Cosa stai cercando?
Comune Acqui terme Acqui Terme

Censimento degli archivi storici comunali del Sistema Acquese

 

Il Sistema Bibliotecario e archivistico Acquese ha aderito dal 2009 al Censimento degli archivi storici dei Comuni, coordinato e sostenuto finanziariamente dalla Regione Piemonte (Regione Piemonte – Promozione dei beni librari e archivistici, editoria ed istituti culturali) con la partecipazione scientifica e organizzativa della Soprintendenza archivistica per il Piemonte e la Valle d’Aosta. Obiettivo del progetto è l’acquisizione delle informazioni relative alla natura e allo stato di conservazione degli archivi comunali del Piemonte e la messa in rete degli archivi stessi (o delle informazioni minime relative ai fondi documentari). Al raggiungimento di detto obiettivo è legato l’utilizzo del software Guarini Archivi, quale base per la catalogazione e gestione dei complessi documentari.

Il lavoro si è sviluppato, dal 2010 ad oggi, attraverso diversi momenti, ed ha interessato i 31 Comuni compresi nel territorio del Sistema[1]. Le fasi di intervento si sono articolate in:

· Verifica della presenza di inventari descriventi gli archivi storici e acquisizione dei medesimi (in formato cartaceo o digitale);

· Sopralluoghi presso i Comuni al fine di raccogliere le informazioni utili a descrivere lo stato di conservazione della documentazione di interesse storico;

· Riversamento su applicativo Guarini Archivi dei quindici inventari ritenuti idonei[2];

· Progettazione di eventuali interventi di ordinamento o verifica di precedenti ordinamenti (fase del progetto tuttora in corso).

I Comuni oggetto del censimento sono: 1) Acqui Terme; 2) Alice Bel Colle; 3) Bistagno; 4) Cartosio; 5) Cassine; 6) Castelletto d’Erro; 7) Castelnuovo Bormida; 8) Cavatore; 9) Cremolino; 10) Denice; 11) Gamalero; 12) Grognardo; 13) Malvicino; 14) Melazzo; 15) Merana; 16) Molare; 17) Monastero Bormida; 18) Montechiaro d’Acqui; 19) Morbello; 20) Morsasco; 21) Orsara Bormida; 22) Pareto; 23) Ponti; 24) Ponzone; 25) Prasco; 26) Ricaldone; 27) Rivalta Bormida; 28) Spigno Monferrato; 29) Strevi; 30) Terzo; 31) Visone.

Lo schema sottostante riporta l’elenco dei Comuni censiti, l’adesione al Sistema Acquese (dato relativo alla fine del 2015), la presenza di eventuale inventario dell’archivio storico (e l’anno di realizzazione del riordinamento), l’avvenuto inserimento dei dati in Guarini Archivi. Dalla griglia si può inoltre accedere (link nell’ultima colonna) ad una breve scheda riassuntiva, riportante i dati essenziali dell’archivio, Comune per Comune.

 

Comune

Aderente al Sistema

Archivio ordinato (con inventario)

Data inventario

Riversato in Guarini

Scheda descrittiva

1

Acqui Terme

Si

Si

1995

Si

scheda .pdf

2

Alice Bel Colle

Si

Si

2000

Si

scheda .pdf

3

Bistagno

Si

Si

1964 – 1988

 

scheda .pdf

4

Cartosio

No

Si

2003

Si

scheda .pdf

5

Cassine

Si

Si

2002

Si

scheda .pdf

6

Castelletto d'Erro

No

Si

1992

Si

scheda .pdf

7

Castelnuovo Bormiba

No

Si

2003

Si

scheda .pdf

8

Cavatore

No

No

   

scheda .pdf

9

Cremolino

No

Si

2008

Si

scheda .pdf

10

Denice

No

No

 

nbsp;

scheda .pdf

11

Gamalero

Si

Si

1998

Si

scheda .pdf

12

Grognardo

No

Si

1999

Si

scheda .pdf

13

Malvicino

No

No

   

scheda .pdf

14

Melazzo

No

Si

2000

Si

scheda .pdf

15

Merana

No

Si

1992

 

scheda .pdf

16

Molare

Si

Si

2000

Si

scheda .pdf

17

Monastero Bormida

Si

Si

1993

 

scheda .pdf

18

Montechiaro d'Acqui

No

Si

2000

Si

scheda .pdf

19

Morbello

Si

Si

1999

Si

scheda .pdf

20

Morsasco

Si

Si

2001

 

scheda .pdf

21

Orsara Bormida

No

Si

2002

Si

scheda .pdf

22

Pareto

No

No

   

scheda .pdf

23

Ponti

Si

No

   

scheda .pdf

24

Ponzone

Si

Si

1997

Si

scheda .pdf

25

Prasco

No

No

   

scheda .pdf

26

Ricaldone

Si

No

   

scheda .pdf

27

Rivalta Bormida

Si

No

   

scheda .pdf

28

Spigno Monferrato

Si

Si

1962

 

scheda .pdf

29

Strevi

no

Si

1970

 

scheda .pdf

30

Terzo

no

Si

1965

 

scheda .pdf

31

Visone

no

No

   

scheda .pdf

Il reperimento dei dati in loco, presso le sedi di conservazione dei fondi, è avvenuto tramite una “Scheda di rilevazione” messa a punto dalla Regione Piemonte - Direzione Cultura, turismo e sport, Settore biblioteche e archivi – composta di dieci sezioni[3], ideate per raccogliere i dati conformemente agli standard di descrizione degli archivi e dei soggetti produttori (ISAD e ISAAR). Attraverso le aree di descrizione predisposte si è raccolta, per ogni Comune visitato, una grande messe di dati relativi a:

  • natura e numero dei fondi conservati (carte del Comune o di più Comuni, archivi “aggregati” quali i fondi di opere di carità, enti assistenziali, enti culturali o di istruzione, consorzi stradali o idrici, ecc.);
  • dati relativi ai soggetti che produssero le carte stoccate (Comune/i, opere pie, consorzi, ecc);
  • estremi cronologici della documentazione conservata;
  • stato di riordinamento o meno dei fondi stessi e presenza di relativi strumenti di corredo o descrizione delle carte (inventari, elenchi, pandette, repertori, ecc);
  • stato di conservazione “fisica” delle carte e dei locali di stoccaggio adibiti ad archivio;

Tra i trentuno Comuni censiti, quindici presentano archivi storici riordinati e inventariati in tempi relativamente recenti, e pertanto si è provveduto a riversare i dati relativi alle carte su applicazione Guarini Archivi; sette hanno subito riordinamenti in un arco cronologico compreso tra il 1962 e il 1992, e meriterebbero quindi un'azione di verifica e riconferma degli inventari; nove sono risultati sprovvisti di una sezione separata d'archivio e di strumenti di corredo delle carte.

Quale sviluppo e ideale completamento del lavoro di censimento appena concluso, il Centro Rete di Sistema sta valutando gli interventi da programmare negli anni futuri, con il cofinanziamento della Regione Piemonte e la supervisione scientifica della Soprintendenza Archivistica, al fine di omologare lo standard di conservazione dei complessi documentari storici presso i Comuni del territorio e di promuovere per tutti gli archivi coinvolti corretta conservazione e valorizzazione delle carte.

Archivisti che hanno realizzato il progetto:

Francesco Ferrari

Enrico Maranetto

Paolo Patanè

 



[1] Non tutti i Comuni aderiscono simultaneamente al Sistema che mediamente raccoglie ogni anno 15-20 aderenti.
[2] In linea di massima si è rinunciato, in accordo con Soprintendenza, Regione e Centro Rete del Sistema, ad inserire inventari realizzati prima del 1992.
[3] Le dieci sezioni della scheda, nelle quali ibserire i dati raccolti, sono:
1. soggetto produttore e dati gestionali (ripetibile)
2. soggetto conservatore (ripetibile)
3. complesso archivistico
4. sezione (ripetibile)
5. fondo (ripetibile)
6. serie (ripetibile)
7. strumenti di descrizione (ripetibile)
8. materiali non archivistici e multimediali
9. abstract
10. note

CONTATTI E RECAPITI

Piazza Levi 12
P.IVA 00430560060
PEC: acqui.terme@cert.ruparpiemonte.it
tel. 01447701

PROTEZIONE DATI PERSONALI

URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico

L'URP sarà aperto al mattino da lunedì a venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 per rispondere alla forte affluenza di pubblico riscontrata dal servizio nella prima mattinata.


Si potranno effettuare segnalazioni e reclami anche attraverso l'indirizzo

mail: urp@comune.acquiterme.al.it urp@comune.acquiterme.al.it - Tel. 0144/770307



Posta Elettronica Certificata

acqui.terme@cert.ruparpiemonte.it
pmunicipale.acqui.terme@cert.ruparpiemonte.it

Le caselle di posta elettronica sono abilitate a ricevere email da indirizzi PEC, eventuali comunicazioni provenienti da indirizzi non PEC su indirizzi PEC non saranno prese in considerazione.

Per evitare blocchi futuri si invita a non allegare alla comunicazione documenti di dimensioni eccessive.
Il contenuto non deve superare i 10MB, allegati compresi.


Le PEC destinate all'Ufficio Tecnico dovranno essere inviate all'indirizzo PEC istituzionale acqui.terme@cert.ruparpiemonte.it

GARE D'APPALTO TELEMATICHE - Il Comune di Acqui Terme anche in qualità di Centrale Unica di Committenza (CUC dell'Acquese) sta provvedendo al passaggio delle gare d'appalto in modalita' telematica, cosi' come previsto dal Codice dei Contratti.
Per un certo periodo convivranno le due modalita' di gara (telematica e non) e pertanto si invitano gli utenti ed in particolare gli operatori economici a prestare particolare attenzione nel consultare le voci della sezione dedicata ai bandi di gara (Comune di Acqui Terme e CUC dell'Acquese).






WebCam di Acqui Terme

Il Comune di Acqui Terme è lieto di offrire una panoramica della Città grazie alla webcam posizionata sulla torre di Palazzo Levi
Cliccare sull'immagine per ingrandirla.


Questionario di gradimento

Il Sindaco di Acqui Terme, Lorenzo Lucchini, ha fortemente voluto mettere a disposizione di tutti i Cittadini che si rivolgono agli uffici comunali un modulo attraverso la compilazione del quale potrà essere espresso il proprio gradimento rispetto al servizio fornito.

Visualizzare il questionario



Agenda

Clicca l'immagine per visualizzare la lista completa degli eventi

 

La lista degli eventi si aggiorna giornalmente ed in tempo reale . Rimangono visibili gli eventi passati iniziati e non ancora terminati.

 


Numeri Utili

utiliti

Pronto Intervento AMAG

800 234504

Il pronto intervento relativo alle dispersioni,alla qualità dell'acqua e a problemi legati alla rete fognaria è gratuito da rete fissa e mobile attivo 24 ore su 24 tutti i giorni dell'anno.








Sito sviluppato dal Comune di Acqui Terme - Piazza Levi, 12 - 15011 - Acqui Terme - AL - Italia.
P. Iva Comune 00430560060
2004 - 2019 Tutti i diritti riservati. Privacy Policy. - Protezione dati Personali

Scrivi al Comune



Ottimizzato per Internet Explorer e Mozilla Firefox in 1024x768
Realizzazione tecnica e management a cura di 360Positive s.r.l.