DIFESA INTEGRATA DELLA VITE

Applicazione Regolamento CE 1305/2013
COMITATO DI COORDINAMENTO FITOSANITARIO
Corso IV novembre, 44
15100 Alessandria Tel. 0131 52086
ZONA OPERATIVA di ACQUI TERME.

Fase fenologica: Chiusura grappolo BBCH 79
Bollettino di difesa della vite n°10 del 01/07/2020

OIDIO

Le caratteristiche metereologiche di questi giorni estremamente favorevoli allo sviluppo del patogeno, impongono di addizionare al trattamento liquido Zolfo bagnabile colloidale alle dosi di etichetta.
Per le aziende che segnalano attacchi su acino si consiglia, prima di eseguire il trattamento, di contattare il servizio tecnico


PERONOSPERA

Le condizioni attuali non favoriscono lo sviluppo del patogeno. Si sono registrate lievi bagnature fogliari che potrebbero causare attacchi nelle foglie più giovani (germogli), Si consiglia pertanto di mantenere la copertura utilizzando: Rame Metallo

ATTENZIONE: limite sulla sostanza attiva del rame per le aziende convenzionali:
s.a. Rame per 28 Kg/Ha per i prossimi 7 anni (programmazione media consigliata di 4 Kg/Ha anno).
– Per chi aderisce alla misura 10.1.1 del PSR il limite stabilito dalle Norme Tecniche è di 12 Kg/Ha s.a. Rame nel triennio 2019/2021 ma non più di 5 Kg/ha/anno.

Per le aziende che avessero registrato danni da grandine, è possibile utilizzare prodotti a base di Folpet alle dosi di etichetta.
E’ concesso dalla deroga territoriale del 16/06/2020, alle N.T. 2020 di produzione integrata, l’esecuzione di 5 trattamenti annui COMPLESSIVI con le sostanze attive antiperonosporiche Mancozeb, Folpet, Ditianon e Fluazinam con il limite di 4 trattamenti per Mancozeb, Folpet, Ditianon e 3 per Fluazinam.
Non è più possibile utilizzare Mancozeb, Metiram e Ditianon oltre il 30 giugno.


FLAVESCENZA DORATA DELLA VITE

Vedi Bollettino dedicato.
Nel rispetto dei principi di lotta integrata sarà doveroso, nel corso della stagione, prediligere l’impiego di principi attivi, fungicidi e/o insetticidi, maggiormente riguardosi delle popolazioni di Acari Fitoseidi e Stigmeidi, rispettando sempre le soglie di intervento previste dai disciplinari, garantendo in questo modo il ripristino dell’equilibrio fra i fitofagi e i loro antagonisti, promuovendo così la lotta naturale alle avversità.
SI RICORDA CHE DOPO UN TRATTAMENTO IN VIGNETO, PER LA SALVAGUARDIA DELLA SALUTE DEGLI OPERATORI, E’ NECESSARIO ATTENDERE ALMENO 48 ORE PRIMA DI SVOLGERE LE OPERAZIONI COLTURALI

In ottemperanza al decreto di lotta obbligatoria ed a seguito dei monitoraggi condotti, si ricorda l’obbligo di effettuare il 1° trattamento da Mercoledì 1 luglio a Martedì 7 Luglio
Con uno dei seguenti principi attivi a dosi di etichetta: Etofenprox (Tempo di carenza 21 gg) o Acetamiprid (Tempo di carenza 14 gg)
Si raccomanda di prestare particolare attenzione alla distribuzione utilizzando alti volumi di acqua, rispettando le dosi ad ettaro consigliate, acidificando la soluzione ed irrorando entrambe le parti del filare. I trattamenti nelle ore serali sono da preferirsi.

ALTRI PRINCIPI ATTIVI AMMESSI NELLE

NORME TECNICHE DI DIFESA INTEGRATA DELLA VITE 2020

SOSTANZA ATTIVA Gruppo chimico Tempo di carenza
Sali potassici di acidi

grassi

Piretrine pure 3A 3 gg
Tau-fluvalinate 3A 21 gg
Acrinatrina 3A 28 gg
Flupyradifurone 4D 14 gg

Si ricorda che NON E’ PIU’ POSSIBILE UTILIZZARE i prodotti contenenti THIAMETHOXAM (Actara e Luzindo) o CLORPIRIFOS ETILE/METILE (Pyrinex, Reldan 22, ecc), EVENTUALI SCORTE DEVONO ESSERE SMALTITE

SANZIONI: CHIUNQUE NON RISPETTI GLI OBBLIGHI RELATIVI ALL’ESECUZIONE DEI TRATTAMENTI INSETTICIDI  OBBLIGATORI E’ PUNITO CON LA SANZIONE AMMINISTRATIVA DEL PAGAMENTO DI UNA SOMMA DA 400,00 A 2.400,00 EURO

 

Si ricorda che è in vigore la Legge Regionale n° 20 del 30/08/98 in materia di salvaguardia degli insetti pronubi per cui è obbligatorio lo sfalcio completo della vegetazione sottostante prima del trattamento, in caso di fioriture spontanee, anche per le aziende che aderiscono al Bando PSR Misura 10.1.1-Impegno aggiuntivo dell’inerbimento controllato, evitando fenomeni di deriva (non trattare in presenza di vento).

 

VIGNETI ADIACENTI AD AREE FREQUENTATE DA GRUPPI VULNERABILI

(punto A.5.6 del Piano di Azione Nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari)

Nei vigneti a distanze inferiori a 10 metri da aree frequentate dalla popolazione o dai gruppi vulnerabili (quali parchi e giardini pubblici, campi sportivi, aree ricreative, cortili ed aree verdi di plessi scolastici, parchi gioco, strutture sanitarie), devono essere adottati i seguenti accorgimenti:

  • distribuire la miscela verso l’interno del vigneto
  • utilizzare coadiuvanti antideriva
  • non utilizzare cannoni per la distribuzione della miscela insetticida
  • segnalare preventivamente alla popolazione l’esecuzione dei trattamenti con adeguata cartellonistica
  • trattare nelle ore di minor

 

DOPO AVER TRATTATO CON L’INSETTICIDA E TRASCORSO IL TEMPO DI RIENTRO (ALMENO 48 ORE) ESTIRPARE LE PIANTE MALATE ED ELIMINARE I TRALCI CON SINTOMI: QUESTO SERVE PER TOGLIERE LA FONTE DI FITOPLASMA CHE RENDE INFETTIVO L’INSETTO VETTORE (SCAFOIDEO).


SI RICORDA CHE DOPO UN TRATTAMENTO IN VIGNETO, PER LA SALVAGUARDIA DELLA SALUTE DEGLI OPERATORI, E’ NECESSARIO
ATTENDERE ALMENO 48 ORE PRIMA DI SVOLGERE LE OPERAZIONI COLTURALI.

Ufficio Condifesa ( bollettino telefonico ) : Tel.
0144 / 356582
Coldiretti : Tel. 0144 / 322546
Conf. Italiana Agricoltori : Tel. 0144 / /322272
Unione Prov.le Agricoltori : Tel. 0144 / 322243
Sito Internet :
www.regione.piemonte.it/agri
VIETATA LA DIFFUSIONE DEL CONTENUTO NEI COMUNI NON CONVENZIONATI

 

 


Storico dei bollettini e AVVISI

Bollettino n°10 e n°10FD – primo trattamento FD 2020 DEF 01-07-2020

Bollettino del 25-06-2020

Bollettino del 19-06-2020

Bollettino del 16-06-2020

Bollettino del 10-06-2020

AVVISO FLAVESCENZA

Bollettino del 29-05-2020

Bollettino del 07-05-2020

Bollettino del 29-04-2020

Condividi

Sezioni domande frequenti