria e della mail per quelle inviate con posta elettronica. Le opere inviate non saranno restituite.
  • ARTICOLO 3 – SEZIONI DEL PREMIO. Le sezioni del Premio sono le seguenti:
    A) Poesia a Tema Libero; B) Narrativa breve a Tema Libero; C) Poesia su Identità e Territorio; D) Narrativa breve su Identità e Territorio; E) Poesia Studenti del Piemonte su Identità e Territorio; F) Filastrocca Studenti del Piemonte su Storie di Paesi e Città

Per maggiori informazioni consultare il documento allegato


Documentazione relativa:
PREMIO PIEMONTE LETTERATURA 2020 - REGOLAMENTO
Aperto
Non definito
avvisi pubblici economato
AFFIDAMENTO SERVIZIO DI APERTURA E GESTIONE DELLARCHIVIO COMUNALE PER TRIENNIO 2020/2022

Determinazione n. 35 del 16/01/2020

OGGETTO:

AFFIDAMENTO SERVIZIO DI APERTURA E GESTIONE DELLARCHIVIO COMUNALE PER TRIENNIO 2020/2022. CAP. 600/2020 12.200,00 CAP 600/2021 12.200,00 CAP 600/2022
12.200,00 CIG: Z7C2AB72C6

IL DIRIGENTE DEL SETTORE POLIZIA LOCALE, CULTURA, ASSISTENZA adotta la seguente determinazione ai sensi dell’art. 183 del D.Lgs n. 267/2000 e smi e dell’art. 5 vigente Regolamento di Contabilità.


Documentazione relativa:
DETERMINAZIONE N. 35 DEL 16/01/2020
Scaduto
2020/02/28
avvisi pubblici commercio
AGEVOLAZIONI PER RIAPERTURA E AMPLIAMENTO ATTIVITÀ COMMERCIALI, ARIGIANALI E DI SERVIZI NEI PICCOLI COMUNI CON POPOLAZIONE FINO A 20.000 ABITANTI

La novità sull’economia locale è contenuta nell’articolo 30-ter del Decreto Crescita, D.Lgs 30 aprile 2019 n.34, convertito in Legge il 27 Giugno 2019, che consiste nell’erogazione di un contributo
calcolato in base ai tributi comunali dovuti e regolarmente versati nell’anno precedente a quello in cui si presenta la richiesta di accesso al beneficio, sino ad arrivare al 100% dell’importo.
LE ATTIVITÀ AMMESSE a beneficiare delle agevolazioni per la promozione dell’economia locale tramite la riapertura di esercizi chiusi da almeno 6 mesi e l’ampliamento delle attività già esistenti, devono appartenere a i seguenti settori:

  • Artigianato
  • Turismo
  • Commercio al dettaglio, limitatamente ai soli “esercizi di vicinato” e alle “medie strutture di vendita” di cui all’art. 4 comma 1, lettere d) ed e) del D. Lgs. N. 114 del 1998, compresa la somministrazione di alimenti e bevande
  • Fornitura di servizi destinati alla tutela ambientale, alla fruizione di beni culturali e al tempo libero

NON POSSONO BENEFICIARE DELLE AGEVOLAZIONI:

  • Coloro che subentrano a qualunque titolo, in attività già esistenti e precedentemente interrotte
  • I titolari di attività preesistenti, esercitate anche in forma societaria, che intendono effettuare nuove aperture o riaperture in seguito ad una cessione di attività
  • Le attività “compro oro” le sale scommesse o quelle che al loro interno hanno apparecchi di intrattenimento.

La richiesta di incentivi va presentata al Comune di residenza entro il 28 Febbraio di ogni anno, utilizzando il modello domanda in allegato.

La contribuzione di che trattasi è soggetta al regime “de minimis” di cui al Regolamento (UE) n. 1407/2013 ed inoltre non è cumulabile con altre agevolazioni aventi la medesima finalità previste
da altre normative statali o regionali.

TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 30 aprile 2019, n. 34

https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2019/06/29/19A04303/sg


Documentazione relativa:
MODELLO DOMANDA
Scaduto
2020/06/03
bandi di concorso economato
Bando di concorso  per esami per il conferimento di n. 2 posti di Capo Operaio Specializzato

Bando di concorso  per esami per il conferimento di n. 2 posti di Capo Operaio Specializzato (categoria B, posizione economica B3) a tempo indeterminato e pieno (36 ore settimanali) da destinare prioritariamente alla manutenzione degli immobili e del verde pubblico per la pubblicazione sul sito internet del comune di Acqui Terme. Il bando verrà gestito dall’Ufficio Personale.

La domanda di ammissione al concorso, redatta in carta libera utilizzando preferibilmente il fac-simile allegato al bando dovrà essere firmata dall’aspirante e presentata entro e non oltre giovedì 12 marzo 2020 (G.U.  n. 12 dell’11-02-2020).
L’elenco dei candidati ammessi, il luogo ed il calendario delle prove di concorso (compresa l’eventuale preselezione), nonché il relativo esito e la graduatoria finale verranno pubblicati esclusivamente sul sito internet del comune all’indirizzo https://comune.acquiterme.al.it/bandi-avvisi-concorsi/ e tale pubblicazione avrà valore di notifica a tutti gli effetti ai candidati, ai quali pertanto non sarà inviata alcuna comunicazione personale a mezzo posta circa lo svolgimento del concorso.

 


Aggiornamento 02-07-2020

Elenco 30 candidati ammessi

Soluzioni domande A

Soluzioni domande B

Domande A

Domande B

 


Aggiornamento 29-06-2020 – Avviso di sostituzione per errata corrige, per mero errore materiale sul testo del BANDO DI CONCORSO PER L’ASSUNZIONE PRESSO IL COMUNE DI ACQUI TERME DI N. 2 POSTI DI CAPO OPERAIO SPECIALIZZATO.

Al punto “Procedura concorsuale e formulazione della graduatoria finale”, al paragrafo che cita: “Saranno ammessi alla prova pratica unicamente i prima 30 candidati che nella eventuale prova scritta di preselezione conseguiranno il punteggio più elevato. Qualora vi siano più candidati a pari punteggio ai quali spetta l’inserimento al ventesimo posto…………..”; la parola ventesimo è da intendersi sostituita con la parola trentesimo.


Aggiornamento 26-06-2020

Aggiornamento 19-05-2020
AVVISO – Si precisa che, in ragione della sospensione dei termini dei procedimenti amministrativi disposta dal D.L. 18/2020 integrato dal D.L. 23/2020, il termine per la presentazione delle domande è il 3 giugno 2020, ore 24,00 e potranno essere trasmesse tramite PEC, E-mail – protocollo@comunecqui.com o tramite servizio postale. Non è consentita la consegna a mani.

Aggiornamento 9-03-2020
AVVISO – Si informa che l’art. 87, comma 5, del D.L. 18/2020 ha disposto la  sospensione, per sessanta giorni a decorrere dalla data di entrata in vigore del DL, dello  svolgimento delle procedure concorsuali per l’accesso al pubblico impiego. La procedura concorsuale in oggetto è quindi sospesa.

AGGIORNAMENTO 15-06-2020 – PUBBLICAZIONE ELENCHI

Con determinazione n. 399 del 15/06/2020 è stato approvato l’elenco dei candidati ammessi con riserva il concorso per l’assunzione di n. 2 posti di Capo Operaio Specializzato (categoria B, posizione economica B3) a tempo indeterminato e pieno (36 ore settimanali).

Per i candidati ammessi con riseva il termine per la presentazione delle dichiarazioni integrative è fissato improrogabilmente al 25 giugno 2020.

La prova preselettiva si svolgerà il giorno 2 luglio 2020, ore 11, presso la palestra dell’ex Caserma Cesare Battisti (piazza Facelli, Acqui Terme) adottando le seguenti misure organizzative volte a rispettare le vigenti norme di sicurezza e distanziamento sociale per lo svolgimento della prova preselettiva:


1) l’accesso ai locali della prova sarà contingentato secondo il seguente orario di arrivo:

Cognomi con lettera iniziale (da/a) ORARIO di ingresso
A-C Ore 09.30
D-M Ore 10.00
N-Z Ore 10.30

2) in attesa dell’ingresso, i candidati dovranno mantenere in coda la distanza minima di 2 metri.
Le attività di identificazione dei candidati saranno effettuate da personale dell’Ente possibilmente all’esterno della struttura, o comunque utilizzando postazioni allestite con apposito separatore in plexiglass;


3) i candidati dovranno essere muniti di idonee protezioni delle vie respiratorie (mascherine di comunità, ovvero mascherine monouso o mascherine lavabili, anche autoprodotte, in materiali multistrato idonei a fornire una adeguata barriera e, al contempo, che garantiscano comfort e respirabilità, forma e aderenza adeguate che permettano di coprire dal mento al di sopra del naso. L’utilizzo di tali mascherine si aggiunge alle misure di protezione finalizzate alla riduzione del contagio (come il distanziamento fisico, l’igiene costante e accurata delle mani) che restano prioritarie. Tali protezioni dovranno essere indossate per tutta la durata della prova;


4) i flussi di entrata e uscita saranno adeguatamente separati. I flussi e il posizionamento dei candidati dovranno consentire il rispetto della distanza interpersonale maggiore di un metro laterale e frontale e l’organizzazione degli spazi dovrà ridurre al massimo i rischi di prossimità e di aggregazione;


5) i locali della prova saranno adeguatamente arieggiati. Le porte di accesso/uscita resteranno aperte per evitare l’utilizzo di maniglie e garantire un flusso più sicuro e saranno a disposizione dei candidati soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani all’ingresso e all’uscita dei locali. Vista l’emergenza non è garantita la fruibilità dei servizi igienici;


6) sarà vietato l’accesso ai locali della prova preselettiva ai soggetti con febbre (uguale o superiore a 37,5 °C) oppure con sintomi influenzali/respiratori compatibili con l’infezione da COVID-19 e/o a chi fosse stato in contatto con persone positive a SARS-CoV-2 nei 14 giorni precedenti. Sarà rilevata la temperatura corporea prima dell’accesso e sarà richiesta la compilazione di idonea autocertificazione”


Documentazione relativa:
BANDO OPERAIO ELENCO NOMINATIVI DETERMINAZIONE N399 DEL 15062020
Scaduto
2020/03/05
bandi di concorso tecnico
Complesso sportivo per la pratica del golf

Procedura aperta per l’affidamento in concessione finalizzato alla riqualificazione e successiva gestione del complesso sportivo per la pratica del golf all’interno dell’area di proprietà comunale sita in parco nazioni unite con annessi ristorante, bar, piscina e relative pertinenze.

Visualizza i dettagli 


Documentazione relativa:
Scaduto
2020/02/10
avvisi pubblici economato
AVVISO DI MANIFESTAZIONE D’INTERESSE PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA, STRAORDINARIA ED ELETTRAUTO DEGLI AUTOMEZZI DI PROPRIETÀ COMUNALE PER L’ANNO 2020 – 2021

Con il presente avviso il Comune di Acqui Terme (AL) avvia un’indagine di mercato, nel rispetto dei principi di non discriminazione, parità di trattamento, proporzionalità e trasparenza di cui all’art.30 del D.Lgs. n. 50/2016 preordinata a conoscere l’assetto del mercato di riferimento, i potenziali concorrenti, gli operatori interessati, le clausole contrattuali generalmente accettate, al fine di verificarne la rispondenza alle reali esigenze della stazione appaltante.

La suddetta indagine di Mercato avrà l’unico scopo di consentire alla stazione appaltante di delineare un quadro chiaro e completo del mercato di riferimento. Si precisa pertanto che il presente avviso non costituisce avvio della procedura di gara pubblica né proposta contrattuale e non vincola in alcun modo la scrivente amministrazione.

L’amministrazione si riserva di sospendere, modificare o annullare la procedura relativa al presente avviso esplorativo e di non dar seguito alla gara per l’affidamento del servizio.Tutti gli operatori economici interessati, che siano muniti dei necessari requisiti, sono invitati a presentare una manifestazione di interesse a partecipare alla successiva selezione per l’affidamento del contratto.

Collegamento al portale https://appalti-acquese.maggiolicloud.it/PortaleAppalti/it/homepage.wp


Documentazione relativa:
AVVISO ALLEGATO 1 - FAC SIMILE MANIFESTAZIONE DI INTERESSE
Aperto
Non definito

Numero 5

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Trasferimento Ecosportello Econet

Da mercoledì 12 febbraio l’ecosportello Econet non sarà più in Palazzo Levi, in piazza Levi 12. Aprirà a pochi metri di distanza in via Maggiorino Ferraris 5, negli spazi del Comune di Acqui Terme della sala Ex Kaimano.

Una soluzione più funzionale per gli utenti che avranno così spazi più capienti e comodi.

Gli orari di apertura dello sportello rimangono invariati: da lunedì al sabato dalle ore 09.00 alle ore 13.00.

L’utenza acquese potrà così continuare, nei giorni di apertura, ad avere a disposizione i vari servizi offerti dall’Ecosportello, tra cui il ritiro dei contenitori e dei calendari. Gli operatori dello sportello sono formati dall’azienda Econet per illustrare nel dettaglio il funzionamento della raccolta differenziata e per rispondere a ogni dubbio o richiesta di chiarimento.

Su www.econetsrl.eu tutte le informazioni.


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Referendum 2020: On line la domanda per l’opzione di voto in Italia per i cittadini italiani residenti all’estero

In vista del referendum popolare confermativo previsto dall’articolo 138 della Costituzione sul testo costituzionale recante “Modifiche agli art.56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari” indetto per  il 29 marzo 2020 i cittadini italiani residenti all’estero potranno scegliere di votare per corrispondenza ai sensi della legge 27 dicembre 2001 n.459 o decidere di esercitare l’opzione di voto in Italia facendo apposita richiesta entro il 10° giorno successivo alla pubblicazione in gazzetta ufficiale del decreto di convocazione dei comizi.

Il Decreto è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.23 del 29 gennaio 2020, pertanto chi volesse esercitare tale opzione deve inviare entro l’08 febbraio 2020, l’apposito modulo compilato al Consolato di appartenenza.

Domanda opzione voto cittadini italiani residenti all’estero

Ufficio elettorale


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Aperte le selezioni per la nomina degli scrutatori
Anche quest’anno verrà applicato da parte del Comune di Acqui Terme il Codice Etico per la nomina degli scrutatori. La selezione sarà effettuata tenendo conto dello stato di occupazione e della situazione economica dell’interessato. La graduatoria per selezionare gli scrutatori sarà determinata da un punteggio. Sarà riservato il 60% dei posti alle fasce più bisognose.
La domanda di partecipazione dovrà essere presentata entro e non oltre il 3 marzo  2020 tramite consegna cartacea all’Ufficio Elettorale del Comune di Acqui Terme in piazza Levi n° 12; a mezzo servizio postale con raccomandata A/R indirizzata alla Commissione Elettorale del Comune di Acqui Terme – piazza Levi n° 12.
Alla domanda dovrà essere allegata la dichiarazione Isee in corso di validità (quest’ultima non costituisce requisito di ammissibilità alla procedura ma elemento essenziale per l’eventuale attribuzione degli ulteriori punteggi previsti dall’avviso pubblico), nonché copia fotostatica del documento di identità in corso di validità.

Documentazione relativa:
Scaduto
2020/03/05
avvisi pubblici cultura
Bando per concessione contributo finalizzato all’organizzazione di una mostra di scultura da realizzarsi nell’anno 2020

Il Comunedi Acqui Terme, nell’ottica dei principi di trasparenza, pubblicità, parità di trattamento, corretta concorrenza e ottimizzazione delle risorse finanziarie e nel perseguire la finalità statutaria di fornire a turisti e residenti un’offerta culturale di alto livello, avvicinando settori di pubblico sempre nuovi e ampial settore artistico, con lo scopo di valorizzare le opere dei maggiori esponenti dell’arte del ‘900, intende consolidare e promuovere la realizzazione di una mostra di scultura, intervenendo con un contributo massimo di € 20.000,00. La scelta degli artisti e delle opere sarà a discrezione del proponente. Il progetto proposto dovrà mantenere uno standard qualitativo elevato, in linea con le Mostre Antologiche organizzate, a partire dal 1970, dal Comunedi Acqui Terme, che si sono distinte negli anni per il puntuale e rigoroso valore scientifico. Il progetto proposto potrà trovare finanziamento dalle adesioni dei partecipanti e da supporti di sponsor. L’evento dovrà essere realizzato nell’anno 2020.


Documentazione relativa:
ALLEGATO A ALLEGATO B BANDO DELIBERA G.C. 32
Scaduto
2020/03/05
avvisi pubblici cultura
Bando per concessione contributo finalizzato all’organizzazione di una rassegna di musica classica nell’anno 2020

Il Comune di Acqui Terme, nell’ottica dei principi di trasparenza, pubblicità, parità di trattamento,corretta concorrenza e ottimizzazione delle risorse finanziarie e nel perseguire la finalità statutariadi fornire ai residenti e ai turisti una articolata offerta culturale, anche con lo scopo di valorizzare ilterritorio, intende promuovere la realizzazione di una rassegna di musica classica, intervenendo conun contributo massimo di € 5.000,00 (cinquemila). La rassegna dovrà presentare concerti di altolivello qualitativo con programmi diversificati e facilmente accessibili ad un pubblico ampio edeterogeneo. L’evento dovrà essere realizzato nell’anno 2020.

Non sono ammessi alla fase istruttoria i progetti il cui costo effettivo risulti inferiore a Euro10.000,00.


Documentazione relativa:
ALLEGATO A ALLEGATO B BANDO DELIBERAZIONE G.C. 33
Aperto
Non definito

Stato di massima pericolosità incendi boschivi su tutto il territorio del Piemonte

Viste le attuali condizioni meteo, la Regione Piemonte ha dichiarato lo stato di massima pericolosità per incendi boschivi su tutto il territorio regionale a partire da giovedì 6 febbraio.

Sono vietate, entro una distanza di cento metri dai terreni boscati, le azioni determinanti anche solo potenzialmente l’innesco di incendio, quali: accendere fuochi, accendere fuochi pirotecnici, far brillare mine, usare apparecchi a fiamma o elettrici per tagliare metalli, usare apparati o apparecchiature che producano faville o brace, fumare, disperdere mozziconi o fiammiferi accesi, lasciare veicoli a motore incustoditi a contatto con materiale vegetale combustibile o compiere ogni altra operazione che possa creare comunque pericolo mediato o immediato di incendio.

È vietata inoltre qualunque generazione di fiamma libera non controllabile nel tempo e nello spazio.

Le violazioni dei divieti e l’inosservanza delle prescrizioni comportano l’applicazione di sanzioni amministrative da un minimo di euro 200 a un massimo di euro 2.000, oltre alle sanzioni penali.

La cessazione dello stato di massima pericolosità sarà stabilita con successiva determinazione al cessare delle condizioni meteorologiche di rischio.


Pericolosità incendi boschivi febbraio 2020


Documentazione relativa:
Scaduto
2020/02/25
avvisi pubblici altro
AVVISO PUBBLICO PER LA NOMINA DI NR. 4 RAPPRESENTANTI DEL COMUNE DI ACQUI TERME NEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA CASA DI RIPOSO “JONA OTTOLENGHI”

La dichiarazione di disponibilitià indicata in avviso, può essere redatta in carta semplice.


Documentazione relativa:
AVVISO PRESTAMPATO DOMANDA
Aperto
Non definito

Numero 6

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Bandi precedenti al 2019
12 Ottobre 2018 COMUNE DI MELE: LAVORI DI “PROGETTO PILOTA PER UN PLESSO SCOLASTICO A MELE NUOVA SCUOLA MATERNA 1 LOTTO FUNZIONALE 1 STRALCIO OPERE DI FONDAZIONE” , CON PROCEDURA NEGOZIATA SENZA PREVIA PUBBLICAZIONE DI UN BANDO DI GARA (ART.36 DEL COMMA 2 LETT. C D.LGS. N.50/2016 E S.M.I.).- CODICE CUP D25E18000010004

Visualizza la documentazione

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Determina a contrattare
Quesito 1

18 Settembre 2018 COMUNE DI BISTAGNO: PROCEDURA NEGOZIATA RELATIVA AL CONSOLIDAMENTO RIPA SOTTOSTANTE VIA ADUA EVENTO ALLUVIONALE NOVEMBRE 2016 ORDINANZA N.430 DEL 10/01/2017 ORDINANZA COMMISSARIALE N.6/A18.000/430 DEL 27/06/2017. CUP F84J17000300005 E CIG 755251006B.

Visualizza la documentazione

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
DGUE CON ISTRUZIONI CONSOLIDAMENTO RIPA

06 Agosto 2018 COMUNE DI MASONE: PROCEDURA NEGOZIATA RELATIVA AI LAVORI DI COMPLETAMENTO DEL COMPLESSO SCOLASTICO IN LOC. RONCO CON LA REALIZZAZIONE DELLA SCUOLA MATERNA CUP E17B17000410005 – CIG 7593299C8D. DECRETO MIUR IN DATA 21/12/2017 FINANZIAMENTO DI EURO 1.235.000 PER INTERVENTI DI MESSA IN SICUREZZA E ADEGUAMENTO SISMICO DEGLI EDIFICI SCOLASTICI (DECRETO N.1007). DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
1 – GENERALI (formato ZIP)
2 – EDILI (formato ZIP)
3 – IMPIANTI (formato ZIP)
Decreto 21 dicembre 2017 MIUR
Delibera di giunta municipale
Determina 11 gara
Determina a contrarre
Determina approvazione sorteggio pubblico
13 Luglio 2018 COMUNE DI ACQUI TERME: GARA PROCEDURA APERTA PER LAFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA PERIODO 2018/2023. CIG: 75682838B3 PRECISAZIONE In riferimento alla procedura in oggetto si precisa che a partire dal 01 gennaio 2019 la Tassa per lo smaltimento dei Rifiuti Solidi Urbani sarà a carico della Ditta Concessionaria correlativamente alla attivazione del servizio in capo alla Società ECONET SRL.

DOCUMENTAZIONE COMPLETA

Pubblicata Determina 12 Nomina Commissione di Gara DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando Mensa 2018
Chiarimento n. 1
Chiarimento n. 2
Chiarimento n. 3
Chiarimento n. 4
Chiarimento n. 5
Chiarimento n. 6
Chiarimento n. 7

15 Marzo 2018 COMUNE DI ACQUI TERME: PROCEDURA NEGOZIATA RELATIVA AL 1 LOTTO FUNZIONALE OPERE DI RISTRUTTURAZIONE DELL’EDIFICIO SEDE DELL’ISTITUTO COMPRENSIVO 2 ACQUI TERME SCUOLA PRIMARIA STATALE VIA SAN DEFENDENTE. CUP B11E15000000002 – CIG73858303BA. BANDO TRIENNALE 2015/2017 EDILIZIA SCOLASTICA IN ATTUAZIONE DELLART. 10 DEL D.L. 104/2013 E DEL DECRETO DEL MINISTRO DELLECONOMIA E DELLE FINANZE DI CONCERTO CON IL MINISTRO DELLISTRUZIONE DELLUNIVERSITÀ E DELLA RICERCA E CON IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI IN DATA 21/01/2015. BANDI MUTUI 2016 PROPOSTA DI AGGIUDICAZIONE. DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Determina
Determina 34 Aggiudicazione
Verbale San Defendente
08 Marzo 2018 COMUNE DI ACQUI TERME: PROCEDURA NEGOZIATA RELATIVA AL 1 LOTTO FUNZIONALE OPERE DI RISTRUTTURAZIONE DELLEDIFICIO SEDE DELLISTITUTO COMPRENSIVO 2 ACQUI TERME SCUOLA PRIMARIA STATALE VIA SAN DEFENDENTE. CUP B11E15000000002 – CIG73858303BA. BANDO TRIENNALE 2015/2017 EDILIZIA SCOLASTICA IN ATTUAZIONE DELLART. 10 DEL D.L. 104/2013 E DEL DECRETO DEL MINISTRO DELLECONOMIA E DELLE FINANZE DI CONCERTO CON IL MINISTRO DELLISTRUZIONE DELLUNIVERSITÀ E DELLA RICERCA E CON IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI IN DATA 21/01/2015. BANDI MUTUI 2016 NOMINA FORMALE COMMISSIONE DI GARA. DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Determina nomina commissione
14 Febbraio 2018 PROCEDURA NEGOZIATA RELATIVA AL 1 LOTTO FUNZIONALE OPERE DI RISTRUTTURAZIONE DELLEDIFICIO SEDE DELLISTITUTO COMPRENSIVO 2 ACQUI TERME SCUOLA PRIMARIA STATALE VIA SAN DEFENDENTE. BANDO TRIENNALE 2015/2017 EDILIZIA SCOLASTICA IN ATTUAZIONE DELLART.10 DEL D.L. 1042013 E DEL DECRETO DEL MINISTRO DELLECONOMIA E DELLE FINANZE DI CONCERTO CON IL MINISTRO DELLISTRUZIONE DELLUNIVERSITÀ E DELLA RICERCA E CON IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI IN DATA 21/01/2015

ELENCO COMPLETO ALLEGATI

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Capitolato

06 Febbraio 2018

COMUNICATO

ULTERIORE SORTEGGIO PUBBLICO DI N. 5 OPERATORI ECONOMICI PER INDAGINE DI MERCATO AI SENSI DELLART. 36 COMMA 2 LETTERA C DEL D.LGS. N. 50/2016 PER LA RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA RELATIVA AL 1 LOTTO FUNZIONALE OPERE DI RISTRUTTURAZIONE DELLEDIFICIO SEDE DELLISTITUTO COMPRENSIVO 2 ACQUI TERME SCUOLA PRIMARIA STATALE VIA SAN DEFENDENTE. BANDO TRIENNALE 2015/2017 EDILIZIA SCOLASTICA IN ATTUAZIONE DELLART.10 DEL D.L. 1042013 E DEL DECRETO DEL MINISTRO DELLECONOMIA E DELLE FINANZE DI CONCERTO CON IL MINISTRO DELLISTRUZIONE DELLUNIVERSITÀ E DELLA RICERCA E CON IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI IN DATA 21/01/2015 DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Comunicazione

02 Gennaio 2018 COMUNE DI STREVI: PROCEDURA APERTA PER LAFFIDAMENTO DEL PROGETTO INTERVENTI SUI SOTTOSERVIZI PUBBLICI ESISTENTI NEL CENTRO STORICO COMPRENDENTI LA SOSTITUZIONE DELLE PARTI DI RETE IDRICA COMUNALE REALIZZATE CON MATERIALI CONTENTI AMIANTO ED ADEGUAMENTO DELLA RETE. CIG 7340539469.
Visulaizza l’elenco completo degli allegati DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando Strevi sostituzione rete idrica
Determina 7
Determina nomina commissione di gara
DGUE Istruzioni
Istanza rete idrica
Patto integrit Strevi – rete idrica
Verbale rete idrica
15 Novembre 2017 COMUNE DI ACQUI TERME: Procedura negoziata affidamento n°5 servizi assicurativi dal 31-12-2017 al 31-12-2020.

ELENCO COMPLETO ALLEGATI

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Determina a contrattare

13 Novembre 2017 COMUNE DI MASONE: INDAGINE DI MERCATO AI SENSI DELLART. 36 COMMA 2 LETTERA C DEL D.LGS. N. 50/2016 E SMI, PER LA RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA RELATIVA AI LAVORI DI COMPLETAMENTO DEL COMPLESSO SCOLASTICO LOCALITA RONCO CON LA REALIZZAZIONE DELLA SCUOLA MATERNA COMUNE DI MASONE (GE) LEGGE N.128/13 ART.10 EDILIZIA SCOLASTICA DECRETO MUTUI CUP E17B17000410005

ELENCO COMPLETO ALLEGATI

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Determina 79-2017
Elenco verifica operatori
Manifestazione d’interesse
Verbale sorteggio

16 Ottobre 2017 COMUNE DI STREVI: PROGETTO DI MESSA IN SICUREZZA E BONIFICA SITI AD ALTO RISCHIO AMBIENTALE E DI RILEVANTE IMPATTO SANITARIO MEDIANTE RIMOZIONE COPERTURE CONTENENTI FIBRE DI AMIANTO IN VARIE STRUTTURE COMUNALI. PROCEDURA NEGOZIATA CON TERMINI ABBREVIATI PER LAFFIDAMENTO DEI LAVORI DI NATURA EDILE. CIG 72346752AD. DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
1 lettera amianto
2 istanza ami edile
3 dgue-con-istruzioni-strevi-amianto
4 patto-di-integrita-strevi-amianto
capitolato-speciale-revisione
computo-metrico-revisione
det-avvio-a-contrattare
grafica
piano-di-sicurezza-e-coordinamento
quadro-economico-revisione
relazione-tecnica-revisione
28 Luglio 2017 COMUNE DI BISTAGNO: PROCEDURA APERTA PER LAFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI MICRONIDO COMUNALE. CIG: 7118430 A42. NOMINA FORMALE COMMISSIONE DI GARA. DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Determina 44/2017
17 Luglio 2017 COMUNE DI BISTAGNO: PROCEDURA APERTA PER LAFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA. CIG: 7138265A9E. DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
1 bandomensa2017
2 delibera-giunta-comunale
3 capitolato-mensa
4 allegato_a-menu
5 allegato_b-ingredienti-e-quantita-piatti
6 allegato_c-personale
7 allegato_d-attrezzature
8 dgue-con-istruzioni-mensa-bistagno
9 patto-di-integrita-mensa-bistagn
10 istanza-mensa-bistagno
11 determina-mensa18
12 determina-mensa37
14 Luglio 2017 COMUNE DI STREVI: PROCEDURA APERTA PER LAFFIDAMENTO DEL PROGETTO DI SISTEMAZIONE IDRAULICA TRATTO TERMINALE RIO CROSIO. INTERVENTO INSERITO NELL’ACCORDO DI PROGRAMMA MINISTERO AMBIENTE/REGIONE PIEMONTE PER LA BONIFICA ED IL RECUPERO DELLA VALLE BORMIDA. CUP D64H17000620001 CIG 714188886A. La corografia è consultabile presso gli uffici. DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
a_settore-a_planimetria-progetto
a_settore-a_planimetria-rilievo
a_settore-a_sezioni-e-profili-progetto
a_settore-a_sezioni-e-profili-rilievo
bando-rio-crosio-strevi
b_settore-b_planimetria-progetto
b_settore-b_planimetria-rilievo
b_settore-b_sezioni-e-profili-progetto
b_settore-b_sezioni-e-profili-rilievo
c1_settore-c_profilo-di-progetto
c1_settore-c_profilo-di-rilievo
c2_settore-c_sezioni-di-progetto-1c-28c
c2_settore-c_sezioni-di-rilievo-1c-28c
c3_settore-c_sezioni-di-rilievo-29c-39c
calcoli-esecutivi-delle-strutture_scogliera
calcoli-esecutivi_opera-di-trattenuta
capitolato-speciale-appalto
carpenterie-e-armature
computo-metrico
Cronoprogramma
c_settore-a_planimetria-rilievo
c_settore-a_planimetria-rilievo
dgue-con-istruzioni-strevi-rio-crosio (DOC)
elenco-ditte-catastali
elenco-elaborati-progetto
elenco-prezzi
incidenza-manodopera
Istanza-rio-crosio (DOC)
patto-di-integrita-strevi-rio-crosio (DOC)
piano-di-manutenzione
psc-e-fascicolo
quadro-economico
relazione-generale
relazione-geol-geot-sismica
relazione-idrologica-idraulica
schema-di-contratto
sezioni-tipologiche-e-particolari-costruttivi
03 Luglio 2017 COMUNE DI STREVI: PROCEDURA APERTA PER LAFFIDAMENTO DEL PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE E MESSA IN SICUREZZA DI ELEMENTI NON STRUTTURALI NEI LOCALI DELLA SCUOLA PRIMARIA VITTORIO ALFIERI. CUP D65I17000000004 E CIG 71288809DF DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
– DETERMINA di insediamento del seggio di gara
1_bando-scuola-strevi.pdf
2_dgue-con-istruzioni-strevi.doc
3_istanzascuola2017.doc
4_patto-di-integrita-strevi.doc
5_determina-33.pdf
6_determina-cuc-nr.-34.pdf
7_analisi-prezzi-scuola-strevi.pdf
capitolato-lavori-scuola-strevi.pdf
computo-metrico-scuola-strevi.pdf
computo-sicurezza-scuola-strevi.pdf
cronoprogramma-scuola-strevi.pdf
elenco-prezzi-scuola-strevi.pdf
incidenza-manodopera-scuola-strevi.pdf
planimetria-cantiere-scuola-strevi.pdf
psc-scuola-strevi.pdf
quadro-economico-scuola-strevi.pdf
relazione-illustrativa-scuola-strevi.pdf
tavola-stato-attuale-scuola-strevi.pdf
tavola-stato-di-progetto-scuola-strevi.pdf
29 Giugno 2017 COMUNE DI BISTAGNO: PROCEDURA APERTA PER LAFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI MICRONIDO COMUNALE. CIG: 7118430 A42. DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando micronido Bistagno
Capitolato d’oneri micronido
Determina 15 Comune di Bistagno
Determina 31/2017
DGUE con istruzioni (DOC)
Istanza (DOC)
Patto di integrit (DOC)
Planimetria
Regolamento micronido
06 Giugno 2017 COMUNE DI ACQUI TERME: PROCEDURA APERTA PER LAFFIDAMENTO IN CONCESSIONE CENTRO CUSTODIA ORARIA STRUTTURA BABY PARKING COMUNALE DI PIAZZA DON DOLERMO. CIG 70996608C4.

ERRATA CORRIGE

Si comunica che il Termine di ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione è posticipato alle ore 12.00 del 10/07/2017 per cui il punto 4.2 TERMINE DI RICEVIMENTO DELLE OFFERTE O DELLE DOMANDE DI PARTECIPAZIONE viene così rimodulato

4.2 TERMINE DI RICEVIMENTO DELLE OFFERTE O DELLE DOMANDE DI PARTECIPAZIONE Gli operatori economici concorrenti, in possesso dei requisiti necessari, dovranno presentare al COMUNE DI ACQUI TERME UFFICIO PROTOCOLLO PIAZZA LEVI N.12 15011 ACQUI TERME (AL) in qualità di Comune Capofila della CUC dell’Acquese, entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 10 luglio 2017 apposito plico sigillato contenente l’offerta e la relativa documentazione amministrativa. Il plico sigillato e debitamente controfirmato sui lembi di chiusura deve recare all’esterno oltre ALL’INDICAZIONE DEL MITTENTE E L’INDIRIZZO DEL MEDESIMO, la seguente dicitura: “CUC DELL’ACQUESE PER COMUNE DI ACQUI TERME. PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE CENTRO CUSTODIA ORARIA STRUTTURA BABY PARKING COMUNALE DI PIAZZA DON DOLERMO. CIG: 70996608C4 TERMINE ULTIMO RICEZIONE OFFERTA ORE 12 DEL 10/07/2017”.


In ogni caso non saranno presi in considerazione i plichi pervenuti in qualunque modo di trasmissione, fuori termine, all’Ufficio protocollo. Pertanto si precisa che ai fini del rispetto del termine previsto – ore 12.00 del 10/07/2017 farà fede esclusivamente il timbro di ricevimento/protocollo apposto dall’Ufficio Protocollo di detto Comune, indipendentemente dalla data di spedizione. I plichi devono essere idoneamente sigillati controfirmati sui lembi di chiusura in modo tale da impedire l’apertura senza alterazione. I plichi pervenuti in qualunque modo di trasmissione fuori termine all’indirizzo qui precisato e sussegnato non saranno presi in considerazione, non si darà luogo all’apertura dei medesimi ed al riguardo non saranno ammessi reclami di sorta. Pertanto il recapito tempestivo dei plichi e la loro integrità rimane ad esclusivo rischio dei mittenti e non saranno accettati reclami se per qualsiasi motivo non pervengano entro il termine perentorio fissato o che non siano regolarmente chiusi e sigillati. Per evitare dubbi interpretativi si precisa che per sigillo deve intendersi una qualsiasi impronta o segno atto ad assicurare la chiusura e nello stesso tempo confermare l’autenticità della chiusura originaria proveniente dal mittente, al fine di evitare manomissioni di sorta della busta (sia ad esempio impronta espressa su materiale plastico come ceralacca o piombo, sia una striscia incollata con timbri e firme). Il plico, debitamente chiuso, deve recare quindi all’esterno le informazioni relative all’operatore economico concorrente (denominazione o ragione sociale, codice fiscale, indirizzo, numero telefono/fax/posta elettronica/pec ). Si precisa che nel caso di concorrenti con idoneità plurisoggettiva (raggruppamento temporaneo di impresa, consorzio ordinario, aggregazione tra le imprese aderenti al contratto di rete, GEIE) vanno riportati sul plico i nominativi, gli indirizzi ed i codici fiscali dei partecipanti ai detti soggetti sia se questi sono già costituiti e sia se sono da costituirsi. DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando baby parking
Capitolato oneri
Determina a contrattare
Determina commissione Baby Parking
DGUE con istruzioni
Istanze
Patto di integrit
Planimetria baby parking
Verbale consistenza immobile

26 Maggio 2017 COMUNE DI ACQUI TERME: BANDO APERTO PER LINDIVIDUAZIONE DI UN SISTEMA ORGANIZZATIVO DEPUTATO A COSTITUIRE IL CONVENTION BUREAU DELLA CITTA’ DI ACQUI TERME. CIG 7091645296. DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando centro congressi
Capitolato centro congressi
DGUE con istruzioni
Istanza congressi
Patto di integrit
11 Maggio 2017 COMUNE DI ACQUI TERME: PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DEL PROGETTO DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA MANTO STRADALE 2017. CUP B17H17000220004174 – CIG 7035234ABF DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Determina 23 presa d’atto verbale di gara asfalti 2017
Verbale gara asfalti 2017
02 Maggio 2017 COMUNE DI ACQUI TERME: PROCEDURA APERTA LAFFIDAMENTO PERCORSO NATURALISTICO CICLOPEDONALE SULLA SPONDA DESTRA DEL FIUME BORMIDA LOTTO 1 COLLEGAMENTO AREA ARCHEOLOGICA ACQUEDOTTO ROMANO CON LAREA CAMPER. CODICE CUP B17B16000420004 CODICE CIG 7029828D92. DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Determina 21 – 2017
Verbale firmato
02 Maggio 2017 PROCEDURA APERTA PER LA CONCLUSIONE DI ACCORDO QUADRO PER SERVIZI DI MANUTENZIONE DELLE ALBERATURE DEI GIARDINI E DELLE AREE VERDI DEL TERRITORIO COMUNALE DI ACQUI TERME, NONCHÉ DELLA PISTA CICLOPEDONALE DELLA DURATA DI TRE ANNI DALLA DATA DELLAFFIDAMENTO DELLAPPALTO. LOTTO 1 CIG.:7019981F91 E LOTTO 2 CIG: 7020072AAB.

AVVISO

Si comunica ai Sigg. Concorrenti che mercoledì 3 maggio alle ore 9 si terrà lultima seduta riservata delle offerte tecniche per la gara di cui alloggetto e si precisa che nella stessa giornata verrà data comunicazione via PEC ai concorrente dellultima fase in via pubblica. . DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Avviso

04 Aprile 2017 COMUNE DI ACQUI TERME: PROCEDURA APERTA PER LAFFIDAMENTO DEL PROGETTO DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA MANTO STRADALE 2017. CODICE CUP B17H17000220004174 E CODICE CIG 7035234ABF.

SCADENZA: 26 aprile 2017 ore 12.00

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando di gara asfalti
Capitolato asfalti 2017
Cronoprogramma
Determina a contrattare
DGUE con istruzioni
Elenco prezzi
Istanza asfalti
Patto d’integrit
Programma manutenzione
Quadro economico
Relazione tecnica e illustrativa
Scheda 1
Scheda 2
Scheda 3
Scheda 4
Scheda 5
Scheda 6
Scheda 7
Scheda 8
Scheda 9
Validazione manto stradale

28 Marzo 2017 PROCEDURA APERTA PER LA REALIZZAZIONE DEL PERCORSO NATURALISTICO CICLO/PEDONALE SULLA SPONDA DESTRA DEL FIUME BORMIDA – LOTTO I – COLLEGAMENTO AREA ARCHEOLOGICA ACQUEDOTTO ROMANO CON L’AREA CAMPER. CUP B17B16000420004 CIG:7029828D92 QUESITO 1 Domanda: Avendo noi diritto alla riduzione del 50% per la ISO9001 cumulabile al 20% per la ISO14001 chiediamo specifica su come deve essere applicata la suddetta riduzione sullimporto del 2% pari a 1.831,31:

    • Il 50% su 1.831,31 e sul risultato lulteriore 20%. In questo caso limporto della polizza dovrebbe essere pari a 732,53;
    • Il 70% su 1.831,31. In questo caso limporto della polizza dovrebbe essere pari a 549,40.

Risposta: Nel caso il concorrente intendesse beneficiare delle riduzioni previste dall’art. 93 del Dlgs nr. 50/2016 e cioè una riduzione del 50% prevista dal comma 7 e l’ulteriore riduzione del 20% poichè in possesso anche della certificazione ambientale ai sensi della norma UNI EN ISO 14001 l’ulteriore riduzione cumulabile del 20% (in questo caso di fattispecie) sarà applicato sull’importo residuo della cauzione. Pertanto la riduzione esatta corrisponde al primo caso, vale a dire il 50% sull’importo totale e sul risultato l’ulteriore 20% e quindi una polizza pari ad 732,53. DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando di gara
Calcoli statici
Capitolato speciale
Computo metrico estimativo
Cronoprogramma
DGUE con istruzioni
Disciplinare
Elenco Prezzi
Individuazione catastale
Istanza Pista
Oneri sicurezza
PATTO DI INTEGRITA’
Piano manutenzione
Quadro economico
Relazione geologico-geotecnica
Relazione tecnica
TAV2
TAV3
Validazione percorso naturalistico ciclopedonale
Verifica idraulica

23 Marzo 2017 PROCEDURA APERTA PER LA CONCLUSIONE DI ACCORDO QUADRO PER SERVIZI DI MANUTENZIONE DELLE ALBERATURE DEI GIARDINI E DELLE AREE VERDI DEL TERRITORIO COMUNALE DI ACQUI TERME, NONCHÉ DELLA PISTA CICLOPEDONALE DELLA DURATA DI TRE ANNI DALLA DATA DELLAFFIDAMENTO DELLAPPALTO.


F A Q QUESITO 1 Domanda: il disciplinare di gara al punto 9.3 b) richiede la dimostrazione di solidità economica e finanziaria e fa riferimento all’allegato XVII del codice degli appalti citando le possibilità di dimostrazione della solidità attraverso : ” a) Le referenze bancarie dovranno essere prodotte in originale o copia conforme; b) Il fatturato complessivo, mediante copia estratto dei bilanci relativi al periodo considerato, ovvero copia conforme delle dichiarazioni IVA relative al periodo considerato”. Il suddetto allegato XVII precisa che “Di regola, la capacità economica e finanziaria dell’operatore economico può essere provata mediante una o più delle seguenti referenze:

    1. a) idonee dichiarazioni bancarie o, se del caso, comprovata copertura assicurativa contro i rischi professionali; b) presentazione dei bilanci o di estratti di bilancio, qualora la pubblicazione del bilancio sia obbligatoria in base alla legislazione del paese di stabilimento dell’operatore economico; c) una dichiarazione concernente il fatturato globale e, se del caso, il fatturato del settore di attività oggetto dell’appalto, al massimo per gli ultimi tre esercizi disponibili in base alla data di costituzione o all’avvio delle attività dell’operatore economico, nella misura in cui le informazioni su tali fatturati siano disponibili. “

La solidità economica può considerarsi dimostrata applicando, a scelta del concorrente , una sola delle opzioni previste dall’allegato XVII o deve essere dimostrata attraverso l’applicazione di ENTRAMBE le opzioni previste dal disciplinare al punto 9.3b)? Risposta: I requisiti di capacità economica – finanziaria previsti al punto 9.3 del disciplinare di gara NON SONO alternativi. Vengono richiesti entrambi e, come specificato, sia nel paragrafo citato che nel riquadro “Nota Bene”del suddetto paragrafo, i suddetti requisiti hanno lo scopo di definire con maggiore precisione la forza economica del concorrente, al fine di garantire la continuità del servizio e la garanzia della sua erogazione durante la durata contrattuale dell’Accordo Quadro. QUESITO 2 Domanda: In caso di presentazione di referenze bancarie attestanti la solidità economica e partecipando ad entrambi i lotti bisogna presentare due distinte referenze o è sufficiente una con indicazione dei due lotti? Risposta: In riferimento al quesito n. 2 le referenze bancarie, anche se si vuole partecipare per entrambi i lotti, sono richieste esattamente come indicato al punto B; vale a dire, due dichiarazioni di Istituti Bancari; qualora, come già indicato nel Disciplinare, il Concorrente operasse con un solo Istituto bisognerà presentare apposita autocertificazione. Ad ogni buon conto, la documentazione amministrativa che si allega, qualora il Concorrente volesse partecipare per entrambi i lotti, ad esempio le referenze bancarie, saranno due e entrambe conterranno la specifica della partecipazione a tutte e due i lotti; come d’altronde nell’istanza di partecipazione il concorrente sbarrerà per entrambi i lotti. QUESITO 3 Domanda: In virtù del possesso di attestazione SOA, è’ possibile la dimostrazione del possesso dei requisiti di cui al punto 9.3 (“Requisiti di capacità economica e finanziaria”) e punto 9.4. (“Requisiti di capacità tecnica e professionale”), alternativamente a quanto richiesto nel Disciplinare di gara, mediante presentazione del proprio Attestato SOA Cat. OS24 Class. III-Bis? Dalla formulazione dell’art. 14 (pag. 18) del Disciplinare di gara, sembra che non sia ammesso il subappalto, neanche nei limiti stabiliti dall’art. 105 D.lgs. 50/2016; è corretta tale interpretazione? Ossia, non è ammesso il subappalto? Risposta: Trattandosi di procedura relativa al servizio di manutenzione del verde l’attestazione SOA non è assimilabile ai requisiti indicati nel disciplinare. QUESITO 4 Domanda: Dalla formulazione dell’art. 14 (pag. 18) del Disciplinare di gara, sembra che non sia ammesso il subappalto, neanche nei limiti stabiliti dall’art. 105 D.lgs. 50/2016; è corretta tale interpretazione? Ossia, non è ammesso il subappalto? Risposta: L’Istituto del subappalto in detto servizio non è ammesso. QUESITO 5 Domanda: con la presente sono a chiedere alcune informazioni in merito ai lotti sopra citati: – La cauzione bisogna farla separata dai due lotti oppure si puo’ fare con ununica dicitura per entrambe i lotti – La cauzione esatta dell’importo dei lotti e a chi va intestata. Risposta: Inizialmente si specifica, come chiaramente indicato nel disciplinare, che la cauzione, indipendentemente dai lotti, va intestata al Comune di Acqui Terme (Stazione appaltante della gara). Qualora vogliate partecipare ad entrambi i lotti la cauzione potrà essere unica e limporto trattandosi di lotti di ugual valore economico sarà pari ad 4.019,70. Il valore della cauzione provvisoria segue landamento della presente gara, vale a dirsi la condizione che ciascun concorrente potrà presentare offerta per uno o tutti e due i lotti, ma laggiudicatario di un lotto non potrà concorrere allaffidamento del lotto successivo. Si specifica infine di indicare nella Polizza entrambi i CIG dei lotti. QUESITO 6 Domanda: In riferimento all’oggetto si chiede di sapere, nel caso in cui un concorrente partecipi ad entrambi i lotti: 1) se per ogni lotto dovrà presentare un plico separato (comprensivo ciascuno delle buste A-B-C-D relative al lotto in questione) oppure se potrà presentare un plico unico; 2) in quest’ultimo caso (PLICO UNICO) se, all’interno del plico, dovranno essere inseriti a loro volta due plichi (UNO PER OGNI LOTTO) contenenti altrettante BUSTE A-B-C-D oppure se e quali potranno essere i documenti da presentarsi una volta sola e che avranno validità per entrambi i lotti. Risposta: Essendo una gara unica, qualora il concorrente decidesse di partecipare ad entrambi i lotti, il plico sarà anch’esso unico e sull’intestazione necessariamente dovranno essere indicati tutti e due i lotti. All’interno del plico, sempre in caso di partecipazione ad entrambi i lotti, dovranno esserci la Busta A – documentazione amministrativa – dove verranno allegati le dichiarazioni e i documenti previsti dal disciplinare per entrambi i lotti. Per quanto riguarda invece le buste Tecniche e le buste Economiche queste dovranno essere duplici, vale a dire Busta B lotto I e Busta B lotto II così come Busta C lotto I Offerta Economica e Busta C lotto II Offerta Economica. La Busta D (facoltativa) può, come la Busta A, contenere, per entrambi i lotti, tutte le giustificazioni che il concorrente intende allegare. Si precisa infine che per quanto riguarda la PassOE e i CIG questi dovranno essere duplici in quanto il sistema SIMOG non permette soluzioni diverse per cui quando si vuole partecipare a gare suddivise in lotti per ogni lotto bisogno generare il relativo PassOE. DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando pubblicato sulla GUCE
Capitolato d’oneri verde
Determina approvazione elenco concorrenti
Determina autorizzazione a contrattare
Determina nomina commissione di gara
DGUE con istruzioni
Disciplinare
Elenco sponsorizzazioni aree verdi
Istanza verde compilabile
Patto di integrit
Planimetrie individuazione delle zone a verde
Verbale approvazione elenco concorrenti

01 Marzo 2017 ESITO AD AVVENUTO SORTEGGIO DELLINDAGINE DI MERCATO AI SENSI DELLART. 36 COMMA 2 LETTERA C DEL D.LGS. N. 50/2016 PER LA RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA RELATIVA AL 1 LOTTO FUNZIONALE OPERE DI RISTRUTTURAZIONE DELLEDIFICIO SEDE DELLISTITUTO COMPRENSIVO 2 ACQUI TERME SCUOLA PRIMARIA STATALE VIA SAN DEFENDENTE. BANDO TRIENNALE 2015/2017 EDILIZIA SCOLASTICA IN ATTUAZIONE DELLART.10 DEL D.L. 1042013 E DEL DECRETO DEL MINISTRO DELLECONOMIA E DELLE FINANZE DI CONCERTO CON IL MINISTRO DELLISTRUZIONE DELLUNIVERSITÀ E DELLA RICERCA E CON IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI IN DATA 21/01/2015 DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Allegato A operatori estratti
Allegato B operatori non estratti
Allegato C operatori non ammessi
Determina 7/2017 approvazione verbale sorteggio
Verbale sorteggio
16 Gennaio 2017 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO AI SENSI DELLART. 36 COMMA 2 LETTERA C DEL D.LGS. N. 50/2016 PER LA RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA RELATIVA AL 1 LOTTO FUNZIONALE OPERE DI RISTRUTTURAZIONE DELLEDIFICIO SEDE DELLISTITUTO COMPRENSIVO 2 ACQUI TERME SCUOLA PRIMARIA STATALE VIA SAN DEFENDENTE. BANDO TRIENNALE 2015/2017 EDILIZIA SCOLASTICA IN ATTUAZIONE DELLART.10 DEL D.L. 1042013 E DEL DECRETO DEL MINISTRO DELLECONOMIA E DELLE FINANZE DI CONCERTO CON IL MINISTRO DELLISTRUZIONE DELLUNIVERSITÀ E DELLA RICERCA E CON IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI IN DATA 21/01/2015
Visualizza le F.A.Q. DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
0-comunicazione-sorteggio.pdf
0-determina2_2017.pdf
0-determina5_2017.pdf
0-gara-san-defendente-allegato-1.pdf
0-gara-san-defendente-ist-amme-all3.pdf
0-nominativi-gara-san-defendente-allegato-2.pdf
0-verbale.pdf
0a_manifestazione_interesse_0.pdf
0b_determina_avvio_contrattare.pdf
0c_comunicazione_regionale.pdf
10_tavolapa_2r.pdf
11_tavolapa_1d_nc.pdf
12_tavolapa_2d_nc.pdf
13_tavolapa_1p.pdf
14_tavolapa_2p.pdf
15_tavolapa_3p.pdf
16_tavolapa_4p.pdf
17_tavolapa_5p.pdf
18_relazione_consumi_energetici_stato_fatto.pdf
19_relazione_consumi_energetici_stato_progetto.pdf
1_relazione_generale.pdf
20_pmo.pdf
21_computo_metrico_estimativo.pdf
22_quadro_incid_manodop.pdf
23_elenco_prezzi.pdf
24_analisi_prezzi.pdf
2_relazione_geologica.pdf
3_tavolait_1.pdf
4_relazione_impianti_idrico_sanitari.pdf
5_tavola_it_2.pdf
6_relazione_elettrico.pdf
7_quadro_economico.pdf
8_tavolai_0.pdf
9_tavolapa_1r.pdf
21 Novembre 2016 OGGETTO: COMUNE DI BISTAGNO: PROCEDURA APERTA PER LAFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEI SERVIZI DI REFEZIONE SCOLASTICA E DI MICRONIDO COMUNALE. DURATA CONCESSIONE DAL 01/01/2017 AL 31/07/2018. CODICE CIG: 68595507BA. DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
1 Determina comune di Bistagno
2 Determina CUC
3 Bando gara mensa micro
4 Istruzioni istanza con DGUE dichiarazioni
5 Istruzioni istanza dichiarazione senza DGUE
6 Modello offerta
7 Capitolato oneri
8 Linee guida – Regione Piemonte
allegato a
allegato a
allegato c
allegato d
allegato e
allegato f
allegato g
allegato h
allegato i
07 Ottobre 2016

BANDO SCADUTO

COMUNE DI ACQUI TERME: BANDO E DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA APERTA RELATIVA ALL’AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE AVENTE DURATA DALLA DATA DI SOTTOSCRIZIONE DEL CONTRATTO FINO AL 31/12/2021. CIG 6826069A54.

la gara scadrà l’8 novembre 2016

DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Bando europeo
Bando Tesoreria
Delibera 34/2016 e convenzione
Determina 32 avvio contrattare
Istanza con DGUE
Istanza senza DGUE

14 Settembre 2016

BANDO SCADUTO

COMUNE DI PONZONE: PECO AREA LOSIO. ATTRIBUZIONE LAVORI 3 FASE STANDARD URBANISTICI. CIG:6796039CC9. INTERVENTO AI SENSI ART.16 COMMA 2 DPR N.308/2001 NONCHE DELLART.57 COMMA 6 E DEL SUCCESSIVO ART.122 COMMA 7 D.LGS N.163/2006 E SMI. TERMINI ABBREVIATI. DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
1 Relazione tecnica e quadro economico
10 Computo oneri sicurezza
11 Computo metrico estimativo
12 Quadro incidenza della manodopera
13 Cronoprogramma
14 Schema di contratto e capitolato speciale d’appalto
15 Piano di manutenzione dell’opera
16 Piano di sicurezza e coordinamento
17 Piano particellare di esproprio
2 Relazione di calcolo
3 Carografia scala 10000
4 Planimetria generale scala 1000
5 Strutture in c.a., opere ingresso1
6 Struttura in c.a., opere ingresso3
7 Particolari costruttivi
8 Analisi dei prezzi
9 Elenco prezzi unitari
Determina atti di gara
Determina avvio a contrattare
Testalino 3 fase Losio

07 Settembre 2016

BANDO SCADUTO

COMUNE DI ACQUI TERME: TORNATA DI GARE, PER LAFFIDAMENTO DELLA PROCEDURA NEGOZIATA RELATIVA ALLA MANUTENZIONE STRAORDINARIA MANTO STRADALE 2016. CUP B17H16000630004. BLOCCO 1 CIG 6795217675. BLOCCO2 CIG 679530818F.
Vedere pubblicazione del 12 Agosto per ulteriore materiale.
DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Capitolato
Determina 24-2016
Verbale di gara Pubblicazione 23/09/16

31 Agosto 2016

BANDO SCADUTO

COMUNE DI ACQUI TERME: MANIFESTAZIONE DI INTERESSE (ART.216 COMMA 9 d.LGS N.50/2016) PER LINDIVIDUAZIONE DI COOPERATIVE SOCIALI DI TIPO B DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER LA GESTIONE DEL CANILE MUNICIPALE. DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Istanza manifestazione di interesse
Manifestazione per canile

12 Agosto 2016

BANDO SCADUTO

COMUNE DI ACQUI TERME: MANIFESTAZIONE DI INTERESSE (ART.216 COMMA 9 D.LGS N.50/2016) PER LINDIVIDUAZIONE DI OPERATORI ECONOMICI DA INVITARE ALLA TORNATA DI GARE, PER LAFFIDAMENTO DELLA PROCEDURA NEGOZIATA RELATIVA ALLA MANUTENZIONE STRAORDINARIA MANTO STRADALE 2016 (BLOCCO 1 E BLOCCO2) CUP B17H16000630004 DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
COMPLETO Lotto 1 (schede)
COMPLETO Lotto 2 (schede)
Istanza di manifestazione di interesse
Lotto 1 scheda I
Lotto 1 scheda II
Lotto 1 scheda III
Lotto 1 scheda IV
Lotto 2 scheda I
Lotto 2 scheda II
Lotto 2 scheda III
Lotto 2 scheda IV
Lotto 2 scheda V
Lotto 2 scheda VI
Lotto 2 scheda VII
Lotto 2 scheda VIII
Manifestazione asfalti
Quadro economico
Relazione asfalti

10 Agosto 2016

BANDO SCADUTO

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE (ART.216 COMMA 9 d.LGS N.50/2016) PER LINDIVIDUAZIONE DI COOPERATIVE SOCIALI DI TIPO B DA INVITARE ALLE SEGUENTI PROCEDURE NEGOZIATE: A) AFFIDAMENTO GESTIONE DEI CENTRI DI INCONTRO COMUNALI SAN GUIDO E MONS. GALLIANO B) AFFIDAMENTO GESTIONE DEL CANILE MUNICIPALE DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Capitolato gestione canile
Capitolato oneri gestione centri d’incontro comunali
Determina canile
Determina centri d’incontro comunali
Istanza manifestazione d’interesse
Manifestazione per anziani e canile

27 Luglio 2016

BANDO SCADUTO

AVVISO DI AGGIUDICAZIONE PROVVISORIA COMUNE DI STREVI: INTERVENTO DI ADEGUAMENTO NORME BARRIERE ARCHITETTONICHE INTERVENTI RELATIVI AL RISPARMIO ENERGETICO LOCALI DELLA SCUOLA PRIMARIA V. ALFIERI E RISISTEMAZIONE DELLE PERTINENZE CUP D64H16000130004 E CIG 6756077B1A. GARA UFFIOSA CON CARATTERE DURGENZA. DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Esito gara scuola
Verbale scuola di Strevi

19 Luglio 2016

BANDO SCADUTO

COMUNE DI BISTAGNO: PROCEDURA APERTA PER LAFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEI SERVIZI DI REFEZIONE SCOLASTICA E DI MICRONIDO COMUNALE. CODICE CIG 6757224DA2 DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Allegato a
Allegato b
Allegato c
Allegato d
Allegato e
Allegato f
Allegato g
Allegato h
Allegato i
Bando di gara mensa e micronido
Capitolato oneri
Determina
Determina CUC
Elenco allegati
Istanza
Quesito 1

15 Luglio 2016

BANDO SCADUTO

COMUNE DI STREVI: INTERVENTO DI ADEGUAMENTO NORME BARRIERE ARCHITETTONICHE INTERVENTI RELATIVI AL RISPARMIO ENERGETICO LOCALI DELLA SCUOLA PRIMARIA V. ALFIERI E RISISTEMAZIONE DELLE PERTINENZE CUP D64H16000130004 E CIG 6756077B1A. GARA UFFIOSA CON CARATTERE DURGENZA. DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Capitolato
Computo metrico
Computo sicurezza
Cronoprogramma
Determina 16-2016
Elaborati grafici
Elenco prezzi
Piano sicurezza
Quadro economico
Relazione illustrativa
Tavola impianto elettrico

11 Aprile 2016 COMUNE DI ACQUI TERME: GARA RELATIVA ALLAFFIDAMENTO IN CONCESSIONE SERVIZIO TESORERIA COMUNALE QUINQUENNIO 2016-2020. DESERTAZIONE GARA CIG 6604796215. DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Determine 9 – 2016
11 Aprile 2016

BANDO SCADUTO

COMUNE DI ACQUI TERME: GARA RELATIVA ALLAFFIDAMENTO IN CONCESSIONE SERVIZIO TESORERIA COMUNALE QUINQUENNIO 2016-2020. DESERTAZIONE GARA CIG 6604796215. DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Determina 9 – 2016

29 Marzo 2016

BANDO SCADUTO

COMUNE DI STREVI: INTERVENTI URGENTI DI CONSOLIDAMENTO FRANA E RICOSTRUZIONE PORZIONE DI CINTA MURARIA MEDIOEVALE IN FREGIO A VIA DELLA ROCCA. INTERVENTO APPROVATO CON ORDINANZA COMMISSIARIALE DEL 17/11/2015 E OCDPC N.269/2015. CODICE CUP D66J16000230001 e CIG 6638041CB6. DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
01-Relazione generale
02-Relazione geologica
03-Relazione geotecnica
04a-Relazione di calcolo
04b-Relazione di calcolo delle strutture in c.a.
05-Elenco prezzi unitari
06-Analisi nuovi prezzi
07-Computo metrico estimativo
08-Quadro economico
09-Capitolato speciale appalto
10-Schema di contratto
11-Quadro di incidenza della manodopera
12-Piano di sicurezza e coordinamento
13-Computo-stima degli oneri di sicurezza
14-Fascicolo con le caratteristiche dell’opera
15-Cronoprogramma delle lavorazioni
16-Piano particellare di esproprio
17-Estratti cartografici
18-Planimetria generale e sezione tipo
19-Opere in c.a
20-Rivestimento muro
21-Piano di manutenzione dell’opera
Determina CUC 7/2016

29 Marzo 2016

BANDO SCADUTO

COMUNE DI STREVI: PROCEDURA NEGOZIATA CON OFFERTA ECONOMICAMENTE PIU VANTAGGIOSA. INTERVENTI DI MESSA IN SICUREZZA DEL PROCESSO DI INSTABILIZZAZIONE A CARICO DEL VERSANTE OVEST DEL CONCENTRICO. CUP D65115000080001 CIG. 6453536A5F. LAVORI URGENTI EX ART.176 DPR n.207/2010. DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
A01_Relazione_Generale
A01_Relazione_Generale
A03_Relazione_Calcolo_strutture
A04_Piano_Manutenzione
A05
A06_Elenco_Prezzi
A07_Computo_Metrico
A08_Incidenza_Manodopera
A09_Schema_Contratto e Capitolato_Speciale_d’Appalto
A10_Cronoprogramma
A11_Quadro_Economico
B01_Corografia_estratto catastale
B02_Planimetria_profili_sezioni rilievo
B04-1_Carpenteria_armature_particolari-Sett_Sup
B04-2_Carpenteria_armature_particolari-Sett_Inf
B05_Particolari costruttivi
determina_comune_strevi_58_2015
determina_cuc_8_2016

07 Marzo 2016

BANDO SCADUTO

COMUNE DI ACQUI TERME: Procedura negoziata ex art.30 D.lgs n.163/2006 e smi relativa all’affidamento in concessione servizio di tesoreria comunale quinquennio 2016-2020. CIG 6604796215. DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Delibera
Determina
Determina n. 06 del 29/02/2016
Istanza
Quesiti gara

05 Gennaio 2016

BANDO SCADUTO

COMUNE DI ACQUI TERME: PROCEDURA NEGOZIATA RELATIVA ALLA RISTRUTTURAZIONE EDIFICIO COMUNALE PALAZZO LEVI E PORZIONE EX CASERMA C. BATTISTI DI PROPRIETÀ COMUNALE. CODICE CUP B14B15000040004 E CIG 6527970B40. DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Capitolato Speciale
Computo Metrico
Cronoprogramma
Descrizione Interventi
Determina 269
Determina CUC 2
Elenco Prezzi
Integrazione Soprint 1
Integrazione Soprint 2
Integrazione Soprint 3
Integrazione Soprint 4
Integrazione Soprint 5
Integrazione Soprint 6
Istanza
Quadro Economico
Relazione Tecnica Definitivo Esecutivo
Tav 1 ED
Tav 2 ED
Tav 3 ED

05 Gennaio 2016

BANDO SCADUTO

COMUNE DI ACQUI TERME: AFFIDAMENTO DELLA PROCEDURA NEGOZIATA RELATIVA ALLA REALIZZAZIONE NUOVI MARCIAPIEDI COMUNALI CUP B11B15000440004 E CIG 65318068D2. DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Computo Metrico
Determina 270
Determina CUC 3
Documentazione Fotografica
Elaborati di Progetto
Foglio Patti e Condizioni
Istanza
Quadro Economico di Spesa
Relazione Tecnica

05 Gennaio 2016

BANDO SCADUTO

COMUNE DI ACQUI TERME: AFFIDAMENTO DELLA PROCEDURA NEGOZIATA DI COTTIMO FIDUCIARIO RELATIVO AI LAVORI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DEI LOCALI COMUNALI DI REG. CASSAROGNA SEDE DELLA SOCIETÀ SPORTIVA LA BOCCIA. CODICE CIG Z5117CAFEA. DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Computo Metrico
Determina 271
Determina CUC 4
Elaborati Grafici
Foglio Condizioni
Istanza

05 Gennaio 2016

BANDO SCADUTO

COMUNE DI ACQUI TERME: AFFIDAMENTO DELLA PROCEDURA NEGOZIATA RELATIVA AI LAVORI DI COMPLETAMENTO CANILE COMUNALE CUP B16G15001350004 E CIG 654240750C (PROCEDURA FINALIZZATA A CREARE OPPORTUNITÀ DI LAVORO PER LE PERSONE SVANTAGGIATE DI CUI ALLART.4 COMMA 1 DELLA LEGGE 8/11/1991 N.381 E SMI.) DOCUMENTAZIONE RELATIVA:
Capitolato
Computo
Determina 279
Determina CUC 5
Documentazione Fotografica
Istanza Canile
Lettera Invito Canile
Quadro Economico
Relazione Tecnica

28 Ottobre 2015

BANDO SCADUTO

GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI, DELLA MANUTENZIONE ORDINARIA, DELL’ILLUMINAZIONE VOTIVA (A FAR DATA DALLA SCADENZA DELLA CONCESSIONE IN ESSERE) E PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA E DI NUOVI MANUFATTI CIMITERIALI , CON DIRITTO DI PRELAZIONE A FAVORE DEL PROMOTORE. CODICE GIG: 64465873E2
Determina avvio a contrattare
Disciplinare integrato gara – Firmato digitalmente
Disciplinare integrato gara
Bando GUCE
Studio di fattibilità
Istanze


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito
comune
Coronavirus – Informazioni

Numero di pubblica utilità 1500

Il numero di pubblica utilità 1500 è stato attivato dal Ministro Roberto Speranza il 27 gennaio per rispondere alle domande dei cittadini sul nuovo Coronavirus 2019-nCoV.

Rispondono dirigenti sanitari e mediatori culturali H 24 dalla Sala operativa del Ministero della Salute.

Il personale dedicato all’attività ha effettuato un corso formativo anche sulle tecniche di counselling per accogliere e dirimere quesiti, dubbi e incertezze delle persone che hanno viaggiato o dovranno andare in Paesi extra Ue, compresa la Cina.

Al numero di pubblica utilità 1500 dal 27 gennaio all’11 febbraio sono giunte circa 12.000 telefonate con una media di 750 telefonate al giorno.

Nelle conversazioni, possibili anche in lingua cinese per i cittadini che non parlano la lingua italiana, vengono fornite indicazioni circa le precauzioni da adottare quando si rientra dalla Cina.

Vengono inoltre date indicazioni alle persone in Italia che nelle due settimane successive al rientro dalla Cina dovessero presentare sintomi respiratori (febbre, tosse secca, mal di gola, difficoltà respiratoria).

FAQ – Nuovo Coronavirus COVID-19 (Domande e risposte)


Previeni le infezioni con il corretto lavaggio delle mani

Scarica il PDF stampabile con le procedure

 


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Coronavirus – 10 regole da seguire

Sul sito della Regione Piemonte e sul portale del Ministero della Salute sono disponibili numerose informazioni, aggiornate in tempo reale:

▸ Regione Piemonte: https://www.regione.piemonte.it/…/coronavirus-2019-ncov-ges…

▸ Ministero della Salute: www.salute.gov.it/nuovocoronavirus

Invitiamo a seguire i “10 comportamenti” precauzionali indicati dal Ministero della Salute, nonché i consigli contenuti nei filmati disponibili a questo link: www.salute.gov.it/nuovocoronavirus

 


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito
comune
NUOVE MISURE PER IL CONTRASTO DEL VIRUS COVID-19

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il nuovo Dpcm recante ulteriori misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19 sull’intero territorio nazionale. Nel nuovo decreto sono contenute misure urgenti di contenimento del contagio che si applicheranno anche per la provincia di Alessandria.

Le principali misure: evitare in modo assoluto ogni spostamento in entrata e in uscita, quelli motivati da indifferibili esigenze lavorative o situazioni di emergenza; consentito il rientro presso il proprio domicilio o residenza a chi si trovasse nelle prime ore di domenica fuori da queste zone; gli spostamenti dovranno essere giustificati alle forze dell’ordine presenti ai varchi o di pattuglia sul territorio; chi accusa sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (maggiore di 37,5° C) è fortemente raccomandato di rimanere presso il proprio domicilio e di limitare al massimo i contatti sociali, e contattare il proprio medico curante; chi si trova in quarantena ha il divieto assoluto di lasciare la propria abitazione.

Inoltre: sospende i servizi per l’infanzia e l’attività didattica nelle scuole di ogni ordine e grado, con indicazione ai presidi di approntare, se possibile, la didattica a distanza; vieta qualsiasi manifestazione sportiva con pubblico, consente gli allenamenti e le gare a “porte chiuse”, sospende tutte le manifestazioni organizzate in luogo pubblico o privato, comprese le attività culturali, chiude cinema, teatri, discoteche e sale da ballo; sospende le cerimonie civili e religiose, comprese quelle funebri, le attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri natatori, centri benessere e ricreativi; limita la visita ai parenti ricoverati in ospedale o in casa di riposo; consente l’attività di ristorazione e bar dalle 6 alle 18 a patto che il gestore faccia rispettare la distanza di un metro tra gli avventori; chiude nelle giornate festive e prefestive le medie e grandi strutture di vendita e i negozi all’interno dei centri commerciali; dispone che nei giorni feriali le farmacie, parafarmacie e punti vendita di generi alimentari rimangano aperti garantendo il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro; consente l’apertura dei luoghi di culto se viene rispettato il metro di distanza tra i fedeli; dispone che i dipendenti pubblici e privati ricorrano al congedo ordinario o alle ferie, oppure siano autorizzati al “lavoro agile”.

Il testo del Decreto del presidente del Consiglio


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Determine CUC 2016

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

I MERCATI CITTADINI RESTERANNO APERTI

Fino al 29 febbraio, in ottemperanza alle disposizione regionali relativa all’emergenza legata alla diffusione del coronavirus, saranno sospese tutte le manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, in luogo pubblico o privato, sia in luoghi chiusi che aperti al pubblico, anche di natura culturale, ludico, sportiva e religiosa. I mercati cittadini, secondo le direttive regionali, resteranno aperti.


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Flowers & Food – Partecipazione

Ritorna “Flowers & Food”, la manifestazione più colorata di Acqui Terme. Giunta alla sua ottava edizione, l’evento si svolgerà per due giorni, il 23 e il 24 maggio 2020, all’interno del centro della città. Coinvolgerà Piazza Italia e corso Bagni, creando momenti di condivisione e divulgazione sul mondo della floricoltura, della cura di giardini e della coltivazione di piante. Piazza Italia si proporrà come punto di informazione e intrattenimento, con l’allestimento di una struttura per dare spazio a conferenze e convivialità.

È possibile fare richiesta di partecipazione come standisti attraverso il modulo qui in allegato entro l’8 maggio 2020. La domanda di partecipazione alla manifestazione dovrà pervenire all’organizzazione all’indirizzo e-mail: acquiferiae@gmail.com e obbligatoriamente a: turismo@comuneacqui.com

La quota di partecipazione è fissata in 120 € per un modulo (spazio metri 4×3). Per spazi superiori (spazio massimo metri 8×3) la quota è fissata in 170 .


Domanda partecipazione F&F_2020

Regolamento F&F_2020

 


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Aggiornamento Coronavirus

Una pagina dedicata agli aggiornamenti e informazioni sulla situazione legata al coronavirus “COVID-19”


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Domande frequenti sul corona virus

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

AVVISO – Accesso uffici comunali

Al fine di favorire il rispetto delle nuove disposizioni per il contenimento ed il contrasto del  diffondersi del virus Covid-19, si comunica che fino a nuove disposizioni saranno aperti al
pubblico i soli Uffici comunali di seguito indicati:

  • Ufficio Affissioni
  • Ufficio Anagrafe e Stato civile
  • Ufficio Messi
  • Ufficio Assistenza
  • Ufficio Polizia Locale
  • Ufficio Protocollo

I predetti Uffici saranno aperti negli orari abituali, ma fino ad un contingente massimo giornaliero di utenti. Si consiglia, pertanto, di telefonare prima di recarsi allo sportello.
Gli Uffici chiusi al pubblico restano comunque a disposizione degli utenti per assistenza telefonica o per rispondere a richieste trasmesse per iscritto.
Particolari esigenze dei cittadini potranno essere comunicate, per individuare con gli Uffici procedure utili alla risoluzione delle problematiche, riducendo gli spostamenti a quelli assolutamente indispensabili.
Si riportano di seguito i recapiti telefonici dei singoli Uffici ed i relativi indirizzi di posta elettronica.

 

 

SEGRETERIA SINDACO

sindaco@comuneacqui.com

0144-770-305

0144-770-210

0144770-304

Ufficio URP, TUTELA ANIMALI

urp@comune.acquiterme.al.it

0144-770-307
Ufficio ANAGRAFE

anagrafe@comuneacqui.com

0144-770-279
0144-770-252
Ufficio STATO CIVILE

statocivile@comuneacqui.com

0144-770-256
Ufficio ELETTORALE

elettorale@comune.acquiterme.al.it

0144-770-251
Ufficio CULTURA

cultura@comuneacqui.com

0144-770-300

0144 770-272

Ufficio PUBBLICA ISTRUZIONE

cultura@comuneacqui.com

0144-770-272
PREMI LETTERARI

info@acquistoria.it

0144-770-203
Ufficio CED

ced@comuneacqui.com

0144-770-283
0144-770-202
0144-770-225
Ufficio TRIBUTI

tributi@comuneacqui.com

0144-770-220
Ufficio AFFISSIONI – COSAP

affissioni@comuneacqui.com

0144-770-306
Ufficio TURISMO e SPORT

turismo@comuneacqui.com

0144-770-298
Ufficio TURISMO e AGRICOLTURA

turismo@comuneacqui.com

0144-770-274
AVVOCATURA

ufficiolegale@comuneacqui.com

0144-770-224
Ufficio RECUPERO CREDITI

recuperocrediti@comune.acquiterme.al.it

0144-770-286
0144-770-309
Ufficio RAGIONERIA

ragioneria@comuneacqui.com

0144-770-227

0144-770-261

0144-770-222

Ufficio COMMERCIO

commercio@comuneacqui.com

0144-770-254

0144-770-214

0144-770-269

Ufficio TECNICO

tecnico@comuneacqui.com

0144-770-238

0144 770-239

0144-770-232

0144-770-231

Ufficio ECOLOGIA

ecologia@comuneacqui.com

0144-770-246
Ufficio URBANISTICA

urbanistica@comuneacqui.com

0144-770-245

0144770-247

0144-770-248

0144-770-249

Ufficio POLIZIA LOCALE

polizia.municipale@comuneacqui.com

0144 770-270

0144 770-281

Ufficio ASSISTENZA

assistenza@comuneacqui.com

0144 770-270

0144 770-281

0144 770-257

Ufficio PROTOCOLLO

protocollo@comuneacqui.com

0144 770-215
Ufficio MESSI

messi@comuneacqui.com

 

0144 770-215

Ufficio CONTRATTI

contratti@comuneacqui.com

 

0144 770-208

 

 


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Fake news

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Aggiornamenti dall’ufficio Commercio

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Coronavirus, vuoi dare una mano? La Protezione civile cerca volontari

Volete dare una mano, ma non sapete come fare?

La Protezione Civile è impegnata su diversi fronti per la sicurezza della comunità, organizzando numerose attività di supporto alle persone o alle famiglie che non possono uscire di casa per fare la spesa o per andare in farmacia, oltre che nelle attività d’informazione alla cittadinanza e nella produzione di mascherine protettive. Sono davvero tanti i servizi che vengono offerti, grazie al lavoro silenzioso dei volontari messo a disposizione in qualsiasi giorno e a qualsiasi ora, per il bene della nostra città.

 

Ci sono in campo tantissime forze e in questo periodo il volontariato ha assunto un ruolo essenziale di supporto nella gestione di questa emergenza ed è necessario il sostegno di tutti per dare una risposta a tutte le esigenze del territorio.

 

Tutti coloro che desiderano offrire collaborazione potranno compilare il modulo scaricabile da questa pagina, comunicando la propria disponibilità.

 

Chi desidera contribuire, può diventare volontario della Protezione Civile contattando il numero 0144.770.243 oppure scrivendo a volontari@comuneacqui.it. La Protezione Civile valuterà e istruirà i volontari.


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Domande frequenti sul Decreto #iorestoacasa

IL DECRETO DELL’11 MARZO, COSA CAMBIA

Con il nuovo decreto del Presidente del Consiglio dell’11 marzo, cosa cambia rispetto ai decreti precedenti?
La novità principale del decreto del Presidente del Consiglio dell’11 marzo è la chiusura, fino al 25 marzo, su tutto il territorio nazionale, di tutte le attività di ristorazione (bar, pub, pizzerie, ristoranti, pasticcerie, gelaterie etc.) e di tutti i negozi, tranne quelli delle categorie espressamente previste. In particolare, resteranno aperti i negozi di prodotti alimentari, le farmacie, le parafarmacie, le edicole, le tabaccherie, i bar e punti di ristorazione nelle aree di servizio stradali e autostradali e i negozi di prima necessità o di servizi alla persona che sono elencati negli allegati 1 e 2, consultabili in fondo alla pagina.
Inoltre, sempre fino al 25 marzo, il decreto prevede che i Presidenti delle Regioni possano ridurre i servizi di trasporto pubblico locale, anche non di linea, per effettuare le dovute sanificazioni e assicurare i livelli essenziali di servizio.
Allo stesso modo, il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti potrà disporre la cancellazione o la riduzione dei servizi di trasporto via pullman, treno, aereo o nave.


Clicca sulla domanda per visualizzare la risposta.


 


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Materiale utile

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Donazioni
Un conto corrente per raccogliere donazioni a favore delle famiglie più bisognose è stato attivato dall’Amministrazione comunale. L’obiettivo è quello di fornire un sostegno economico ai nuclei familiari più esposti alla crisi e che si trovano in condizioni di urgente necessità conseguenti all’emergenza sanitaria, con priorità per coloro che non sono già assegnatari di sostegno pubblico.
Chiunque volesse fare una donazione potrà usare le seguenti coordinate bancarie:
 
Codice Iban: IT 74 V 01030 47941 000001197455 – aperto presso la Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.a.
Intestato a: Comune di Acqui Terme
Causale: “Donazioni emergenza Covid-19”.
 
Si ricorda che il decreto Cura Italia ha previsto delle specifiche agevolazioni e deducibilità per le donazioni effettuate per l’emergenza coronavirus.

Sul sito www.gofoundme.com è attiva la campagna “Covid19 – Aiutiamo l’Ospedale di Acqui Terme” per raccogliere donazioni destinate all’acquisto di dispositivi medici e di protezione e dare così un segnale di partecipazione e vicinanza a tutti gli operatori che in questi giorni stanno lavorando strenuamente per fronteggiare questa emergenza. L’importo raccolto verrà interamente devoluto all’Associazione Pentagramma ODV.

Per chi volesse effettuare una donazione diretta all’Associazione Pentagramma ODV per il nostro ospedale:
Codice Iban: IT15E0608547940000000025553; Causale: Covid-19


In alternativa è stato istituito un punto di raccolta fondi per donazioni per il nostro ospedale presso la Farmacia Alla Bollente – Corso Italia, 36.


Sono stati istituiti, inoltre, altri punti di raccolta fondi per sostenere diversi progetti:
Raccolta fondi per le Pubbliche Assistenze: Farmacia Baccino – Corso Bagni, 65.
Raccolta fondi per sostenere la Mensa della Fraternità: Farmacia  Albertini – Corso Italia, 70.


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito
comune
Sospensione dei pagamenti in scadenza nel periodo di emergenza

La Giunta del Comune di Acqui Terme ha approvato una delibera con misure straordinarie per ridurre la pressione sui singoli operatori economici e sulle famiglie, adottando immediati provvedimenti di sospensione di tutti i pagamenti in scadenza nel periodo di emergenza.

Proprio per questo motivo si è deciso di prorogare al mese di luglio 2020 l’invio degli avvisi di liquidazione bonari, delle ingiunzioni fiscali e degli avvisi di accertamento esecutivo e pagamento relativi ai tributi comunali.


Vengono inoltre rinviati al 30 giugno 2020 il termine per il pagamento dell’imposta comunale sulla pubblicità in scadenza il 31 marzo 2020. Si sospendono fino al 30 giugno 2020 i pagamenti del canone per l’occupazione degli spazi e delle aree pubbliche relative alle concessioni di suolo pubblico temporanee afferenti al mercato e agli ambulanti.

Fino al 30 giugno saranno sospesi anche gli obblighi di dichiarazione dell’imposta di soggiorno, i piani di rateizzazione già approvati per il pagamento dei tributi e altre entrate relative agli anni antecedenti al 2020 e i canoni di locazione o concessione dei beni o servizi comunali già scaduti.


Si prorogano tutti i titoli autorizzatori alla sosta, all’accesso in zone a traffico limitato, ai passi carrabili, nonché i contrassegni per i portatori di handicap, i medici, ed altre categorie, in scadenza fino al 30 giugno. Le rette dell’asilo nido comunale relative ai mesi di febbraio 2020 e precedenti sono rinviate al 30 giugno 2020 e vengono annullate quelle relative al mese di marzo e fino al termine del periodo di sospensione del servizio.

In accordo con la maggioranza e le minoranze, si provvederà a successivi provvedimenti (in particolare riduzioni ed esenzioni dei canoni e dei tributi comunali) per porre ulteriori misure di sostegno al sistema economico cittadino. La decisione su tali provvedimenti verrà in ogni caso presa a seguito di previa verifica degli equilibri di bilancio.


Delibera Giunta Comunale 65


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Numeri Utili

A chi rivolgersi

In caso di sintomi o dubbi, rimani in casa, non recarti al pronto soccorso o presso gli studi medici ma chiama al telefono il tuo medico di famiglia, il tuo pediatra o la guardia medica. Oppure chiama il numero verde regionale.


Numeri nazionali

 

Il numero di pubblica utilità del Ministero della Salute è 1500, a disposizione di tutti i cittadini per informazioni generiche di carattere sanitario sul coronavirus e sui comportamenti di prevenzione.

Il numero per le emergenze sanitarie è 112.


Numeri regionali

 

Il numero verde sanitario è 800.19.20.20, attivo 24 ore su 24, a disposizione di tutti i cittadini che abbiano il dubbio di aver contratto il virus.

Il numero verde per chiarimenti sulle misure di natura non sanitaria è 800.333.444, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 2.


Numeri locali

 

Il numero della Protezione Civile di Acqui Terme è 0144.770.341. È possibile contattare la Protezione Civile scrivendo a protezionecivile@comuneacqui.it.

Il numero per diventare volontari della Protezione Civile è 0144.770.243. È possibile mandare la propria adesione anche su volontari@comuneacqui.it.

Il numero per il servizio d’assistenza domiciliare è 0144.770.325.

Il numero per lo sportello d’ascolto psicologico e fiscale è 0144.770.336. Per richiedere il servizio d’ascolto psicologico è possibile scrivere a sostegnopsicologico@comuneacqui.it.

Per richiedere informazioni sulle maschere da snorkeling è possibile contattare il 348.008.68.00 o scrivere a snorkeling@comuneacqui.it.

Il numero per il progetto “Osteopata a casa tua” è 0144.770.336.

Il numero per lo sportello sociale e il sostegno alimentare è 0144.770.264 oppure 340.600.53.07.

Il numero dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico è 0144.770.307, a disposizione di tutti i cittadini per informazioni generiche.


Servizi e consulenze

 

Con parrucchieri e centri estetici chiusi, gestire la bellezza a casa può sembrare cosa difficile. A venire in soccorso per la propria cura quotidiana sono i professionisti acquesi, che propongono consulenze gratuite a distanza per dare informazioni sui prodotti, consigli sulle migliori routine di bellezza e scoprire come far fronte ai bisogni specifici della propria pelle o dei propri capelli.

Per richiedere informazioni è possibile contattare Erika Randazzo al numero 393.293.15.11.


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito
avvisi pubblici commercio
Esercenti: Manifestazione di interesse a ricevere “BUONI SPESA”

COMUNE DI ACQUI TERME

AVVISO PUBBLICO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE A RICEVERE  “BUONI SPESA” EMESSI DAL COMUNE AI SENSI DELL’ORDINANZA DEL CAPO DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE  CIVILE N. 658/2020

Premesso che:

– con l’Ordinanza n. 658/2020 del Capo Dipartimento della Protezione Civile recante “Ulteriori interventi urgenti di protezione civile in relazione  all’emergenza relativa al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili”, sono state  ripartite ai Comuni le risorse da destinare a misure urgenti di solidarietà alimentare anche attraverso l’adozione di buoni spesa utilizzabili per l’acquisto di generi alimentari presso gli esercizi commerciali a favore di individui e nuclei familiari in particolari condizioni di disagio economico;

– in base al riparto operato nella medesima ordinanza al comune di Acqui Terme è stata assegnata la somma di euro € 104.617,76;

SI RENDE NOTO CHE

l’Amministrazione Comunale tramite il presente Avviso di manifestazione di interesse, intende procedere alla individuazione di imprese interessate alla fornitura di generi alimentari su presentazione dei buoni spesa che verranno rilasciati ai beneficiari.

Possono aderire tutti gli esercizi che, in base al codice ATECO, sono abilitati alla vendita di generi alimentari, con esclusione di quelli che svolgono esclusivamente attività di somministrazione di cibi preparati e bevande.

A tal fine, si prega di prendere visione dell’allegato schema di Accordo che dettaglia le modalità operative dell’operazione e gli adempimenti richiesti agli esercenti aderenti.

L’Accordo, debitamente compilato, dovrà essere trasmesso al Comune di Acqui Terme con una delle seguenti modalità:

  • sottoscritto con forma digitale a mezzo posta elettronica certificata all’indirizzo acqui.terme@cert.ruparpiemonte.it;
  • sottoscritto in originale tramite posta elettronica non certificata all’indirizzo commercio@comuneacqui.com, allegando scansione di un documento di identità del sottoscrittore.

Il Comune di Acqui Terme si riserva di esaminare la proposta di adesione e, laddove conforme, di restituirla sottoscritta. Gli esercenti ammessi saranno inseriti nell’apposito elenco aperto, reso disponibile sul sito istituzionale, che sarà continuamente aggiornato in base alle adesioni. Dal momento dell’inserimento nel predetto elenco, l’esercente sarà abilitato a ricevere i buoni spesa. 

Per informazioni è possibile rivolgersi all’Ufficio Commercio ai seguenti recapiti:

email: commercio@comuneacqui.com

Pec: acqui.terme@cert.ruparpiemonte.it

Cell. : 334/6009171 Dott. Matteo Barbero – 347/2294140 Dott.ssa Paola Cimmino


Documentazione relativa:
AVVISO GUIDA OPERATIVA PER I COMMERCIANTI AL DETTAGLIO PER IL TRATTAMENTO FISCALE DEI BUONI SPESA SCHEMA DI ACCORDO DI COLLABORAZIONE BUONI SPESA
Aperto
Non definito

Domande frequenti sugli animali di compagnia

 

ANIMALI E COVID-19. RISPOSTE A DOMANDE FREQUENTI PER ORIENTARSI NELL’EMERGENZA

Di seguito, un primo elenco di F.A.Q. a cui potranno seguire integrazioni e aggiornamenti, in linea con gli sviluppi della situazione che stiamo vivendo.

 

Hai altre domande? Vuoi fare una segnalazione? Contattaci inviando un messaggio all’Ufficio Relazioni con il Pubblico all’indirizzo urp@comune.acquiterme.al.it o chiamando il 0144 312280


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Come funziona la distribuzione dei buoni alimentari?

Tutte le indicazioni del Comune di Acqui Terme per accedere al beneficio dei buoni spesa per chi si trova in una situazione di grave difficoltà.

Scarica la guida


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Vendita a domicilio

Il Comune di Acqui Terme intende rendere noti i nominativi delle aziende di generi alimentari e di prima necessità che intendano svolgere attività di vendita a domicilio in quanto utile a limitare lo spostamento delle persone, come raccomandato dalle disposizioni in vigore. Pertanto, coloro che siano in possesso di regolari permessi (comunali, igienico sanitari, ecc.) e intendano effettuare tale modalità di vendita, potranno inoltrare la propria adesione al Comune di Acqui Terme – Ufficio Commercio alla mail:commercio@comuneacqui.com comunicando i dati dell’azienda, il prodotto venduto e un recapito telefonico. L’elenco delle aziende verrà inserito sul portale comunale e messo a disposizione di tutte le forze dell’ordine, protezione civile, cittadini, per darne massima diffusione.


Il Comune di Acqui Terme ha inviato un quesito alla Prefettura di Alessandria sulla possibilità di consentire la vendita a domicilio di articoli di cancelleria. Una richiesta che è stata immediatamente accolta dal Prefetto. Tutti i negozianti, quindi, potranno consegnare a casa dei clienti la propria merce, purchè vengano adottate le opportune precauzioni. L’attività di consegna a domicilio potrà essere esercitata, solo se in possesso di Scia per la vendita porta a porta. Per fare richiesta, l’esercente dovrà collegarsi a www.impresainungiorno.gov.it alla sezione Commercio, selezionare la voce “Commercio al dettaglio – Forme speciali di vendita” e infine la voce “Vendita effettuata presso il domicilio del consumatore”. L’operatore otterrà una ricevuta dal portale, che gli consentirà di effettuare la consegna porta a porta.

GENERI ALIMENTARI E PASTI PRONTI

Pastificio Acquese s.n.c. di Mattia Porta &c
pasta fresca e gastronomia e alimentari
0144320343
Mattia 3349231454 e 336241037
Pasta Fresca di Daniela e Silvia
Pasta Fresca
0144 322994
346 7712057 (anche WHATSAPP) consegna dalle 12 alle 20
Azienda Agricola Stutz SS
prodotti agricoli
3452920229
Jerome
Langamylove di Loretta Verzegnassi
prodotti alimentari confezionati e vini di provenienza locale oli essenziali il servizio per
Acqui, Cassine, Nizza e comuni limitrofi.
333 3191536
Consegna gratuita per acquisti superiori ai 20 euro
Gastronomia Miraggio
piatti pronti, salumi,formaggi,olio,pasta e affini.
0144 470629
Giovanni consegna dalle 11.00 alle 14.00
Santero Lounge Cafè
piatti pronti
014457958
3383764050 Ilaria menù consultabile su www.santerolounge.com
Quota wine&coffee Daniele Ristorto
vino sfuso e in bottiglia, funghi secchi e sott’olio, miele, condimento al tartufo
3356227024
Daniele
Azienda agricola Adorno Andrea
robiola di Roccaverano dop, bottiglie latte di capra fresco, vaschetta di gelato gr.650,
salumi, nocciole tostate gr.250, bottiglie vino rosso
3287130800
Andrea
Rapetti Food Service
Prodotti alimentari
O144324496
Enoteca Regionale Acqui Terme e Vino
Vino in bottiglia
3755419799
Bar Pinki di Dolce Calogero
Pizza e piatti preparati
3931594114
THERMAL BAKERY S.R.L. – “Il Mulino”
focacce, pane, prodotti di pasticceria e altri generi alimentari
349 4668251 Serenelli Evelin
Pan x focaccia
prodotti da forno (Pane grissini focaccia lingue pizza ecc..)
3347293131 anche whatsapp
Enoteca la Curia SAS
Vino, prodotti di cioccolateria confezionati.
3339801111 – 3381710411 Bernaschina Massimo
Cremeria Garibaldi
Gelato in vaschette torte e brioche con gelato
3280373453 Astengo Andrea
Panetteria Terra Madre
pane,focaccia, pizza, pinse romane, torte e prodotti da forno dolci e salati
0144670165 – 3280373453 Astengo Andrea
La casa di Ro
Piadineria – Stuzzicheria
3388183793 – APERTO 7 SU 7 DALLE 12:00 ALLE 15:00 E DALLE 18:00/24:00
Gelateria Crema e Frutto
gelato,  torte, semifreddi
3484041907 anche su WhatsApp fisso 0144356665
Drogheria Alimentari Corolla
Prodotti alimentari di vario genere: formaggi, prosciutti, farina, pasta, vino, miele, nocciole, funghi e su richiesta frutta e verdura.
0144322335 – Dal lunedì al giovedi : 8.30 / 13 Venerdi e sabato : 8.30/13 – 16.30/18.30
La bottega del maiale
Carne suina fresca (salsiccia artigianale prodotta fresca), pollo e tacchino, salumi artigianali, Hamburger e altri prodotti solo da cuocere
O144 324964 (negozio) 3281070977 ( Massimo Farina ) 3484967758 (Davide Farina )
Turkish Restoran
Pizze, kebap, fritti e bibite
3485292282 – tutti i giorni dalle 12 alle 14 e dalle 18 alle 22
Mirepuà S.r.l.s – Food Lab al Cascinone
3482479960 Federico Ferrari
solo sabato e domenica su prenotazione il venerdì precedente a partire da sabato 11 aprile c.a. – info@mirepua.it – Menù di Pasqua visibile sul Sito: Mirepuà al Cascinone o Facebook: mirepua food lab al cascinone o Instagram: mirepua food lab.
PESCE E FOGLIATI SNC
Vini locali in particolare Brachetto d’Acqui classico, spumante, Acqui Rosè,Moscato, Barbera e Dolcetto pasta aromatizzata, olio al tartufo, liquori e creme, cioccolatini e praline, colombe pasquali in diversi gusti e uova di cioccolato artigianali
3401443638
Pizzeria Napul’è di Raffaele Onorato
Pizza e fritti da asporto
3334407151 – 0144316935 – raffaeleonorato82@outlook.it
EquAzione Soc. Coop. Soc. ONLUS
Generi alimentari – Prodotti per l’igiene della casa e personali.
3290744856 Franca Dorina
Ristorante Il Ciarlocco di Fiore Giorgio
Piatti pronti
Ristorante Il Moncalvo di Gervino Angela Maria
Piatti pronti
0144356928 -3335088214 ristoranteilmoncalvo@gmail.com
CO.DI.F. DI CARVAJAL – VILLANUEVA ENCARNACION – Da Franco Funghi
ortofrutta e prodotti locali
O144322362 – 3338051315 – codif.acqui@pec.it
Bar giardini S.A.S. di Jessica Lecco 
piatti pronti
3336861198 oppure 3485667697 – lunedì al venerd dalle ore 9:00 alle ore 14:30
Casa del gelato SAS di Ramos Luciano &C
vendita di gelato e bottiglie di vino
3341745707 – dal lunedi alla domenica dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 15,00 alle 19
Ristorante La Loggia di Fittabile Giancarlo
piatti pronti
3346114267 – 0144 56877
orari per le prenotazioni dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19 tutti i giorni tranne il lunedì. La pasta fresca è fatta rigorosamente a mano come da nostra tradizione ed è comprensiva di sughi confezionati a parte in contenitori a norma. Gnocchi di patate 200 g € 8,00, Ravioli piemontesi 150g € 10, Fettuccine 150g €.8 , Cappelletti 150g € 10. I nostri sughi Ragu di carne, Crema di basilico, Ortolana, Crema di Castelmagno. Oltre le paste il ristorante la Loggia offre: Peperone con bagna caoda € 7, Crespelle prosciutto e formaggio € 8, Pasta e fagioli € 8, Trippa con fagiolame € 8 , dolce € 5
SBARAINI DANIELE – OSTERIA 46 – PORTA DEL TARTUFO
piatti pronti
3276533413 WhatsApp e telefono – sbaras@libero.it – Servizio di consegna a domicilio di pranzo e cena dal venerdì alla domenica previa prenotazione come da orari indicati sui menu consultabili su Facebook e instagram “osteria_46”.

FARMACIE E PARAFARMACIE

Parafarmacia Mazzini
parafarmacia
PARAFARMACIA SANDEFENDENTE S.N.C. DI LIBERTINO MASSIMO & BASSIGNANI MAURIZIO
parafarmacia
0144 312628

SERVIZI VARI

360 Positive SRL
consulenza informatica, assistenza tecnica computer e smartphone con ritiro e riconsegna a
domicilio
High-Tech  e WindTre
prodotti per le telecomunicazioni, telefonia fissa e mobile, prodotti elettronici, sim WINDTRE
0144320877 – Servizio spedizione merci corriere DHL – 3200327117 (contatto whatsapp)
info@hightechacqui.com
Gorizzan Bruno
giornali, riviste e periodici
380 7270405 – Bruno
BigMat Pestarino & c. srl
ferramenta
331 3895030 -Maurizio
Bottega Verde Pomato
igiene personale naturale
3276849919 – Cristina
Euroedil 3 Srl
Materiale per costruzione
0142781933 – euroedil3@pec.it
TIXEO
Informatica (Assistenza e vendita computer) – Grafica – Stampa Consegne a domicilio gratuite in Acqui Terme con una spesa minima di euro 20. Per importi inferiori o per consegne fuori Acqui non esitate a contattarci
WhatsApp 393 2870286 Loredana – info@tixeo.it
AUTO&CO SRLS
lubrificanti per auto (olii nelle varie specifiche plurimarca,antigelo), lampadine,batterie guanti da lavoro.
3471472099 Nadia – Bistagno
Il Giocartolaio
Cartolibreria
3393208208 – Panaro Mario Bruno
NUOVO QUADRIFOGLIO SAS
Cartolibreria
0144380056
Marinelli SNC
Cartolibreria
0144322227
Help&Tech
Consulenza Informatica, digitale, fiscale
3519747008 Whattsap – fino a termine dell’emergenza offriamo servizi “a distanza” Facebook @helpetech – E-Mail: amministrazione@helpetech.com
Righetti 1862 di Zito Maurizio e Sara S.n.c.
Cartolibreria
0144 322792 – 339 6368841 – 338 3581413
CI.CA sas – Beauty 75 Centro Estetico c/o Bennet
Prodotti estetici di bellezza per la cura della persona per il proseguimento cura domiciliare
3389281145 Irina – 3208447300 Valentina
Cartolibreria Lo Scarabocchio di Ivaldi Maria Carla
Cartolibreria
Tel:0144321934 – Fax:0144326481 – cartolibrerialoscarabocchio@gmail.com
LA NUOVA ENOLOGIA DI VEZZA ANTONIO NATALE CARLO
prodotti per agricoltura ed enologia
O14456939
HANAMI FIORI DI CAVANNA CAROLA FRANCESCA
fiori e piante
346 221 6202
CIBRARIO LIBRERIA ILLUSTRATA DI EMILIA BRIZZA
Cartolibreria
0144 323463
LO SCARABOCCHIO DI IVALDI MARIA CARLA
Cartolibreria
0144 321934
CAMELOT DI MORANDO FRANCESCA
335 825 9957
DIGITAL POINT DI PICCOLI NOEMI
DI GIOCHI, VIDEOGIOCHI E CONSOLLE PER VIDEOGIOCHI.
0144 443725
LA BICILETTERIA DI PERNIGOTTI FABIO
Biciclette ricambi ed accessori
0144 320826 – SOLO VENDITA ON LINE PER CORRISPONDENZA
SUPERGULLIVER
Supermercato (di Via Cassarogna 21)
Per ulteriori informazioni consultare il nostro sito internet : https://www.supergulliver.it/spesa-domicilio/ Tale servizio sarà disponibile nei seguenti giorni: – Martedì con un numero totale di consegne giornaliere pari a 10 – Giovedì con un numero totale di consegne giornaliere pari a 11.
GARRONE E CAVIGLIA SAS
Mezzi agricoli e prodotti per l’agricoltura e industria
O144 322687 (negozio) – Dal 29/04/2020 vendita con consegna al domicilio del consumatore e annullamento commercio online.
Forlini Antonio di Forlini Primo
Vendita di sementi, piantine da orto e piantine da fiore.
3389293955 – dalle ore 8, 30 alle 18,00 da lunedì al sabato
Garbarino Materiali Edili di Terzo
Materiali da costruzione pitture e vernici
3338879283 – info@garbarinoedilizia.it
Tentazioni di Arnera Barbara
Oggettistica, articoli ornamento casa e liste nozze
3337454419 – da lunedì a domenica dalle 9 alle 19 – tentazioni@arnera.it
Profumeria Mady di Carrara Maria Maddalena
Articoli di profumeria e bigiotteria
3384281452 – da martedì al sabato dalle 9.00 alle 12.00 e poi dalle 15.30 alle 19.00 – profumeriamady@gmail.com

 

Si comunica che Confesercenti della provincia di Alessandria e Confcommercio di Alessandria hanno attivato con i oro soci aderenti un servizio di consegne a domicilio per tutti coloro che non riescono o non possono uscire di
casa ad acquistare ciò che occorre.
 

 
Infine, si informa che le imprese, aderenti alla rete Campagna Amica di Coldiretti, garantiscono la consegna a domicilio dei prodotti agricoli e alimentari e hanno avviato, sin dall’inizio dell’emergenza, azioni di sostegno alle famiglie in difficoltà con l’iniziativa “La Spesa Sospesa”. Consulta l’elenco della Coldiretti.


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Ticket Rin-Acqui

Scommetti sul futuro. Paga oggi a prezzi scontati per usufruire in futuro di aperitivi o cene speciali organizzate dal tuo ristorante o dal tuo bar di fiducia quando l’emergenza da coronavirus sarà terminata. Il tuo regalo di domani per chi resta a casa oggi.


Cosa sono i Ticket Rin-acqui?

Sono “buoni” che ti permettono di acquistare cene, pranzi o articoli scontatati da fruire quando l’emergenza da coronavirus sarà terminata. È un modo per supportare il tuo ristoratore o esercente di fiducia nel breve periodo fornendogli liquidità per limitare gli impatti economici dovuti alle necessarie misure restrittive per lottare contro il coronavirus.


Per quale motivo nasce questa iniziativa?

Per i ristoratori e gli esercenti, questa crisi ha un impatto importante, questa iniziativa può generare entrate necessarie alla sopravvivenza dell’attività. Per i clienti abituali, è un’occasione per mostrare il proprio amore e sostegno, garantendo il futuro dei nostri commercianti.


Come funziona?

È semplice: hai un ristorante, un bar o un negozio?

Basta aderire all’iniziativa “Ticket Rin-acqui” fornendo alcune informazione sulla tua attività, due prodotti offerti con una descrizione, lo sconto effettuato e il tuo Iban.

Alla riapertura del tuo esercizio commerciale, il tuo cliente avrà un anno di tempo per usufruire dell’acquisto effettuato.


 

Denominazione dell'azienda o dell'attività
Descrizione dell'attività

Anagrafica

Prodotti / Servizio

Indicazione dei prodotti offerti. Compilando il nome del prodotto appariranno ulteriori campi.

Nome dell'articolo proposto

Nome dell'articolo proposto
Indicazione degli estremi bancari

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Biblioteca CIVICA – “La fabbrica dei libri”

La Biblioteca Civica di Acqui Terme offre:

  • Accoglienza e orientamento;
  • Informazione e assistenza alla ricerca;
  • Postazioni per la lettura e lo studio individuale e di gruppo;
  • Tre postazioni disponibili per l’accesso alla rete Internet, ai servizi di posta elettronica. La prenotazione telefonica è consigliata. Una postazione per accoglienza e orientamento;
  • Lettura in sede e possibilità di prestito di oltre 50 riviste nazionali (La Stampa, L’Espresso, Gardenia, Internazionale, PC Professionale, …) e locali (L’Ancora, Il Piccolo, Rivista di Studi Liguri, …);
  • Consultazione periodici storici locali (La Bollente, La Gazzetta d’Acqui, …) e volumi di interesse locale.
  • Un patrimonio di circa 68.000 volumi disponibili per il prestito gratuito per 30 giorni, di cui oltre 5.800 volumi indirizzati ai bambini e agli adolescenti, dai libri game ai romanzi d’avventura, dai fumetti ai libri per le ricerche; circa 4.000 volumi delle opere partecipanti a tutte le edizioni (dal 1968 al 2015) del Premio Acqui Storia e del Premio Acqui Ambiente; 4.900 volumi appartenenti ai Fondi Balbi, Alberto Lecco, e Mario Mariscotti;

La Biblioteca partecipa dal 1998 ad SBN, il Servizio Bibliotecario Nazionale; il Catalogo in linea (Librinlinea) dal polo piemontese di SBN, consente di ricercare i volumi posseduti dalla Biblioteca Civica e quelli posseduti dalle altre biblioteche piemontesi. Il Catalogo Nazionale SBN è consultabile attraverso Internet Culturale www.internetculturale.it ed è disponibile il servizio di prestito interbibliotecario (ILL) e la fornitura di documenti (DD) nazionale.


I GIORNALI DEL PIEMONTE

I periodici storici locali sono consultabili in versione digitalizzata, anche sul sito de I giornali del Piemonte www.giornalidelpiemonte.it
Vai al sito


LIBRI IN LINEA

Cerca il tuo libro su LIBRINLINEA il catalogo delle Biblioteche Piemontesi aderenti al Servizio Bibliotecario Nazionale
Vai al sito


AVVISO

Al fine di favorire il rispetto delle nuove disposizioni per il contenimento ed il contrasto del diffondersi del virus COVID-19, si comunica che la Biblioteca Civica aprirà al pubblico per il PRESTITO LIBRI lunedì 25 maggio 2020.

E’ vietato l’accesso alle sale lettura e studio.

Sarà possibile riportare i volumi e ritirare i nuovi libri previa prenotazione telefonica al numero 0144 770267 dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 13,30.

I nuovi libri devono essere prenotati telefonicamente e saranno preparati dal personale della biblioteca e ritirati direttamente al banconeE’ possibile consultare il catalogo on–line sul sito http://biblioteca.comune.acquiterme.al.it/ alla voce CATALOGO.

Si comunica che potrà accedere all’area prestito una sola persona alla volta, munita di mascherina e previa disinfezione delle mani.

Protocollo di sicurezza Biblioteca Civica

L’utente che restituisce il prestito è pregato di posizionare il volume all’interno del sacchetto che trova all’ingresso e successivamente di consegnarlo al personale presente al bancone.

Per eventuali prestiti interbibliotecari scrivere a catalogazione@libero.it.

 


CENSIMENTO SISTEMA ACQUESE

Visita la pagina dedicata con i contenuti e i dati del censimento

Comuni facenti parte del sistema Acquese al 2020

  1. ALICE BEL COLLE
  2. BISTAGNO
  3. CARTOSIO
  4. CASSINE
  5. GAMALERO
  6. GROGNARDO
  7. MOLARE
  8. MOMBALDONE ***
  9. MONASTERO
  10. MONTECHIARO
  11. MORBELLO
  12. MORSASCO
  13. PONTI
  14. PONZONE
  15. RICALDONE
  16. RIVALTA BORMIDA
  17. SPIGNO MONFERRATO

*** Il Comune ha aderito ma la biblioteca non è ancora stata configurata


PROGETTO ‘LIBRINVOCE’

Cliccare qui per visionare maggiori informazioni

Cliccare qui per visionare il pieghevole


ELENCO TESI

Elenchi delle tesi di laurea disponibili per la consultazione in sede

Tesi di interesse locale

Elenco generale delle tesi

 


Orario estivo di apertura al pubblico (dal 2 luglio all’ 7 Settembre)

Mattino Pomeriggio
Lunedì 08:30 – 14:00 15:00 – 18:00*
Martedì 08:30 – 14:00
Mercoledì 08:30 – 14:00
Giovedì 08:30 – 14:00 15:00 – 18:00*
Venerdì 08:30 – 14:00

(*) AGOSTO:  CHIUSA  AL  POMERIGGIO.

PERIODO DI CHIUSURA ESTIVO DAL 06 AL 17 AGOSTO


Orario invernale di apertura al pubblico (dal 10 settembre)

Mattino Pomeriggio
Lunedì 08:30 – 13:00 14:30 – 18:00
Martedì 08:30 – 13:00 14:30 – 18:00
Mercoledì 08:30 – 13:00 14:30 – 18:00
Giovedì 08:30 – 13:00 14:30 – 18:00
Venerdì 08:30 – 13:00

Realizzato con il contributo di 

regione_piemonte

Contatti

Ufficio Biblioteca Civica
Via Maggiorino Ferraris 15
15011 Acqui Terme (AL)

Tel: 0144770267 – Fax: 014457627

Email Servizio Prestiti e Informazioni: AL0001ILL@biblioteche.ruparpiemonte.it


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

MUSEO ARCHEOLOGICO

La riscoperta di tracce consistenti e preziose riconducibili all’antica città romana si può far risalire al sec. XVI, ma soltanto nel 1970 fu allestita una prima esposizione di reperti nel Castello dei Paleologi allo scopo di accogliere il patrimonio archeologico che veniva alla luce in seguito agli interventi edilizi pubblici e privati nell’ambito urbano e sul territorio.
Il museo è stato ora completamente rinnovato nei criteri espositivi per iniziativa del Comune di Acqui Terme con contributi della Regione Piemonte, sotto la direzione scientifica della Soprintendenza Archeologica del Piemonte.

Il museo ora riallestito costituisce un primo lotto del progetto complessivo di recupero del castello: questo primo settore, ad eccezione della preistoria, è interamente dedicato alla città, mentre il successivo ampliamento approfondirà i temi legati al popolamento del territorio.


Contatti

Via Morelli, 2 , 15011 Acqui Terme AL
Tel.: 0144 57555 – Fax: 0144 770209
Email: info@acquimusei.it
Ufficio cultura
Tel: 0144770272 – 300 – Fax: 0144770209
Email: cultura@comuneacqui.com

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Orari Uffici comunali emergenza COVID-19

Al fine di favorire il rispetto delle nuove disposizioni per il contenimento ed il contrasto del diffondersi del virus COVID-19, si comunica che fino a nuove disposizioni saranno aperti al pubblico i soli Uffici Comunali di seguito indicati:

In considerazione delle particolari modalità di accesso contingentate, si chiede agli utenti di contattare i predetti Uffici prima di recarvisi di persona.

Al fine di favorire il rispetto delle nuove disposizioni per il contenimento ed il contrasto del diffondersi del virus COVID-19, si comunica che fino a nuove disposizioni i seguenti Uffici Comunali riceveranno il pubblico per appuntamento, quelli chiusi al pubblico,  sono raggiungibili telefonicamente o a mezzo mail:


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Spesa Sospesa

Ad Acqui Terme è attivo da oggi il progetto “Spesa sospesa”.

Il progetto rappresenta una forma di aiuto immediato e concreto per le persone che in questo periodo si trovano in particolari difficoltà economiche: l’iniziativa della “Spesa sospesa” si protrarrà fino alla fine di questo periodo critico, con la possibilità per i clienti di acquistare e donare direttamente generi alimentari e prodotti per l’igiene personale e della casa nei punti vendita aderenti.

Chiunque desideri compiere un gesto di solidarietà nei confronti dei concittadini economicamente più deboli, non dovrà fare altro che acquistare uno o più prodotti e lasciarli “sospesi” nel punto vendita, depositandoli in uno spazio dedicato , con la certezza che quei beni verranno ritirati dalla Protezione Civile per la consegna ai nuclei familiari in situazione di fragilità economica.


I “luoghi della solidarietà” che espongono la locandina di adesione sono:
 

  • Bennet in stradale Savona 90
  • Conad in via Romita 80
  • Eurospin in via Blesi 20
  • Galassia in via IV Novembre 22
  • Gulliver in via Cassarogna 21
  • Gulliver in via Fleming 44
  • Lidl in via Circonvallazione 94
  • Penny Market in via Fratebenefratelli 2
  • Unes in corso Bagni 81
  • Conad in via Romita 90
  • Dock’s in via Circonvallazione 74
  • Caddy’s in corso Cavour 68
  • Tigotà in via Romita 78/A
  • Giacobbe in corso Cavour 8
  • Pastificio Acquese di Mattia Porta & C. in via Acquedotto Romano 7/A
  • Pasta fresca di Emiliana Pesce in via Marconi 1
  • Pasta Fresca di Donnini Giovanni in via Carducci Giosuè 23

Documentazione relativa:
Aperto
Non definito

Supporto Psicologico

NUMERO NAZIONALE

Numero verde di supporto psicologico 800.833.833, attivo tutti i giorni dalle 8 alle 24.

Oltre 2mila professionisti specializzati risponderanno al telefono, oppure on line, alle richieste di aiuto. Il servizio sarà sicuro e gratuito.

Il numero è raggiungibile anche dall’estero allo 02 20228733 e saranno previste modalità di accesso anche per i non udenti.


NUMERO PROVINCIALE

L’ASL AL ha attivato una consulenza telefonica che risponde ai numeri 0131 30 63 38 e 366 430 98 76 per fornire supporto psicologico a chi necessiti di essere ascoltato e aiutato ad affrontare le situazioni di disagio emotivo legate all’emergenza nazionale COVID19.

La linea è attiva dal lunedì al venerdì con i seguenti orari: lunedì, martedì e giovedì la mattina dalle 8:30 alle 12:30 e nel pomeriggio dalle 14:00 alle 17:00, mentre il mercoledì e il venerdì solo la mattina dalle 8:30 alle 12:30.


NUMERO LOCALE

Il Comune di Acqui Terme ha attivato il servizio telefonico di supporto psicologico per i cittadini “Nessuno si senta solo”.

Si tratta di un servizio gratuito, coordinato da professionisti qualificati, e si rivolge a tutti coloro che stanno soffrendo il carico di stress e ansia causato dal diffondersi dell’epidemia o che faticano ad adattarsi alle nuove abitudini di vita imposte dalle misure di contenimento del coronavirus.

Per fare richiesta del servizio è attivo uno sportello telefonico allo 0144.770.336: tutti i giorni dalle ore 9.30 alle ore 12.00 e dalle ore 15.00 alle ore 18.00. Il servizio è organizzato dall’Associazione Pentagramma con la collaborazione della Protezione Civile di Montabone e di Acqui Terme.


Documentazione relativa:
Aperto
Non definito