Cosa stai cercando?
Comune Acqui terme Acqui Terme

Monumenti ed Itinerari ad Acqui Terme

 

Cattedrale di Santa Maria Assunta - Piazza Duomo

Iniziata dal Vescovo Primo (989 – 1018) fu consacrata nel 1067 da San Guido, Vescovo e Santo Protettore della città.

La pianta è a croce latina a cinque navate .

Del periodo romanico sono visibili le absidi e l’importante cripta che occupa l’area del transetto e del coro; tra il XVI ed il XIX secolo si rinnova completamente la decorazione interna con stucchi ed affreschi.

Il campanile, in facciata, venne completato nel 1479; il pronao seicentesco si armonizza con i porticati laterali che delimitano la piazza del Duomo.

Degni di attenzione il portale maggiore, opera di Giovanni Antonio Pilacorte (1481) e, all’interno, il pulpito realizzato nella prima metà del XIX secolo riutilizzando lastre marmoree rinascimentali e il Battistero in stile rococò.

Nel transetto, a sinistra, il barocco altare di San Guido con la pala del genovese David Corte.

Nella sala del Capitolo si conserva il trittico della Madonna del Monferrato, capolavoro del pittore spagnolo Bartolomeo Bermejo, commissionato intorno al 1480 da Francesco Della Chiesa mercante acquese; la pala di San Guido e i quattro Dottori opera lombarda del 1496.

Sul lato destro della Cattedrale si trova il Chiostro dei Canonici ultimato nel 1495.
Orario delle messe: festivi 8.00 – 10.30 – 12.00 – 18.00; prefestivi: 18.00; feriali: 7.00 – 18.00.
Per le visite al Trittico del Bermejo:
Info: La Cattedrale - tel.: 0144.322381
 

Castello dei Paleologi - Via Morelli, 2

Nel 1056 fu costruito il “castelletto” per ordine del vescovo Guido (1033-1070) di Acqui Terme.
I vescovi, conti di Acqui, risiedettero stabilmente nel castelletto fino a quando la città passò in mano ai marchesi Aleramici del Monferrato nel 1278 che furono costretti a cedere la loro residenza ai nuovi signori.

Gli Aleramici prima e i Paleologi dopo tennero sostanzialmente in continuità di tempo il castello e la città fino ai primordi dell’età moderna.
Guglielmo VIII Paleologo ne promuove la ricostruzione nel decennio 1480-1490; successivi rimaneggiamenti sono dovuti ai Gonzaga nel XVII secolo, anche ad opera dell’architetto Scapitta; infine l’architetto Ferroggio realizza nel 1789 il fabbricato carcerario.

Oggi è sede del Civico Museo Archeologico dove vengono esposti interessanti resti dell’età pre-romana, romana e medievale di Acqui Terme.
 

ORARIO ESTIVO (1° Maggio - 30 Settembre): 

  • Lunedì e martedì: chiuso
  • dal mercoledì alla domenica: 10.00 -13.00 e 16.00-20.00.

ORARIO INVERNALE (1° Ottobre - 30 Aprile): 

  • Lunedì e martedì: chiuso
  • dal mercoledì al sabato: ore 9.30-13.30 e 15.30-17.30; 
  • domenica: ore 11.00-13.30 e 15.30-17.30.  

Esclusivamente su prenotazione ai seguenti recapiti telefonici: 0144 770272 - 57555

Tariffe d’ingresso:

  • INTERO (da 18 a 65 anni) 4.00 Euro
  • RIDOTTO (da 6 a 18 anni, oltre 65 anni) 2.00 Euro
  • RIDOTTO COMITIVE (almeno 20 persone paganti) 2.00 Euro
  • SCOLARESCHE 1.00 Euro
  • GRATUITO: disabili e bambini sino a 6 anni di età

Info: Civico Museo Archeologico tel. 0144.57555

 

Giardino Botanico “Il Birdgarden” - Via Morelli, 2

Anche il giardino, come il castello, si può far risalire al XII secolo.
Nel 1995 venne ripristinato completamente creando il “Birdgarden”, ovvero un “moderno orto botanico”, dove è possibile osservare diverse varietà di piante, anche le meno conosciute.
E’ presente anche un piccolo stagno dove risiedono piccoli anfibi e anatre.

  • ORARIO ESTIVO (1° Maggio - 30 Settembre): 
  • Lunedì e martedì: chiuso
  • dal mercoledì alla domenica: 10.00 -13.00 e 16.00-20.00.
  • ORARIO INVERNALE (1° Ottobre - 30 Aprile): 
  • Lunedì e martedì: chiuso
  • dal mercoledì al sabato: ore 9.30-13.30 e 15.30-17.30; 
  • domenica: ore 11.00-13.30 e 15.30-17.30.  

esclusivamente su prenotazione ai seguenti recapiti telefonici: 0144 770272 - 57555
Ingresso gratuito
Info:
Civico Museo Archeologico tel. 0144.57555

 

Chiesa dell’Addolorata - Piazza Addolorata

La chiesa è in stile romanico, a tre navate con campanile ottagonale appoggiato sull’abside sud, eretta come chiesa abbaziale dello scomparso monastero di San Pietro, fondazione vescovile dell’XI secolo sull’area di una precedente chiesa cimiteriale paleocristiana, fu ridotta in commenda già sul finire del Quattrocento.

Nel 1720, dividendo la navata centrale, si eresse la chiesa dedicata alla Vergine Addolorata.

Decaduta ed in buona parte degradata fu oggetto, dal primo dopoguerra, di un pesante intervento di restauro volto a riportarla al presunto aspetto originale.

Nell’interno una Deposizione di scuola lombarda, affresco-staccato risalente alla metà del XV secolo, due tele seicentesche con l’incoronazione di spine e Gesù di fronte a Pilato e la statua lignea della Madonna Addolorata (verso il 1720).
Orario d’apertura: dal lunedì a sabato 7.30 - 11.30 / 15.00 - 18.00; domenica 8.30 - 11.30 / 15.00 - 18.00;
festivi: 8.30 - 11.30
Info: Rettore Don Ceretti – tel. 347.1460653

 

Chiesa di San Francesco – C.so Roma / Piazza S. Francesco

Facciata in stile composito (1835- 1854), con portali lignei del Monteverde. L’interno è costituito da un’ampia navata centrale con volta a botte.

 

Al XV secolo risalgono la canna della torre campanaria e l’abside poligonale.

I Francescani, presenti in Acqui Terme dal 1244, ottennero la Chiesa di San Giovanni, di probabile origine paleocristiana, che trasformarono radicalmente dopo la seconda metà del Quattrocento.

All’interno l’Immacolata Concezione del Moncalvo, l’Adorazione dei Magi di Raffael A. Soleri ed una Madonna con il Bambino tra San Francesco e Sant’Antonio da Padova di Pietro Beccaria.
Orario d’apertura: 7.45 - 12.00 e 15.00 - 18.30
Info: Don Franco – tel. 0144.322609 – 339.7809325

 

Chiesa di Sant’Antonio – Via Bella

Stile barocco. Eretta nel 1608 dai Barnabiti sotto il titolo di San Paolo collegata al convento omonimo fu ricostruita nel 1701.

 

Nel 1812 vi venne trasferita la confraternita di Sant’Antonio.
Custodisce all’interno un bel coro e nella sacrestia armadi del barocco piemontese.
Unica possibilità di visita dell’interno è durante l’orario delle messe.
Info: La Cattedrale tel.: 0144.322381

 

Palazzo vescovile – Piazza Duomo

Iniziato prima del 1450 sotto il vescovado di Bonifacio Sigismondi ed ampliato dal vescovo Francesco di S. Giorgio, venne definitivamente completato nel 1592.
Conserva nella sala dell’Episcopio affreschi raffiguranti la serie dei vescovi della Diocesi acquese, una delle più antiche del Piemonte (risalente al IV secolo), e nell’annessa cappella una tela di Guglielmo Caccia detto Moncalvo, (1568 – 1625).
La cappella ed il salone principale, decorato dall’effigi dei vescovi diocesani, risalgono al XVIII secolo.
Info: tel.: 0144.322328

 

 

Seminario vescovile – Piazza Duomo

Il seminario maggiore fu istituito dal Vescovo acquese Pietro Fausto di Costacciara nel 1580, fu eretto, nelle forme attuali, dal Vescovo Carlo Giuseppe Capra su progetto dell’architetto Bernardo Vittone tra il 1755 e il 1772.

 

L’edificio è organizzato intorno ad un vasto cortile con porticato a forma quadrata con alte arcate; verso il fondo si evidenzia la forma esterna della Cappella con la statua in bronzo del Sacro Cuore. La chiesa, che risale ai primi decenni del secolo scorso, è un intreccio di stile neogotico e neoromantico.
Notevoli lo scalone “a forbice”, il portone ligneo, probabilmente del 1787, e la cappella in stile neo gotico realizzata alla fine dell’800.

Accanto al Duomo si trova il seminario minore, fondato da S. Guido nel 1056-58 come monastero femminile di S. Maria dei Campi. L’attuale sistemazione venne iniziata nel 1585.
A collegamento dei due Seminari è stato eretto tra il 1831 e il 1832 un porticato.
E’ visitabile solo il cortile interno, tutti i giorni dalle ore 8.30 alle ore 18.
Info: tel. 0144.57620

 

Palazzo del Comune - Piazza Levi, 12

Eretto alla fine del XVII secolo dalla famiglia Lupi di Mirano, passò poi all’israelita Abraam Levi che nel 1910 lo donò alla civica amministrazione che vi trasferisce la propria sede.

 

Alcuni ambienti hanno mantenuto l’elegante decorazione settecentesca come la sala della Giunta dalle belle sovraporte con vedute romane.

La torre e la facciata su Corso Roma sono dell’inizio del XX secolo.
All’interno si può visitare il giardino con annessa la statua di Arturo Martini raffigurante una ballerina.
Orario di visita del giardino:
Da lunedì a venerdì: 8 – 14
Lunedì e giovedì: 8.30 – 13.30 / 15.30 – 18.30
Luglio e Agosto: chiuso al pomeriggio.
Info: tel. 0144.7701
 

Palazzo Robellini - Piazza Levi, 5

Costruito da Giovanni Antonio Robellini sul finire del 500, come è testimoniato dall’importante colonnato, appartenuto fino al 1973 agli eredi della famiglia Chiabrera Dagna Sabina cui si deve lo scalone e gli ambienti aulici.

 

Al suo interno oggi sono ospitati gli uffici dell’Assessorato alla Cultura, alla Pubblica Istruzione, del Turismo e la Sala mostre comunale.

Nelle cantine ha sede l’Enoteca Regionale dove si possono trovare tutti i vini piemontesi.
Info: tel. 0144.7701

Villa Ottolenghi - Strada Monterosso

Complesso monumentale iniziato dai coniugi Ottolenghi - Von Wedekind nel primo dopoguerra e parzialmente terminato nel 1953. Progettisti Federico D’Amato, Marcello Piacentini, Ernesto Rapisardi. Il giardino venne progettato nel secolo scorso affidata a Giuseppe Vaccaio e dal celebre architetto del paesaggio Piero Porcinai.

 

Lo spazio verde progettato da Pietro Porcinai, , è stato riconosciuto, da una giuria internazionale di esperti, meritevole della massima onorificenza nella categoria “Valorizzazione di un giardino storico”. Il Premio va anche all’operazione di recupero e rilancio della Dimora storica condotta negli ultimi anni, come certificano le motivazioni del comitato giudicante.
La decorazione interna è del pittore Ferruccio Ferrazzi che ha realizzato anche i cartoni per i mosaici del mausoleo.

Non sono purtroppo più presenti le numerose sculture di Arturo Martini.
Nel 2011, lo spazio verde di Villa Ottolenghi, è stato riconosciuto, da una giuria internazionale di esperti, Il premio “European Garden Award”, la massima onorificenza nella categoria “Valorizzazione di un giardino storico”.
Info: tel 0144 322177 - 02 94699507

 

Casa di riposo “Jona Ottolenghi” – Via Verdi, 2

Ha sede nel cinquecentesco ospedale cittadino di cui resta il triplice ordine dei loggiati.

 

La ristrutturazione del 1934 si deve alla generosità dei conti Arturo ed Herta Ottolenghi che affidarono all’architetto Marcello Piacentini i lavori e ad artisti come Ferruccio Ferrazzi e Fiore Martelli le decorazioni.

Nel giardino il gruppo bronzeo “Il ritorno del figliol prodigo” di Arturo Martini.
(Per vedere la scultura “il Figliol Prodigo” è necessario suonare il campanello all’ingresso)
Info: tel.: 0144 322192

 

Sito Archeologico della Piscina Romana – Corso Bagni

Resti facenti parte di un vasto complesso termale risalente all’età imperiale, ritrovati presso l’attuale Corso Bagni nel 1913, durante la costruzione di nuovi portici accanto al Grand Hotel Nuove Terme.

Orario di visita:

ORARIO ESTIVO (1° Maggio - 30 Settembre): 

  • Lunedì e martedì chiuso
  • da mercoledì a sabato:  17.00-19.00; 
  • domenica: 10.00 – 12.30      17.00 – 19.00 

ORARIO INVERNALE (1° Ottobre-30 Aprile): 

  • Lunedì e martedì chiuso
  • dal mercoledì al venerdì: ore 9.30-12.30;
  • sabato e domenica: ore 15.30-17.30. 

INGRESSO : INTERO (tra i 18 e i 65 anni di età) €  2,00

  RIDOTTO COMITIVE (almeno 20 persone) € 1,00

  GRATUITO fino ai 18 anni, oltre i 65 anni e scolaresche

Il biglietto della Piscina Romana dà diritto all’ingresso a tariffa ridotta (2 euro) al Museo Archeologico.

Info: Civico Museo Archeologico tel. 0144.57555

 

SITI ALL’APERTO:

Edicola e Piazza della Bollente

Fonte termale di acqua salso-bromo-iodica dove sgorga l’acqua a 74,5°C.
L’intervento dell’amministrazione comunale guidata da Giuseppe Saracco trasformò radicalmente tra il 1870 ed il 1880 l’antichissima area sorta intorno alla fonte omonima demolendo anche il ghetto ebraico.
All’ingegner Ceruti si deve l’edicola-tempietto in stile eclettico.
 

L'acquedotto romano – Ponte Carlo Alberto

Visibili dal ponte Carlo Alberto sul fiume Bormida, sono i resti dell'acquedotto romano divisi in due tratti separati. Quello meglio conservato è quello situato ai margini del greto del Bormida, costituito da 7 imponenti piloni, sui quali ancora sussistono quattro archi. L’altezza dei piloni supera di poco i 17 metri.
Alla sommità delle arcate si trovava, in origine, il canale in muratura destinato allo scorrimento dell’acqua; di tale condotto non rimane tuttavia, allo stato presente, alcun resto.
Il secondo tratto, di cui rimangono solo gli spezzoni di 8 piloni di sostegno, si trova più a nord e rimane in uno stato di accentuato degrado strutturale.
In corrispondenza delle singole riseghe si nota ancora la presenza delle caratteristiche “buche pontali”, di forma quadrata, originariamente funzionali al fissaggio delle impalcature lignee impiegate per la costruzione dell’impianto.
La struttura, uno dei simboli della città, risale ad epoca imperiale, più precisamente al periodo di Augusto.
La conduttura era originariamente lunga 12 km di cui circa un terzo su pilastri, circa 40, o su muri pieni; il resto era interrato e attingeva l'acqua dal torrente Erro, nei pressi di Cartosio, attraversando anche il territorio di Melazzo e serviva a soddisfare il fabbisogno della città Romana.
Si tratta di una delle strutture, di questo genere, meglio conservate dell'Italia Settentrionale. Altre importanti testimonianze del periodo romano si trovano in città, ad esempio i resti della piscina del calidarium di un impianto termale. 



Contatti

Ufficio cultura
Tel: 0144770272 - 300 - Fax: 0144770209
Email: cultura@comuneacqui.com










WebCam di Acqui Terme

Il Comune di Acqui Terme č lieto di offrire una panoramica della Cittā grazie alla webcam posizionata sulla torre di Palazzo Levi
Cliccare sull'immagine per ingrandirla.

Posta Elettronica Certificata

acqui.terme@cert.ruparpiemonte.it
pmunicipale.acqui.terme@cert.ruparpiemonte.it
llpp.acqui.terme@cert.ruparpiemonte.it

Si comunica che non saranno prese in considerazione mail di prova.
Per evitare blocchi futuri si invita a non allegare alla comunicazione documenti di dimensioni eccessive.
Il contenuto non deve superare i 10MB, allegati compresi.


Questionario di gradimento

Il Sindaco di Acqui Terme, Enrico Silvio Bertero, ha fortemente voluto mettere a disposizione di tutti i Cittadini che si rivolgono agli uffici comunali un modulo attraverso la compilazione del quale potrà essere espresso il proprio gradimento rispetto al servizio fornito.

Visualizzare il questionario


Agenda

Opuscoli

Opuscolo scaricabile degli eventi mensili di Marzo:

ITALIANO ENGLISH FRANÇAIS


Programmazione Marzo

 

Venerdì 3
  • Presentazione del volume “La repubblica dei brocchi. Il declino della classe dirigente italiana” di Sergio Rizzo

Biblioteca Civica, Via Maggiorino Ferraris 15 – ore 21

Info: Biblioteca Civica 0144.770267

  • ATLETICA ACQUI TERME –  Incontro dimostrativo

Sala Convegni Kaimano – dalle ore 19,30

Sabato 4

 

  • MERCATINO BIOLOGICO

Piazza M. Ferraris – dalle ore 9 alle ore 12

  • 3° GRAN CARNEVALE DEI BAMBINI e CONCORSO MASCHERINA D’ARGENTO

Centro Congressi  – dalle ore 15.30 (ingresso libero)

Omaggio ai primi 200 bambini. Musica, spettacolo, animazione

Info: Ufficio Turismo 0144.770298

  • Il “Dietro le quinte” della vita di un atleta. Incontro con la campionessa europea di duathlon GIORGIA PRIARONE

Sala Conferenze di Palazzo Robellini, Piazza Levi 5 – ore 17,30

Organizzazione e info: Lions Acqui e Colline Acquesi

  • GRAN GALA’ IN MASCHERA con ELEZIONE REGINETTA DEL CARNEVALE

Centro Congressi  – dalle ore 21.30

Premi alle coppie con le migliori maschere e tante sorprese. Ingresso libero.

Info: Ufficio Turismo 0144.770298    

Domenica 5

 

  • CARNEVALE ACQUESE  (in caso di pioggia si rimanderà a sabato 11 marzo)            

Programma:

    • Centro Città – dalle ore 10 bancarelle prodotti tipici, artigianato e giochi gonfiabili.
    • Piazza Bollente – ore 11 “Cerimonia della scottatura” con il Re e la Regina del Carnevale Acquese
  • Centro Città – dalle ore 14,30 sfilata dei carri allegorici e delle maschere con partenza da Piazza Don Dolermo. Partecipano: Sbandieratori e musici del Palio di Asti, Corpo di ballo “Cariocas Rio Carnaval”, corpo Bandistico Acquese, Banda folkloristica “Monviso”, Gruppo “Donkey Crossing Street Band”
  • Piazza Italia – ore 17 Premio “Trofeo Beppe Domenici” al carro più artistico

Info: Ufficio Turismo 0144.770298

Lunedì 6

 

  • Per la Stagione Teatrale AcquiTeatro:

NESSI di e con ALESSANDRO BERGONZONI

Cinema Teatro Ariston – ore 21

Info e prevendita biglietti: Cinema Teatro Ariston, Piazza Matteotti. Tel. 0144.58067  www.aristonacqui.it

Mercoledì 8

 

  • FESTA DELLA DONNA

Spazio Espositivo Movicentro, Piazza Giovanni Paolo II – ore 21. Ingresso libero

    • premiazione ed esposizione fotografie del Concorso fotografico “L’immagine più vera della donna”
    • Consegna riconoscimento a donne acquesi che si sono distinte nella loro vita professionale
  • Spettacolo di cabaret con BEPPE BRAIDA

Info: Ufficio Turismo 0144.770298 e Consulta Comunale per le Pari Opportunità  0144.770212    

Venerdì 10

 

  • Il Lions Club Acqui Terme Host organizza:

“PSICOLOGIA DELLO SPORT: ESPERIENZE ED ETA’ EVOLUTIVA”

Sala Belle Epoque, Gran Hotel Nuove Terme – ore 17,00 (ingresso libero)

Sabato 11

 

  • Per le Giornate Culturali del PREMIO ACQUI STORIA

Presentazione del volume “Matteotti senza aureola” di Enrico Tiozzo, Università di Göteborg e Accademia di Svezia.” Introduce Carlo Sburlati.  Dibatte con l’autore il Prof. A. Mola

Sala Conferenze di Palazzo Robellini, Piazza Levi 5 – ore 17,30 (ingresso libero)

Info: Segreteria Premio Acqui Storia tel. 0144.770203

Venerdì 17

 

  • Per il ciclo di lezioni  “Conversando con la scrittura – Incontri di poesia e critica”

L’ALBERO DELLA POESIA”con Vivian Lamarque

Sala Conferenze di Palazzo Robellini, Piazza Levi 5 – ore 17,30 (ingresso libero)

Organizzazione e info: Ass. Archicultura

Sabato 18

 

  • Presentazione dei volumi:

“IL MONDO INTORNO A ME” di Claudio Carlini – Lampi di Stampa  

“L’ANIMA A NUDO” di Rossella Lubrano – Irda Edizioni

Sala Conferenze di Palazzo Robellini, Piazza Levi 5 – ore 17,30 (ingresso libero)
       Convegno “LA RISORSA IDRICA E IDROTERMALE” a cura dell’Associazione Italiana Donne Medico

Sala Belle Epoque, Grand Hotel Nuove Terme,

Info: Segreteria Sindaco 0144.770210

  • Nell’ambito del progetto “IO NON GIOCO: UNA SCOMMESSA VINCENTE” – SlotMob

Piazza Italia – ore 18 (in caso di maltempo verrà posticipato al 25 marzo)

Organizzazione e Info: Associazione Punti di Vista – Acqui Terme

Sabato 18 e Domenica 19

 

•     FIERA DELL’ELETTRONICA

Centro Congressi, piazzale Alpini – sabato ore 9/19. Domenica 9/18.30

Organizzazione e info: acquielettronica@gmail.com 331.4325851. Ingresso a pagamento

Lunedì 20

 

  • Per la Stagione Teatrale AcquiTeatro:

IERI E’ UN ALTRO GIORNO di Silvain Meyniac e Jean Francois Cros.

Con GIANLUCA RAMAZZOTTI, ANTONIO CORNACCHIONE e MILENA MICOLI

Cinema Teatro Ariston – ore 21

Info e prevendita biglietti: Cinema Teatro Ariston, Piazza Matteotti. Tel. 0144.58067  www.aristonacqui.it

Mercoledì 22

 

  • In occasione della GIORNATA MONDIALE DELL’ACQUA

BATTESIMO DELLE ACQUE – Benedizione Romano Celtica delle Acque Termali  a cura dell’Associazione IX REGIO

Piazza Bollente, ore 16

Info: Ufficio Turismo tel. 0144.770298

Giovedì 23

 

  • Convegno SICUREZZA SCUOLA E SANITA’ SONO LE MIE PRIORITA’

Centro Congressi, Piazzale Alpini – ore 9

Info e iscrizioni: Ufficio Turismo Tel. 0144.770298

Venerdì 24

 

  • Per il ciclo di lezioni  “Conversando con la scrittura – Incontri di poesia e critica” con Stefano Verdino

“ALESSANDRO MANZONI”con Stefano Verdino

Biblioteca Civica – ore 17,30 (ingresso libero)

Organizzazione e info: Ass. Archicultura

  • Presentazione del volume “TOGLIAMOCI IL PESO. RICONOSCERE E COMBATTERE IL SOVRAPPESO E L’OBESITA’”di Marina Biglia

Sala Conferenze di Palazzo Robellini, Piazza Levi 5 – ore 17,30 (ingresso libero)

Sabato 25

 

  • CONVEGNO “Prevenzione e riabilitazione Prospettive di interventi multidisciplinare per una migliore qualità della vita”

Sala Consiglio Comunale, Piazza Levi 7, ore 8.30 /18 (partecipazione con quota di iscrizione)

Organizzazione e info: Corale città di Acqui Terme tel. 0144.356702

  • Nell’ambito della rassegna SPORTIVA..MENTE

BEPPE CONTI presenta LA GRANDE STORIA DEL CICLISMO Graphot Editrice. Introduce Mirko Pizzorni

Sala Conferenze  di Palazzo Robellini, Piazza Levi 7, ore 18

Info: Ufficio Sport tel. 0144.770274

  • Nell’ambito del progetto Acqui città Unesco per la cultura e la storia:

CONVEGNO “Acqui Terme. Storia, paesaggio e cultura nel Monferrato patrimonio dell’Unesco”

Grand Hotel Nuove Terme

Info: Ufficio Cultura tel. 0144.770272

  • Per il ciclo di salotti culturali “I mercoledì del professore”:

CONCERTO “MUSICA E COLORE” degli allievi ed ex allievi della Scuola di Musica G. Bottino

Aula Magna Corale Città di Acqui Terme, Piazza Don Dolermo, ore 18.30 (ingresso libero)

Organizzazione e info: Corale città di Acqui Terme tel. 0144.356702

Domenica 26

 

•  MERCATINO DEGLI SGAIENTO’,  mercatino dell’antiquariato, delle cose vecchie o usate

Corso Bagni – dalle 8.30 alle 19

Info: Ufficio Commercio 0144.770254

  • Convegno “Prevenzione e riabilitazione – Prospettive di interventi multidisciplinare per una migliore qualità della vita”

Sala Consiglio Comunale, Piazza Levi 7, ore 8.30 /18 (partecipazione con quota di iscrizione)

Organizzazione e info: Corale città di Acqui Terme tel. 0144.356702

Mercoledì 29

 

  • Per il ciclo di salotti culturali “I mercoledì del professore” – Spazio dedicato a: “Il contributo della musica nello sviluppo del linguaggio”. Relatore Anna Maria Gheltrito

Aula Magna Corale Città di Acqui Terme, Piazza Don Dolermo, ore 18.30 (ingresso libero)

Organizzazione e info: Corale città di Acqui Terme tel. 0144.356702

Sabato 31

 

  • Presentazione del volume GENOVA – BUENOS AIRES SOLA ANDATA di Massimo Minella

a cura della Casa Editrice De Ferrari Editore di Genova. Sarà presente l’autore.

Sala Conferenze di Palazzo Robellini, Piazza Levi 5 – ore 17,30 (ingresso libero)

Info: Ufficio Turismo 0144.770272



Mostre d'arte Febbraio

MOSTRE D’ARTE

  • Mostra  “GENOVA – BUENOS AIRES SOLA ANDATA” Curata da DE FERRARI EDITORE di Genova

Sala d’Arte di Palazzo Robellini, Piazza Levi

Inaugurazione: domenica  26 marzo – ore 17

La mostra rimarrà aperta sino al 9  aprile con il seguente orario:

da lunedì a venerdì 9-13. Sabato e domenica 15.30 – 18.30

 


Concorso di Fotografia – “L’immagine più vera della donna”

Per attirare l’attenzione sulle diversità di genere e non solo, da considerare come preziose risorse, la Consulta per le Pari Opportunità del Comune di Acqui Terme ìndice la sesta edizione del concorso fotografico con il seguente titolo: “L’immagine più vera della donna”
 
L’obiettivo dell’iniziativa è quello di comunicare la realtà femminile in ogni ambito, attraverso sensazioni, azioni e momenti, che resteranno per sempre a memoria di quello che le donne sono, di ciò che fanno e di come lo fanno.
Il concorso prevede l’assegnazione di premi alle migliori tre fotografie pervenute, ad insindacabile giudizio della giuria.
 


Leggi tutto eventi
Numeri Utili
utiliti







Sito sviluppato dal Comune di Acqui Terme - Piazza Levi, 12 - 15011 - Acqui Terme - AL - Italia.
P. Iva Comune 00430560060
2004 - 2017 Tutti i diritti riservati. Privacy Policy.

Scrivi al Comune



Ottimizzato per Internet Explorer e Mozilla Firefox in 1024x768
Realizzazione tecnica e management a cura di Revilla Networks Italia